Genere
Sparatutto
Lingua
Italiano
PEGI
18+
Prezzo
€ 10,99
Data di uscita
18/10/2011

Deus Ex: L'Anello Mancante

Deus Ex: L'Anello Mancante Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Square Enix
Sviluppatore
Eidos Montreal
Genere
Sparatutto
PEGI
18+
Distributore Italiano
Steam
Data di uscita
18/10/2011
Data di uscita americana
23/8/2011
Lingua
Italiano
Giocatori
1
Prezzo
€ 10,99

Hardware

Deus Ex: L’Anello Mancante è disponibile su PC, PlayStation 3 e Xbox 360, al prezzo di rispettivamente 10,99 e 11,25 euro e 1200 Punti Microsoft. La recensione si riferisce alla versione per Personal Computer, testata su una macchina dotata di un processore 2600K, 16 GB di RAM DDR3 e una scheda grafica GeForce GTX 580. Alla risoluzione di 1920x1080 con MLAA e tutte le impostazioni attivate al massimo tranne quelle per la sincronia verticale abbiamo ottenuto un frame-rate oscillante tra i 65 e i 95 FPS, avendo conferma che al pari del titolo base il rapporto tra spessore tecnico e prestazioni è decisamente migliorabile. Sebbene occorra possedere Deus Ex: Human Revolution, per giocare L’Anello Mancante non è necessario avere installato l’originale sul proprio PC, visto che si tratta di un eseguibile autonomo della propria libreria Steam (del peso di circa 2 GB).

Multiplayer

Non sono presenti modalità a più giocatori.

Modus Operandi

Abbiamo giocato L’Anello Mancante a difficoltà Deus Ex, rendendoci le cose ancora più interessanti disattivando il mirino, il localizzatore degli obiettivi e le icone di copertura/atterramento. Ci siamo divisi in egual misura tra un approccio cauto e riflessivo, incentrato sull’infiltrazione, l'hacking e l’esplorazione a tappeto, e uno più diretto e scontroso, impiegando poco più di 5 ore per portare a termine l’avventura, lasciandoci volontariamente dietro una subquest, mentre non siamo riusciti, purtroppo, a effettuare una scelta morale che ci sarebbe davvero piaciuto fare.

Link

Recensione

Adam Jensen replica

Tempo di nuovi, costosi, impianti nanotecnologici.

di Stefano F. Brocchieri, pubblicato il

Pur con i suoi alti e bassi tecno-stilistici, le sue pigrizie concettuali e una caratura complessiva e un’ambizione di fondo decisamente non paragonabili all’originale, Deus Ex: Human Revolution si è rivelato uno dei titoli più interessanti di quest’anno e una valida base di partenza per un rilancio della seminale saga di Ion Storm. Le oltre trenta ore impiegate dal sottoscritto per portare a termine l’avventura al massimo livello di difficoltà si sono rivelate discretamente soddisfacenti in termini di pura longevità, anche se rimaneva, papabile, la sensazione che si potesse fare qualcosa di più per quanto riguarda la durata, ma soprattutto a proposito di quantità e varietà delle ambientazioni.

Una lacuna rilevata anche ufficialmente, come ammesso dallo stesso team di sviluppo con una sorta di mea culpa esternato pochi giorni dopo l'uscita di Human Revolution. I ragazzi di Eidos Montreal però non si sono dati per vinti, perché in realtà da diverso tempo erano al lavoro per colmarla, quella lacuna. Naturalmente a carico del consumatore. Sostenuti da un pressante battage promozionale di Square Enix, paragonabile, in proporzione, a quello che aveva interessato il gioco base e che va ad accorparsi alla stessa catasta di perplessità: non era forse il caso di risparmiare qualcosa su sfavillanti filmati in GC, viral e quant’altro e investire parte di quelle e di queste nuove risorse, dedicate al lancio del DLC L’Anello Mancante, per rimpolpare i contenuti di un gioco base che per diversi aspetti sembrava fatto al risparmio? Come si può far partire un'operazione simile praticamente in concomitanza con il lancio del gioco? Ma speculazioni del genere con ogni probabilità non appartengono alla sfera di competenza di un semplice recensore, per cui sarebbe forse opportuno che ognuno si limiti a fare il suo: le multinazionali da un lato e i critici dall’altro. E allora facciamo che la valutazione de L’Anello Mancante parte d’ufficio con una stellina in meno.

Complice anche un campo EMP, inizialmente non si può ricorrere ai propri poteri più che umani. Una volta rientrato in possesso del suo equipaggiamento, Adam parte con un set standard simile a quello Human Revolution più 7 Punti Praxis assegnabili liberamente. Nel corso dell'avventura ne abbiamo sbloccati, comprati o trovati un'altra decina - Deus Ex: L'Anello Mancante
Complice anche un campo EMP, inizialmente non si può ricorrere ai propri poteri più che umani. Una volta rientrato in possesso del suo equipaggiamento, Adam parte con un set standard simile a quello Human Revolution più 7 Punti Praxis assegnabili liberamente. Nel corso dell'avventura ne abbiamo sbloccati, comprati o trovati un'altra decina

Deus Ex: L’Anello Mancante narra ciò che è successo durante il “black-out” che in Human Revolution aveva riguardato il protagonista Adam Jensen nel suo viaggio di fortuna a bordo di una nave di proprietà della Belltower Associates da Hengsha a Singapore. Si vive perciò una breve avventura autoconclusiva con nuove location, nuovi personaggi, nuovi complotti e anche nuove scelte morali. Una sorta di mini-Deus Ex fatto e finito, che non va ad intaccare la continuità narrativa del gioco base, ma che ovviamente non si lascia scappare l’occasione di tenersi aperto qualche spioncino per sviluppi a venire.

Non vi ricorda un certo stregone avvistato di recente mentre tentava di evadere da un certo castello-prigione? - Deus Ex: L'Anello Mancante
Non vi ricorda un certo stregone avvistato di recente mentre tentava di evadere da un certo castello-prigione?


Commenti

  1. Solidino

     
    #1
    Cara Eidos Montreal, grazie per aver creato un buon gioco e auguri per la società da poco fondata ma FORSE ci sentiamo con il prossimo DLC, fra 5-6 mesi o piu tardi, quando deciderai di inserirlo all'interno della trama e non come miniavventura ruba denaro giocabile a parte, per quanto bella e longeva possa essere. AH si ottima l'idea di vendere DE:HR con il 25%di sconto, guarda caso il giorno stesso della messa in vendita del DLC, di nuovo auguri e figli maschi.



    Non preoccuparti però, i miei soldi per la GOTY li avrai, stanne certa.
  2. fool

     
    #2
    Mi sembra strana come storia visto che nel gioco principale lui dorme per svariati giorni e si risveglia nella stessa capsula nella quale è entrato... Cmq non lo prendo. Ci ho messo troppo tempo a finire il gioco in sè con la mia metodologia da pazzo psicotico. Ora Gears 3 online and then BATMAN!!!
  3. utente_deiscritto_18604

     
    #3
    Tra l'altro grazie Eidos che aspetta il DLC per dare della luminosità a DE, vi mando il conto dell'oculista.
  4. utente_deiscritto_137207

     
    #4
    io l'ho preso senza tante seghe mentali....
  5. Solidino

     
    #5
    quindi?
  6. Lylot72

     
    #6
    quindi compra :-)
  7. Solidino

     
    #7
    so 11 euro, è un'avventura a parte con scelte (quindi rigiocabile) ma che non portano conseguenze all'avventura principale (perchè a parte appunto)...per quanto bella possa essere, è chiaro che una edizione goty risolverà questo problema e la integrerà nel main plot....

    poi ho letto che un tizio l'ha terminata in 8 ore. O______O'
  8. teoKrazia

     
    #8
    Solidinopoi ho letto che un tizio l'ha terminata in 8 ore. O______O'

    Pò esse, se ti metti a esplorare, hackare, farmare e achievare a tappeto.
  9. Meno D Zero

     
    #9
    Solidinoso 11 euro,


    ah, mi ero perso il dettaglio che costasse 1200MP.
    diciamo che la lascio lì dove fino a quando non costa la metà, in ogni caso non sono ancora così in magra da dovermi giocare i DLC, quindi aspetto senza nessun problema
  10. auron2002

     
    #10
    Azz... il secondo Boss continua a farmi il culo XD
Continua sul forum (30)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!