Genere
Sparatutto
Lingua
Italiano
PEGI
18+
Prezzo
€ 69,99
Data di uscita
10/6/2011

Duke Nukem Forever

Duke Nukem Forever Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
2K Games
Sviluppatore
Gearbox Software
Genere
Sparatutto
PEGI
18+
Distributore Italiano
Take2
Data di uscita
10/6/2011
Data di uscita americana
14/6/2011
Lingua
Italiano
Giocatori
8
Prezzo
€ 69,99

Lati Positivi

  • Il Duca è sempre il Duca
  • Finalmente è uscito!
  • Qualche trovata divertente non manca
  • Enigmi più intelligenti del previsto
  • Molti elementi sbloccabili in multiplayer

Lati Negativi

  • Tutto qui?
  • Graficamente pessimo
  • Fluidità tutt'altro che impeccabile
  • Caricamenti lunghi
  • Problemi di connessione nel gioco online
  • Livelli molto lineari
  • Il Duca non diverte più come quindici anni fa

Hardware

Per giocare a Duke Nukem Forever bastano una confezione originale del gioco, una console Xbox 360, un joypad e circa 2 MB di spazio libero in memoria per ospitare i salvataggi. Il gioco è disponibile da oggi anche per PC e PlayStation 3.

Multiplayer

Possiamo competere online tramite Xbox Live fino a un massimo di otto giocatori scegliendo tra quattro diverse modalità (DukeMatch, DukeMatch a squadre, Cattura la pupa, Saluta il Re) e dieci mappe. Con i punti guadagnati si sale di livello e si sbloccano numerosi oggetti per abbellire la casa di Duke, mentre portando a termine alcune sfide si può accedere ad alcuni elementi estetici per personalizzare l’aspetto di Duke.

Modus Operandi

Abbiamo ricevuto dal distributore una copia promozionale di Duke Nukem Forever per Xbox 360, con un fumetto a colori e un codice per sbloccare alcuni contenuti ingame (purtroppo non ancora attivabile al momento di scrivere). A livello normale (il secondo sui tre disponibili) abbiamo terminato il gioco in circa dodici ore, più altre tre ore per provare il multiplayer.

Link

Recensione

Ridi che ti passa

Il Duca saprà tenere il passo con il presente?

di Francesco Destri, pubblicato il

Strano che un concept “ignorante” come quello di Duke Nukem trovi proprio nei momenti più ragionati il suo miglior biglietto da visita, ma per fortuna non si vive di solo piombo e se non fosse stato per questi inserti il gioco avrebbe perso ulteriormente smalto. Spiace infatti constatare come la sbruffoneria mista a cafonaggine del Duca (altro trademark della serie) emerga solo a sprazzi, soprattutto a livello di battute e di “joke” verbali.

il nobile decaduto

A tratti si sorride per il basso livello di certe trovate a sfondo sessuale o per assurdità assortite (fotocopiarsi il fondoschiena nel bel mezzo di un assalto nemico), ma il più delle volte si rimane abbastanza freddi anche per una limitata interazione con l’ambiente, per un tasso di gore così così e per un politicamente scorretto un po’ annacquato, almeno rispetto ad altri campioni del genere (da Postal 2 in poi).

Non che si abbia l’impressione di comandare un Gordon Freeman o un Sam Fisher (qui di serio non c’è veramente nulla), ma da un vecchio marpione come il Duca ci si aspettava qualcosa di più e l’effetto dirompente che ebbe a suo tempo Duke Nukem 3D trova qui solo un’imitazione un po’ sbiadita. Insomma, la sensazione complessiva dopo quasi dodici ore di gioco è quella di un ritorno fuori tempo massimo, troppo elementare nelle meccaniche di gioco, limitato nel combat system (perchè non inserire il jetpack anche nel gioco in singolo?), “vecchio” nella concezione (si veda la banalità dei Quick Time Event) e con un level design troppo lineare e a senso unico.

una pupa da catturare

Per quanto riguarda invece il multiplayer, siamo riusciti a trovare pochissimi giocatori online e ancor meno partite attive (ricordiamo che il gioco esce oggi in Europa, Australia e Giappone e martedì 14 giugno negli USA). Per di più abbiamo sperimentato continue disconnessioni dopo pochi minuti, la grafica ci è parsa ancor più minimale e il lag si è fatto sentire parecchio, segno di un codice online tutt’altro che stabile e che speriamo venga sistemato nei prossimi giorni.

Le sfide online sono ancora caratterizzate da lag e instabilità varie - Duke Nukem Forever
Le sfide online sono ancora caratterizzate da lag e instabilità varie

Da quanto abbiamo visto, siamo comunque di fronte a un multiplayer molto classico, con quattro modalità tipiche degli sparatutto di un tempo (DukeMatch, DukeMatch a squadre, Cattura la pupa, Saluta il Re), un massimo di otto giocatori e dieci mappe sufficientemente ampie e varie. Tramite i punti guadagnati, possiamo salire di livello e sbloccare numerosi oggetti nella magione di Duke (c’è una sezione apposita nel menù Xbox Live), competere in una trentina di statistiche e in decine di diverse sfide per ottenere alcuni degli epiteti più strambi mai visti in un videogioco. La carne al fuoco è insomma molta per i completisti (possiamo anche modificare l’aspetto di Duke nell’apposito camerino) e speriamo davvero che i problemi di connessione vengano risolti al più presto, ma dubitiamo che un sistema di gioco così poco al passo con i tempi (soprattutto nelle modalità) possa trovare molti adepti tra chi è abituato a sparatutto ben più profondi e variegati anche sul versante multiplayer.

Voto 2 stelle su 5
Voto dei lettori
Non ci aspettavamo un giocone e infatti Duke Nukem Forever fallisce su molti fronti. Si salva davvero poco in questo sequel, anche se il fascino del Duca saprà ancora conquistare più di un fan nostalgico.

Commenti

  1. zampone

     
    #1
    La cosa drammatica è che COMUNQUE ne venderanno un sacco di copie (tramite Steam).
  2. Kiavikone

     
    #2
    Prima avevo dei dubbi ma ora dopo questa recensione ne sono sicuro: sarà un capolavoro!
  3. babalot

     
    #3
    :D delusione ai massimi livelli. non lo compro. ed ero quasi pronto a farlo pur sapendo di non avere il tempo di giocarlo...
  4. AnotherWay AndreActioN

     
    #4
    come si dice a Roma.. che SOLA sto gioco!! grazie come sempre per la completa e sincera recensione, utilissima a me che ero incerto se prenderlo o meno
  5. Dna

     
    #5
    Sono costretto a prenderlo...ho la sindrome della nostalgia canaglia!
  6. Meno D Zero

     
    #6
    e io che manco volevo prenderlo alla fine ho comprato la balls of steel su amazon uk...
    ho letto solo gli aspetti negativi/positivi della rece e sembra davvero un gran bel gioco di merda.

    vedremo.
  7. utente_deiscritto_19700

     
    #7
    stica...ormai l'ho preso e lo ritiro piu' tardi



  8. Lylot72

     
    #8
    nell' altro topic ne parlano decentemente.
    Mettiamola così gioco di serie B.
  9. thegreatpretender

     
    #9
    tristeza...
  10. GROOVY

     
    #10
    Ma davvero vi scatta così tanto e vi siete imbattuti in tutti questi rallentamenti? Io, veri e proprio cali di frame rate, finora gli ho trovati solo in un punto, nelle condizioni normali, anche con molti nemici a schermo, il gioco è sempre rimasto fluido.
    Per le texture caricate in ritardo poi, questo avviene di sovente solo all'inizio del livello, quando il gioco ha appena finito di caricare. Tra l'altro il livello del covo della Regina mi è parso uno dei più convincenti, dal lato prettamente grafico.
    Nulla da dire sui suddetti caricamenti, o sulla qualità veramente bassa delle texture, che sicuramente rovinano il colpo d'occhio complessivo.
    Sul divertimento invece che il gioco può regalare, sinceramente non condivido. I livelli saranno pure lineari, ma certi passaggi sono geniali e spassosi, come l'intero livello ambientato nel Duke Burger, per fare un esempio.
    Sul multiplayer non so, ma ieri l'ho provato giusto una mezz'ora ed ho trovato subito le partite senza problemi, e quelle classiche a deathmatch erano anche discretamente popolate. Ma l'ho provato davvero per una mezz'oretta, quindi non mi pronuncio, magari sono stato fortunato ed il netcode in realtà è una chiavica, non lo posso sapere.
Continua sul forum (477)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!