Genere
Sparatutto
Lingua
Italiano
PEGI
18+
Prezzo
ND
Data di uscita
26/8/2011

Deus Ex: Human Revolution

Deus Ex: Human Revolution Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Square Enix
Sviluppatore
Eidos Montreal
Genere
Sparatutto
PEGI
18+
Distributore Italiano
Halifax
Data di uscita
26/8/2011
Data di uscita americana
23/8/2011
Lingua
Italiano
Giocatori
1

Hardware

Deus Ex: Human Revolution è previsto per PC, Xbox 360 e PlayStation 3. Per realizzare questo articolo abbiamo provato le versioni console.

Multiplayer

Non si è parlato di modalità multiplayer.

Link

Hands On

Missione sul campo

Seconda esperienza di gioco con Human Revolution.

di Andrea Maderna, pubblicato il

Per quanto riguarda gli scontri a fuoco veri e propri, possiamo dire che i nemici compiono un buon utilizzo delle meccaniche di copertura, sfruttando i ripari e stando molto attenti ad assalire il giocatore appena questo si sporge dal suo nascondiglio, ma possono allo stesso tempo essere messi in scacco in maniera piuttosto puerile. A corto di munizioni e assediati da cinque guardie, abbiamo trascorso svariati minuti aprendo e chiudendo la stessa porta, che ci separava dal nemico, per far fuori gli avversari uno alla volta, sfruttando con calma le poche munizioni disponibili e, soprattutto, guadagnando il tempo necessario a ricaricare l'energia degli innesti cibernetici. Va anche detto che le guardie, nel momento in cui si accorgevano della nostra presenza, partivano all'assalto e varcavano le porte per cercarci: il problema è che tendevano a dimenticarsi di noi piuttosto in fretta.
Tutto questo, comunque, è avvenuto a livello di difficoltà normale – quindi non è da escludere che le cose cambino alzando il tasso di sfida – e si parla in ogni caso di una versione del gioco ancora incompleta sotto numerosi aspetti. È quindi più che possibile che nella versione finale siano soprattutto gli aspetti positivi dell'intelligenza artificiale ad emergere. Il tutto senza dimenticare che, nonostante questi limiti, il gioco rimane decisamente tosto, senza dubbio più della media recente, perlomeno a parità d'impostazione. Per liberarci di quei soldati che ci assediavano, abbiamo impiegato parecchi tentativi.

approccio libero

Trattandosi della prima missione vera e propria, chiaramente l'impostazione di quanto abbiamo provato è anche un po' da tutorial. Il primo nemico che si incontra dà le spalle al giocatore, prestandosi a un tentativo di approccio stealth e magari all'esecuzione di un bel takedown. Poi arriva un gruppo di tre guardie che pattugliano il cortile intrecciando i rispettivi campi visivi e creando quindi una situazione in cui bisogna cominciare a compiere delle scelte. Proprio qui ci si trova, fra l'altro, a dover decidere fra due possibili percorsi: meglio puntare al pattugliato ingresso principale o sfruttare dei contenitori in disparte per arrampicarsi sul tetto e cercare un accesso diverso? Abbiamo tentato entrambi gli approcci, scoprendo fra l'altro come, nel caso della seconda via, sia necessario lavorare un po' di ingegno, per oltrepassare alcuni ostacoli che bloccano l'accesso. Le strade, poi, si ricongiungono e separano nuovamente, fornendo accesso ad aree piuttosto aperte e a zone in cui le guardie si fermano a intavolare discussioni e si aggirano secondo percorsi indubbiamente molto ben pianificati per mettere in difficoltà il giocatore.
Insomma, sul fronte del level design, nonostante si tratti come detto delle fasi iniziali di gioco e, quindi, di un momento in cui si sta ancora imparando a utilizzare le varie opportunità a disposizione, sembra già essere stato svolto un ottimo lavoro. Sia nell'ottica di proporre situazioni interessanti e impegnative, sia nel dare la possibilità di scegliere il proprio approccio, variando anche in corsa e adattandosi alla situazione. Dopo aver provato a non farci scoprire, scivolando fra le pareti, attendendo al varco le guardie di pattuglia per stordirle e trascinarle al sicuro nei bagni, avanzando insomma di soppiatto, ci siamo imbattuti in una situazione al di là delle nostre capacità stealth e abbiamo finito per far scattare l'allarme. E a questo punto, assediati da truppe particolarmente agguerrite, abbiamo scoperto ulteriori possibilità, esplorando i condotti d'areazione dell'edificio, tentando di manipolare a colpi di forza bruta le torrette di difesa (ma, al contrario di qualche collega, non avevamo potenziato a sufficienza le relative abilità di Adam) e lavorando anche di hacking, perché no.
Ultimo aspetto del quale vogliamo parlare oggi, anche perché il passo successivo consisterebbe nel raccontare per filo e per segno ogni cosa che accade nel corso della missione, e non ci sembra il caso, è proprio la procedura di hacking. Estremamente complessa all'apparenza, forse fin troppo semplice a conti fatti, seppur col dubbio che le cose cambieranno parecchio proseguendo nel gioco e andando a incontrare meccanismi e terminali più complessi. Si tratta, sostanzialmente, di un semplice mini-gioco di strategia e velocità, nel quale bisogna condurre il proprio sistema di hacking dal nodo di partenza a quello di destinazione, portando a termine l'operazione il più in fretta possibile, prima che le difese del sistema scovino il terminale da cui operiamo e lo raggiungano. Per fare questo bisogna applicare i propri attacchi ai differenti nodi, con la possibilità di scegliere se utilizzarne un numero superiore per rafforzare la potenza del proprio attacco.
Si tratta comunque di un aspetto del gioco che abbiamo appena sfiorato, così come tanti altri e così come altri ancora non si sono nemmeno presentati davanti ai nostri occhi. Come si svolgeranno le battaglie coi vari boss, delle quali il team di sviluppo sembra andare particolarmente orgoglioso? Come saranno strutturate le sezioni cittadine aperte, che faranno da hub fra una fase di gioco più lineare e l'altra? Quanto più andrà ad aprirsi la struttura del gameplay, nel momento in cui affronteremo missioni più avanzate, lunghe, impegnative e presumibilmente articolate di questa? Come reagirà, a un gioco che sembra essere davvero impegnativo, un pubblico ormai anestetizzato da livelli di difficoltà normal tarati sulle esigenze di persone incapaci di stringere un pad fra le proprie mani? Chi si cela dietro alla cospirazione internazionale che muove le vicende di Deus Ex: Human Revolution? Le risposte a queste e altre domande arriveranno – si spera – entro la primavera. Nel frattempo, per un ulteriore approfondimento, vi rimandiamo alle due videointerviste che abbiamo realizzato col team di sviluppo.


Commenti

  1. Bluemoon

     
    #1
    che idea ti sei fatto sulla data di uscita? sembrano in dirittura di arrivo oppure se la stanno prendendo comoda?
    all'inizio credevo che il posticipo indicasse massimo primavera, ma poi mi è sorto il dubbio che questo deus ex fosse passato da progetto di medio livello a titolone di punta su cui investire maggiormente e quindi prendersi tutto il tempo che serve per rifinirlo.
    qualcuno dei responsabili si è sbottonato?
  2. Lupos aletheia

     
    #2
    Grazie per le 3 pagine!
    Cauto ottimismo?! Cauto ottimismo!
  3. the hardest part

     
    #3
    Bluemoon ha scritto:
    che idea ti sei fatto sulla data di uscita? sembrano in dirittura di arrivo oppure se la stanno prendendo comoda?
    all'inizio credevo che il posticipo indicasse massimo primavera, ma poi mi è sorto il dubbio che questo deus ex fosse passato da progetto di medio livello a titolone di punta su cui investire maggiormente e quindi prendersi tutto il tempo che serve per rifinirlo.
    qualcuno dei responsabili si è sbottonato?
     sui vari siti specializzati, lo danno per il 15 aprile.
  4. giopep

     
    #4
    Non mi hanno dato conferme. Il gioco sembra abbastanza avanti, e poi non è chiaro quanto sia avanzata la build che ci hanno fatto provare, e che era comunque modificata e preparata apposta per l'evento. Certo è che, a occhio, per uscire ad aprile dovrebbero essere già in gold...
  5. Meno D Zero

     
    #5
    the hardest part ha scritto:
    sui vari siti specializzati, lo danno per il 15 aprile.
     secondo me esce più avanti, nel terzo trimestre 2011 o giù di lì.
  6. cbm-amiga

     
    #6
    Ottima e ampia anteprima, bravissimo Gio! :clap:
    Il gioco ha recuperato punti nel mio indice di gradimento e spero che per l'uscita sistemino quei difetti ancora presenti, senza attendere future ed eventuali patch.
  7. Magallo

     
    #7
    Mamma mia che articolone bello corposo e succoso! Grande Gio' come sempre, ma oggi piu' del normale. :D
    Questo titolozzo mi alluzza non poco, e le tue anteprime non fanno altro che far salire la scimmia. Il problema e' che ultimamente ce ne sono un po' troppi di titoloni che mi alluzzano. E sempre meno tempo per giocare.... MA PORK!
  8. Meno D Zero

     
    #8
    scusa gio, non ho letto il tuo articolo perchè ho sempre una paura fottuta di beccarmi vari spoiler (e per me spoiler è anche sapere come si chiama il protagonista), ti chiedo solo una cosa, nei vari video in-game che ho visto, non ho potuto fare a meno di notare una certa "legnosità" del tutto...tu che mi dici in proposito?
  9. Stefano Castelli

     
    #9
    Meno D Zero ha scritto:
    nei vari video in-game che ho visto, non ho potuto fare a meno di notare una certa "legnosità" del tutto...tu che mi dici in proposito?


    Allora è vero che hanno mantenuto il feeling del primo!
  10. giopep

     
    #10
    Meno D Zero ha scritto:
    scusa gio, non ho letto il tuo articolo perchè ho sempre una paura fottuta di beccarmi vari spoiler (e per me spoiler è anche sapere come si chiama il protagonista), ti chiedo solo una cosa, nei vari video in-game che ho visto, non ho potuto fare a meno di notare una certa "legnosità" del tutto...tu che mi dici in proposito?


    Sì, dal punto di vista grafico si vede il bel lavoro sulla ricerca stilistica, ma tecnicamente non mi pare una roba fuori scala, anzi.
Continua sul forum (14)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!