Genere
Azione
Lingua
Scritte in italiano
PEGI
18+
Prezzo
€ 49,99
Data di uscita
14/10/2011

Dead Rising 2: Off The Record

Dead Rising 2: Off The Record Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Capcom
Sviluppatore
Capcom Games Vancouver
Genere
Azione
PEGI
18+
Distributore Italiano
Halifax
Data di uscita
14/10/2011
Data di uscita americana
11/10/2011
Lingua
Scritte in italiano
Giocatori
2
Prezzo
€ 49,99

Hardware

Il gioco è disponibile nei formati PC, PS3 e Xbox 360. Questo articolo fa riferimento alla versione per la console Microsoft che, se installata su disco fisso, occupa un totale di 5.8 GB.

Multiplayer

Presente un'opzione cooperativa con funzione "drop in/drop out", che permette di affrontare con un'altra persona entrambe le modalità di gioco. È stato invece eliminato il multiplayer competitivo presente in Dead Rising 2.

Modus Operandi

Abbiamo ricevuto una copia promozionale del gioco, in formato Xbox 360, dal distributore italiano e abbiamo dedicato oltre quattordici ore al completamento della modalità principale, intervallando le varie sessioni con circa tre ore di gioco alla modalità Sandbox. Abbiamo concluso lo Story Mode completando anche l'Overtime, quindi con un finale di tipo S, senza però salvare ogni singolo superstite o portare a termine tutte le missioni facoltative.

Link

Recensione

Nuove cospirazioni

Colpi di scena per la nuova Fortune City.

di Andrea Maderna, pubblicato il

L'impressione, giocando le prime due o tre ore di Off the Record, è piuttosto netta: hanno preso Frank West e l'hanno appiccicato con lo sputo al gioco dell'anno scorso. E da un certo punto di vista è anche così, ma tutto sommato si tratta di una valutazione un po' ingenerosa. Se da un lato è vero che il soggetto, in linea di massima, è rimasto lo stesso, e che non sono certo un nuovo prologo e un doppiaggio registrato ex-novo a cambiare un racconto dal giorno alla notte, dall'altro le modifiche sono molte più di quanto possa sembrare a uno sguardo superficiale.

tutta un'altra storia

L'aspetto più evidente, ovvio, è rappresentato da tutto il lavoro di fino operato per contestualizzare la presenza di Frank e darle un senso. Si va quindi dal citato nuovo prologo, piuttosto divertente, al riarrangiamento dei vari dialoghi, all'inserimento di numerosi cenni ai fatti del primo episodio. Frank era presente a Willamette e questo ha permesso l'aggiunta di tanti piccoli elementi, rimandi, battute, scherzi che con Chuck Greene non erano possibili. Inoltre è stata inserita una nuova area, piuttosto azzeccata e divertente, la Uranus Zone, sorta di parco giochi ispirato alla fantascienza anni '50, che è stata popolata in maniera meno svogliata di quanto temessimo: gli sviluppatori non si sono limitati a riempirla di sopravvissuti e psicopatici inediti, tutt'altro. Al contrario, hanno rimescolato le carte, variando il posizionamento di diversi personaggi visti in Dead Rising 2 e spargendo quelli nuovi in giro anche per le zone che già conoscevamo.

Ovviamente è stato inserito anche un certo numero di nuove armi "componibili", anche se la mazza chiodata disponibile fin dall'inizio rimane fra le più efficaci - Dead Rising 2: Off The Record
Ovviamente è stato inserito anche un certo numero di nuove armi "componibili", anche se la mazza chiodata disponibile fin dall'inizio rimane fra le più efficaci
Ma soprattutto va detto che da circa metà in poi la storia prende una piega prepotentemente diversa rispetto a quella vista un anno fa, con conseguenze di peso anche in termini di struttura delle missioni. Nella sua seconda parte, Dead Rising 2: Off the Record devia non poco il proprio percorso, spingendo ad eseguire compiti diversi, raccontando fatti piuttosto distanti e arrivando a conclusioni assai lontane. E se, certo, nei suoi elementi di massima il succo del discorso, narrativo e ludico, non cambia particolarmente, di sicuro c'è parecchio da divertirsi anche per chi crede di sapere tutto quel che lo aspetta. Gli sviluppatori hanno lavorato bene nell'inserire un certo numero di colpi di scena e varianti evidentemente pensati proprio per prendere in giro e spiazzare chi ha giocato Dead Rising 2 e il risultato è che, incredibilmente, la – comprensibile e comunque inevitabilmente un po' presente – sensazione di stare giocando la stessa roba sfuma pian piano, lasciando spazio a un gioco che riesce a divertire fino al pirotecnico finale, decisamente cattivo e più vicino a quello del primo episodio, oltre che caratterizzato da un boss un po' più articolato del solito psicopatico.


Commenti

  1. Meno D Zero

     
    #1
    ah ah grande giopep, tra gli aspetti negativi "operazione discutibile".

    ribadisco la mia precisa volontà di valutare l'eventuale acquisto solo quando si troverà sotto i 20 euro, e da tenere come scaccia-pensieri nei periodi di magra, (praticamente mai...)
  2. thegreatpretender

     
    #2
    io non avendo giocato il due me lo sto godendo alla grande....
  3. utente_deiscritto_5167

     
    #3
    Io il due l'ho venduto per noia, ed è stato uno dei primi titoli a mettermi sulla "retta via" (ovvero, acquisto ponderato dei titoli). Ma quando zavvi o Amazon lo "regaleranno" a 12 £ sarà difficile resistere, soprattutto per la possibilità di poter rifare le foto erotiche... :DD
  4. utente_deiscritto_19700

     
    #4
    Giocato,finito e rivenduto il 2.....

    Per cui passo
  5. thegreatpretender

     
    #5
    Shin XIo il due l'ho venduto per noia, ed è stato uno dei primi titoli a mettermi sulla "retta via" (ovvero, acquisto ponderato dei titoli). Ma quando zavvi o Amazon lo "regaleranno" a 12 £ sarà difficile resistere, soprattutto per la possibilità di poter rifare le foto erotiche... :DD

    a me diverte molto....così come anche il primo episodio.
  6. babaz

     
    #6
    bah... a 10 sterle un giro di nuovo con Frank potrei anche farmelo

    certo che fa male, un male fisico, vedere come hanno buttato a mare la colossale intuizione di DEAD RISING
  7. bonsetter

     
    #7
    Dalla rece evinco comunque che tutto sommato il gioco narra eventi diversi.

    Domanda per me cruciale: ma gli psicopatici? Sono gli stessi di Dead Rising 2 o cambiano?
  8. giopep

     
    #8
    La maggior parte degli psicopatici e dei sopravvissuti sono gli stessi.
    Alcuni sono gli stessi ma fanno cose leggermente diverse.
    Uno in particolare non c'è più, perché è stato sostituito da un altro personaggio.
    E poi ci sono gli psicopatici e i sopravvissuti nuovi.
    Inoltre, anche quelli rimasti identici in alcuni casi sono stati spostati in zone diverse. :)
  9. Andrea_23

     
    #9
    babazbah... a 10 sterle un giro di nuovo con Frank potrei anche farmelo

    certo che fa male, un male fisico, vedere come hanno buttato a mare la colossale intuizione di DEAD RISING

    E' peggio il sequel? Ero rimasto al "copia carbone".
    Prima o poi lo/i recupero, però... rosik, in ogni caso. Voglio il Mall piccistico é__é.
  10. babaz

     
    #10
    Andrea_23E' peggio il sequel? Ero rimasto al "copia carbone".
    Prima o poi lo/i recupero, però... rosik, in ogni caso. Voglio il Mall piccistico é__é.

    bah, per quanto mi riguarda il primo mantiene una freschezza ed un'atmosfera ineguagliate
    c'era Franck, c'era il Willamette Mall


    quel non so che
Continua sul forum (19)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!