Genere
Sparatutto
Lingua
Italiano
PEGI
18+
Prezzo
€ 11,25
Data di uscita
19/10/2011

Deus Ex: L'Anello Mancante

Deus Ex: L'Anello Mancante Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Square Enix
Sviluppatore
Eidos Montreal
Genere
Sparatutto
PEGI
18+
Distributore Italiano
PlayStation Store
Data di uscita
19/10/2011
Data di uscita americana
23/8/2011
Lingua
Italiano
Giocatori
1
Prezzo
€ 11,25

Hardware

Per giocare questo DLC sarà necessario avere Deus Ex: Human Revolution oltre a PS3, PC o Xbox 360. La versione provata si riferisce alla console di casa Sony.

Multiplayer

Come nel titolo standard, non ci sono opzioni multigiocatore ne L'Anello Mancante.

Modus Operandi

Square Enix ci ha fornito una versione su disco del DLC, integrata al titolo standard ma da raggiungere separatamente attraverso il menu principale.

Link

Hands On

Figli della libertà

Una nave sotto la pioggia, molti soldati...

di Alessandro Martini, pubblicato il

Grazie a una versione "preview" inviata alla stampa da Square Enix, abbiamo messo alla prova il primo DLC dedicato a Deus Ex: Human Revolution. Data la vicinanza con l'uscita del gioco standard, è ovvio che fosse in cantiere già nei mesi di lavorazione o, forse, faceva parte dei contenuti già presenti su disco. Infatti, si incastra perfettamente nelle fasi iniziali della storia, con Adam Jensen catturato dalle milizie Belltower durante un'azione di spionaggio e detenuto su una nave da trasporto. Da dove dovrà fuggire, possibilmente restando vivo e recuperando informazioni molto importanti lungo la strada.

il mio nome è snake, sono un potenziato

Non fossero chiari i riferimenti nel titolo, questo scenario extra si rifà al mitico primo livello di Metal Gear Solid 2 con una nave ripiena di soldati, la pioggia che scuote le onde nel buio della notte e sopratutto tante belle azioni stealth come una volta. La struttura di gioco è infatti più votata al combattimento e più lineare, non tanto nella libertà d'azione (che resta elevata) quanto nei percorsi disponibili, costretti per forza di cose tra i corridoi metallici dell'imbarcazione. Uno scenario che è comunque enorme, alla pari se non più grande degli edifici incontrati nelle strade di Detroit. Oltre a stiva e ponte, completamente esplorabili, ci sono ben cinque piani di uffici, magazzini, laboratori e altri ambienti tutti da scoprire, perché ripieni di informazioni e retroscena sulla storia raccontata in Deus Ex: Human Revolution. Oltre alle sparatorie, le attività disponibili sono quelle di sempre: raccolta di oggetti, hacking di terminali e qualche conversazione a scelta multipla, con immancabili rivelazioni e collegamenti alla trama originale.
A una prima occhiata, gli elementi inediti non sono moltissimi, ma i contenuti vengono rielaborati con grande maestria. Le luci, ad esempio, sono gestite in maniera più critica per la struttura di gioco, e risultano fondamentali nel valutare gli spostamenti del nemico usando ombre e rumori. Perché gran parte dell'azione, Snake docet, si basa sullo stare schiacciati dietro un angolo spiando le sentinelle, per trovare il modo giusto con cui metterle fuori combattimento e proseguire senza far suonare gli allarmi. Parlando di Deus Ex, è sempre possibile usare metodi "alla Rambo" ma in questo caso sono meno consigliati: i mercenari della Belltower sono molti, ben addestrati e altrettanto ben armati e in pochi secondi riescono a farci fuori anche se abbiamo potenziato a dovere il protagonista.

Gli esterni della nave sono l'elemento più riuscito, e più vicino a Metal Gear Solid 2 - Deus Ex: L'Anello Mancante
Gli esterni della nave sono l'elemento più riuscito, e più vicino a Metal Gear Solid 2

chi ha lasciato in giro i praxis?

Il che ci porta ad analizzare più da vicino il gameplay, ovvero le abilità disponibili per Adam Jensen in relazione a quello che resta il primo obiettivo, cioé fuggire. All'inizio, il nostro alter-ego torna "quasi umano" perché prigioniero, ma ben presto si accede a una manciata di Praxis con cui personalizzarlo a dovere. Possiamo decidere, anche in base ad eventuali Game Over, se puntare di più sulla difesa o sulle capacità offensive, se dedicarci all'hacking e così via, saltando i passaggi del gioco standard e le relative attese (in quanto si accede a molti Praxis in un colpo solo). Va anche detto che l'ambiente più claustrofobico e la maggiore concentrazione di nemici, per metro quadro, aumenta di parecchio il ritmo generale avvicinandolo di più a un FPS classico. Per quanto Deus Ex, proprio come serie, non sia mai stato un gioco d'azione, con le dovute modifiche a personaggio e armi si riesce a giocare in maniera "action" grazie ai molti ripari. Inoltre, l'ampia dotazione di mine ed esplosivi offre molte possibilità in materia di trappole, divertenti se piazzate nei punti di congiunzione dei corridoi o sul percorso delle varie sentinelle. Che, diciamolo subito, restano sul livello di intelligenza del titolo standard quindi discreto ma ampiamente migliorabile. Si accorgono subito dei rumori ma non vedono una mina piazzata vicino al loro piede; notano piccoli movimenti da lontano ma ignorano un collega stordito nella stanza adiacente, e così via. Del resto, l'elevato numero di nemici unito alle poche vie di fuga della nave rende la difficoltà elevata già così, figuriamoci se gli avversari avessero ricevuto un upgrade intellettuale.

Jensen all'inizio è messo male, ma ben presto si riprende e potenzia a dovere - Deus Ex: L'Anello Mancante
Jensen all'inizio è messo male, ma ben presto si riprende e potenzia a dovere

un mondo fatto a cubi e metallo

Sul lato tecnico il discorso resta sugli stessi termini di Deus Ex: Human Revolution, quindi design e stile ai massimi livelli ma dettaglio e fluidità appena discreti. Se è apprezzabile la creatività nell'uso degli effetti speciali (come pioggia e onde sul ponte esterno), i limiti nelle animazioni e nei personaggi sono quantomai evidenti, tanto più che questo DLC, come il gioco standard, si concentra proprio sul cast. Di tutt'altro genere, invece, le osservazioni relative all'architettura dei livelli e alla planimetria dell'intera nave, che è davvero spettacolare. Quasi ogni stanza ha almeno due uscite ed è collegata via presa d'aria a un'altra parte dello scenario, creando tutta una serie di labirinti interconessi tra loro che ci spinge costantemente verso l'esplorazione. Oltretutto, benché gli obiettivi e lo svolgimento della trama siano più lineari, ci sono quest secondarie attivate "al volo" da eventi paralleli alla storia. Senza svelare dettagli importanti, possiamo dire che la curiosità dell'utente viene costantemente tenuta sveglia, anche di più rispetto al titolo originale dove alcuni obiettivi apparivano troppo in sordina. C'è anche da segnalare la sparizione del doppiaggio in italiano in favore dei sottotitoli, benché ovviamente i testi restino tradotti al 100%. La versione provata, in ogni caso, sembrava parecchio vicina al completamento, quindi le osservazioni raccolte in questa anteprima possono considerarsi pressoché definitive. Se amate le atmosfere di Deus Ex: Human Revolution ma volete più "movimento" questo DLC fa sicuramente per voi, anche se va contestualizzato in rapporto al suo prezzo, ancora sconosciuto al momento di scrivere.


Commenti

  1. Dna

     
    #1
    Il solito DLC, ovvero un pezzo del gioco tolto e riproposto a 1 mese dall uscita per lucrare sui fan....

    Aderite anche alla campagna BOYCOTT aprescindere
  2. joint

     
    #2
    Anch'io ho quel retrogusto di presa per il culo con questo DLC, scaffale.
    Parentesi, com'è che dalle foto sembra praticamente un altro gioco rispetto HR?
  3. aleZ

     
    #3
    In parte i bullshot (saran foto prese da PC con AA 20x) in parte han ridotto il filtro giallo e il blooming sulla luce, con sommo gaudio e tripudio di tutti.
  4. Gidus

     
    #4
    Per quanto stia letteralmente adorando questo gioco scaffalizzo bellamente anch'io...non per la qualità ma quanto per una questione di principio
  5. utente_deiscritto_18604

     
    #5
    Scaffale per principio pure io, ma quanti saremo?
  6. utente_deiscritto_137207

     
    #6
    io lo prendo.
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!