Genere
Action RPG
Lingua
Sottotitoli in Italiano
PEGI
ND
Prezzo
€ 69,99
Data di uscita
17/6/2011

Dungeon Siege III

Dungeon Siege III Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Square Enix
Sviluppatore
Obsidian Entertainment
Genere
Action RPG
Data di uscita
17/6/2011
Lingua
Sottotitoli in Italiano
Giocatori
4
Prezzo
€ 69,99

Lati Positivi

  • Trama, personaggi e scenari molto curati
  • Schema di gioco classico e funzionale
  • Divertente sia online che da soli
  • Musiche ed effetti d'atmosfera

Lati Negativi

  • A volte ripetitivo e caotico
  • Fluidità migliorabile
  • Avversari poco intelligenti
  • Solo due giocatori offline

Hardware

Dungeon Siege III è disponibile su PC, Xbox 360 e PlayStation 3 (versione oggetto dell'articolo). Su PS3, sono richiesti circa 2 gigabyte per l'installazione di avvio.

Multiplayer

Due giocatori offline e quattro online possono affrontare tutta la campagna single-player in qualsiasi momento. Se siamo collegati a PlayStation Network, possiamo entrare (anche con un amico) nelle partite pubbliche degli altri utenti o invitare fino a tre partecipanti dalla nostra lista amici.

Modus Operandi

Il test è stato effettuato sulla versione completa di Dungeon Siege III, su una copia "debug" fornita dal distributore italiano, provando lo scenario single-player e il gioco online via Internet.

Link

Recensione

Taglia e affetta con fantasia

Meccaniche classiche, eroi classici, poche sorprese.

di Alessandro Martini, pubblicato il

Posto che Dungeon Siege III è un hack & slash dei più tradizionali, il team di sviluppo si è davvero impegnato nel creare una struttura di evoluzione dei personaggi degna di tale nome. Ogni eroe ha infatti più skill, abilità e accessori della media, tanto che all'inizio è facile perdersi tra abilità, talenti, armi differenziate per ogni mano e, immancabilmente, poteri magici. Per fortuna ci sono diversi tutorial specifici ad ogni elemento, che intervengono al passaggio di livello.

COMBATTERE PER VOCAZIONE Se il contesto ricreato attorno ai personaggi, come statistiche e variabili di ognuno, è imponente la sua influenza nelle battaglie resta molto limitata. In altre parole, è più probabile battere un avversario molto coriaceo adottando strategie da picchiaduro o sparatutto che non sfruttando semplicemente un oggetto raccolto. Questo avviene perché, come detto, l'azione resta molto vicina al genere arcade con il nostro gruppo di eroi attaccato da tutti i lati e spesso in inferiorità numerica, quindi con ben poche opzioni sul lato della strategia. Le uniche tattiche disponibili sono, solitamente, la ritirata strategica (oltre una certa distanza, i nemici non vi seguono più) o l'attacco in massa ad armi spianate. Nelle fasi meno caotiche, si riesce ad applicare un pizzico di intelligenza allo scontro usando magari la parata e la possibilità di schivare, entrambe controllate dallo stesso tasto. Ma è evidente che il gioco predilige mostrare grandi battaglie con decine di personaggi su schermo, visto il moltiplicarsi di effetti speciali legati alla magia e ai colpi speciali. Questi ultimi vengono eseguiti caricando l'apposita barra indicata sotto a quella della salute. Con la giusta combinazione di tasti, e in base al percorso scelto nell'evoluzione del personaggio, potremo scatenare sul nemico ogni genere di catastrofe o curare istantaneamente le nostre ferite. Gli avversari, peraltro e come in tutti i giochi di questo tipo, non sono delle cime in fatto a strategia. Si limitano a correrci incontro ed attaccare, ignorando coperture o zone strategiche dello scenario, puntando quasi sempre sulla semplice superiorità numerica.

A dispetto del nome, si attraversano molti scenari in esterna e non solo dungeon o sotterranei - Dungeon Siege III
A dispetto del nome, si attraversano molti scenari in esterna e non solo dungeon o sotterranei

UN ALTRO DIPINTO MEDIEVALE Mettiamo subito da parte le critiche alla realizzazione segnalando un frame-rate incostante, con qualche vistoso scatto nelle scene più caotiche, e alcuni problemi di inquadratura oltre a personaggi spigolosi sopratutto nei volti. Tolti questi difetti, Dungeon Siege III si presenta in maniera più che soddisfacente per l'appassionato di giochi d'azione fantasy. Come già detto nella pagina precedente, non si va oltre i cliché della categoria come ambientazioni e personaggi, ma quello che appare su schermo è comunque di ottima fattura, sopratutto se osserviamo da vicino i fondali. Nonostante l'inquadratura dall'alto appiattisca il dettaglio, Obsidian è riuscita a usare alcune soluzioni di regia dinamica che rendono più spettacolare lo scenario. Ad esempio, salendo su un canyon si potrà vedere il villaggio sottostante, e persino i suoi abitanti muoversi. Inoltre, diversi effetti speciali sono resi con ottima cura: ad esempio le torce, l'acqua dei ruscelli e tutti quei piccoli dettagli che rendono l'ambiente più vivo e verosimile rispetto ai molti rivali. Anche il sistema di dialoghi, che richiama serie come Mass Effect, riesce ad essere approfondito senza risultare troppo noioso: si può decidere di andare subito al punto (l'obiettivo della prossima missione) o chiacchierare con il nostro interlocutore. Sul lato della giocabilità, le varie sottoquest arricchiscono una storia già consistente, per quanto ricicli spesso scenari e personaggi. Nel caso di eccessiva noia c'è comunque il multiplayer in locale e online che spinge a rigiocare una missione con altre persone. Un titolo, insomma, confezionato per offrire quello che un appassionato si attende, a costo di risultare fin troppo simile ai molti rivali.

Voto 3 stelle su 5
Voto dei lettori
Dungeon Siege III non inventa nulla, ma interpreta discretamente il concetto di action RPG. Alcuni elementi potevano essere più curati, ma l'insieme forma un titolo consigliato ai fan della categoria.

Commenti

  1. bibbi 76

     
    #1
    Lo metti sullo stesso piano di un Baldur's gate qualsiasi? Se si lo tengo in conto.
  2. aleZ

     
    #2
    DSIII è più arcade di baldur's gate, per il resto l'atmosfera è simile (a tutti i GDR fantasy inquadrati dall'alto).
  3. bocte

     
    #3
    bibbi 76Lo metti sullo stesso piano di un Baldur's gate qualsiasi? Se si lo tengo in conto.

    Se Baldur's Gate Dark Alliance allora il parallelo ci puo' stare, ma se intendi QUEL 'Baldur's gate' allora siamo proprio su due pianeti diversi.
  4. Prophet

     
    #4
    Comprato sabato. PEr ora dal lato divertimento (era un po' che avevo voglia di un bell'Hack&Slash) devo dire che vale tutti i soldini che costa. Ottimo se non si ha un catalogo arretrato di titoli tripla A da terminare.
  5. Bluemoon

     
    #5
    io confido che dietro ci sia comunque un colpo di genio alla nwn2, che aveva un canovaccio classico che più classico non si può ma narrato magistralmente, attraverso una gestione straodinaria delle possibiltà offerte da un party amichevolemente improbabile, che dici, boc, ci sono le carte? si sente che è obsidian? di solito il team di avellone e soci, nonostante i bug, è capace di tramutare il piombo in oro (o altre metafore che preferite :D).
  6. Zatoichi

     
    #6
    @Bluemoon
    Vedila così: se hai intenzione di giocarlo su PC tieni conto che ha l'interfaccia più brutta che abbia mai visto negli ultimi anni, una sorta di emulazione del pad tramite mouse e tastiera, assolutamente scomoda e a tratti irritante
  7. Bluemoon

     
    #7
    su pc lo giocherei comunque usando il pad, anche con the witcher 2 e portal 2 ho fatto così (lo so, eresia). comunque, finché non risolvo il problema con il 5.1 mi sa che vado su console.
  8. Stefano Castelli

     
    #8
    Notevole. Davvero notevole. E' un gioco che sa di già visto lontano 10 chilometri per ambientazione, meccaniche, trama.

    Però è realizzato molto bene e ha qualche idea molto carina.
  9. PaulVanDyk

     
    #9
    so che il paragone magari è azzardato, ma dovendo scegliere un titolo sul quale investire bei soldoni consigliereste questo o white knight cronicles 2?
  10. bocte

     
    #10
    Stefano CastelliNotevole. Davvero notevole. E' un gioco che sa di già visto lontano 10 chilometri per ambientazione, meccaniche, trama.

    Però è realizzato molto bene e ha qualche idea molto carina.

    Il pregio maggiore imho e' il gameplay super-arcade... A tratti sembra un Darksiders & Co.
Continua sul forum (65)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!