Genere
ND
Lingua
Inglese
PEGI
ND
Prezzo
49,99 Euro
Data di uscita
1/11/2005

Dungeon Siege II

Dungeon Siege II Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Microsoft Game Studios
Sviluppatore
Gas Powered Games
Distributore Italiano
Leader
Data di uscita
1/11/2005
Lingua
Inglese
Giocatori
1
Prezzo
49,99 Euro

Hardware

Dungeon Siege II è in arrivo su piattaforma PC.

Link

Intervista

Dungeon Siege II: Intervista a Chris Taylor

In un assolata mattinata di luglio abbiamo avuto il privilegio di incontrare Chris Taylor, giunto negli uffici milanesi di Microsoft per presentare la sua ultima creazione, Dungeon Siege II. Tra una risata e l'altra abbiamo scoperto qualche dettaglio in più su uno dei più attesi esponenti del genere Action RPG.

di Simone Soletta, pubblicato il

Nextgame.it: Il filmato che apre il gioco mostra una spada che ci ha ricordato da vicino Stormbringer, l'arma di Elric di Melniboné. È solo un caso o vi siete ispirati ai libri di Michael Moorcock?

Chris Taylor: Non ci siamo ispirati direttamente a Moorcock, il fatto è che dopo un po' i temi fantasy tendono a ripetersi... abbiamo la saga di Re Artù con la Spada nella Roccia, i lavori di Terry Brooks, la Spada di Shannara... ci sono moltissimi libri, moltissimi film, tutto tende a fondersi e alla fine ognuno di noi viene ispirato da molte cose ma da nulla di realmente specifico.

Nextgame.it: Credi che il motore che avete sviluppato per Dungeon Siege II si sia dimostrato adatto a creare la storia che avevate in mente? Siete soddisfatti del risultato finale?

Chris Taylor: Beh, capita di avere un'idea in testa che si dimostra irrealizzabile, ma pur essendo il nostro motore molto potente, così come i tool e la tecnologia in generale, a un certo punto bisogna tirare il freno, prendersi la responsabilità di dire "basta". In ogni caso, dobbiamo essere soddisfatti: abbiamo fatto un ottimo lavoro sul motore e questo ci ha permesso di esprimerci bene a livello creativo.

Nextgame.it: Pubblicherete il software necessario agli utenti per la creazione di contenuti aggiuntivi per Dungeon Siege II?

Chris Taylor: Certamente, la comunità dei "modder" riceverà tutti gli strumenti per sviluppare nuovi livelli.

Nextgame.it: Durante la presentazione hai ricordato quanto fosse difficile per voi "smettere di sviluppare" Dungeon Siege II, continuavate ad aggiungere cose su cose. Questo significa che le idee che non siete riusciti a inserire le troveremo in una futura espansione?

Chris Taylor: Sì, la cosa pazzesca dello sviluppo è che alla fine, anche se sei distrutto e stanchissimo, vuoi sempre inserire cose nuove, migliorare il gioco e così via, ma a un certo punto devi tirare le fila e finire il gioco, e finalmente l'abbiamo fatto! Per quanto riguarda l'espansione, faremo un annuncio ufficiale nei prossimi mesi, leggeremo con attenzione i commenti dei giocatori su Dungeon Siege II e saremo pronti, credo, per la fine del 2006 con pacchetto aggiuntivo per il gioco.

Nextgame.it: Il lavoro di Beta Testing per un progetto di questo tipo deve essere devastante, con tutte le quest e sottoquest da provare, tutti i dialoghi da verificare e così via...

Chris Taylor: Sì, dal punto di vista del multiplayer ci siamo basati sui feedback ottenuti da decine di migliaia di giocatori su Gamespy e abbiamo potuto verificare che più o meno tutto funzionava bene, a parte qualche problemino con i firewall e cose simili. Per quanto riguarda il single player il lavoro è stato enorme, avevamo team interni, team di Microsoft... bisogna controllare ogni singola quest, ogni singolo personaggio, ogni singola arma, è pazzesco. Per fortuna potevamo contare su un sistema automatizzato, un computer che giocava Dungeon Siege II dall'inizio alla fine automaticamente, combattendo tutti i mostri e provando tutte le quest. Il tutto in poche ore, naturalmente. È stato un aiuto importante, possiamo anche inserire nel mondo delle variabili per variare il tipo di partita che il sistema dovrà affrontare. Le combinazioni sono infinite, il gioco dura circa 70 ore e bisogna per forza sfruttare questi sistemi per riuscire a controllare tutto.

Nextgame.it: Dungeon Siege II cerca di essere un Gioco di Ruolo molto accessibile: per esempio, ha un inventario particolarmente vasto e lo sviluppo dei personaggi lungo le quattro classi presenti segue le azioni dei giocatori più che imporre una scelta iniziale da seguire pedissequamente...

Chris Taylor: Già, come dicevo le caratteristiche "hard core" risultano inevitabilmente divertenti per un numero limitato di giocatori, ma se vuoi creare un gioco che piaccia a giocatori meno appassionati devi per forza ripensare alcune delle meccaniche tipiche dei Giochi di Ruolo, perché altrimenti molti potrebbero non gradire un'impostazione troppo rigorosa.

Nextgame.it: Non è un problema, però, lo sviluppo del personaggio in base alle azioni? Non si rischia che nessuna delle quattro abilità venga sviluppata appieno e che quindi i giocatori possano avere problemi nei livelli più avanzati del gioco?

Chris Taylor: Nel nostro tutorial consigliamo esplicitamente di scegliere una classe particolare, perché diversamente potrebbero avere proprio questo tipo di problema, però può anche darsi che ci siano giocatori che amano le sfide impossibili, e che quindi decidano di sviluppare contemporaneamente più classi per rendere il gioco più difficile, perché no?

Nextgame.it: In effetti, giocando la demo ci siamo imbattuti in una stanza di potenziamento che di fatto, a causa del livello minimo richiesto per avanzare in una classe specifica, ci ha obbligati a scegliere una classe particolare e a scartare le altre. Anche questo è stato pensato per scoraggiare lo sviluppo contemporaneo di tutte le abilità?

Chris Taylor: Esatto, l'idea è proprio quella, ci avete scoperti! (ride)

Nextgame.it: Puoi spiegarci in dettaglio l'idea alla base dei "Pet"? È un personaggio del party che si sviluppa durante il gioco, giusto?

Chris Taylor: Sì, il Pet si acquista in un negozio ed è un giovanissimo, piccolo personaggio che è possibile far crescere nutrendolo con qualsiasi cosa: cibo, spade, reagenti, scudi, pozioni... qualsiasi cosa gli darete lui la userà per crescere e diventare sempre più potente. Ne abbiamo inseriti dieci diversi nel gioco.

Nextgame.it: Una sorta di "gioco nel gioco", come se trovassimo un evoluto Tamagotchi all'interno di Dungeon Siege II...

Chris Taylor: Sì, in effetti è più o meno così!

La chiacchierata finisce qui, anche se avrebbe potuto durare per ore intere: Chris, come già detto, è veramente simpatico e disponibile, ma purtroppo il tempo come sempre è tiranno. Prima di salutarci, però, Chris si è raccomandato di comunicare a tutti i nostri lettori una cosa molto importante: Gas Powered Games tiene in grandissima considerazione i commenti dei giocatori ed è per questo che ha creato il Gas Powered Garage, dove tutti gli acquirenti di Dungeon Siege II sono invitati a inviare i propri commenti. Non deludetelo!