Genere
Piattaforme
Lingua
Inglese
PEGI
ND
Prezzo
9,99 euro
Data di uscita
14/2/2014

Dustforce

Dustforce Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Genere
Piattaforme
Data di uscita
14/2/2014
Lingua
Inglese
Giocatori
1-4
Prezzo
9,99 euro

Lati Positivi

  • Semplice e immediato
  • Prezzo irrisorio
  • Regala grandi soddisfazioni

Lati Negativi

  • Concept di nicchia
  • Multiplayer un po' piatto
  • Gameplay difficile da padroneggiare al meglio

Hardware

Dustforce è disponibile su PS3 e PS Vita e supporta le funzioni di cross-play e cross-save. Il titolo di Capcom è disponibile anche su Xbox 360 tramite Xbox Live.

Multiplayer

Dustforce propone un discreto comparto multiplayer aperto a un massimo di 4 giocatori.

Modus Operandi

Abbiamo testato Dustforce su PS3 e PlayStation Vita grazie a un codice PSN su concessione di Halifax.

Link

Recensione

A caccia di sporcizia

Il sogno proibito di qualsiasi spazzino sbarca su PS3, PlayStation Vita e Xbox 360.

di Davide Persiani, pubblicato il

Di giochi insoliti e bizzarri in questi anni ne sono stati lanciati parecchi, ma nessuno fra questi ha mai osato di metterci nei panni di alcuni spazzini intenzionati a ripulire il mondo dalla sporcizia e da chiunque intenda inquinarlo. Confusi? Probabilmente lo saremmo anche noi, ma quello che a un primo e superficiale sguardo potrebbe apparire come un prodotto folle e insensato, nasconde in realtà una quasi sorprendente profondità concettuale e di gameplay, destinata a garantirgli una certa popolarità.

Lanciato originariamente su PC nel 2010, Dustforce si candida come uno dei prodotti più originali lanciati in questi ultimi anni e siamo certi che il suo bizzarro concept non passerà inosservato agli occhi dei giocatori appassionati di platform.

Ciascun personaggio dispone di un'arma unica il cui utilizzo è tuttavia identico alle altre. - Dustforce
Ciascun personaggio dispone di un'arma unica il cui utilizzo è tuttavia identico alle altre.

OLIO DI GOMITO
Come accennato poc'anzi, Dustforce non è altro che un semplice platform, ma se questo possa indurvi a pensare che si tratti di un prodotto alla portata di chiunque, preparatevi a essere sonoramente smentiti. Ciò che contraddistingue maggiormente questo titolo è infatti la sua difficoltà intrinseca e tale peculiarità è ben visibile sin dai primissimi minuti di gioco. Mettendoci nei panni di quello che potremmo essenzialmente definire uno "spazzino acrobata", il gioco ci pone un solo semplice obiettivo: ripulire una lunga serie di livelli strutturalmente molto diversi l'uno dall'altro nel minore tempo possibile.

Un compito apparentemente molto semplice, che diviene progressivamente più complesso a causa di un articolatissimo level design degli scenari, ma soprattutto per la presenza di nemici il cui obiettivo è contrario al nostro, ovvero sporcare e ostacolarci con ogni mezzo. Ne consegue che il nostro ferro del mestiere (una fedelissima scopa) non fungerà solo da strumento di lavoro, ma anche e soprattutto da arma che garantirà al protagonista la possibilità di esibirsi in attacchi di vario genere finalizzati all'eliminazione degli avversari e al processo di pulizia.

Ogni ambientazione presenta specifiche tipologie di sporcizia, ovviamente da ripulire. - Dustforce
Ogni ambientazione presenta specifiche tipologie di sporcizia, ovviamente da ripulire.

Pad alla mano l'esperienza risulta molto fluida e frenetica, al fine di incoraggiare un costante approccio in stile "speedrun" (minore è il tempo di completamento di un livello e maggiore è infatti il punteggio ottenuto). Il personaggio si muove con grande velocità e altrettanta agilità, ripulendo in automatico qualsiasi superficie toccata, e anche nel caso in cui ci si trovi di fronte a un nemico, la possibilità di attaccare con la pressione di un semplice tasto rende tutto molto semplice e intuitivo. La grande accessibilità delle meccaniche ludiche è tuttavia in parte fuorviante, in quanto per sperare di completare Dustforce saranno necessari precisione e un eccezionale tempismo nell'esecuzione di ogni movimento.

Con il passare del tempo, gli scenari si fanno sempre più complessi, richiedendo una grande coordinazione dei movimenti anche solo per avanzare, con l'inevitabilmente necessità di padroneggiare adeguatamente il gameplay al fine inanellare quante più combo possibili e ottenere così punteggi sempre più elevati. I meno avvezzi a questo genere di esperienze andranno probabilmente incontro a un senso di frustrazione, mentre i perfezionisti o patiti del genere si ritroveranno di fronte a un'inesauribile fonte di stimoli e soddisfazioni.

Tecnicamente, nonostante un look molto minimal, Dustforce presenta una buona cura per i dettagli. - Dustforce
Tecnicamente, nonostante un look molto minimal, Dustforce presenta una buona cura per i dettagli.

PULIZIE IN COMPAGNIA
Al di là di un ricco comparto single-player composto da ben cinquantasei scenari, Dustforce propone anche una discreta modalità multiplayer, disponibile sia in locale che online. All'interno di dieci scenari differenti, le cui dimensioni sono sensibilmente ridotte rispetto a quelle della modalità principale, è possibile dedicarsi a due tipologie di gioco differenti: Re Della Collina, in cui l'obiettivo è quello di accumulare punti difendendo e presidiando specifiche zone della mappa, e Sopravvivenza, una classica lotta all'ultimo sangue tra due fazioni contrapposte.

Allo stato attuale delle cose, è seriamente probabile incappare in notevoli difficoltà nel trovare qualcuno con cui condividere la vostra esperienza online visto che i server sono pressoché deserti, ma la presenza delle immancabili leaderboard garantisce comunque la possibilità di confrontarsi con altri giocatori da ogni parte del mondo, seppur in maniera del tutto indiretta.

Voto 3 stelle su 5
Voto dei lettori
Sebbene non si possa parlare di una pietra miliare del panorama videoludico recente, Dustforce è senza dubbio un platform molto interessante, capace di regalare parecchie soddisfazioni a chiunque non abbia paura di mettere alla prova le proprie abilità. L'elevata difficoltà dell'esperienza potrebbe senz'altro rappresentare un grosso deterrente per alcuni giocatori, ma ciò non toglie che il lavoro svolto da Capcom sia comunque meritevole di una certa attenzione, specie a fronte di un prezzo tutt'altro che esorbitante.

Commenti

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!