Genere
Azione
Lingua
Sottotitoli in Italiano
PEGI
ND
Prezzo
59,90 Euro
Data di uscita
17/8/2005

Destroy All Humans!

Destroy All Humans! Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
THQ
Sviluppatore
Pandemic Studios
Genere
Azione
Distributore Italiano
Halifax
Data di uscita
17/8/2005
Lingua
Sottotitoli in Italiano
Giocatori
1
Prezzo
59,90 Euro

Hardware

L'invasione aliena di Pandemic Studios e THQ si propagherà su PlayStation 2 e Xbox a partire dal mese di giugno.

Multiplayer

Non è prevista alcuna modalità multiplayer.

Link

Speciale

Destroy All Humans! è pronto ad assimilarci

Siamo abituati ad immaginare le invasioni degli alieni dal nostro punto di vista, a fare degli uomini in nero i paladini della libertà della Terra. Ma cosa passa nella testa degli omini verdi che non hanno di meglio da fare che sottomettere la razza umana? Le nostre impressioni e le parole di Derek Prud sull'interpretazione di Pandemic Studios della guerra dei mondi.

di Simone Gerevini, pubblicato il

Domanda: A proposito di tecnologie. Destroy All Humans! utilizza codice sviluppato per altri giochi o ha un motore totalmente nuovo?

Derek Proud: No. questo engine è stato sviluppato solamente per questo gioco. Avevamo bisogno di un motore molto versatile perché deve permettere di sviluppare sia i livelli a terra, sia quelli in cielo a bordo dell'UFO.

Domanda: Quali sono le differenze tra l'idea originale e il gioco com'è adesso?

Derek Proud: Inizialmente si pensava solamente all'utilizzo degli UFO per colpire gli umani dall'alto, ma ci siamo accorti che non poteva essere un gioco completo. Poteva essere divertente per un'ora, ma poi ci si annoiava. Così abbiamo deciso di uscire dall'astronave. È stato a questo punto che THQ è entrata in gioco nel game design. Da questo momento il gioco è esploso, abbiamo incominciato a raccogliere un mucchio d'informazione sulla mitologia degli UFO: rapimenti alieni, autopsie sugli extraterrestri, cerchi nel grano. Abbiamo raccolto queste leggende sugli alieni e le abbiamo messe nel gioco. Da quel momento in poi il titolo si è sviluppato nella direzione che lo ha portato ad essere quello che è.

Domanda: Per la ricerca di informazioni sugli alieni avete utilizzato qualcuno esterno al team di sviluppatori, ad esempio un esperto di UFO?

Derek Proud: Si, Internet. Ci sono davvero molte persone "folli" sulla rete che esprimono la loro opinione o scrivono articoli sull'ufologia. Basta connettersi alla rete per trovare ogni genere d'informazione su questi argomenti.

Domanda: Quanto tempo ha speso Pandemic Studios nella ricerca d'informazioni?

Derek Proud: Non saprei con precisione. Penso che il lead designer del gioco sia lui stesso un alieno. Probabilmente ha cercato queste informazioni durante il suo tempo libero, anche solo per divertirsi.

Domanda: Nel gioco si nota una certa ironia verso alcuni atteggiamenti politici e militari. Pensi che questo potrebbe creare qualche fastidio al gioco?

Derek Proud: No, certo che no, ogni somiglianza con presidenti vivi o morti, è una pura coincidenza. [NdR Derek si riferisce ai presidenti degli Stati Uniti, dato che il boss finale del gioco potrebbe vivere all'interno della Casa Bianca]

Domanda: Che cosa ci puoi dire sull'età consigliata per il gioco? Mangiare cervelli non è proprio un'attività per tutti.

Derek Proud: Mangiare cervelli non ha creato molti problemi al gioco. È un'azione umoristica in un contesto chiaramente fantascientifico. Non è reale e non sembra nemmeno reale, anche perché abbiamo sangue di colore viola, sangue blu e altri accorgimenti del genere. Proprio per questo in America non abbiamo avuto molti problemi, abbiamo diminuito un po' la presenza del fuoco così che gli utenti possano rilassarsi maggiormente e abbiamo ottenuto che il gioco fosse consigliato per utenti dai tredici anni in su.

Domanda: A proposito del multiplayer, gli sviluppatori hanno mai pensato di introdurre questa modalità o non l'hanno mai presa in considerazione?

Derek Proud: Bisogna prendere queste decisioni basandosi sul gioco. Il titolo potrebbe garantire una buona modalità multiplayer per due giocatori oppure online? E per Destroy All Humans! abbiamo pensato che non era il caso; volevamo avere molto humour nel gioco ed il modo migliore per garantirlo era un titolo single player a missioni. Così abbiamo preso questa decisione. Per altri giochi non saprei come possa venire fatta questa scelta, ma credo che non si dovrebbe fare un gioco multiplayer a meno che non ci si ragioni sopra e si pensi che il gioco abbia realmente bisogno di una modalità multiplayer.

Domanda: Dal tuo punto di vista, quale credi sia la caratteristica che più spingerà gli utenti a comprare il gioco?

Derek Proud: Spero nella tua intervista! Seriamente, credo che il gioco abbia qualcosa di diverso da tutti gli altri: si sta dalla parte degli alieni, c'è molta ironia. Inoltre è un gioco originale, non un sequel. Non credo ci sia mai stato nulla di paragonabile fin'ora. Penso che siano questi i motivi che convinceranno le persone ad apprezzare Destroy All Humans!

Domanda: Un'ultima domanda. La possibilità di salire saltuariamente a bordo dell'astronave propone meccaniche di gioco molto diverse dal combattimento a terra. Non pensate che questa opzione possa essere considerata un semplice ripiego tra i livelli dell'avventura principale?

Derek Proud: Beh, si suppone che ogni alieno che arrivi sulla terra abbia una tecnologia molto superiore sul terreno, ma anche nella mente degli avversari e in aria. Così abbiamo deciso di mostrare a tutti queste superiorità, senza privilegiarne una sulle altre.

Nextgame.it: Grazie mille per la disponibilità!