Genere
Picchiaduro
Lingua
ND
PEGI
16+
Prezzo
€ 69,99
Data di uscita
22/10/2010

EA Sports MMA

EA Sports MMA Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
EA Sports
Sviluppatore
EA Tiburon
Genere
Picchiaduro
PEGI
16+
Data di uscita
22/10/2010
Data di uscita americana
19/10/2010
Giocatori
2
Prezzo
€ 69,99
Formato Video
HDTV
Formato Audio
Surround 5.1

Lati Positivi

  • Profondità e immediatezza bilanciate
  • Tecnicamente più che discreto
  • Parte online ben sviluppata
  • Grande atmosfera

Lati Negativi

  • Qualche semplificazione di troppo
  • Nessuna localizzazione
  • Troppi caricamenti

Hardware

Sono richiesti una console PlayStation 3, un controller compatibile e almeno tre gigabyte di spazio libero su disco fisso per l'installazione. Il gioco è disponibile anche su Xbox 360.

Multiplayer

Se abbiamo accesso a Internet e un account PlayStation Network, possiamo sfidare altri giocatori via incontri singoli, interi campionati o sfide personalizzate. Sulla Rete possiamo anche pubblicare i nostri highlight o prendere parte a "main event" trasmessi e visibili a tutti gli utenti collegati.

Link

Recensione

Arti marziali miste per tutti

EA Sports entra nel ring dei picchiaduro seri.

di Alessandro Martini, pubblicato il

Parlare di combattimenti realistici in un videogioco è piuttosto coraggioso, ma è anche innegabile che grazie alla potenza dell'hardware e ai progressi tecnologici serie come Fight Night o il recente UFC abbiano raggiunto livelli di somiglianza alla realtà davvero molto elevati. Dopo aver dominato la boxe, per non lasciare le discipline di combattimento alla concorrenza, EA Sports fa il suo esordio nel mondo delle arti marziali miste.

gli scacchi con qualche cerotto in più

Il gioco sviluppato dagli studi EA Tiburon, in Florida (noti per la serie Madden) si pone a metà tra il realismo senza compromessi del rivale Ultimate Fighting Championship e la semplicità arcade di un Tekken qualsiasi.
Più realistico di un semplice picchiaduro, non è così ermetico e complicato a livello di struttura da richiedere ore e ore di allenamento, un aspetto senz'altro positivo per chi è fan di questo sport ma non vuole preparare un esame di laurea. Sul fronte single-player, possiamo imparare controlli e meccaniche nell'allenamento, affrontare qualche incontro veloce (scegliendo categoria di peso, ambientazione e così via) oppure dedicarci alla carriera, il vero cuore del gioco. Come sempre, si parte dall'editor di personaggi che rispecchia altre serie targate EA Sports recuperando Photo Game Face (per usare immagini vere come base dei volti) e tutte le opzioni ormai note per la modifica del nostro alter-ego. Una volta scelti tratti somatici, vestiario e tatuaggi, si passa allo stile di lotta e alle movenze pre/post incontro: animazioni di entrata, esultanze e musica di accompagnamento. Completata la procedura, iniziano gli allenamenti nella palestra dell'ex-lottatore Bas Rutten, trainer d'eccezione e guida in linea per tutto ciò che interessa le meccaniche di gioco. Superato (o saltato direttamente) l'immancabile tutorial, parte la carriera vera e propria con una serie di incontri nelle leghe minori americane.

paese che vai, mazzate che trovi

La dinamica di avanzamento della stagione è molto semplificata: via cellulare (simulato, naturalmente), riceviamo notizie e avvisi su avversari e incontri, mentre nella palestra ci dedichiamo a migliorare il nostro campione. L'allenamento può avvenire in diretta, eseguendo una serie di combo nel minor tempo possibile, oppure affidandolo al computer. I più metodici possono anche sfidare uno sparring partner che imita le tecniche del prossimo avversario, così da evitare (o almeno limitare) le figuracce prima del tempo.
Degna di nota la possibilità, sbloccata avanzando nelle gare, di recarsi in altre palestre in tutto il mondo per imparare nuove tecniche e mosse speciali in base al nostro stile di lotta. Se siamo più vicini alla boxe, un viaggetto in Inghilterra e qualche insegnamento dell'apposito trainer ci sarà utile, mentre una gita asiatica, e qualche calcio in compagnia, sarà un toccasana per la nostra kickboxing.
Da notare che nella carriera tutto ha un costo e che quindi dobbiamo essere abili ad ammassare il giusto numero di vittorie e premi in denaro, altrimenti l'accesso a molte funzioni resta bloccato. Nell'arco della stagione, si sviluppano anche le rivalità con gli altri atleti con tanto di finto blog che segue le nostre gesta, purtroppo solo in Inglese come il resto del gioco (comprese le indicazioni per peso e altezza, cioè piedi e libbre in classico stile USA).

il vero palcoscenico è sulla rete

Se il lato offline non abbonda di opzioni e modalità, quello online è invece più sviluppato rispetto alla media del genere picchiaduro. Possiamo infatti condividere gli atleti creati nell'editor o scaricare quelli di altri giocatori, prendere parte a interi campionati (suddivisi per cinture, pesi, regole e così via) nonché auto-promuovere i nostri incontri. Pubblicando in Rete gli highlight dei nostri match, è infatti possibile essere "notati" dalla community e organizzare incontri che vengono trasmessi in diretta via Internet.
Perché tutto funzioni al meglio, è ovviamente richiesto l'avversario giusto e sopratutto le giuste condizioni del collegamento, ma nei nostri test pre-lancio (tenuti da EA direttamente tra stampa e sviluppatori) non si sono evidenziati particolari imprevisti. Gli incontri, pur con una velocità lievemente inferiore al gioco offline, si svolgono tranquillamente anche sulla Rete e la varietà di competizioni è tale che chi guarda sopratutto al multiplayer difficilmente rimarrà deluso. Unico neo le attese per i caricamenti, comuni alla parte single-player: si va da un minimo di trenta secondi a quasi un minuto tra la scelta del lottatore e l'effettivo inizio dell'incontro.

stick analogico o classici pulsanti?

Usando le levette, si ha maggiore creatività nello stile di lotta ma anche un certo ritardo nei comandi, mentre i classici tasti risultano (o danno l'impressione di essere) più immediati per chi preferisce i picchiaduro tradizionali. Qualunque sia la scelta, il gioco fa di tutto per punire i "martellatori" riuscendoci abbastanza bene. Premendo a casaccio i tasti si ottiene soltanto l'esaurimento della stamina (meglio nota come resistenza) e l'affaticamento del nostro lottatore, che rimane più esposto agli attacchi. Per vincere, è necessario dosare bene i colpi, capire quando battere in ritirata e saper osservare le movenze dell'avversario, avendo la prontezza di unire combo e contromosse in pochi secondi. Come da copione per le arti marziali miste, le fasi critiche dell'incontro si svolgono nelle prese a terra e nelle serie rapide di colpi, possibilmente vicino alle pareti del ring.
In queste fasi, il gioco simula discretamente la complessità e varietà di soluzioni disponibili ai veri lottatori, malgrado molte tecniche siano fin troppo simili tra loro. Una semplificazione che emerge anche nella dinamica di certe mosse e movenze dell'atleta, divise tra boxe, wrestling e arti marziali ma che non approfondiscono le differenze esistenti nelle singole discipline. In ogni caso, il realismo del match resta elevato sopratutto sul lato estetico, con una grafica di buon livello sopratutto per quanto riguarda animazioni e inquadrature, che raggiunge vette insperate nelle fasi introduttive all'incontro. La riproduzione di pubblico e arene, nonché illuminazione e audio che li accompagnano, risulta infatti eccellente e crea un'atmosfera perfetta per calare il giocatore nel vivo del combattimento.

Voto 4 stelle su 5
Voto dei lettori
L'ultima fatica degli studi EA Tiburon è un buon punto d'inizio per la nuova avventura di Electronic Arts nel settore delle arti marziali miste: un gioco per appassionati che offre molte soddisfazioni anche ai profani di questa disciplina. Sopra la media come realizzazione tecnica, necessita di più opzioni sul lato single player, per quanto la carriera sia già ben sviluppata e interessante. In ambito realizzazione, non sarebbe stato male poter leggere almeno i testi nella nostra lingua e incontrare meno caricamenti, con ben tre gigabyte di installazione obbligata. Malgrado qualche piccola indecisione, EA Sports MMA è comunque un titolo consigliato a chi, amando i picchiaduro, cerca qualcosa di più realistico ma non vuole perdere troppe ore a imparare comandi, mosse e regole degli incontri.

Commenti

  1. Rinascimento78

     
    #1
    Ottima recensione, aleZ! Solo una domanda: Come lo "vedi", se confrontato direttamente con UFC Undisputed 2010? :)
  2. Rinascimento78

     
    #2
    Però mi sembra alquanto "scandaloso" che EA continui a non tradurre questi suoi giochi di combattimento! Porco diavolo, THQ non ci ha pensato due volte a tradurre tutti i sottotitoli in italiano (e bene)... ora, l'inglese lo leggo come l'italiano e bon, ma non vedo perchè non tradurre quattro cavolo di righe di testo (con tutti i miliardi che hanno)! 8-(
    Qualcuno sa dirmi quante e quali discipline sono state inserite in questo gioco? Pare (pare) che non siano state molto differenziate, "visivamente" parlando... è vero? :\
  3. aleZ

     
    #3
    concordo sulla traduzione, rispetto a UFC è più semplice ma anche più vario: muay thai, wrestling, kickboxing, boxe, vale tudo più le variabili che ti fai da solo girando vari posti nella carriera. La parte online è quasi meglio del singolo, inoltre. Poi come detto nel pezzo le approssimazioni ci sono e ogni tanto dan pure fastidio, tipo tizi di 200Kg agili con i calci manco fossero Ken(shiro) però nel complesso non rovinano affatto il gameplay
  4. El_Maria

     
    #4
    Giusto per curiosità, c'è da qualche parte una lista con gli atleti che sono stati inclusi nel gioco (oltre immagino a Fedor e Couture).
  5. utente_deiscritto_35795

     
    #5
    El_Maria ha scritto:
    Giusto per curiosità, c'è da qualche parte una lista con gli atleti che sono stati inclusi nel gioco (oltre immagino a Fedor e Couture).
     Beh,nelle foto si vedono anche Ubereem,Shields,Miller e Lashley
    Probabile che ci sia tutta la gente di Strikeforce tipo i Diaz,Werdum,Jacare,Mousasi,Melendez,Mo,Rogers,Barnett,Sylvia ecc ecc

    Vabbeh che tanto io sti picchiaduro-simulatori li evito come la peste :DD
    Intanto speriamo che sabato le cose vadano come devono andare: YES WE CAIN :D
  6. El_Maria

     
    #6
    gek ha scritto:
    Beh,nelle foto si vedono anche Ubereem,Shields,Miller e Lashley
    Probabile che ci sia tutta la gente di Strikeforce tipo i Diaz,Werdum,Jacare,Mousasi,Melendez,Mo,Rogers,Barnett,Sylvia ecc ecc
    Vabbeh che tanto io sti picchiaduro-simulatori li evito come la peste :DD
    Intanto speriamo che sabato le cose vadano come devono andare: YES WE CAIN :D


    Pure a me non sono mai piaciuti i titoli sportivi in generale.

    Stavo pensando però, soprattutto contando che molti spesso e volentieri guardano più alle licenze che non al gioco in se, con solo il roster Strikeforce, la scelta potrebbe essere povera da questo punto di vista.

    OT: War Cain WAR!!! :DD
  7. Rinascimento78

     
    #7
    El_Maria ha scritto:
    Giusto per curiosità, c'è da qualche parte una lista con gli atleti che sono stati inclusi nel gioco (oltre immagino a Fedor e Couture).
      http://www.easports.com/mma/blog/entry/title/new-ea-sports-mma-weight-class-annouced
    Senza contare che, grazie ai CAFs scaricabili, presto ci saranno pure tutti quelli dell'UFC! :rolleyes:
  8. El_Maria

     
    #8
    Rinascimento78 ha scritto:
    http://www.easports.com/mma/blog/entry/title/new-ea-sports-mma-weight-class-annouced
    Senza contare che, grazie ai CAFs scaricabili, presto ci saranno pure tutti quelli dell'UFC! :rolleyes:


    grazie ;)
  9. Rinascimento78

     
    #9
    El_Maria ha scritto:
    grazie ;)
      Figurati! :DD Giusto per restare in tema, date uno sguardo a questo Brock Lesnar:
    - http://www.youtube.com/watch?v=c0OWZAARVIE&feature=player_embedded
    Sinceramente, da grande appassionato di questo sport e dello splendido UFC 2010, non so se prenderò questo MMA... ho paura che gli manchi la "sostanza", non so se mi spiego. Il "contorno", però, sembra esserci tutto eccome! ;)
  10. El_Maria

     
    #10
    Rinascimento78 ha scritto:
    Figurati! :DD Giusto per restare in tema, date uno sguardo a questo Brock Lesnar:
    - http://www.youtube.com/watch?v=c0OWZAARVIE&feature=player_embedded
    Sinceramente, da grande appassionato di questo sport e dello splendido UFC 2010, non so se prenderò questo MMA... ho paura che gli manchi la "sostanza", non so se mi spiego. Il "contorno", però, sembra esserci tutto eccome! ;)


    Clich e lotta a terra non mi paio fatti male, anzi. Le parti in piedi invece sembrano decisamente più arcade, soprattutto il movimento dei due fighter.
Continua sul forum (16)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!