Genere
Sparatutto
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
18+
Prezzo
59,90 Euro
Data di uscita
20/8/2004

DOOM 3

DOOM 3 Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Activision
Sviluppatore
id Software
Genere
Sparatutto
PEGI
18+
Distributore Italiano
Leader
Data di uscita
20/8/2004
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
4
Prezzo
59,90 Euro

Hardware

I requisiti minimi saranno sicuramente un processore abbastanza veloce (1 GHz), molta RAM, e una scheda video almeno di classe GeForce 1. Su tale configurazione, però, non si potrà certo godere della massima qualità grafica e delle alte risoluzioni, per le quali indispensabili saranno processori con frequenza superiore ai 2 GHz e schede video almeno GeForce 4 ma, ancora meglio, della generazione DirectX 9. Per quanto riguarda la versione Xbox, invece, dovrebbe bastare la semplice console...

Multiplayer

In DOOM 3 non mancherà una modalità multigiocatore, ma è bene dire che, in questa sua prima incarnazione, non sarà comunque sviluppata al suo massimo livello. Si potranno giocare al massimo partite a quattro giocatori e sarà necessario iniziare i match in sincrono. Ci saranno poche modalità di gioco (Free-for-All DeathMatch, DeathMatch due contro due e Last Man Standing). Quello che ci sarà, però, sarà curato nei minimi dettagli. Sono state promesse poche mappe, ma veramente buone, in grado di far valere quelle peculiarità uniche dell'engine che potrebbero decisamente ridare vita ai DeathMatch "uno contro uno".

Link

Anteprima

DOOM 3

Tutti lo attendono, lo aspettano al varco. Tutti desiderano riprovare quelle sensazioni avute nell'impersonare l'impavido Space Marine, che cambiarono per sempre il modo di concepire i videogiochi. Carmack & soci si stanno impegnando perché l'evento sia ancora una volta memorabile sia dal punto di vista del gameplay sia da quello grafico. Acquattiamoci in silenzio: DOOM 3 sta arrivando...

di Antonino Tumeo, pubblicato il

Incerto il numero delle mappe, ma si può ragionevolmente pensare che, visto proprio il tono che si vorrebbe far assumere alla modalità multiplayer al rilascio del gioco, non ce ne saranno moltissime, ma quelle presenti saranno particolarmente buone ed interessanti, variegate e sufficientemente ricche da permettere svariate tattiche (diversi oggetti presenti, uso accurato dell'illuminazione, zone per tendere mortali imboscate).

DOOM 3: L'ORRORE E' MODIFICABILE. L'ORRORE E' SU XBOX...

Si parla di un titolo id Software, si parla dunque di una casa che, assieme a Valve Software, ha di fatto creato la comunità di "modder" e "mapper" che tanto a lungo permettono ai giochi di questo genere di vivere, quanto, se non graditi, possono decretarne rapidissima morte. Per loro id Software ha certamente avuto un occhio di riguardo. Infatti, oltre a garantire la massima apertura e disponibilità, e ad assicurare il rilascio dell'apposito kit di sviluppo per tutti i creatori di mod non appena il gioco verrà lanciato sul mercato, verrà fornito nel gioco un editor di livelli completissimo. Basterà infatti richiamare l'editor dal menu principale e si avrà a disposizione nientemeno che i tool utilizzati dagli stessi programmatori per realizzare i livelli. Assolutamente completi, ricchi di funzioni, e in grado di permettere di modificare al volo qualsiasi livello e qualsiasi aspetto del gioco: dal sistema particellare, dal sistema di scripting, alla GUI. E naturalmente sarà possibile definire con precisione completa anche il posizionamento dei suoni, con un approccio molto simile a quello di costruzione grafica del livello: si "piazza" un suono scelto da un'apposita palette, se ne definiscono le caratteristiche e come dovrà reagire, e una volta nel gioco se ne potrà valutare l'efficacia nel posizionamento, nei riverberi, e in presenza di eventuali ostruzioni ed occlusioni.
Modificabilità, dunque. Anch'essa di nuovo presente, in forma potenziata, e pronta a dare soddisfazione agli utenti PC. Modificabilità, però, che per ovvie ragioni non ci sarà nell'incarnazione su console del gioco. Perché, infatti, di DOOM 3 è stato confermato il porting su Xbox dopo il rilascio della versione PC, che sarà realizzato da un team esterno, Vicarious Visions, e non da id Software. Una notizia certamente importante, perché ciò significa che non sarà solo chi avrà un PC a poter godere del gioco, ma anche chi con una spesa più limitata si è accontentato della console di casa Microsoft.
Certo, i dubbi risiedono su quale "efficacia" potrà avere tale conversione, e su cosa dovrà inevitabilmente essere tagliato fuori. E' vero che su PC avremo bisogno di un sistema di alto livello per poter godere di alte risoluzioni, AntiAliasing, Anisotropic Filtering e qualità massima, benché ci si possa pure accontentare (non con la stessa soddisfazione ovviamente) di un sistema entry level e di diversi compromessi sui livelli di dettaglio. E' anche vero che, grazie al fatto che una console è un sistema dedicato, saranno possibili decise ed ulteriori ottimizzazioni, che permetteranno sicuramente al gioco di andare molto al di là di quelle che potrebbero essere le sue prestazioni di un PC che abbia una configurazione vicina a quella dell'hardware Xbox. E' però altrettanto evidente che su Xbox non potranno essere messe in mostra tutte le caratteristiche legate alle funzioni delle schede grafiche di nuova generazione, ci si dovrà accontentare di risoluzioni basse (rispetto a quelle di un PC), e inevitabilmente, vista la quantità di memoria comunque limitata del sistema (64 MB) si dovranno fare dei compromessi sulla qualità delle texture e sul livello di dettaglio, se non si ridurranno (come pare confermato non sarà fatto) le dimensioni dei livelli. Oltre, chiaramente, a perdere quelle caratteristiche di configurabilità che il pubblico PC ama... Ciò detto, comunque, non si può che apprezzare la decisione di effettuare tale porting, che presumibilmente permetterà a un pubblico ancora più vasto di godere del titolo, in una maniera che Carmack ha assicurato risulterà "identica" a livello di esperienza.

DOOM 3: L'ORRORE STA ARRIVANDO

Dunque, le promesse sono tante, e belle corpose. E sono ancora più pesanti, per via del nome che il gioco si porta in retaggio. Anche la concorrenza nel campo degli sparatutto è molto agguerrita e, per quanto l'attenzione di Valve Software con Half-Life 2 sia posata, come abbiamo evidenziato nell'anteprima, su aspetti piuttosto diversi rispetto a quelli che si prefigge id con DOOM 3, il confronto, per lo meno a livello tecnologico peserà comunque moltissimo.
Ma la "madre" di tutti gli sparatutto, finora, non ha mai deluso, e sarebbe decisamente grave se ciò succedesse proprio con questo titolo, latore di novità tecnologiche attesissime (che rimarranno con noi, per via di un engine già destinato ad essere offerto in licenza, per molti anni dopo il rilascio del gioco), e nel quale si confida, a livello di gameplay, di rivivere i fasti dei tempi di DOOM. I tempi del rilascio, al solito, sono quelli tipici di id Software, e cioè: "When it's done!", cioè quando Carmack & soci riterranno il prodotto pronto.
Un "When it's done!" che si sperava si sarebbe concluso entro il 2003, ma che pare proprio andrà spostato almeno all'inizio del 2004. Questo per quello che riguarda la versione PC... Per quella Xbox, il cui porting sarà successivo, nulla è ancora dato sapere... Per la versione PC, comunque, ci sarà probabilmente un test demo, come lo è stato per i vari Quake, prima del rilascio, e lì, forse, potremo cominciare ad assaggiare quanto sarà tremendo l'orrore che id Software sta preparando per noi...