Genere
Guida
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
3+
Prezzo
€ 69,90
Data di uscita
22/9/2011

F1 2011

F1 2011 Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Codemasters
Genere
Guida
PEGI
3+
Data di uscita
22/9/2011
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
16
Prezzo
€ 69,90
Intervista

Tra classico e avveniristico

L'opinione di Jeal sulle nuove periferiche e su un eventuale ritorno al passato.

di Stefano F. Brocchieri, pubblicato il

Videogame.it: Volante e pedaliera sono il corredo di ogni buon pilota virtuale. Quali sono le periferiche di guida supportate da F1 2011 oltre al classico joypad?

Paul Jeal: Praticamente tutte (sorride, NdR). Chiaramente sarà supportato il pad, ma sviluppiamo principalmente con il volante in mente. Negli ultimi nove mesi ci siamo concentrati su un modello specifico ogni due settimane, per cui abbiamo speso un sacco di tempo per garantire il pieno supporto di molti prodotti: Thrustmaster, Logitech, Fanatec saranno tutti ben supportati. La situazione su Xbox 360 è un po’ più frustrante, per via del fatto che non ci sono tutti questi modelli in circolazione e in ufficio abbiamo svariati ragazzi che sono fan di questa console. Io stesso amo molto l’esperienza offerta da Xbox Live, ma non c’è paragone con le periferiche disponibili su PlayStation 3. Per gli appassionati di guida su questa piattaforma c’è da sperare che le cose migliorino nel prossimo futuro.

Videogame.it: Cosa ne pensi dell’idea di usare Kinect in un gioco di guida?

Paul Jeal: Le nuove tecnologie sono sempre interessanti. Ma se parliamo di Kinect usato all’interno della gara vera e propria, per me MAI NELLA VITA (e avreste dovuto vedere lo sguardo con cui l’ha detto… NdR). Bisogna sentire quello che sta facendo la macchina, e in quel modo (alza le braccia in aria, tenendo un volante fittizio tra le mani, NdR) non è possibile. Si può usare per rendere più coinvolgente o comodo muoversi tra i menu o in situazioni di contorno, come nel paddock.

Videogame.it: Uhm, e l’headtracking?

Paul Jeal: Mah, abbiamo studiato a lungo software di headtracking per PC e quando si usano soluzioni a tre monitor si è rivelato effettivamente valido. Il problema è quando lo implementi su un solo display (comincia a girare lentamente la testa, tenendo gli occhi fissi davanti a lui, in un siparietto che non sarebbe stato male in Arancia Meccanica, NdR)… come la vedi?

Videogame.it: Terribile!

Paul Jeal: Esatto, secondo me non è praticabile.

Paul non è apparso molto convinto dell'apporto di certe tecnologie ai giochi di guida - F1 2011
Paul non è apparso molto convinto dell'apporto di certe tecnologie ai giochi di guida

Videogame.it: Il pilota di Formula 1 Anthony Davidson vi ha aiutato nella realizzazione di F1 2010, vi sta aiutando anche per il 2011?

Paul Jeal: Sì, certamente. Ci ha dato del feedback assolutamente prezioso durante la prima parte dello sviluppo del gioco: niente che abbia stravolto il nostro modello di guida base, ma un sacco di dati grazie a cui rendere molto meglio le differenze tra la miglior macchina sulla griglia di partenza e la peggiore, in termini di grip meccanico, di grip aerodinamico e altre sfumature. E dopo aver aggiustato il gioco in base ai suoi consigli abbiamo effettivamente constatato che con le varie auto i tempi si avvicinavano a quelli delle loro controparti reali.

Videogame.it: Ormai sembra esserci più elettronica nella auto reali che in quelle dei videogiochi! Quali sono le difficoltà nel ricreare in un gioco qualcosa che nella realtà ha già molto di “finto”?

Paul Jeal: Domanda interessante, in effetti. L’anno scorso avevamo chiesto ai team un po’ di dati, telemetrie e cose del genere, e non si sentivano così “sicuri” delle informazioni che ci avevano fornito. Quest’anno sono stati meno sulla difensiva, hanno collaborato più apertamente con noi, seguendoci di più. Penso che la parte più difficile per noi sia doverci rivolgere a gente che non “comprende” la Formula 1. Come fai a spiegare loro il DRS, per esempio, la novità di quest’anno? Lo puoi usare dove ti pare durante le qualificazioni, in gara solo al terzo giro, solo se l’asfalto è asciutto, solo se sei a un secondo dalla macchina davanti, solo in certe zone… Insomma, sono già piuttosto complesse le regole tracciate dal FOM, nella realtà, ma essendo il nostro obiettivo quello di restituire un’esperienza più autentica possibile agli appassionati di questo sport, non possiamo di certo non rispettarle. Al tempo stesso, dobbiamo però fare in modo che siano assimilabili anche dai giocatori meno fanatici di Formula 1, ed è qui che risiede per noi la sfida più grossa.

Jeal è stato piuttosto schietto sul rapporto tra aspirazioni creative e realtà di mercato, no? - F1 2011
Jeal è stato piuttosto schietto sul rapporto tra aspirazioni creative e realtà di mercato, no?

Videogame.it: A quando un gioco difficile, appassionante e intenso come GP Legends? Stante quel che ci dici non arriverà mai più…

Paul Jeal: Sì, è difficile, molto. Quando molte società con un brand automobilistico fanno ricerche, il grosso dei feedback che ricevono a proposito dei loro giochi sono del tipo “è troppo difficile”, “è troppo lungo”, “è troppo complesso”. Un genere di opinioni che non ti fanno venire molta voglia di realizzare un titolo simile, dato che a quanto pare non sembra esserci molta gente interessata. Ed è qualcosa che a noi piacerebbe un sacco, caspita, siamo appassionati di giochi di guida, vorremmo realizzare un gioco il più hardcore possibile. Poi ci sono da considerare altri aspetti, come la pirateria: su PC Grand Prix 3 di Geoff Crammond avrà venduto quanto, uno, due milioni di copie? Oggi devi considerarti fortunato se ne fai 10.000. Bisogna insomma cercare una direzione “intelligente” al giorno d’oggi. Penso che la serie di Gran Turismo abbia fatto nel corso del tempo delle cose veramente giuste nel suo modo di presentarsi come “simulatore di guida definitivo”, non sono minimante spaventati dal proporsi con questo titolo. Un percorso simile vorremo intraprenderlo anche noi: se il gioco verrà ben accolto e venderà bene, e saremo dunque ancora qua (sorride, NdR), ci piacerebbe ampliare l’esperienza. Sì, anche in un modo che omaggi in un certo senso GP Legends, con auto classiche, magari Senna e Prost, cose di questo genere. Vedremo!


Commenti

  1. Salvatore Formisano

    #1
    Vedo che F1 2011 a Voi di nextgame non sia particolarmente "simpatico". Bella la foto di Paul Jeal, tanto da sembrare un fantoccio, poi il commento alla foto..........avete fatto giusto un paio di domande per evidenziare il lati negativi del gioco. Mah......
  2. Stefano Castelli

     
    #2
    Salvatore FormisanoVedo che F1 2011 a Voi di nextgame non sia particolarmente "simpatico". Bella la foto di Paul Jeal, tanto da sembrare un fantoccio, poi il commento alla foto..........avete fatto giusto un paio di domande per evidenziare il lati negativi del gioco. Mah......

    Appena possibile appronteremo un'intervista con le seguenti domande:
    "Ma quanto è bello bello il vostro gioco?"
    "Parlaci di come avete fatto a realizzare un gioco così bello?"
    "Qual è il tuo colore preferito?"
    e
    "Vi abbiamo già detto che il vostro gioco è bello?"

    A parte questo, a me pare un'intervista onesta che colpisce qualche nervo scoperto emerso dai precedenti incontri con F1 2011.

    Una domanda la faccio a te: In caso (ma giusto in caso, eh!) il gioco presentasse effettivamente le problematiche che sottolinea Teo nell'intervista tu preferiresti saperlo PRIMA dell'acquisto oppure no?
  3. GRFOCO

     
    #3
    Salvatore FormisanoVedo che F1 2011 a Voi di nextgame non sia particolarmente "simpatico". Bella la foto di Paul Jeal, tanto da sembrare un fantoccio, poi il commento alla foto..........avete fatto giusto un paio di domande per evidenziare il lati negativi del gioco. Mah......


    Ma magari!

    Ad averne sempre interviste così, che mettono davvero il naso nei punti sensibili dei giochi, piuttosto che sviolinate al pr di turno!!!
  4. Salvatore Formisano

    #4
    Naturalmente preferirei saperlo prima.......adesso rispondimi tu :

    Come mai siete gli UNICI che avete parlato male in sede di anteprima di questo gioco ? ....gli altri hanno tutti il "prosciutto sugli occhi".....

    Bella la foto di Paul che ci narra il suo passato videoludico.........ditemi che non è stata fatta apposta per sottolineare l'incapacità presunta di quest'uomo.......
  5. giopep

     
    #5
    GRFOCOMa magari!

    Ad averne sempre interviste così, che mettono davvero il naso nei punti sensibili dei giochi, piuttosto che sviolinate al pr di turno!!!
    Eh, appunto.

    Inoltre il commento di Salvatore mi sembra comunque fuori tiro: nella prima pagina ci sono sì un paio di domande che puntano il dito su alcuni problemi, ma fondamentalmente offrono l'opportunità per chiarire le cose. E poi di domande ce ne sono altre otto, in cui si parla anche d'altro, no?

    Quanto alla foto, mi sembra francamente normalissima e la didascalia fa riferimento al fatto che tutti gli studi che visita Brocchieri chiudono dopo breve tempo. :D
  6. GRFOCO

     
    #6
    Salvatore FormisanoNaturalmente preferirei saperlo prima.......adesso rispondimi tu :

    Come mai siete gli UNICI che avete parlato male in sede di anteprima di questo gioco ? ....gli altri hanno tutti il "prosciutto sugli occhi".....

    Bella la foto di Paul che ci narra il suo passato videoludico.........ditemi che non è stata fatta apposta per sottolineare l'incapacità presunta di quest'uomo.......


    Non è parlar male dire che un'auto può ribaltarsi 3 o 4 volte e poi continuare con lievi danni, è riportare la realtà delle cose.

    Come non è male dire che la I.A. è troppo aggressiva e mina l'esperienza di gioco.

    Tra l'altro son cose che l'intervistato stesso ha ammesso.

    E son cose che si leggono anche altrove, non solo su Next.



    Ora, semmai ,chiediamoci perchè altri parlano solo dei pregi del gioco nascondendone i difetti....
  7. giopep

     
    #7
    GRFOCONon è parlar male dire che un'auto può ribaltarsi 3 o 4 volte e poi continuare con lievi danni, è riportare la realtà delle cose.

    Sì, ma poi, oh, nell'anteprima viene detto chiaro e tondo che l'impostazione non è di realismo assoluto ma il gioco sembra valido, quindi davvero non capisco di che cacchio stiamo parlando. :)
  8. teoKrazia

     
    #8
    Salvatore FormisanoBella la foto di Paul che ci narra il suo passato videoludico.........ditemi che non è stata fatta apposta per sottolineare l'incapacità presunta di quest'uomo.......

    No, vuol dire che io porto sfiga:
    http://www.videogame.it/bionic-commando-ps3/90567/il-tocco-della-medusa-1.html
    http://www.videogame.it/earthworm-jim-4-ps3/91298/il-tocco-della-medusa-2.html
    http://www.videogame.it/blur-ps3/93884/il-tocco-della-medusa-3.html

    :)

    Quanto all'espressione, dimmi che non sei serio.
    Ho chiesto a Paul, che ho già incontrato diverse altre volte e come suo consueto si è rivelato gentilissimo, una foto, e in quella posa si è messo.
    Cos'ha che non va?
    A me ispira fiducia e trasparenza, e pare pure un bel ragazzo.
    Tu che mi dai l'idea di conoscerlo meglio di me potresti anche confermare, o no?
  9. Salvatore Formisano

    #9
    lascia perdere....rimango della mia opinione.
  10. teoKrazia

     
    #10
    Salvatore Formisanolascia perdere....rimango della mia opinione.

    Quindi che ho strumentalizzato a fini denigratori la figura di Paul?
    Mi spiace, ma è falso.
Continua sul forum (35)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!