Genere
Action RPG
Lingua
Italiano
PEGI
16+
Prezzo
ND
Data di uscita
15/5/2012

Diablo III

Diablo III Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Activision
Sviluppatore
Blizzard Entertainment
Genere
Action RPG
PEGI
16+
Data di uscita
15/5/2012
Lingua
Italiano

Lati Positivi

  • Background narrativo sempre molto affascinante
  • Potenzialmente infinito
  • Sistema di crescita molto ricco e vario...

Lati Negativi

  • ...anche se strutturato in compartimenti stagni
  • Qualche imperfezione nel doppiaggio italiano

Hardware

Diablo III è disponibile per PC e Mac, in versione liscia o in una sontuosa Collector's Edition che include, tra le altre cose, anche Diablo II per entrambi i formati su chiavetta USB.

Multiplayer

I quattro atti della campagna possono essere affrontati in coop con altri tre amici. La connessione a Internet è comunque sempre richiesta anche per giocare da soli.

Modus Operandi

Abbiamo ricevuto una copia del gioco da Activision Blizzard. E non abbiamo fatto altro che giocare a Diablo III come degli invasati nell'ultima settimana. La campagna è completabile in circa venti ore.

Link

Video Articolo

Qualcosa però è cambiato

Il nuovo che comunque avanza.

di Marco Locatelli, pubblicato il

Se il dipanarsi del percorso di gioco non si discosta molto dalla vecchia formula, basata fondamentalmente su dungeon crawling e looting, è sull'aspetto evolutivo del personaggio che Blizzard ha voluto mettere mano in modo più calcato. In passato, soprattutto in Diablo II, la personalizzazione del personaggio prevedeva infatti uno sviluppo elastico e in grado di offrire un ventaglio di opzioni a dir poco vastissimo, in Diablo III tutto ciò, invece, è stato estremamente circoscritto. Le abilità attive, suddivise in varie sottocategorie, come anche quelle passive, sono ancora molteplici, ma la loro crescita è guidata e completamente lineare. Ad ogni avanzamento di livello non è possibile decidere quale skill incrementare di efficacia o sbloccare, ma i rami evolutivi sono già predeterminati: il level-up corrisponde infatti al relativo sblocco delle capacità. Anche le rune acquisiscono una dimensione differente, andando a collocarsi come potenziamenti delle abilità, ovviamente sempre attivabili ad un livello specifico e non a propria discrezione.

La campagna vede il ritorno sulla scena di alcune vecchie conoscenze come Deckard Cain e Tyrael - Diablo III
La campagna vede il ritorno sulla scena di alcune vecchie conoscenze come Deckard Cain e Tyrael

Lo stesso processo di semplificazione coinvolge anche le statistiche che vengono gestite ed incrementate automaticamente ad ogni avanzamento di livello, senza possibilità d'intervenire, ad esempio, su forza, destrezza o intelligenza. Va da sé che gli equipaggiamenti abbiano come requisiti solamente livello e classe. Questa nuova filosofia riduce indubbiamente la libertà del giocatore nel personalizzare il proprio personaggio e ciò avrebbe potuto comportare anche un marcato appiattimento della profondità e complessità dell'esperienza di gioco, fatto che avrebbe portato Diablo III a un inevitabile fallimento. Fortunatamente ciò non è accaduto. Anche se il percorso di sviluppo è su binari, dopo qualche ora di gioco, combinando le varie magie o abilità, sarà possibile accedere ad una grandissima varietà di fil rouge strategici. Ovviamente i giocatori di vecchia data, abituati alla fortissima versatilità del sistema di crescita di Diablo II potrebbero rimanere inizialmente delusi, ma è anche vero che i tempi e i videogiocatori cambiano e che Blizzard, conscia di ciò, abbia voluto apportare un modello di crescita sicuramente più facilitato, ma allo stesso tempo più moderno e dinamico che, una volta metabolizzato, saprà regalare grandissime soddisfazioni a tutti i tipi di videogiocatori per lunghissimo tempo.
Il combinatore di gemme non farà rimpiangere il tanto amato cubo di Horadrim: oltre alla sua particolare funzione di combinatore, infatti, il simpatico artigiano è anche in grado di estrarre le gemme già incastonate per poter riutillzzare sia l'incavo dell'oggetto che il minerale - Diablo III
Il combinatore di gemme non farà rimpiangere il tanto amato cubo di Horadrim: oltre alla sua particolare funzione di combinatore, infatti, il simpatico artigiano è anche in grado di estrarre le gemme già incastonate per poter riutillzzare sia l'incavo dell'oggetto che il minerale

E SE DIABLO INCONTRASSE WORLD OF WARCRAFT?
Le produzioni Blizzard di questo ultimo decennio, in primis Warcraft III e World of Warcraft, hanno inevitabilmente influenzato e contaminato lo stile grafico e il design di Diablo III, che si presenta più colorato e cartoonesco rispetto al minimalista, asettico e molto tetro aspetto dei precedenti capitoli. Anche la presenza di personaggi e modelli poligonali tridimensionali, rispetto agli sprite bidimensionali, ha una sua incidenza sul colpo d'occhio complessivo. Ciò non toglie che il comparto estetico di Diablo III sia veramente eccezionale, non tanto per la complessità strutturale ma per una sapiente direzione artistica che dipinge su schermo fondali di pregevole fattura e un level design suggestivo ed eterogeneo. Un passo avanti è stato compiuto anche nell'interazione ambientale con l'inedita possibilità di colpire alcuni elementi dello scenario la cui esplosione o distruzione può attivare una sorta di trappola in grado di falcidiare un bel gruppetto di nemici in un sol colpo. Ottime le colonne sonore e la campionatura che, seppur riprese in buona parte dal Diablo II, sono ancora molto godibili. Per quanto concerne il doppiaggio in lingua italiana, il livello raggiunto è encomiabile sia in gioco che durante le deliziose cutscene in computer grafica. Tuttavia è un peccato dover sentire la pronuncia maccheronica o storpiata di alcuni termini e nomi.

La varietà e quantità di armi e armature è come da tradizione impressionante. Inoltre, rigiocando a livelli a difficoltà superiori, si potranno trovare i tanto famigerati set epici - Diablo III
La varietà e quantità di armi e armature è come da tradizione impressionante. Inoltre, rigiocando a livelli a difficoltà superiori, si potranno trovare i tanto famigerati set epici

Torna anche il servizio Battle.net che permette di giocare in cooperativa con altri tre amici tutti e quattro gli atti della campagna. A fine 2012 dovrebbe essere disponibile anche l'opzione Player Vs Player. Ricordiamo che per giocare sarà fondamentale essere costantemente connessi a Internet, visto che non è consentito, in nessuna forma, il gioco offline. Un colpo basso nei confronti della pirateria che ci sentiamo di appoggiare e condividere appieno, ma che però dovrà essere coadiuvato da un servizio dei server ineccepibile per i giocatori onesti. E in questo, fatta eccezione per il normale inizio traumatico (considerata la mole di giocatori), non dovrebbe essere un problema per Blizzard, vista l'esperienza con World of Warcraft.

Voto 5 stelle su 5
Voto dei lettori
Dopo ben dodici anni di attesa Diablo III è tornato, e non disattende minimamente le aspettative di milioni di fan. Pur riproponendo nella sostanza lo stesso sistema di gioco del vecchio Diablo II, il Re degli action RPG non sente minimamente il peso degli anni e, anzi, si rivela un prodotto ancora freschissimo e frizzante, in grado di regalare a chiunque, diablista e non, svariate ore di sano e spensierato divertimento.

Commenti

  1. Fantasy Francy

     
    #1
    Non ho avuto ancora modo di giocarci, ma dai video che ho visto, sembra davvero molto bello.
  2. BrunoBiondo.

     
    #2
    mah... 12 anni di attesa per un gioco strutturato in quel modo mi sembra esagerato, a questo punto è meglio King Of Amalour Reckoning versione PC
  3. Skeptical

     
    #3
    @BrunoBiondo: concordo, alla lunga prendono alle palle tutt'e due...
  4. SuperBit

     
    #4
    adesso i giochi si stanno troppo adattando alle richieste di un mercato che vuole titoli più semplici, onestamente dalla video recensione non ho notato nulla di tanto particolare che potesse trattenere blizzard 12 anni nello sviluppo..ma per capire bisogna giocarci
  5. Atlas

     
    #5
    scaffale
  6. Sempavor

     
    #6
    Onestamente, anche dopo svariate (troppe...) ore di gioco, il nuovo sistema di crescita del personaggio ha il simpatico retrogusto di un possente colpo nelle gonadi. Per me, Diablo III è semplicemente una grossa, grossissima delusione.
  7. efus

     
    #7
    Ho amato la serie di Diablo...ma questo proprio non lo prenderò...un pò per le dinamiche di gioco, che si, saranno pure divertenti, ma la crescita guidata mi fa un pò cager...Comunque il motivo principe è la connessione permanente, come boicottai ubisoft per questo fatto, boicotto pure blizzard. SI SONO UN MALEDETTO INTEGRALISTA! ahahahah
  8. BrunoBiondo.

     
    #8
    @Skeptical: esattamente. Ho la versione pc e dopo 7 ore di gioco diventa tutto ripetitivo e monotono: corri sempre verso una zona inesplorata dove c'è il tuo obiettivo, parli con la persona-obiettivo e vai verso la zona piena di mostri per poi affrontare il boss. A meno che la trama non sia un capolavoro stile Rockstar, questi giochi non attireranno più di tanto.
  9. Skeptical

     
    #9
    @Bruno: purtroppo attira eccome, a giudicare dalle 6,3 milioni di copie vendute. Che dire? GG alla Blizzard per il marketing, per il gioco in sè una martellata negli zebedei... Tristezza vedere così tanto hype per questo tipo di giochi.
  10. Bigflorent

    #10
    ragazzi? ma tutti a dire sta cazzata dei 12 anni di sviluppo... non sono 12 anni di sviluppo, non è che hanno iniziato a creare diablo 3 appena uscito diablo 2! Lo sviluppo di D3 è partito 4-5 anni fa al massimo! C'è stata una pausa di quasi 8 anni!! Per questo è cambiato anche il team di sviluppo! La tecnica con cui è stato fatto D3 non rispecchia qualcosa di adatto a 12 anni di tempo orsono! Ma dai, dove l'avete il cervello? E' fatto bene sto gioco, riconosco varie pecche veramente non da poco, non gli posso dare il 10 e lode... ma un buon 9 si, graficamente, tecnicamente, a livello di gameplay e a livello di storia! E' un pochettino corto, lo ammetto, non ho ancora visto neanche tanti segreti come in D2... ma non esagerate, il gioco è stato venduto, io l'ho comprato il giorno che è uscito, al mattino, e sinceramente non me ne pento... e sono molto esigente... pur essendo cliente blizzard da almeno 8 anni... ma ritengo sia un ottimo gioco. Piantatela di lamentavi che la perfezione non esiste in alcun campo. E sopratutto, apprezzo le innovazioni, tutti a lamentarsi che non è come diablo 2... grazie, infatti si chiama D3.
Continua sul forum (19)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!