Genere
Gioco di Ruolo
Lingua
ND
PEGI
18+
Prezzo
ND
Data di uscita
25/5/2012

Dragon's Dogma - Dark Arisen

Dragon's Dogma - Dark Arisen Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Capcom
Genere
Gioco di Ruolo
PEGI
18+
Distributore Italiano
Halifax
Data di uscita
25/5/2012
Data di uscita americana
27/3/2012

Lati Positivi

  • Il fantastico mondo di gioco di Dragon’s Dogma si espande ulteriormente, arricchendosi degli ostili territori dell’Isola di Bitterblack…
  • Il gioco riconosce il salvataggio della prima versione di gioco ed importa automaticamente il vostro Arisen, annullando qualsiasi timore di dover ricominciare tutto da capo

Lati Negativi

  • A fronte di un lavoro di rifinitura ed ampliamento non corrisponde, purtroppo, il benché minimo tentativo di ottimizzare l’altalenante resa grafica del titolo…
  • Il livello di difficoltà potrebbe essere un deterrente per i giocatori meno dotati, o per coloro che frettolosamente e senza adeguata preparazione si avventureranno sull’Isola di Bitterblack

Modus Operandi

Abbiamo ricevuto un codice review per PlayStation 3 per gentile concessione di Halifax.

Link

Recensione

Capcom espande Dragon's Dogma

Una nuova sfida oltre i confini di Cassardis.

di Francesco Sica, pubblicato il

A poco meno di un anno dall’uscita di Dragon’s Dogma, torniamo a parlare di questa controversa avventura fantasy open world, che nonostante i suoi difetti grafici e le sue inspiegabili carenze sul versante multiplayer ha saputo conquistare il cuore degli appassionati del genere GdR. La formula originale è stata ampliata e rifinita da Capcom. Ma di cosa stiamo parlando esattamente?
Non si tratta di un DLC, ovvero di una semplice espansione scaricabile, dato che Capcom stavolta ha optato per la realizzazione di una nuova edizione del gioco sottotitolata Dark Arisen. Spaventati da questa scelta apparentemente discutibile? D’altronde chi non lo sarebbe dopo aver investito come minimo 60 ore di gioco nella crescita e potenziamento del proprio Arisen e dalla sua Legione di Pedine! Tranquilli, per prima cosa ci teniamo a precisare che Dark Arisen riconosce il file di salvataggio di Dragon’s Dogma ed esporta automaticamente il personaggio e le sue statistiche. Non solo, tutti gli Arisen della “vecchia guardia” riceveranno anche un bel gruzzoletto di Cristalli della Faglia, nuovi costumi etc. Ma se state leggendo queste righe sarete interessati più che altro ai nuovi contenuti che è in grado di offrire realmente questa riedizione di Dragon’s Dogma. Ebbene, vi troverete a fronteggiare una schiera notevole di nuovi temibili avversari – più di 25 per l’esattezza – che abiteranno una zona completamente nuova della mappa di gioco: la misteriosa Isola di Bitterblack, un luogo maledetto che ospita nel suo sottosuolo incredibili tesori, ma anche mostruose e potenti creature. Tutto questo alla ragionevole cifra di €39,99 con la possibilità, per chi non si fosse mai accostato prima all’avventura, di cominciare a giocarla comunque fin dall’inizio.

In Dark Arisen ogni Classe avrà a disposizione un nuovo set di abilità che  renderanno l’Arisen ancora più potente! - Dragon's Dogma
In Dark Arisen ogni Classe avrà a disposizione un nuovo set di abilità che renderanno l’Arisen ancora più potente!

La scelta di offrire tanto ben di Dio ad un prezzo più basso del solito ci ha convinti, anche in virtù del fatto che il gioco sarà disponibile sia in versione classica su disco, sia via digital delivery (con un leggero vantaggio temporale concesso alla piattaforma Sony per quanto riguarda la disponibilità online). Dark Arisen, proprio in virtù del fatto di non essere un semplice DLC, non è da considerarsi una mera espansione, ma una vera e propria operazione di fine tuning dell’originale Dragon’s Dogma, con tanto di nuovi equipaggiamenti, armi e armature, affiancate da nuove opzioni di personalizzazione, skill e devastanti abilità. Anche gli spostamenti, tanto criticati nella versione originale di Dragon’s Dogma, sono stati ottimizzati. Se siete, poi, degli appassionati dell’idioma del Sol Levante, sappiate che è stata anche integrata la possibilità di selezionare il doppiaggio giapponese.

UN’ISOLA CHE NON PERDONA
Sia chiaro, l’Isola di Bitterblack non sarà accessibile fin da subito e anzi dovrete sincerarvi di aver livellato per bene prima di accettare la missione della misteriosa donna di nome Orla che vi traghetterà in un vero e proprio incubo per chi non sarà un Arisen almeno di cinquantesimo livello! Parola di Capcom, che ha predisposto delle sfide veramente ardue, potenzialmente frustranti per giocatori che non hanno ben compreso le dinamiche di combattimento e di ottimizzazione del party di Pedine. Accettare la missione proposta da Orla significherà andare alla ricerca di frammenti di memoria, addentrandosi nei dungeon di Bitterblack, carichi di missioni secondarie e di sfide utilissime per recuperare preziosi oggetti e potenziare in particolar modo le armi. Ogni manciata di minuti verrete assaliti da nemici di ogni sorta e spesso avrete a che fare con veri e propri Boss di zona che metteranno a dura prova la vostra pazienza e perseveranza.

Iniziando un’avventura dal principio, avrete a disposizione un set ancora più  vasto di opzioni per creare il vostro personaggio - Dragon's Dogma
Iniziando un’avventura dal principio, avrete a disposizione un set ancora più vasto di opzioni per creare il vostro personaggio

La sconfitta non è rara nell’Isola di Bitterblack, visto il livello di difficoltà decisamente elevato, e dovrete far pace con voi stessi in caso di morte. In questo, Dark Arisen, ci ha ricordato per certi versi il sadico (a detta di alcuni, sopraffino) bilanciamento di difficoltà di Dark Soul. La fuga potrebbe essere percepita come alternativa alla morte, ma così facendo lascereste inevitabilmente irrisolti molti dei segreti di Bitterblack. Ve lo diciamo per esperienza personale… e pur tuttavia, la nostra permanenza sull’isola si è attestata intorno alle 15 ore di gioco, aggirandoci per un meandro di cunicoli, stretti corridoi interconnessi fra loro e con aree più vaste, infestate di nemici. Ciò che ci ha colpito è stato senz’ombra di dubbio il level design, così raffinato da dischiudersi gradualmente proseguendo nell’esplorazione, con l’apertura successiva di nuovi passaggi segreti utilissimi ad ottimizzare gli spostamenti. Bitterblack si è rivelata un pozzo di tesori, non solo legati alla memorie di Orla e quindi alla trama principale, ma anche potenti oggetti maledetti che sempre e solo Orla sarà in grado di purificare per renderli combinabili in modo da ottenere nuove skill e miglioramenti.

NESSUN ARISEN E’ PERFETTO
È stata concepita da Capcom anche una speciale modalità di gioco per chi ama definirsi hardcore gamer: una sorta di Time Trial, una sfida contro il tempo che a nostro avviso, però, corre il rischio di rendere l’esperienza di gioco fin troppo stressante, visto il già elevato livello di difficoltà. Purtroppo, ancora una volta è stata però disattesa la speranza dei fan di una modalità multiplayer, ma ci sembra anche improbabile che tale aggiunta potrà mai concretizzarsi senza andare a snaturare una formula di gioco ben precisa e il delicato bilanciamento del fighting system basato sulla I.A. delle Pedine. In definitiva, Dark Arisen è un’edizione riveduta e corretta di tutto rispetto, in cui l’impegnativa esplorazione di Bitterblack si incastona come un prezioso cameo, non necessario ma complementare all’avventura così com’era stata concepita inizialmente. L’isola potrà essere visitata a vostro piacimento, rappresentando un luogo di dannazione per chi non sarà all’altezza della situazione.

Nuove Pedine e un totale di quattordici nuovi personaggi vi attendono in questa  nuova iterazione di Dragon’s Dogma - Dragon's Dogma
Nuove Pedine e un totale di quattordici nuovi personaggi vi attendono in questa nuova iterazione di Dragon’s Dogma

Peccato solo che a questo imponente lavoro di “fine tuning” non sia corrisposto anche un miglioramento sul versante tecnologico, affetto come sempre da texture discutibili e problemi di animazione, frame rate ballerino nelle situazioni più concitate e così via, proprio come la versione originale di Dragon's Dogma. A controbilanciare tali storiche carenze ci pensa però il favoloso lavoro artistico di caratterizzazione del bestiario e il feeling complessivo di gioco, anche per merito di una evocativa gestione dell’illuminazione e degli effetti visivi delle magie, innegabilmente di grande spessore.

Voto 4 stelle su 5
Voto dei lettori
Sebbene si potrebbe obiettare che Dark Arisen sia essenzialmente lo stesso Dragon’s Dogma uscito quasi un anno fa, è indubbio che tutte le migliorie apportate alla formula originale lo rendano un prodotto meritevole di una propria dignità. I territori inesplorati dell’Isola di Bitterblack, colmi di nuovi e temibili nemici e preziosi oggetti, rappresentano un sufficiente incentivo per tutti gli Arisen di vecchia data a rigettarsi nel mondo di gioco. Per chi si accosta per la prima volta a questo maestoso e atipico GdR, Dark Arisen rappresenta invece una ghiotta occasione per indossare l’armatura e rispolverare arco e faretra, spada e libro degli incantesimi!

Commenti

  1. Giuseppe Scarpinati

    #1
    voglio il terzo capitolo ma con cavalli, molti più boss grafica migliorata per ps3 e ps4 avete le potenzialità per stupirci tutti grazie CAPCOM
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!