Electronic Entertainment Expo 2011

Speciale

Guerre Stellari, in tutti i sensi...

Da Star Wars the Old Republic a Battlefield 3.

di Francesco Alinovi, pubblicato il

Le prime note della colonna sonora di Guerre Stellari introducono sul palco Greg Zeschuk (socio fondatore di BioWare insieme a Muzyka) che ci introduce al filmato di presentazione di Star Wars: The Old Republic. Assolutamente strepitoso, ma non nascondiamo che ci sarebbe piaciuto vedere un po’ di gioco giocato. Comunque, considerato il palmares della software house, che già in passato ha dimostrato di saper affrontare il tema come si deve, ci segniamo anche questo titolo nella lista dei desideri; vedremo di approfondire il fiera.

Fumo in sala, sullo schermo compare una montagna. È il momento di SSX, il cui reboot è previsto per gennaio 2012. Il teaser è decisamente spettacolare e fa venire voglia di volare con una tavola sotto i piedi. Come ci racconta Peter Moore al termine del video, SSX è un gioco che sfugge alle leggi della fisica: è un immenso mondo aperto, dove compaiono tutte le più importanti montagne del pianeta. Il giocatore potrà affrontare la discesa in tre differenti modalità: contro il cronometro - per arrivare primo al traguardo, ottenendo il punteggio superiore - inanellando acrobazie sempre più spettacolari, oppure semplicemente sopravvivendo ai pericoli delle vette innevate (del tipo valanghe e crepacci, ma non solo…).

Si continua con gli altri titoli della serie EA Sports, prima con FIFA 12 e poi con Madden NFL 12. Stupisce che proprio nella terra del football americano si cominci con il calcio. D’altro canto i dati parlano chiaro: 42 milioni di giocatori di FIFA sparsi sul pianeta (considerate le edizioni per tutti i formati) e oltre 1 miliardo e 300 milioni di partite giocate. Questa nuova edizione parte dalla difesa (a livello di intelligenza artificiale) e, soprattutto, dal nuovo sistema di impatto tra i giocatori – capace di garantire una fisicità mai vista prima nei confronti - oltre, ovviamente, un controllo dinamico della palla ancor più evoluto rispetto al passato. Ma, di nuovo, l’aspetto su cui si calca la mano è EA Sports Football Club, un Live Service che prevede il raggiungimento di un “achievement” ad ogni partita. Come mostra il filmato successivo, il calcio è uno sport universale, capace di collegare persone diverse in tutto il mondo: videogiocatori, tifosi, allenatori e calciatori, accomunati da un’unica passione. EA Sports Football Club prevede aggiornamenti continui e una costante connessione con la realtà, offrendo la possibilità di rigiocare con la propria formazione le partite dei campionati reali, cambiandone l’esito finale, incrementando così il livello del proprio profilo. Sembra che la lezione più importante per EA non sia venuta dalla concorrenza all’interno del mondo dei videogiochi ma da Facebook. Non c’è da stupirsi, quindi, se grandi speranze siano riposte in The Sim Social, la risposta a Farmville da parte del colosso americano.

Il nuovo FIFA presenta un innovativo sistema di impatto tra i giocatori, capace di rendere più "fisico" ogni scontro  - Electronic Entertainment Expo 2011
Il nuovo FIFA presenta un innovativo sistema di impatto tra i giocatori, capace di rendere più "fisico" ogni scontro

Tocca poi ai titoli sviluppati dalle terze parti, il primo è Kingdom of Amalur: Reckoning, GdR fantasy che vanta, tra l’altro, il character design (a dire il vero non proprio ispirato) di Todd McFarlane; molto più promettente sembra invece il nuovo gioco di Insomniac, questa volta destinato anche a Xbox, chiamato Overstrike. Lo presenta direttamente Ted Price, fondatore della software house: si tratta di un gioco d’azione ambientato nel futuro con 4 eroi (2 per sesso) dalle abilità completamente differenti e complementari. Forse non una grande novità, ma il design, caricaturale quanto basta, pare azzeccato e il trailer presenta una buona dose di umorismo; di sicuro un titolo da tenere d’occhio.

La scena però, viene rubata subito dopo da Battlefield 3, probabilmente il gioco più atteso di tutta la line-up EA. Il nuovo engine Frostbite 2 mostra i muscoli come neanche un culturista al concorso per Mr. Olympia, ma con la stessa grazia e fluidità di una campionessa di pattinaggio sul ghiaccio. Vengono mostrate sequenze di un conflitto nel centro di Parigi e dopo un’esaltante trailer video, Karl-Magnus Trodesson, game designer di DiCE, fa partire un live demo dalla versione PC, ambientata nel deserto mediorientale. La profondità di campo è impressionante, come qualsiasi altro dettaglio sulla scena, dalle esplosioni all’effetto della lente della telecamera. Assistiamo solo a una breve sessione a bordo di un carroarmato, ma basta a farci salire il livello di salivazione che dovremo cercare di contenere almeno fino a settembre, quando partirà una open beta multipiattaforma, mentre il gioco finito è previsto per il 25 ottobre di questo anno.

E qui si conclude la conferenza EA, al momento una delle più frizzanti di questo E3 2012. Senza troppi fronzoli ma con tanti contenuti di grande spessore. Nei prossimi giorni cercheremo di approfondire singolarmente ogni argomento. Continuate a seguirci!


Commenti

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!