Genere
Azione
Lingua
ND
PEGI
18+
Prezzo
€ 69,98
Data di uscita
28/1/2011

Dead Space 2

Dead Space 2 Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Electronic Arts
Sviluppatore
Visceral Games
Genere
Azione
PEGI
18+
Distributore Italiano
Electronic Arts Italia
Data di uscita
28/1/2011
Data di uscita americana
25/1/2011
Giocatori
8
Prezzo
€ 69,98

Hardware

Dead Space 2 è previsto sui formati PlayStation 3, Xbox 360 e PC. Non abbiamo ancora una data d'uscita certa, ma si parla probabilmente dei primi mesi del 2011.

Multiplayer

Dead Space 2 vanterà opzioni per il multiplayer, sulle quali non si hanno però ancora dettagli ufficiali. Quasi sicuramente sarà possibile vestire i "panni" dei necromorfi.
Eyes On

Dead Space 2 alza la posta

Visceral prova a innovare senza rivoluzionare.

di Andrea Maderna, pubblicato il

"Dead Space 2 non sarà un gioco d'azione pura e non tradirà lo spirito, le meccaniche e l'essenza del primo episodio". Questo concetto, ripetuto quasi come un mantra, ha rappresentato il leit-motiv della presentazione tenuta da Steve Papoutsis in quel di Londra, in un evidente tentativo di rispondere al malumore della comunità online. Le prime dichiarazioni del team Visceral Games, infatti, avevano stupito in negativo parecchie persone, allibite di fronte all'idea che Dead Space 2 avrebbe dato maggiore spazio all'azione e al combattimento. C'era bisogno di fornire rassicurazioni e conforto ai fan.

naturale evoluzione

Se quello che abbiamo visto in azione è indicativo del gioco finale, si può stare tranquilli. I frammenti di gameplay mostrati da EA sono del tutto rispettosi dell'atmosfera, del mood e dei ritmi che hanno fatto il successo del primo episodio e non si vede traccia della tragica svolta verso l'azione continua che molti appassionati temevano. Questo non significa comunque che in Dead Space 2 non si vedranno novità. Dal punto di vista della narrazione, Papoutsis non si è sbilanciato e ha solo confermato quanto già si sapeva, dando però motivazioni ben precise per almeno una parte delle novità. La prima, ovvio, è la ritrovata favella di Isaac Clarke, che questa volta comunicherà attivamente con gli altri personaggi e - essendo ormai un veterano della lotta ai necromorfi - sarà molto più padrone del proprio destino e non più silente esecutore di compiti assegnati da altri. Inoltre, sembra che vedremo esplorate alcune fra le migliori intuizioni di Dead Space: Extraction, con un Isaac sempre più sull'orlo della follia necromorfa. I fan dello spin-off uscito su Nintendo Wii saranno poi felici di sapere che alcuni elementi narrativi, e forse addirittura qualche personaggio, saranno ripresi in Dead Space 2.
Oltre alla maturazione psicologica del protagonista, anche il gameplay è stato rielaborato secondo quella che è la naturale evoluzione di quanto visto nel primo episodio. Chi, due anni fa, non aveva provato una certa insoddisfazione, nello scoprire che lanciare oggetti addosso ai nemici tramite la telecinesi sortiva effetti risibili? In Dead Space 2 la telecinesi è un'arma molto più potente, grazie a una simulazione più accurata della fisica dei corpi e della distruzione degli stessi. Elementi solidi dello scenario rimasti a terra in seguito a uno scontro, così come affilati arti strappati dalle figure dei necromorfi, possono essere manipolati tramite telecinesi e scagliati addosso ai nemici con effetti devastanti. E la maggiore interattività di ambienti e situazioni di gioco si manifesta anche in altri modi, per esempio nella possibilità di frantumare pericolanti vetrate di aree in costruzione e generare quindi un potente risucchio dell'atmosfera verso lo spazio profondo. Oggetti, necromorfi e ovviamente anche lo stesso Isaac si ritroveranno improvvisamente in pericolo e solo una successiva - e tempestiva - azione su un interruttore di emergenza potrà salvare il protagonista da morte certa. Chiaramente questo aggiunge strategia a determinati scontri, dato che - nel momento in cui ci si accorge di essere in una stanza che permette questa "mossa" - è possibile risparmiare parecchie munizioni e fare piazza pulita di mostri. Allo stesso tempo, però, si tratta di un elemento che può generare forte tensione, dato che basta un colpo mal piazzato per scatenare il caos anche involontariamente e, magari, senza essere pronti ad affrontarlo.

smembramenti 2.0

La rinnovata interazione coi nemici non si limita al solo sfruttamento di arti e oggetti contundenti per farli fuori. Il più accurato motore d'utilizzo della telecinesi è ovviamente un elemento di gameplay attorno al quale gli sviluppatori hanno lavorato per offrire situazioni varie e che possono regalare interessanti possibilità di gioco. Un nuovo tipo di necromorfo, la ciste, staziona incollato alle pareti ed espelle una sorta di fungo esplosivo, che può ovviamente essere manipolato tramite telecinesi e scagliato addosso ad altri nemici. Altrettanto utile si rivela una specie di quadrupede poppante, che dopo l'uccisione può essere scagliato in giro per generare comode esplosioni di carne assassina. Non tutti i nuovi nemici, comunque, sono pensati in funzione delle nuove meccaniche. Due gli altri tipi di creatura mostrati a Londra: il pack e lo stalker. I primi sono dei necromorfi dalla struttura fisica molto simile a quella umana e dalla corporatura esile di un bambino. Deboli se presi singolarmente, sanno essere pericolosissimi quando, come il nome suggerisce, attaccano in gruppo. Gli stalker sono invece dei quadrupedi particolarmente agili e aggressivi, graziati oltretutto da un'intelligenza artificiale che sembra molto buona già a questo stadio di sviluppo. Attaccano in coppia e provano ad aggirare il giocatore, cercando di lavorarlo ai fianchi e di sfruttare la conformazione dei corridoi per piazzare assalti a sorpresa. Il loro modo di lavorare in simbiosi ci ha ricordato i velociraptor di Jurassic Park.
Nel corso delle sue peripezie, ovviamente Isaac andrà a utilizzare anche una lunga serie di nuove armi. L'arsenale recupererà alcuni pezzi forti del primo episodio e manterrà quell'affascinante mix fra armi di stampo militare e attrezzi da lavoro. Durante gli scontri con gli stalker, Papoutsis ci ha mostrato in azione il giavellotto, un'arma in grado di impalare i necromorfi e rimanere piantata nel loro corpo. Caratteristica, questa, che fa poi entrare in gioco l'utilità del fuoco secondario, grazie al quale è possibile generare una scossa elettrica che si propaga, andando a colpire tutto ciò che si trova nelle immediate vicinanze e provocando quindi danni ad altri necromorfi, a elementi dello scenario e anche allo stesso Isaac, se non sta attento. Insomma, un altro elemento pensato per fornire situazioni molto varie, in cui il giocatore abbia a disposizione più soluzioni, strumenti d'interazione versatili e opportunità per affrontare il gioco secondo le scelte tattiche che ritiene più appetibili.

il pianeta della follia

Dead Space 2 si svolge tre anni dopo il primo episodio ed è solo naturale che si vedano numerose novità. La stessa ambientazione, un insediamento chiamato Sprawl, offre numerosi spunti inediti. Tanto per cominciare si trova su Titano, una luna di Saturno: siamo quindi tornati nel Sistema Solare e il rischio che il contagio necromorfo vada a propagarsi perfino sulla Terra comincia a farsi notevole. In più, ovviamente, il setting offre maggiore varietà rispetto alla chiusa astronave Ishimura. E infatti anche i pochi scenari mostrati fino a oggi denunciano una ricerca di ambientazioni e soluzioni visive anche molto diverse fra loro. Le novità, insomma, non mancano e saranno presenti a tutti i livelli, compresi gli ormai immancabili minigiochi legati all'hack di strutture meccaniche, che richiedono l'utilizzo contemporaneo di entrambi gli stick analogici.
Nonostante il gran numero di nuove idee, però, l'impressione è che le parole di Steve Papoutsis non siano figlie del panico e non rappresentino un tentativo di limitare i danni e nascondere al pubblico un tradimento della filosofia originale. Per quel che possono valere impressioni basate solo su sguardo e udito, ma ancora non sul tatto, Dead Space 2 sembra esattamente ciò che il suo titolo dichiara: il seguito di uno fra i giochi più interessanti, solidi, ben strutturati e realizzati degli ultimi due anni. Un sequel che non vuole assolutamente sminuire o ammorbidire il forte impatto scenico e atmosferico del primo episodio e che punta invece a recuperarlo in pieno, lavorando nel contempo sul far crescere nella maniera giusta il già eccellente gameplay dell'originale. Le basi e le intenzioni sembrano esserci, vedremo se saranno portate a buon fine.


Commenti

  1. Prophet

     
    #1
    Speriamo. Il primo era davvero una gemma, assolutamente consligliato a tutti i possessori di console di questa gen. Per ora però l'hype (almeno per me) è ancora moderato, si sa troppo poco e ancora niente date. Chi vivrà vedrà (cit.)
  2. PaulVanDyk

     
    #2
    Non esiste NULLA che stia aspettando come questo titolo e che al contempo al sol pensier mi inumidisca la mutanda:sbav:
  3. bibbi 76

     
    #3
    Bon, attendo con ansia...:sbav:
  4. Mosy

     
    #4
    :sbav:  NON VEDO L'ORA !!!!!!!!!!!!!  :sbav:  

    [Modificato da Mosy il 13/05/2010 12:59]

  5. Solidino

     
    #5
    stavolta parla almeno.
    .
    Speriamo che dica almeno qualcosa di sensato, che non sia "Si ok vado, si va bene ho capito, ok vado subito, si ok ci sentiamo dopo appena sistemo tuttto." ;P
    .
    Se mi lasciano l'impostazione ludica del primo, ma con spazi piu aperti e con sezioni freeroming per la base, mi va benissimo.  :sbav:
  6. Solidino

     
    #6
    Mosy ha scritto:
    :sbav:  NON VEDO L'ORA !!!!!!!!!!!!!  :sbav:  
       13:14 :P
  7. teoKrazia

     
    #7
    Ancora più gameplay.
    Bene.

    Just want ASAP.
  8. Da Hammer

     
    #8
    Da uno che non ha giocato al primo e da un punto di vista meramente sparacchino, quel poco che hanno fatto vedere mi ha fatto un'ottima impressione. I nemici mi sono sembrati sufficientemente svegli e mobili da elevarli dal ruolo di bersaglio per il tiro a segno.

    Ora mi faccio prestare il primo.
  9. teoKrazia

     
    #9
    Da Hammer ha scritto:
    Da uno che non a giocato al primo


    C'è del survival horror in questa frase. :-|

    Comunque, se lo recuperi, settatelo ad Hard: all'inizio prendi calci in faccia e annaspi, poi ti tari, e per svariati tratti annasperai lo stesso, ma il gameplay sarà lieto di ripagarti con le sue sfumature. :)
  10. kuropon

     
    #10
    titolo che attendo di più questanno, non vedo l'ora di metterci le mani sopra :sbav:
Continua sul forum (34)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!