Genere
Azione
Lingua
Scritte in italiano
PEGI
18+
Prezzo
€ 49,99
Data di uscita
14/10/2011

Dead Rising 2: Off The Record

Dead Rising 2: Off The Record Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Capcom
Sviluppatore
Capcom Games Vancouver
Genere
Azione
PEGI
18+
Distributore Italiano
Halifax
Data di uscita
14/10/2011
Data di uscita americana
11/10/2011
Lingua
Scritte in italiano
Giocatori
2
Prezzo
€ 49,99

Lati Positivi

  • Torna Frank West...
  • ... e con lui torna la fotocamera
  • Buon lavoro di riarrangiamento da Dead Rising 2
  • Gradite rifiniture tecniche e di gameplay

Lati Negativi

  • Operazione discutibile
  • Multiplayer competitivo sparito...
  • ... in favore di una modalità Sandbox che non convince

Hardware

Il gioco è disponibile nei formati PC, PS3 e Xbox 360. Questo articolo fa riferimento alla versione per la console Microsoft che, se installata su disco fisso, occupa un totale di 5.8 GB.

Multiplayer

Presente un'opzione cooperativa con funzione "drop in/drop out", che permette di affrontare con un'altra persona entrambe le modalità di gioco. È stato invece eliminato il multiplayer competitivo presente in Dead Rising 2.

Modus Operandi

Abbiamo ricevuto una copia promozionale del gioco, in formato Xbox 360, dal distributore italiano e abbiamo dedicato oltre quattordici ore al completamento della modalità principale, intervallando le varie sessioni con circa tre ore di gioco alla modalità Sandbox. Abbiamo concluso lo Story Mode completando anche l'Overtime, quindi con un finale di tipo S, senza però salvare ogni singolo superstite o portare a termine tutte le missioni facoltative.

Link

Recensione

Tramonto su Fortune City

Luci e ombre di un'operazine discutibile.

di Andrea Maderna, pubblicato il

E c'è poi la modalità Sandbox, che sulla carta poteva rappresentare l'asso nella manica di questa riedizione, andando a recuperare e impreziosire le idee del Survival Mode visto nel primo Dead Rising e adorato dagli intenditori di spessore (bastava un sistema di salvataggio, magari con qualche limite, per renderlo perfetto). Capcom è andata invece in un'altra direzione, proponendo una Fortune City libera da esplorare, senza limitazioni temporali e senza le esigenze "alimentari" del citato Survival Mode. Il resort è invaso da zombi, sopravvissuti e psicopatici, tutti intenzionati a far fuori Frank, e in giro per l'area di gioco si trovano un certo numero di stelline, presso le quali è possibile decidere di intraprendere delle missioni. Le missioni sono tutto sommato stimolanti, andando a chiedere di uccidere nemici in maniere particolari, raggiungere luoghi specifici entro un tempo limite, scattare foto e altre sciccherie, ma per sbloccarle bisogna uccidere tonnellate di zombi, raggiungendo le quote richieste. Il che non è proprio il massimo e, di fatto, spinge pesantemente questa modalità verso la direzione della noia.

Una missione a gioco ben avviato<br />
richiede di recuperare un gran quantitativo di soldi. È senza dubbio<br />
un'ottima occasione per approfondire il Sandbox Mode, dato che le<br />
relative missioni premiano in dollari, ma la modalità principale<br />
offre un cospicuo numero di possibilità per procurarsi il malloppo<br />
senza particolari problemi - Dead Rising 2: Off The Record
Una missione a gioco ben avviato
richiede di recuperare un gran quantitativo di soldi. È senza dubbio
un'ottima occasione per approfondire il Sandbox Mode, dato che le
relative missioni premiano in dollari, ma la modalità principale
offre un cospicuo numero di possibilità per procurarsi il malloppo
senza particolari problemi

Il problema è che il gameplay di Dead Rising, perlomeno in termini di puro sistema di controllo e combattimento, è piuttosto povero, e incentrare una modalità praticamente solo su quello significa, di fatto, segarle le gambe. A questo punto, come diversivo aggiunto utile anche per accumulare soldi da utilizzare poi nella modalità principale, preferivamo il multiplayer competitivo di Dead Rising 2, che certo non era roba da strapparsi i capelli, ma aveva un suo fascino un po' assurdo. E invece è stato eliminato, evidentemente perché di scarso successo, e qui troviamo solo la cooperativa "drop in/drop out" per entrambe le modalità di gioco, anche se con limitazioni piuttosto fastidiose (di fatto, chi entra in una partita altrui lo fa da turista, senza possibilità di salvare i progressi).

frattaglie a basso costo

A conti fatti, Off the Record non è, come magari si potrebbe pensare, il Dead Rising 2 che sarebbe dovuto uscire un anno fa. Non lo è perché, semplicemente, il Dead Rising 2 che avremmo voluto vedere è tutt'altra roba, è quello scenario aperto e un po' alla Rockstar Games che in qualche modo Case Zero ci aveva fatto sognare e non è certo un altro centro commerciale con la skin da Casinò. Non lo è perché eliminando Chuck Greene e la sua azzeccata svolta melodrammatica ci si ritrova, certo, con il Frank West che a molti mancava, ma anche con un gioco che ancora più di prima ha la faccia di un aggiornamento del primo episodio, più che di un vero seguito. Non lo è perché insomma, al netto dei miglioramenti e delle rifiniture di cui si è detto, alla fin fine è soprattutto questione di gusti e di preferenze fra una versione e l'altra. Di sicuro, però, è un'esperienza divertente anche per chi ha già giocato Dead Rising 2 e, anzi, è evidentemente pensata per divertire proprio quelle persone grazie ai numerosi colpi di scena, nonostante la sensazione di déjà-vu sia ovviamente inevitabile.

Fra le novità si segnala il doppiaggio<br />
delle comunicazioni via radio da parte di Stacey: in Dead Rising 2<br />
erano presenti solo sotto forma di testo scritto - Dead Rising 2: Off The Record
Fra le novità si segnala il doppiaggio
delle comunicazioni via radio da parte di Stacey: in Dead Rising 2
erano presenti solo sotto forma di testo scritto
Il fan irriducibile della saga, quello che ancora non si è stancato della formula, ha insomma motivi validi per dare una chance a Dead Rising 2: Off the Record. A dirla tutta, considerando anche il prezzo ridotto, se la modalità Sandbox non fosse stata la delusione che è, Off the Record sarebbe stato un prodotto imperdibile per gli appassionati. Così com'è, invece, si infila in una sua nicchia un po' assurda e si rivolge a chi vuole giocare ancora con Frank West e proprio per questo aveva ignorato il secondo episodio, o a chi appunto è talmente amante della serie da voler foraggiare questo genere di operazioni un po' discutibili. Ma attenzione, perché, vista la recente politica Capcom, non ci sembra assurdo pensare che fra un anno saremo qui a parlare di un Dead Rising 2 Director's Cut, contenente magari entrambe le versioni del gioco, i due mini episodi scaricabili, la modalità Sandbox e, perché no, un rilancio del multiplayer. Uomo avvisato...

Voto 3 stelle su 5
Voto dei lettori
L'operazione è discutibile, e comunque rivolta solo agli irriducibili della serie e/o di Frank West, ma tutto sommato è ben realizzata. Una modalità sandbox convincente avrebbe forse fatto meritare al gioco una stellina in più.

Commenti

  1. Meno D Zero

     
    #1
    ah ah grande giopep, tra gli aspetti negativi "operazione discutibile".

    ribadisco la mia precisa volontà di valutare l'eventuale acquisto solo quando si troverà sotto i 20 euro, e da tenere come scaccia-pensieri nei periodi di magra, (praticamente mai...)
  2. thegreatpretender

     
    #2
    io non avendo giocato il due me lo sto godendo alla grande....
  3. utente_deiscritto_5167

     
    #3
    Io il due l'ho venduto per noia, ed è stato uno dei primi titoli a mettermi sulla "retta via" (ovvero, acquisto ponderato dei titoli). Ma quando zavvi o Amazon lo "regaleranno" a 12 £ sarà difficile resistere, soprattutto per la possibilità di poter rifare le foto erotiche... :DD
  4. utente_deiscritto_19700

     
    #4
    Giocato,finito e rivenduto il 2.....

    Per cui passo
  5. thegreatpretender

     
    #5
    Shin XIo il due l'ho venduto per noia, ed è stato uno dei primi titoli a mettermi sulla "retta via" (ovvero, acquisto ponderato dei titoli). Ma quando zavvi o Amazon lo "regaleranno" a 12 £ sarà difficile resistere, soprattutto per la possibilità di poter rifare le foto erotiche... :DD

    a me diverte molto....così come anche il primo episodio.
  6. babaz

     
    #6
    bah... a 10 sterle un giro di nuovo con Frank potrei anche farmelo

    certo che fa male, un male fisico, vedere come hanno buttato a mare la colossale intuizione di DEAD RISING
  7. bonsetter

     
    #7
    Dalla rece evinco comunque che tutto sommato il gioco narra eventi diversi.

    Domanda per me cruciale: ma gli psicopatici? Sono gli stessi di Dead Rising 2 o cambiano?
  8. giopep

     
    #8
    La maggior parte degli psicopatici e dei sopravvissuti sono gli stessi.
    Alcuni sono gli stessi ma fanno cose leggermente diverse.
    Uno in particolare non c'è più, perché è stato sostituito da un altro personaggio.
    E poi ci sono gli psicopatici e i sopravvissuti nuovi.
    Inoltre, anche quelli rimasti identici in alcuni casi sono stati spostati in zone diverse. :)
  9. Andrea_23

     
    #9
    babazbah... a 10 sterle un giro di nuovo con Frank potrei anche farmelo

    certo che fa male, un male fisico, vedere come hanno buttato a mare la colossale intuizione di DEAD RISING

    E' peggio il sequel? Ero rimasto al "copia carbone".
    Prima o poi lo/i recupero, però... rosik, in ogni caso. Voglio il Mall piccistico é__é.
  10. babaz

     
    #10
    Andrea_23E' peggio il sequel? Ero rimasto al "copia carbone".
    Prima o poi lo/i recupero, però... rosik, in ogni caso. Voglio il Mall piccistico é__é.

    bah, per quanto mi riguarda il primo mantiene una freschezza ed un'atmosfera ineguagliate
    c'era Franck, c'era il Willamette Mall


    quel non so che
Continua sul forum (19)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!