Genere
Azione
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
1/9/2011

Driver: San Francisco

Driver: San Francisco Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Ubisoft Entertainment
Sviluppatore
Reflections Interactive
Genere
Azione
Distributore Italiano
Ubisoft Italia
Data di uscita
1/9/2011

Hardware

Driver: San Francisco è in arrivo su PC, Xbox 360 e PlayStation 3 (versione provata nell'articolo). Su PS3 è richiesta un'installazione di 1,2 gigabyte.

Multiplayer

Alcuni mini giochi basati sulla guida sono aperti al classico schermo diviso, ma gran parte delle modalità multiplayer saranno dedicate a Internet. Da precisare che su console debutterà con questo gioco l'online pass di Ubisoft, cioè il codice richiesto per attivare le funzioni online su console, gratis nelle copie nuove e acquistabile a parte per quelle usate.

Modus Operandi

L'anteprima si basa sulla prova di una versione non ancora completa per console PlayStation 3 in formato debug, fornitaci direttamente da Ubisoft.

Link

Hands On

Shiftando s'impara

Un'assurdità narrativa che funziona alla grande.

di Alessandro Martini, pubblicato il

Immaginate la scena: state scorazzando tranquillamnete sulla tipica strada a sei corsie americana, quando nell'altro senso arriva l'auto dei vostri sogni. In un altro gioco di guida free-roaming dovreste rincorrerla, sparare al conducente creando il caos tutto attorno, o bloccarla con la forza danneggiandola. Qui no: premete X e muovete il mirino sulla vettura: un'altra pressione dello stesso tasto vi permetterà di controllarla in pochi secondi.

nessuno è al riparo dalla possessione

Per quanto la giustificazione data dalla storia (che riprende il telefilm britannico Life on Mars) sia quantomeno assurda, l'idea del sistema Shift funziona molto bene e dà molta più dinamicità al gioco. Anche senza usare la mappa e solo muovendosi nel traffico, basta osservare le auto che si incontrano e le icone visibili sopra di loro. Queste determinano il tipo di missione che possiamo affrontare, quindi basta attivare lo shift e in un attimo siamo nel bel mezzo di una gara di evoluzioni, oppure in un mini-scenario legato alla trama principale. Questo tipo di incarichi, naturalmente, attiva tutta una serie di intermezzi animati misti CG/realtime, che vedono protagonisti Tanner e alcuni comprimari. L'aspetto più ingegnoso è che, grazie allo Shift, talvolta si impersonano anche i criminali in fuga e gli stessi alleati di Jericho, in un enorme puzzle che lentamente va a delineare gli eventi della sceneggiatura. Per quanto si parli di una versione non ancora completa, possiamo dire che Ubisoft ha svolto un ottimo lavoro nell'applicare questa caratteristica, anche considerata la fluidità esemplare in tutte le situazioni di traffico (e spesso c'è parecchia roba su schermo, pedoni compresi). Di contro, la qualità delle auto resta alcune spanne sotto i migliori esponenti della categoria racing, e lo scenario non rende certo giustizia a una splendida città come San Francisco. A parte alcune zone ricreate discretamente e i celebri dossi, infatti, non c'è quasi nulla che la separi da una New York o Miami qualsiasi, tra palazzi tutti uguali e forme squadrate ad ogni angolo.

Le auto offrono un dettaglio mediamente buono, ma lo scenario è abbastanza ripetitivo - Driver: San Francisco
Le auto offrono un dettaglio mediamente buono, ma lo scenario è abbastanza ripetitivo

il ritorno della modalità regista

Visto che si parla di Reflections, pur nella nuova versione "incorporata" del team, non possono mancare alcuni classici della serie Driver. Già nei menu ritroviamo le scene di inseguimento animate sullo sfondo, ma è nelle modalità accessorie che si confermano alcuni elementi dedicati ai fan. Si parte dai giochi di guida, disponibili anche in split screen, per arrivare alla modalità regista, con cui filmare e condividere online gli inseguimenti. Purtroppo vige la legge dello sblocco assoluto ed è quindi necessario completare alcuni obiettivi della campagna per aver accesso a queste modalità. Lo stesso discorso si applica anche alle auto che possiamo usare nelle missioni secondarie o nella modalità "libera". Sono quasi tutte bloccate all'inizio, per quanto la selezione sia molto variegata: dalle muscle car americane alle supersportive europee, passando per la nuova 500 Abarth e molti mezzi di utilità pubblica (camion dei pompieri compreso). Prima di chiudere questa anteprima, va ricordata la presenza del multiplayer via Internet, su modalità pensate appositamente. Non mancherà, ad esempio, l'opzione guardie e ladri, che disattiva la possibilità di "shiftare" per chi scappa dalla polizia, quando il gruppo degli inseguitori potrà invece cambiare costantemente veicolo. Naturalmente, dato che il gioco non è ancora uscito, non ci è stato possibile provare la parte online in condizioni credibili di traffico e collegamento, ma sarà interessante vedere come si adattano le meccaniche di gioco alla rete. Ad ogni modo le premesse sono positive, con alcuni spunti di originalità nella funzione Shift, un modello di guida arcade ma non troppo e una realizzazione che punta sopratutto sul frame-rate. Che la serie Driver stia finalmente per avere la sua rivincita?


Commenti

  1. Banjo & Kazooie

     
    #1
    quindi, grafica a parte, il gioco promette molto bene!
    Ottimo. è dal primo Driver che aspetto un seguito all'altezza.
  2. SHAMNADHOH

     
    #2
    non capisco...sarà possibile giocare con il fanatec gt2 e simili?? Il fatto di dover "mirare" per cambiare auto mi rende dubbioso......
    OT: non capisco perché nei volanti non mettono anche gli stick analogici......eppure ho speso 350€!!
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!