Genere
Sparatutto
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
16+
Prezzo
54,90 Euro
Data di uscita
24/3/2004

Far Cry

Far Cry Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Ubisoft Entertainment
Sviluppatore
CryTek
Genere
Sparatutto
PEGI
16+
Distributore Italiano
Ubisoft Italia
Data di uscita
24/3/2004
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
32
Prezzo
54,90 Euro

Link

Intervista

Far Cry: intervista esclusiva al Lead Programmer!

Non solo lo sparatutto, ma in assoluto è il gioco più chiacchierato del momento e, fra meno di un mese e mezzo, potrebbe essere una devastante realtà pronta a invadere tutti i nostri PC. Stiamo ovviamnete parlando di Far Cry: prima del suo rivoluzionario avvento, fermiamoci ad ascoltare le parole di Marco Corbetta, Capo Programmatore della tedesca CryTek e soprattutto autore di tutte quelle meraviglie tecnologiche offerte da Far Cry che hanno già ammaliato tutto il mondo. Avete notato nulla?

di La Redazione, pubblicato il

Nextgame.it: A quale shooter storico (DOOM, Hexen, Quake, Duke Nuk'em...) sei più legato?

Marco Corbetta: Heretic! L'atmosfera presente in quel gioco, che risultava da una combinazione di level design e sonoro, la considero ancora oggi impareggiabile. Il mio gioco preferito di tutti i tempi comunque è Montezuma's Revenge su AtariXE. L'unico gioco dopo Heretic che mi è rimasto impresso per l'atmosfera e tensione creata è Undying, soprattutto grazie all'eccellente realizzazione della componente sonora, dei livelli e della storyline, anche se putroppo non ha avuto un grosso successo commerciale essendo un po' troppo "gore" per il mass-market.

Nextgame.it: Avviciniamoci alla conclusione: quali sono gli aspetti della tua creatura che maggiormente ti soddisfano e ti divertono?

Marco Corbetta: Dal punto di vista tecnico, come ho detto, la parte che più mi soddisfa è l'intera infrastruttura che permette con facilità di modificare il gioco. Due giorni dopo l'uscita della demo, sul forum di Ubi i giocatori già si scambiavano mini-mods per ottenere nuove armi, GUI, veicoli e anche nemici più potenti... Inoltre allo stato attuale trovo molto divertente giocare l'intero gioco, ed anche la parte multiplayer; infatti in passato non ho avuto tempo di giocarci molto...

Nextgame.it: Fin qui sembrerebbe tutto rose e fiori, ma qualche problema lo intravediamo anche per Far Cry: nella demo l'intelligenza artificiale degli avversari a volte latita. Siete coscienti di questo problema? Sarà risolto per l'uscita finale?

Marco Corbetta: Sì, la demo è servita per stuzzicare l'appetito e dare un assaggio di quello che sarà Far Cry. Ovviamente così come per il beta testing attuale in corso, anche la demo è servita a collezionare informazioni e opinioni dal pubblico, inclusi ovviamente i "bug report"; per questo siamo grati a tutte le persone che hanno giocato la demo e hanno espresso la loro opinione, qualunque essa sia, sul forum di Ubi.com. Abbiamo cercato di accontentare tutte le maggiori richieste e di fixare la maggior parte dei bug riportati.

Nextgame.it: Un breve scorcio sulle modalità multigiocatore: pensi che Far Cry saprà affermarsi in questo ambito? Quali sono i suoi punti di forza e d'interesse in multiplayer?

Marco Corbetta: La modalità multiplayer, che sarà supportata attivamente da Ubi.com, è una grande fonte di divertimento soprattutto per l'ambiente in cui ci si ritrova online a fraggare gli avversari; inoltre, l'uso di motoscafi, long range gameplay con sniperate a distanze chilometriche, differenti tipi di gioco e quantità di mod che possono essere creati con facilità, costituirà un'importante fonte di divertimento. Per meglio rendersi conto del funzionamento della modalità multiplayer, consiglio di scaricarsi alcuni dei video rilasciati sulla Rete.

Nextgame.it: Chiudiamo con un primo piano su di te. Dato il tuo ruolo potresti essere affiancato e paragonato a figure "mitiche" come John Carmack. Che pensieri, emozioni e sensazioni ti suscita un paragone del genere?

Marco Corbetta: Non mi sento ancora al livello di poter essere paragonato a John Carmack... Di John Carmack ce n'è uno solo, anche perché i bei tempi di DOOM, quando un gruppo di una decina di persone poteva ideare, realizzare e pubblicare un gioco da soli, addirittura come shareware, e pure guadagnandoci sopra, sono passati da un bel pezzo. Infatti avrei desiderato essere nato una decina d'anni prima, per magari aver avuto l'occasione di lavorare su Heretic ai tempi che furono...

Nextgame.it: A te l'ultima parola...

Marco Corbetta: Grazie per l'interesse verso Far Cry, saluti a Matteo Camisasca e a tutti i lettori di Nextgame.it! Ci si vede per un frag a Far Cry online ragazzi!