Electronic Entertainment Expo 2011

Electronic Entertainment Expo 2011 Vai al forum Aggiungi alla collezione

Hardware

Sonic Generations sarà lanciato su PS3, Xbox 360 e Nintendo 3DS. Mario e Sonic ai Giochi Olimpici di Londra 2012 sarà diponibile su Wii e 3DS. Binary Domain e Anarchy Reigns saranno invece disponibili su Xbox 360 e PS3.

Multiplayer

Sonic Generations non disporrà di una modalità multigiocatore. Binary Domain, Anarchy Reigns e Mario e Sonic ai Giochi Olimpici di Londra 2012 offriranno invece diverse modalità multigiocatore sia cooperative che competitive.

Modus Operandi

Abbiamo assistito a quattro presentazioni di circa 30 minuti l'una nel corso del recente E3.

Link

Eyes On

Quattro salti nel mondo Sega

Porcospini blu, spirito olimpico e un baffuto idraulico...

di Marco Ravetto, pubblicato il

Oltre al classico stand nello showfloor, in cui una gigantesca statua di Sonic era circondata da spazi dedicati a tutte le prossime uscite, Sega era presente all’E3 di Los Angeles anche con uno spazio riservato esclusivamente alla stampa, in cui si susseguivano ogni mezz’ora le presentazioni di alcuni titoli. Ecco le nostre impressioni su quanto abbiamo visto.

SONIC GENERATIONS

La presentazione di Sonic Generations ha confermato tutte le informazioni già disponibili (due versioni per ogni livello, ambientazioni tratte da episodi precedenti, meccaniche di gioco classiche) e ci ha portato per la prima volta in un nuovo stage, City Escape, che gli appassionati della serie ricorderanno da Sonic Adventure 2 per Dreamcast. Dopo aver ribadito che l’intenzione del team di sviluppo è quella di celebrare il ventennio di Sonic con un gioco capace di riunire tutte le caratteristiche della serie, Takashi Iizuka (producer di Sonic Generations) ha lanciato il porcospino blu in una folle corse tra strade e grattacieli, inseguito da un enorme autoarticolato. Il nuovo livello ha subito un percorso inverso rispetto a Green Hill Zone e, oltre a mantenere la sua versione originale tridimensionale, è stato trasformato in un canonico platform bidimensionale. Entrambe le versioni hanno mostrato una notevole velocità, una buona cura delle ambientazioni e una giocabilità in linea con i precedenti capitoli della serie: nessun clamoroso stravolgimento, anche se alcune trovate ci hanno colpito positivamente.

Sonic Generations: Ogni livello di gioco sarà disponibile in due versioni: classico e moderno - Sonic Generations
Sonic Generations: Ogni livello di gioco sarà disponibile in due versioni: classico e moderno

È infatti interessante come è stato gestito il passaggio della sequenza di inseguimento dal 3D al 2D: nella versione “classica”, il camion non insegue direttamente Sonic, ma si muove in background e appare a intervalli regolari per distruggere elementi del fondale e cercare di colpire il protagonista, con spostamenti che avvengono tramite una scansione temporale ben precisa. Come conseguenza di questo fatto, accelerando o rallentando la propria corsa si disporrà di diverse strade a seconda che il proprio passaggio avvenga prima o dopo quello dell’autoarticolato. L’inserimento di elementi di questo genere, capaci di modificare in corso d’opera un livello, potrebbero fornire un pizzico ulteriore di varietà e spezzare l’eccessiva linearità di alcune sequenze.
Infine, senza sbilanciarsi troppo sul numero di livelli presenti, Takashi Iizuka ha sottolineato come la scelta delle ambientazioni sia avvenuta anche basandosi sulle preferenze degli appassionati e come, trattandosi di un evento celebrativo, in Sonic Generations potremo incontrare diversi componenti del ricco cast di supporto che ha accompagnato il porcospino blu in questi primi venti anni di attività.

MARIO & SONIC AI GIOCHI OLIMPICI DI LONDRA 2012

Dopo gli ottimi risultati di vendita dei titoli dedicati alle Olimpiadi estive e invernali di Pechino e Vancouver, Sega ha deciso di riproporre la medesima formula anche per quanto riguarda le Olimpiadi di Londra 2012. Mario, Sonic e l’allegra combriccola che li accompagna da anni nelle loro avventure saranno quindi impegnati in una vasta gamma di eventi, alcuni (pochi) completamente originali, altri ripresi e parzialmente modificati rispetto ai predecessori. Delle quattro nuove discipline presenti, ovvero calcio, badminton, equitazione e ginnastica ritmica, abbiamo potuto vedere all’opera solamente quest’ultima in una breve demo. La struttura di gioco, come da tradizione per la serie, è piuttosto semplice e richiede l’esecuzione con il giusto tempismo dei movimenti indicati su schermo con il Wiimote: la nostra impressione è che sia molto più divertente assistere alla performance di un altro giocatore piuttosto che esserne i protagonisti.

Mario & Sonic: L'equitazione sarà una delle quattro nuove discipline presenti in Londra 2012 - Sonic Generations
Mario & Sonic: L'equitazione sarà una delle quattro nuove discipline presenti in Londra 2012

Confermati anche i “Dream Games”, minigiochi che trasportano le discipline olimpiche nel mondo di Mario e Sonic stravolgendone le regole e trasformandole in qualcosa di completamente diverso rispetto all’originale. Il salto in lungo, per esempio, si svolgerà tra le nuvole di un ambientazione che sembra essere fuoriuscita direttamente da Yoshi’s Island e costringerà i giocatori a sfruttare le nuvole stesse come trampolini per percorrere la distanza maggiore, evitando di cadere o di essere colpiti dagli ostacoli presenti. In prospettiva, alcuni Dream Games sembrano avere più potenziale rispetto alle discipline originali, visto che potrebbero offrire una maggiore varietà di situazioni.
La parte finale della presentazione è stata dedicata a un’altra novità di Mario & Sonic ai Giochi Olimpici di Londra 2012, un vero e proprio board game virtuale ambientato tra le strade della capitale inglese. La presenza di semplici sfide tutti contro tutti e prove di coppia (come un classico inseguimento a guardie e ladri) ha confermato ulteriormente come la volontà di Sega sia quella di puntare decisamente sul multigiocatore, lasciando al single player un ruolo a dir poco marginale.


Commenti

  1. Mdk7

     
    #1
    Anarchy mi ha particolarmente deluso.
    Già mi convinceva pochino sulla carta, ed anche pad alla mano l'impressione è stata effettivamente un po' così.
    Sembra proprio un progettino cheap da morire, ha un che di gioco online coreano nelle dinamiche. :P

    Non dico che faccia schifissimo eh, per carità... ma non è un prodotto che mi aspetto dai Platinum (sia in senso tecnico che ludico).
  2. bibbi 76

     
    #2
    Binary Domain e speruma il seguito di Bayo, del resto fotte men che 0.
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!