Genere
Gioco di Ruolo
Lingua
Inglese
PEGI
12+
Prezzo
64,90 Euro
Data di uscita
7/9/2006

Enchanted Arms

Enchanted Arms Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Ubisoft Entertainment
Sviluppatore
From Software
Genere
Gioco di Ruolo
PEGI
12+
Distributore Italiano
Ubisoft Italia
Data di uscita
7/9/2006
Lingua
Inglese
Giocatori
2
Prezzo
64,90 Euro

Lati Positivi

  • Sistema di combattimento interessante
  • Molti mostri da collezionare
  • Longevità apprezzabile

Lati Negativi

  • Trama lineare e assenza di originalità
  • Sistema di incontri casuali opprimente e obsoleto
  • Colonna sonora deludente

Hardware

Per giocare serve una console Xbox 360 europea, un joypad e una confezione originale del gioco. Sono supportati i salvataggi su hard disk o Memory Unit (1084 KB richiesti). Sono supportate inoltre le modalità video HDTV 480p / 720p / 1080i.

Multiplayer

Tramite Xbox Live è possibile sfidare altri giocatori in battaglie a turni utilizzando i Golem raccolti durante la modalità principale di gioco.

Link

Recensione

Quanti guai per un braccio maledetto!

Classica azione fantasy giapponese su una console "next gen".

di Stefano Castelli, pubblicato il

L'onore di pubblicare il primo Gioco di Ruolo giapponese per console di nuova generazione spetta a From Software. Enchanted Arms è un classico "JRPG", sulla falsariga di pietre miliari come Final Fantasy o Dragon Quest, un concentrato di quasi tutti gli elementi tipici di questo genere di giochi.

GROSSO GUAIO A YOKOHAMA CITY

La trama di Enchanted Arms inizia con una premessa tanto classica quanto efficace: un gruppo di amici d'infanzia (condito da un inedito spruzzo di amore omosessuale) che studia presso un'università di incantatori nella città futuristica di Yokohama entra in contatto con una terribile minaccia proveniente dall'antichità. I tragici eventi che scaturiranno da questo evento porteranno il protagonista Atsuma a prendere coscienza del grande potere insito nel suo braccio destro e lo spingeranno a intraprendere un viaggio ricco di decisioni difficili e incontri pericolosi. La trama si sviluppa dunque in modo molto lineare, impegnando il giocatore ad esplorare numerosi ambienti tridimensionali interagendo in modo assai limitato con fondali e personaggi. Le nostre "passeggiate" saranno continuamente interrotte da incontri casuali con i numerosi nemici che animano il gioco, dando vita agli immancabili combattimenti. Le battaglie sono gestite da un interessante sistema a turni che richiede al giocatore di spostare i componenti del "party" su una griglia di dodici caselle: attacchi ed abilità speciali hanno ciascuno uno specifico raggio d'azione e richiedono dunque una certa tattica per essere sfruttate al meglio. A parte la peculiarità tattica del campo di battaglia, i combattimenti in Enchanted Arms si basano su un classico sistema a turni e includono praticamente tutti gli elementi tipici che ci si aspetta di trovare in un Gioco di Ruolo post-Final Fantasy VII: evocazioni, super-mosse speciali, attacchi concatenati e altro ancora.

NEXT-GEN A METÀ

La crescita dei nostri personaggi avviene tramite l'accumulo dei punti-esperienza e la spesa dei punti-abilità, utili per apprendere nuove mosse o capacità speciali, nonché per aumentare gli immancabili "punteggi" (attacco, resistenza, abilità e altro ancora).
Un aspetto interessante del gioco è la presenza dei Golem, creature artefatte disponibili in circa un centinaio di varianti. Ce n'è per tutti i gusti da quelle simil-Pokémon (animaletti, mostriciattoli) ai robot giganti, dai mostri più classici a creature uscite da un libro fantasy. I golem possono essere "costruiti" tramite appositi oggetti e inseriti nel nostro gruppo: sono in grado di accumulare esperienza proprio come i personaggi principali e rappresentano dunque un'importante fonte di appoggio in battaglia, specie considerando che i più rari di loro eguagliano in potenza i nemici più temibili. Inoltre i Golem possono essere utilizzati nella speciale modalità online del gioco e spediti in battaglia contro quelli di altri utenti di Xbox Live: un'aggiunta simpatica che può spingere i giocatori a rispolverare il gioco anche dopo averlo portato a termine.
La resa grafica del gioco lascia globalmente a desiderare, considerando le potenzialità di Xbox 360: salvo alcuni effetti visivi di buon livello e l'ovvia presenza dell'alta risoluzione, Enchanted Arms sembra un videogame proveniente dalla scorsa generazione di console, riadattato per funzionare sulla nuova macchina di Microsoft. Ancora maggiormente delude l'accompagnamento sonoro, che arranca scena dopo scena senza mai concedere musiche di gran pregio. I puristi apprezzeranno però la presenza del doppio audio per i dialoghi (inglese e giapponese). Gameplay, trama e longevità di attestano invece su livelli soddisfacenti, così come lo sviluppo dei personaggi, abbastanza stereotipati ma comunque ben definiti: gli amanti dei Giochi di Ruolo giapponesi di stampo classico hanno trovato una buona occasione per impiegare una quarantina di ore uccidendo nemici, collezionando mostri e assistendo a qualche pregevole sequenza narrativa.

Voto None stelle su 5
Voto dei lettori
Pur rimandendo lontano dalle soglie dell'eccellenza assoluta e presentando una realizzazione tecnica zoppicante per la console che lo ospita, Enchanted Arms si rivela un Gioco di Ruolo giapponese discreto, capace di intrattenere chi apprezza questo stile di videogame. Non c'è traccia alcuna di originalità, né nel sistema di gioco, né nelle vicende narrate, tuttavia il filo rosso di coerenza che tiene uniti gli eventi assieme a un sistema di combattimento interessante ne fanno un gioco tutto sommato godibile. Chi invece aspetta un primo vero JRPG "next-gen" (soprattutto dal punto di vista tecnologico) farà bene ad attendere altro.