Genere
ND
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
ND

E3 Media & Business Summit 2008

E3 Media & Business Summit 2008 Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Entertainment Software Association

Link

Intervista

[E3 2008] Lettori e redattori domandano...

Di ritorno dall'E3, Nextgame intervista Nextgame!

di Simone Soletta, pubblicato il

Quella che segue è un'intervista piuttosto atipica: a porre le domande, per una volta, non sono gli inviati, ma chi è rimasto a casa! I nostri collaboratori, innanzitutto, ma anche alcuni lettori "estratti" dal forum. A rispondere alle domande, davvero inusuale per loro, proprio i nostri inviati, chiamati a fare il punto sull'ultima edizione dell'E3 Media & Business Summit 2008. Buona lettura!

Next-People: Prima di tutto, quali sono state le vostre precedenti esperienze con la fiera E3? E come avete reagito alla notizia del ritorno di E3 a Los Angeles, dopo la parentesi di Santa Monica?

Sole: Questo per me è stato l'ottavo E3 di fila, quindi le esperienze precedenti sono state molteplici. Ho vissuto il crescere costante del "chiasso" del formato precedente e apprezzato questa nuova versione, più "umana". L'E3 del passato non lo rimpiango davvero, era un delirio di corse contro il tempo, di appuntamenti che si accavallavano uno con l'altro, sempre in ritardo, sempre con l'affanno... e spesso per raggiungere una stazione demo nella quale, a causa del rumore, non si riusciva a sentire lo sviluppatore che parlava. Era diventata una cosa disumana, semplicemente non si potevano provare i giochi, non si potevano vedere nel modo giusto, un clamoroso autogol dell'industria tutta. Molto meglio la nuova formula, ovviamente, più rilassata, più vivibile, più attenta a mettere in luce i giochi e chi li crea piuttosto che "il contorno". Certo, anche questa formula ha i suoi difetti, a partire da un clima gelido, asettico, quasi agghiacciante rispetto alle precedenti edizioni tenute al Convention Center!
Quando ho saputo del ritorno al Convention Center, beh, non nascondo che la mia prima reazione è stata... un lancinante grido di dolore. La formula di Santa Monica era perfetta, andava solo rivista la posizione dell'Hangar (il "tentativo di show floor" posizionato all'aeroporto di Santa Monica, davvero troppo distante dagli hotel). Per il resto è ovviamente preferibile Santa Monica a Downtown Los Angeles, anche se tutto sommato quell'angolo di Little Tokyo che ho avuto l'occasione di conoscere ha rappresentato una sorpresa inaspettata.

Scamu: E3 2008 è stato il mio sesto Electronic Entertainment Expo. Lo scorso anno, a Santa Monica, la formula era quasi perfetta, col solo grande difetto rappresentato dal famigerato "Hangar" (lo spazio in cui si provavano liberamente i giochi), fuori contesto, lontano dagli alberghi dove si tenevano la maggior parte dei meeting e scomodo da raggiungere. Riunire tutto, quest'anno, in una piccola porzione del Convention Center di Los Angeles ha rasentato davvero la perfezione a mio parere: non c'era appuntamento distante dall'altro più di una mezza manciata di minuti di cammino! Certo, molti diranno che la fiera appariva vuota e triste (rispetto alle calche faraoniche degli anni precedenti), ma in realtà c'è era tutto il necessario e la sostanza non è mancata.

babalot: Questo è stato il mio terzo E3 e, avendo "perso il treno" dell'edizione a Santa Monica, tutto sommato mi sono ritrovato a casa. In compenso è stato il mio primo E3 nella nuova versione meno caciarona e i sentimenti sono contrastanti: da un lato è enormemente più facile svolgere il proprio lavoro, si cammina tranquilli per corridoi poco affollati consultando una scaletta di incontri per nulla proibitiva, pensando alle domande da fare e, perché no, fermandosi a mangiare un panino, che non fa mai male. D'altro canto, non si ha più l'impressione di partecipare a qualcosa di "grande": l'industria dei videogiochi mostra il suo lato umano e perde inevitabilmente di fascino: ecco Miyamoto che passa a braccetto con Iwata, Cliffy B viene fermato da qualche sparuto giornalista che gli mostra compostamente il suo entusiasmo per Gears of War, i tizi di GameTrailers chiacchiarano con N'Gai Croal e ti rendi conto che lì a pochi passi da te si stanno formando le opinioni degli "opinion leader" e che, almeno in questo brevissimo frangente, Nextgame e Newsweek condividono qualcosa. Alla conferenza di Electronic Arts ero seduto addirittura due poltrone avanti a Kotaku.com... achievement!

Next-People: Brevemente, quali sono state le vostre attività durante E3 2008?

Sole: Al solito, partecipare alle conferenze stampa, ai vari appuntamenti, vedere e - ove possibile - provare i giochi, litigare con gli addetti che impediscono di fare fotografie e riprendere video a un evento organizzato per la stampa, una cosa davvero fuori di testa! Alla notte, poi, scrivere-scrivere-scrivere come al solito, anche se ormai l'esperienza è tale che si riescono a ottimizzare i tempi e non si finisce più all'alba insonni pronti a ripartire per la fiera. E poi lo shopping, gente, che il dollaro debole per noi è una sciccheria!

Scamu: Ero a Los Angeles per partecipare all'evento e avevo i miei appuntamenti: ho seguito principalmente Sony, LucasArts, Konami, Activision (fuori dalla fiera), in parte Microsoft e altre cose sparse. L'attività è stata dunque provare, vedere, domandare, "annusare", entrare in sintonia con le prossime novità che ci aspettano.

babalot: Camminare, ascoltare, scattare foto, fare domande, registrare risposte, giocare, scrivere, mangiare. Anche dormire ogni tanto, ma senza esagerare.


Commenti

  1. MacLucio

     
    #1
    Scamu, come mai Resistance 2 è la sorpresa? 
  2. the TMO

     
    #2
    Potevi pure darmelo il pass baba eh!
  3. babalot

     
    #3
    the TMO ha scritto:
    Potevi pure darmelo il pass baba eh!
    ma tu pensa se era un povero will wright con un progetto geniale talmente geniale che nessuno lo capisce. mi sento già in colpa.


  4. utente_deiscritto_19106

     
    #4
    babalot ha scritto:
    ma tu pensa se era un povero will wright con un progetto geniale talmente geniale che nessuno lo capisce. mi sento già in colpa.
     Babalot ma sei sicuro che non fosse qualcuno dei Nibris che voleva presentare Sadness???
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!