Genere
Action RPG
Lingua
Sottotitoli in Italiano
PEGI
16+
Prezzo
€ 69,90
Data di uscita
24/6/2010

Demon's Souls

Demon's Souls Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Atlus
Sviluppatore
From Software
Genere
Action RPG
PEGI
16+
Distributore Italiano
Bandai Namco Games
Data di uscita
24/6/2010
Data di uscita americana
6/10/2009
Data di uscita giapponese
5/2/2009
Lingua
Sottotitoli in Italiano
Giocatori
1
Prezzo
€ 69,90
Formato Video
HDTV
Formato Audio
Surround 5.1

Lati Positivi

  • Sistema di combattimento profondo e vario
  • Atmosfera di grande livello
  • Longevità elevata
  • Voglia di giocarlo ancora una volta finito
  • PvP divertente
  • Boss fight ispirato e mai banale

Lati Negativi

  • Curva di apprendimento alta
  • Può risultare frustrante
  • Trama non all'altezza
  • Qualche raro bug
  • Giocato superficialmente perde molto

Hardware

Oltre alla confezione originale di Demon's Soul (provato per l'occasione in versione americana) è richiesta una console PlayStation 3 di qualsiasi regione. Il gioco non prevede istallazione su disco rigido.

Multiplayer

È possibile giocare in multiplayer online fino a tre giocatori in modalità co-op o PvP.

Link

Recensione

Le anime perse

Un concetto antico che torna alla ribalta...

di rogerw, pubblicato il

Dagli autori di Armored Core, Tenchu e Otogi arriva quello che Takeshi Kajii (Produttore SCEJ) ha indicato come il seguito spirituale di King’s Field, gioco di ruolo in prima persona uscito negli anni novanta (e dedicato esclusivamente al popolo del Sol Levante) dal quale il nuovo action-GDR medievale di From Software prende spunto a piene mani per trama e struttura.
Questa volta, però, anche la popolazione americana può godere della nuova fatica di From Software e lo sforzo appare già ripagato: il gioco ha infatti incontrato il favore del pubblico a tal punto che Atlus (distributore per il mercato USA) ha promesso di immettere nuove copie in circolazione in tempi brevi.
La storia narra del cattivissimo e anche un po’ “fantozziano” Re Allanti XII che grazie alla sua sete di potere e al desiderio di prosperità per il suo regno risveglia accidentalmente “The Old One” dal suo beato sonno. “L’Anziano”, decisamente contrariato, per ripagare il Re crea una nebbia che circonda e avvolge la regione di Boletaria - separandola dal mondo esterno - non lasciando a nessuno la possibilità di uscire della regione. Con questo attira anche svariati demoni che, grazie al caos generatosi, decidono di soddisfare la loro brama di anime nutrendosi dalla popolazione di Boletaria, facendo crescere in questo modo anche il loro potere.

L’ANIMA COME MERCE DI SCAMBIO

Si parte con la scelta tra una delle dieci classi predefinite disponibili, ma questa decisione ha importanza solo per i primi livelli di gioco; questo perché Demon’s Souls non pone nessun limite alla crescita del personaggio: è possibile allenare qualsiasi abilità in modo da creare un macchina da guerra in qualsiasi campo o semplicemente specializzarsi in un singolo settore. Il tutto dipende dalla volontà del giocatore di fare “farming” (ripetere la stessa parte di un gioco più volte con il solo scopo di raccogliere oggetti o denaro). L’anima è la “moneta” ufficiale di Demon’s Souls, ogni volta che si usano le anime per allenare un’abilità specifica si cresce di un livello e il gioco a sua volta si adatta alle capacità del giocatore risultando così mai troppo facile.
Uccidendo tutto quello che si muove nel regno di Boletaria si ricevono anime in cambio, con le quali è possibile acquistare armi di base, erbe curative, potenziamenti temporanei per le armi. Le anime spese meglio, però, sono quelle che servono a speciali Personaggi Non Giocanti dedicati al potenziamento dell'armamento; infatti, i veri passi in avanti del personaggio si notano principalmente dopo aver potenziato la sua amata arma.

IL COLLEZIONISTA CHE è IN NOI

Un approfondimento sulla raccolta di oggetti merita di essere fatto: una tra le cose più affascinanti di Demon’s Souls riguarda la possibilità di potenziare armi tramite pietre o anime speciali. Ogni essere al quale toglieremo la vita, oltre a fornire un numero variabile di anime, ha una possibilità in percentuale - dipendente dalla rarità dell’oggetto - di lasciar cadere al suolo armi di base o soprattutto pietre di varia natura che serviranno per i potenziamenti delle armi.
Le armi potenziate a loro volta combinate con determinate anime speciali che si ottengono dopo aver ucciso il Boss di turno, servono per la creazione di armi uniche. Va però sottolineato che il gioco aiuti poco a comprendere l’utilizzo degli oggetti, facendoci trovare spesso di fronte a scelte involontarie e irreversibili, regalando totalmente al giocatore il fascino della scoperta. Allo stesso tempo però questo fornisce un valore aggiunto alla “rigiocabilità” di Demon's Soul: infatti una volta terminato, sarà possibile ricominciarlo mantenendo intatto l’armamentario e il livello acquisito. A detta degli sviluppatori ogni nuova partenza aumenterà leggermente la difficoltà di gioco.

L’IMPRINTING

Scelta la classe e superata la personalizzazione del nostro alter-ego ci troveremo catapultati nei cunicoli di un castello alle prese con un veloce tutorial, che interagirà con noi tramite messaggi lasciati sul terreno. [la recensione prosegue nella pagina successiva]


Commenti

  1. Vladimiro

     
    #1
    Concordo con la recensione in linea di massima, molto molto meno con questo pezzo:

    "Peccato davvero per una resa grafica decisamente sotto-sviluppata, per un'interfaccia decisamente caotica e per una trama davvero poco sviluppata, nonché per un livello di difficoltà che può facilmente risultare proibitivo, specialmente per chi è abituato agli standard dei videogame odierni."

    La resa grafica e' quella che e', ma va contestualizzata in un prodotto che non e' proprio uscito ieri e che si presentava decisamente low-budget. Quanto al discorso sull'interfaccia, non la trovo caotica ma piuttosto semplice e intuitiva. Il livello di difficolta' non e' proibitivo, ma questo e' un gioco che ti mette alla prova, ostico e sicuramente non adatto a tutti (specialmente a chi si aspetta un tutorial di 20 ore con aiuti ogni 3 passi).
  2. Dark76

     
    #2
    è il gioco che mi manca di piu da quando non ho la ps3... amo il genere e quindi per ora rosico
  3. Stefano Castelli

     
    #3
    Vladimiro ha scritto:
    La resa grafica e' quella che e', ma va contestualizzata in un prodotto che non e' proprio uscito ieri e che si presentava decisamente low-budget.

    Non si può contestualizzare una valutazione dicendo al lettore che il gioco è "low budget": sempre 50 e passa euro costa. :)
    E graficamente Demon's Soul non è una cima. Ha i suoi bei momenti, per carità, ma è sporchissimo, molte animazioni sono robotiche, gli effetti speciali languono e via dicendo. Insomma, secondo me quel passaggio ci sta tutto. I pregi del gioco stanno altrove. :)


    Quanto al discorso sull'interfaccia, non la trovo caotica ma piuttosto semplice e intuitiva.

    Anche qui dissento, specie su "intuitiva". L'interfaccia secondo me è davvero pessima.

    Il livello di difficolta' non e' proibitivo, ma questo e' un gioco che ti mette alla prova, ostico e sicuramente non adatto a tutti (specialmente a chi si aspetta un tutorial di 20 ore con aiuti ogni 3 passi).
     Si, questo è vero. E' un gioco molto severo. Non "proibitivo", ma può comunque scoraggiare i giocatori meno smaliziati e pazienti.
  4. Vladimiro

     
    #4
    Stefano Castelli ha scritto:
    Non si può contestualizzare una valutazione dicendo al lettore che il gioco è "low budget": sempre 50 e passa euro costa.
    E graficamente Demon's Soul non è una cima. Ha i suoi bei momenti, per carità, ma è sporchissimo, molte animazioni sono robotiche, gli effetti speciali languono e via dicendo. Insomma, secondo me quel passaggio ci sta tutto. I pregi del gioco stanno altrove.


    No e non voglio certo dire che bisogna gridare al miracolo grafico, solo puntualizzare il perche' il titolo abbia quella resa, ovvero non stiamo parlando di un gioco uscito 1 mese fa e nemmeno di una roba spacca budget tipo KZ2 e compania bella.
    Solo quello intendevo. :)

    Stefano Castelli ha scritto:
    Anche qui dissento, specie su "intuitiva". L'interfaccia secondo me è davvero pessima.


    Rispetto la tua opinione ma non la condivido: non capisco davvero come possa essere caotica quel tipo di interfaccia. Ma vabbe' sui gusti non sto a discutere ovviamente. :)
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!