Genere
Sparatutto
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
18+
Prezzo
59,90 Euro
Data di uscita
20/8/2004

DOOM 3

DOOM 3 Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Activision
Sviluppatore
id Software
Genere
Sparatutto
PEGI
18+
Distributore Italiano
Leader
Data di uscita
20/8/2004
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
4
Prezzo
59,90 Euro

Link

Speciale

DOOM 3: la guida hardware

Probabilmente la domanda: "girerà DOOM 3 sul mio computer?" è stata la più gettonata in queste calde settimane di inizio Agosto, durante le quali è finalmente arrivato sugli scaffali statunitensi l'attesissimo gioco di id Software. E allora, a pochissimo ormai dall'uscita italiana, andiamo a vedere come si comporta il gioco su componenti hardware più o meno nuove.

di Antonino Tumeo, pubblicato il

NOTA IMPORTANTE: Lo speciale è corredato da una galleria di trentacinque immagini accessibile attraverso il sovrastante link "TUTTE LE IMMAGINI" o cliccando direttamete qui. Essa non solo contiene le fotografie di gioco - che consentono di valutare le differenze visive nelle varie situazioni di prova - ma soprattutto, nelle immagini dalla ventisettesima alla trentacinquesima (accessibili mediante questo link), racchiude tutti gli imperdibli grafici e le tabelle con i risultati dei nostri test. Buona lettura!

Le discussioni su DOOM 3 imperversano. Molti sono gli argomenti di cui si parla, anche piuttosto ferocemente. Grafica innovativa, oppure non ai livelli attesi per certe texture "sacrificate" per l'atmosfera complessiva? Gameplay "classico" per scelta o per mancanza di idee? Audio "scialbo", o piuttosto scelto e curato con finissima attenzione per non strafare e adattarsi niente più e niente meno alla situazione? Tante questioni, certamente, ma tutte opinabili e, per molti aspetti, decisamente soggettive, per risolvere le quali forse è il caso di attendere l'approfondita recensione a cura di Nextgame.it e valutare direttamente il gioco. C'è, però, un aspetto che possiamo fin da adesso valutare oggettivamente, e si tratta delle prestazioni complessive del gioco. Il motore grafico è pesante o, piuttosto, sufficientemente snello e scalabile per poter funzionare su un buon lotto di sistemi con la stessa resa visiva? Di che configurazione c'è bisogno per poter giocare "nella maniera voluta dagli sviluppatori" al nuovo titolo id Software? E, soprattutto, come effettivamente funziona il gioco su possibili sistemi "tipo" attualmente a disposizione degli utenti? Sono questi i dubbi che proveremo a dirimere ora e che, speriamo, vi permetteranno di capire come potrete giocare il titolo sui vostri sistemi o cosa, eventualmente, dovreste aggiornare.

ALCUNE INFORMAZIONI DI BASE

DOOM 3 presenta quattro diverse impostazioni qualitative, che si distinguono principalmente per la compressione delle varie texture (sia texture effettive sia mappe per i vari effetti) utilizzate nel gioco e in grado di adattarsi alla diversa grandezza delle memorie locali delle schede grafiche oggi in circolazione.
In Ultra Quality, tutte le texture, le Diffuse, le Specular e le Normal Map sono caricate alla massima risoluzione senza compressione. In certi livelli si può arrivare fino a 500 MB di dati, con 50 MB referenziati per singolo frame, motivo per cui per sfruttarla al massimo sarebbero consigliate, anche se non ancora in circolazione, schede grafiche con memorie di 512 MB.
La High Quality, invece, è più indicata per soluzioni con 256 MB di memoria, in quanto viene utilizzata compressione di tipo DXT1, DXT3 o DXT5 per le Specular e le Diffuse Map, riducendo spazio occupato e, di conseguenza, richieste di banda sia interna alla scheda sia tra memoria di sistema e scheda grafica attraverso AGP (o PCI Express, eventualmente...).
La Medium Quality, mirata a schede con 128 MB di memoria, utilizza anche Normal Map compresse (che possono portare a qualche artefatto su angoli o bordi particolarmente pronunciati). La Low Quality, infine, oltre a utilizzare Specular, Diffuse e Normal Map compresse, riduce la risoluzione delle texture a 512x512 pixel e le Specular Map a 64x64 pixel, permettendo a tutti i dati di entrare comodamente in 64 MB di memoria.
Non è però finita qua: infatti, DOOM 3 presenta diversi "path" (percorsi) di rendering, che si adattano alle caratteristiche e alle peculiari funzionalità di varie architetture, con maggiore o minore numero di effetti supportati e un diverso modo di elaborare le immagini, che chiaramente incide anche sulle prestazioni. Potremmo vedere dunque venire sfruttati, a seconda del chip grafico a disposizione, il path NV10 (che è quello di base costruito attorno alle caratteristiche della prima GeForce), quello NV20 (GeForce 2 GTS), quello ARB (OpenGL generico per schede basate su architetture precendenti all'introduzione delle funzionalità DirectX 9.0), quello R200 (che sfrutta le caratteristiche di Radeon 8500, 9000, 9100, 9200 e 9250) e infine quello ARB2 (OpenGL per schede con funzionalità DirectX 9.0 e superiori). Troviamo poi nell'engine altri due path (Exp e Cg) attualmente non utilizzati dal gioco, ma pronti per gli eventuali licenziatari che li volessero sfruttare e per probabili espansioni. Altro fatto di notevolissima importanza è che durante il gioco, il framerate può al massimo raggiungere i 60 fotogrammi al secondo, in qualsiasi situazione. Tale decisione è stata presa soprattutto per il multiplayer, per eliminare problemi di sincronizzazione (soprattutto nella gestione dei controlli) e non creare differenze troppo nette a favore o sfavore di qualche giocatore.
A tutto ciò, c'è anche da aggiungere la possibilità di selezionare la risoluzione voluta, attivare e disattivare l'AntiAliasing e tutta quella serie di effetti (Shadow, Bump e Specular Map) che però, proprio perché parti dell'esperienza, andrebbero sempre lasciati attivati. Insomma, una serie di combinazioni molto ampia e completa, determinata in buona parte dall'hardware che si ha a disposizione, ma che in teoria dovrebbe permettere una resa comunque "visivamente" ottimale del gioco a seconda dei mezzi utilizzati.
In una situazione come questa, piuttosto che ai classici timedemo (che comunque, non abbiate paura, abbiamo effettuato), è bene piuttosto mettersi a giocare a fondo, "Fraps alla mano" con buon occhio per vedere e valutare tutte le differenze; anche perché, a detta dello stesso Carmack, mancando la parte di simulazione fisica e la gestione dell'audio, mediamente il timedemo non rispecchia le performance in-game fornendo più che altro informazioni relative alle prestazioni grafiche. Ed è ciò che abbiamo fatto.

DOOM 3 AL MASSIMO

Non si può non cominciare a valutare un titolo di tale potenziale su una configurazione di fascia alta, e non ci si può certo esimere dal confronto "visivo" e prestazionale del gioco sui due chip grafici più potenti attualmente in circolazione, GeForce 6800 Ultra e Radeon X800XT Platinum Edition. Abbiamo dunque messo alla frusta la nuovissima GeForce 6800 Ultra di Chaintech e la X800XT PE di casa ATI su un Athlon 64 3200+ con scheda madre Chaintech ZNF3-150 (nForce3 150), 1 GB di RAM Corsair XMS4000 e due Hard Disk Maxtor da 160 GB in RAID 0.