Father & Son

Father & Son

Come può inserirsi il videogioco nel rapporto tra genitori e figli? Ce lo raccontano un padre, noto sul nostro forum come DoctorGeo, e un giovane ragazzo, MiniGeo, attraverso esperienze vissute insieme a partire da quel giorno in cui il Dottore, il giocatore "grande", provò a ricollegare una vecchia console a un televisore...
Rubrica

Pirateria e ignoranza

Ovvero come prendere solenni fregature per scarsa conoscenza tecnica.

di DoctorGeo, pubblicato il

Il giorno dopo l’Igggnorante, ancora non sospettoso, andò in negozio a comprarne un altro, che stavolta funzionava benissimo. Per la verità notò che questo conteneva anche tutti gli altri fascicoletti, e la scatola aveva una colorazione leggermente diversa, ma non ci fece caso più di tanto.

E VAI DI POKÈMON SMERALDO

All’uscita di Pokémon Smeraldo egli lo prese immediatamente in giapponese, non sto neanche più a dirvi dove. Sempre lì. Perfetto, originalissimo, e lo giocò in attesa di prendere anche una copia americana di successiva uscita. Un bel giorno, però, vide che da un negozio di Hong Kong c’era già in vendita Smeraldo in inglese. Pensò si trattasse di un’anteprima, e lo comprò. Quando iniziò a giocare vide che il gioco (sempre arrivato con scatola smontata e con il manualetto striminzito) era solo parzialmente tradotto, con molte parole ancora in giapponese. Non si spiegò né domandò nulla, pensò fosse sempre un’anteprima, una specie di beta. Lo giocò, poi si prese il gioco USA originalissimo, quindi anche una copia in italiano. Anche stavolta l’Igggnorante era stato fregato e non sospettava nulla.

I POKÈMON AL TELEFONO!?!?

Questa è grossa. Ma veramente.
Nei primi anni post-2000, l’Igggnorante era pervaso dal trovare tutto ciò che aveva perso nel tempo, vecchi giochi Pokémon da recuperare, o di Zelda, o di Metroid. Non era ben informato sulle uscite, sulla cronologia e i titoli, quindi cercava a casaccio su Internet. Egli un bel giorno si imbatté in due giochi a lui sconosciuti, per Game Boy Color, che rispondevano al nome di Pokémon Jade e Pokémon Diamond. Accipicchia, mi mancano. Cercando su Internet non trovò altri rivenditori e li comprò per... 75 STERLINE INGLESI... Avete capito bene. I giochi arrivarono nella loro bella scatola di cartone, e lui iniziò il primo. Era un orribile incrocio di stile tra Zelda e Pokémon, mille volte peggio, in cui chiamavi i tuoi mostri con il cellulare. Una roba ridicola e vomitevole. Egli capì immediatamente di aver clamorosamente sprecato il suo denaro, quindi, informatosi bene e scoperta la fakeria della cosa, la segnalò immediatamente.

UN CLONE (quasi) PERFETTO.

L’Iggnorante dopo le fregature prese, essendo sì igggnorante ma non proprio cretino, imparò a difendersi da ulteriori truffe, studiando e approfondendo le sue conoscenze. Tuttavia, sempre dietro il solito stramaledetto angolo, come consuetudine, si nascondeva la madre di tutte le fregature.
Appassionatosi della saga di Dragon Quest, ordinò sul solito sito di aste una copia di Dragon Quest V, nuova ed incellofaanata. Venditore saturo di feed positivi, straniero orientale.
Arriva il gioco, perfetto incellofanato, insomma che devo dirvi? Perfetto. Inizia a giocare , con la prima ambientazione che è su di una nave. Parla con tutti, ottiene vari oggetti, ma non succede nulla. Riparla con tutti, esplora ogni angoletto della nave, ma nulla. “Mi sarà sfuggito qualcosa”, pensò, quindi cercò le soluzioni in Rete. La sorpresa fu grande nello scoprire che Square Enix aveva fatto in modo che nei giochi piratati la nave non attraccasse mai, con la conseguenza di non poter iniziare veramente il gioco.
Ma quanto mi sono incacchiato!
Sì, perché dato che sicurissimamente non lo avevate capito, perché io sono furbissimo, l’igggnorante sono io me e il figlio incolpevole è quel cefalo del Mini. Dopo ovviamente ho segnalato la cosa e mi sono comprato il gioco in negozio, ma veramente non volevo credere ai miei occhi. Era perfetto, incellofanato, con tutte le sue stampigliature.

LA MORALE FINALE

La conoscenza è la migliore arma. Mai cosa fu più vera. Uno come me, che ama solo i giochi originali, che li tiene esposti per coccolarseli, e che non da ultimo è fondamentalmente una persona che tenta di NON commettere reati, rifugge i giochi piratati come la peste. Se avessi “studiato” di più queste fregature non me le sarei pigliate, sicuramente. “Se la conosci la eviti”, sagge parole per uno come me che la pirateria la vuole evitare a tutti i costi. Il mio sconvolgimento deriva dall’ultimo episodio, il clone perfetto. Quello mi ha lasciato senza parole, ma con una speranza. Se esistono cloni perfetti in questo campo, magari ne esistono anche in altri, quindi ho la possibilità di trovare una come Claudia Schiffer o come una Belen quarantenne che non se la tiri nei confronti delle persone normali, e che mi regali ore di autentica passione.

Ma come sono messo?


Commenti

  1. DoctorGeo

     
    #1
    Tutto vero, tutto autentico. Ma ad oggi sono diventato smaliziato. Però ragazzi che fregature si pigliano a non essere eruditi.
  2. en3a

     
    #2
    DoctorGeo ha scritto:
    Tutto vero, tutto autentico. Ma ad oggi sono diventato smaliziato. Però ragazzi che fregature si pigliano a non essere eruditi.
     E se ti dicessi che..ehm..un mio amico...ha scoperto ora grazie a questo tuo spassoso articolo che i giochi del gameboy si possono copiare? :D
  3. Kimahri

     
    #3
    mmm domanda stupida: ma dragon quest 5 perché l'avete preso USA(che poi è quella tarocca)? A sto punto tanto valeva aspettare e prendere quella UK o meglio ancora quella completa italiana, dato che in teoria i giochi dovrebbero essere in entrambe le versioni in italiano.
    Comunque grazie per l'articolo, mai visti i giochi dei pokemon XD
  4. DoctorGeo

     
    #4
    Beh, per il fatto di poter copiare i giochi, se parlavo di un omicidio mi si poteva accusare di aver insegnato che la gente si può uccidere. Segnalare chi fa reati non significa insegnare che si possono fare, dal mio punto di vista, ma come difendersi. Per quanto concerne il discorso dell'acquisto USA, tendiamo a giocare i giochi in inglese primariamente, e poi, eventualmente, in italiano. Compro regolarmente dagli USA.
  5. Zeitgeist

     
    #5
    Bella Collezione di Plastica usata (devi esserne proprio fiero)...vai blaterando che "La pirateria è una piaga che affligge il nostro mondo e che provoca danni economici di grande rilevanza." (dati? fonti?) ma nn ti preoccupi minimamente del garbage in plastica che vai collezionando e dell'impatto che prima o poi avranno sul nostro pianeta...pero la pirateria fa male alle multinazionali...
    /salute
  6. DoctorGeo

     
    #6
    Zeitgeist ha scritto:
    Bella Collezione di Plastica usata (devi esserne proprio fiero)...vai blaterando che "La pirateria è una piaga che affligge il nostro mondo e che provoca danni economici di grande rilevanza." (dati? fonti?) ma nn ti preoccupi minimamente del garbage in plastica che vai collezionando e dell'impatto che prima o poi avranno sul nostro pianeta...pero la pirateria fa male alle multinazionali...
    /salute
     Ma per favore.
  7. Insert Coin

     
    #7
    :DD
  8. SixelAlexiS

     
    #8
    Zeitgeist ha scritto:
    Bella Collezione di Plastica usata (devi esserne proprio fiero)...vai blaterando che "La pirateria è una piaga che affligge il nostro mondo e che provoca danni economici di grande rilevanza." (dati? fonti?) ma nn ti preoccupi minimamente del garbage in plastica che vai collezionando e dell'impatto che prima o poi avranno sul nostro pianeta...pero la pirateria fa male alle multinazionali...
    /salute
    Scommetto che stò post l'hai scritto con la forza del pensiero :asd:
  9. defender

     
    #9
    SixelAlexiS ha scritto:
    Scommetto che stò post l'hai scritto con la forza del pensiero :asd:
      :DD
  10. evil_

     
    #10
    HAHAHAHA, e dopo il diritto al videogioco adesso anche la causa ambientalista :DD:DD:DD:DD:DD:DD:DD
Continua sul forum (36)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!