Genere
Azione
Lingua
Inglese, sottotitoli in italiano
PEGI
ND
Prezzo
€ 59,98
Data di uscita
1/7/2011

Dynasty Warriors Gundam 3

Dynasty Warriors Gundam 3 Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Bandai Namco
Sviluppatore
KOEI
Genere
Azione
Distributore Italiano
Halifax
Data di uscita
1/7/2011
Lingua
Inglese, sottotitoli in italiano
Prezzo
€ 59,98

Lati Positivi

  • Settanta mobile suit da sbloccare!
  • Libertà di scelta delle missioni da compiere
  • Maggiore strategia di gioco
  • Tantissimo materiale da consultare

Lati Negativi

  • Regia virtuale non sempre virtuosa
  • Mancano alcuni mobile suit “importanti”
  • Tanti contenuti significa tanta ripetitività

Hardware

Il gioco, provato in versione PS3, non richiede installazione. Tuttavia è necessaria una connessione Internet per le modalità online.

Multiplayer

Il gioco contempla una serie di missioni online da affrontare insieme a un partner. Purtroppo, nel corso della prova recensione non siamo riusciti a trovare qualcuno con cui poter giocare…

Modus Operandi

Abbiamo ricevuto dal distributore italiano una copia del gioco in versione PS3 (dopo averlo richiesto a lungo... ) e l'abbiamo provato fino a sbloccare più di metà dei contenuti disponibili in termini di missioni, personaggi e mobile suit. Poi, chiaramente, non presentando più novità significative, si è deciso di scrivere la recensione per non tardarne l’uscita di un altro mese…

Link

Recensione

Viva Gundam!

Un simbolo del Giappone in versione cel shading

di Francesco Alinovi, pubblicato il

Probabilmente, se il contenuto del gioco riguardasse eventi storici ignoti agli occidentali, non avremmo comunque motivo di interesse per avvicinare questa nuova produzione. Tuttavia qui c’è Gundam, e questo può cambiare le carte in tavola. Gundam è il simbolo di una nazione. È l’incarnazione tecnologica del mito del samurai. È così radicato nella cultura dell’estremo oriente che qui in Italia, dove la prima serie televisiva è stata trasmessa solo a inizio anni ’80, diventa difficile capirne la portata. Per fortuna ci corre in aiuto YouTube…

Sebbene la sua apparizione sia stata fugace, per chi ha vissuto in quegli anni, Gundam si è trasformato in un ricordo indelebile. Ma se ci siamo persi l’animazione, la nostra conoscenza dell’evoluzione della saga si è perpetrata attraverso il modellismo. Tuttavia, collezionare robot, in particolare quelli dotati di almeno un’anima in metallo, è un hobby ancora più dispendioso della pratica videoludica. Ecco, quindi, che la possibilità di trovare all’interno di un unico pacchetto i modelli più famosi di tutta la saga, ricostruiti con una certa perizia grafica, può già diventare un motivo più che valido per portare alla cassa quella custodia presa dallo scaffale con tanta trepidazione.

Astenersi non perditempo

È qualcosa contro cui non si può combattere: Dynasty Warriors: Gundam 3 è confezionato apposta per maniaci del mecha design giapponese e per i collezionisti incalliti. Sebbene manchino all’appello alcuni del mobile suit delle saghe più recenti, e nel mezzo ci siano un mare di Zaku (i cattivi) che non interessano a nessuno, il gioco permette di sbloccare settanta guerrieri d'acciaio, tutti ricostruiti felicemente in cel shading, e in questo modo si mantiene l’estetica degli anime originali e, soprattutto, si raggiunge una fluidità dell’azione che non crolla nemmeno nelle fasi di combattimento più concitate. Insieme ai robot, ovviamente, compare il variegato cast di personaggi (oltre cinquanta), qui riunito per affrontare una minaccia che trascende il tempo, lo spazio e la continuity. Ma poco importa, perché già alla seconda missione si perde completamente il filo di una storia fin troppo convoluta, sebbene questa sia interamente sottotitolata in italiano.

Nei confronti diretti con l'avversario possono scattare anche delle sequenze QTE che richiedono la pressione di alcuni tasti specifici - Dynasty Warriors Gundam 3
Nei confronti diretti con l'avversario possono scattare anche delle sequenze QTE che richiedono la pressione di alcuni tasti specifici

Ecco, a proposito di storia e narrazione, vale la pena soffermarsi sulla possibilità di selezionare l’audio originale in giapponese, che ha il grande pregio di risultare incomprensibile, e quindi meno ripetitivo, soprattutto durante le fasi di azione, quando i nostri eroi tendono a riempirsi la bocca sempre con le stesse esclamazioni. La monotonia non risparmia nemmeno la colonna sonora, all’inizio incalzante e dopo qualche ora decisamente insopportabile (anche se i brani superano la quarantina), mentre invece ogni mobile suit emette una gamma di rumori differenti, a seconda del modello, del peso e delle armi. Rimanendo in tema di ripetitività, gli scenari sono sempre quelli, decisamente scarni e non troppo ispirati. Ma non siamo qui per fare del turismo virtuale! Ciò che conta, alla fine, è sbloccare i mobile suit, sbloccare i personaggi, completare le missioni secondarie ed esplorare tutti i menù di gioco. Operazione titanica, visto che, in quanto a contenuti, Koei c’è andata giù con la mano pesante: parliamo di circa trecento missioni complessive, per un totale di un centinaio di ore di gioco. Solo per completare la modalità storia (che ha il grande pregio della non linearità) ne vanno via quasi un terzo. E non ci soffermiamo nemmeno sulla modalità online cooperativa…
È chiaro, in assenza di motivazioni forti come quelle di un appassionato di Gundam o di un “completista” sfegatato, il gioco riserva ben poche sorprese. Ma se riuscite a dare un valore a tutto ciò che agli occhi di un profano potrebbe sembrare accessorio, allora avete trovato un ottimo passatempo, che vi terrà impegnati per un interminabile monte ore.

Voto 3 stelle su 5
Voto dei lettori
Un gioco enorme, anche se ripetitivo, destinato agli appassionati di Gundam e ai fan del modellismo robotico. Imperdibile se rientrate in una delle due categorie.

Commenti

  1. jurgen81

     
    #1
    Quando arriverà a £9.99, magari ci faccio un pensierino
  2. Lylot72

     
    #2
    Ottima rece.
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!