Genere
Sparatutto
Lingua
Italiano
PEGI
18+
Prezzo
€ 49,99
Data di uscita
26/8/2011

Deus Ex: Human Revolution

Deus Ex: Human Revolution Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Square Enix
Sviluppatore
Eidos Montreal
Genere
Sparatutto
PEGI
18+
Distributore Italiano
Halifax
Data di uscita
26/8/2011
Data di uscita americana
23/8/2011
Lingua
Italiano
Giocatori
1
Prezzo
€ 49,99

Link

Notizia

GameStop contro i codici di OnLive

Il rivenditore toglie dagli scaffali Deus Ex in versione PC.

di Sebastiano Pupillo, pubblicato il

Secondo quanto riportato da GiantBomb, l'inserimento a sorpresa di un codice di OnLive nelle copie della versione PC di Deus Ex: Human Revolution ha causato la "rappresaglia" della catena GameStop - limitata probabilmente al mercato nordamericano.

Inizialmente ai dipendenti dei negozi è stato chiesto di aprire le confezioni, rimuovere il codice e richiuderle come se non fossero mai state aperte. In seguito, quando si è avuta notizia in Rete di cosa stava succedendo, GameStop ha preferito eliminare del tutto la versione PC dagli scaffali.

La risposta conciliante di Square Enix non si è fatta attendere: il publisher dice di rispettare la decisione di GameStop, che ha l'ultima parola sui contenuti da esporre nei suoi negozi e che non era stato avvertito con il giusto anticipo dell'inclusione del codice promozionale.




Commenti

  1. Kahran

     
    #1
    "Inizialmente ai dipendenti dei negozi è stato chiesto di aprire le confezioni, rimuovere il codice e richiuderle come se non fossero mai state aperte. In seguito, quando si è avuta notizia in Rete di cosa stava succedendo, GameStop ha preferito eliminare del tutto la versione PC dagli scaffali."

    Ma è legale una cosa del genere?
    Si può manomettere una confezione, sottrarre un prodotto che è al suo interno, simulare di non aver fatto nulla di tutto questo e vendere il prodotto come immacolato?
    Bah... (se è vero) mi sorprendo come possa esserci ancora qualcuno che difenda le politiche di GameStop.
  2. [Menegus]

     
    #2
    Non credo nemmeno io sia legale una cosa del genere, come se mi fregassi un banco di ram dal pc che stai per comprare.
  3. dis-astranagant

     
    #3
    Kahran Ma è legale una cosa del genere?
    Si può manomettere una confezione, sottrarre un prodotto che è al suo interno, simulare di non aver fatto nulla di tutto questo e vendere il prodotto come immacolato?

    Tu che dici?
  4. Altered Beast

     
    #4
    Che è sto codice?
  5. bibbi 76

     
    #5
    Ahahahahah, siamo alla frutta. Addirittura manomettere i giochi originali. Ormai è guerra aperta. XD
  6. Kahran

     
    #6
    dis-astranagantTu che dici?
    Certo che no...
    Comunque è altrettanto disarmante dove si dice:
    "La risposta conciliante di Square Enix non si è fatta attendere. il publisher dice di rispettare la decisione di GameStop, che ha
    l'ultima parola sui contenuti da esporre nei suoi negozi e che non era
    stato avvertito con il giusto anticipo dell'inclusione del codice
    promozionale."

    GameStop avrà anche il diritto di vendere quello che più gli aggrada, ma non certo di manomettere il prodotto e venderlo come nuovo. Io, come Square Enix, mi sarei fatta sentire in modo ben diverso...
  7. dis-astranagant

     
    #7
    Ecco perchè non mi stupisce vedere le software house praticare guerra aperta a Gamestop e simili.
  8. Bruce Campbell87

     
    #8
    sono concilianti perchè dipendono tantissimo dagli accordi con catene come gamestop bestbuy e via discorrendo. Soprattutto in ambito console.
  9. Bluemoon

     
    #9
    sì, ok ma, lasciando stare il rapportro tra negozio e consumatore, cosa leggete di tanto strano nelle dichiarazioni di square? ammettono un limite di comununizione e si scusano con chi volenti o nolenti danneggiato. perché gamestop non dovrebbe tutelare i suoi interessi? perché qua si parla di vendere un prodotto che pubblicizza un tuo concorrente. è come, chessò, andare in un bar, ordinare una birra e trovare sul fondo della bicchiere un messaggio che dice che il bar di fronte è più bello e la spina meglio. il minimo, per chi produce quei bicchieri, è avvisare il barista. poi lui può scegliere se gli conviene lo stesso o entrambi venire a una soluzione. ma non è il massimo della correttezza nasconderlo.

    è un po' come se la tua ragazza ti dice che è stanca dopo il viaggio e stasera non esce, per poi rincasare prima e trovarla che se la fa col tuo migliore amico. XD
  10. dis-astranagant

     
    #10
    Bluemoonsì, ok ma, lasciando stare il rapportro tra negozio e consumatore, cosa leggete di tanto strano nelle dichiarazioni di square? ammettono un limite di comununizione e si scusano con chi volenti o nolenti danneggiato. perché gamestop non dovrebbe tutelare i suoi interessi?

    Gamestop per difendere i suoi interessi si era messa a manomettere le confezioni dei giochi truffando i clienti.
Continua sul forum (27)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!