Father & Son

Father & Son

Come può inserirsi il videogioco nel rapporto tra genitori e figli? Ce lo raccontano un padre, noto sul nostro forum come DoctorGeo, e un giovane ragazzo, MiniGeo, attraverso esperienze vissute insieme a partire da quel giorno in cui il Dottore, il giocatore "grande", provò a ricollegare una vecchia console a un televisore...
Editoriale

La svolta finale

Si conclude il racconto.

di DoctorGeo & MiniGeo, pubblicato il

Dovete sapere che le postazioni di gioco mia e del MiniGeo sono affiancate: due divani letto distanti un metro, con ai lati i computer mio e del Mini, e davanti le scaffalature con le due batterie di console ed i televisori. Oggi ognuno di noi ha davanti a sé Wii, Play3 e 360, più, dalla mia postazione, una fila con tutte le retro. Nel 2009 comprai per il Mini la 360, che fu la prima console HD new age a varcare la soglia di casa. Ovviamente, mentre io giocavo sul mio TV e lui sul suo, spesso sbirciavo e, guarda un po’, a cosa giocava spessissimo? Halo 3. Uh che bello Halo 3. Finché una notte sognai Master Chief che mi prospettò, in caso non avessi iniziato a giocare alle sue avventure, di posizionarmi un fucile Brute in un luogo che immediatamente giudicai molto sconveniente. Ho pertanto detto a me stesso “BASTA, ADESSO” (cit. Grosso guaio a Chinatown) e mi son preso una bella Elite con la MIA copia di Halo 3. E fu amore, amore, amore. Ero boXaro con la X maiuscola. La sequenza fu: Halo 3, Reach (con cui HO PIANTO), ODST, Halo 1, Halo 2, ancora il 3 ad Eroica. Libidine massima. Poi.... Mass Effect 1 e 2 (mai visti giochi così), Timeshift, Singularity, i Gears of War... I Bioshock, ero diventato un NintenBoxaro PacioSparatuttoso. Che mix, ragazzi, ma mancava ancora qualcosa per creare il mostro finale, un DocVideoFrankestein terrificante.

Apro qui una parentesi sulla mia esperienza ed abilità nell'online, con Halo Reach.

Fatto.

La richiudo subito.

Fatto.

Bioshock. Claustrofobico, bellissimo, uno dei giochi con cui sono diventato un ometto - Father & Son
Bioshock. Claustrofobico, bellissimo, uno dei giochi con cui sono diventato un ometto
LATO OSCURO, SONO TUO

Gli sparatutto mi erano entrati nell’anima. Ma una notte, mi apparvero in sogno Akio Morita e Masaru Ibuka che tenevano Ken Kutaragi a manina, e lui piangeva. Mi accusarono di averlo fatto piangere perchè tenevo la PS3 acquistata mesi prima causa occasione irrinunciabile a prendere polvere invece di iniziare i Resistance e i Killzone. Mi dissero che avrei dovuto riparare subito al torto, altrimenti avrebbero fatto in modo di condizionarmi cerebralmente, per cui avrei provato il desiderio di giocare solo la serie di Giulia passione, con Fogman che, ancora sconvolto dal fatto di averne in passato dovuto recensire un capitolo, nel mentre mi avrebbe frustato selvaggiamente con un cavo component a nove code, originale Sony placcato oro. Chiaramente il giorno dopo avevo già iniziato Resistance. E fu amore amore amore, ero Sonaro Sonaro con due esse maiuscole, ero sonaro dentro e fuori. Accoppare Chimera era diventata la mia prima attività. Finito l’uno, via col seguito... Quanto ho goduto! Poi, ovviamente, i Killzone UUUHHH, occhi rossi BANG BANG ZIP AAAAAAARRRRGGGHHHHHH!!!!!!!!!!!!! E pure gli Uncharted. Ovviamente, ma non approfondiamo perchè altrimenti diventa un romanzo, ho raccolto esperienze sparatutto anche su PSP e DS. Dato che i retaggi non si dimenticano, ero diventato un SoNinBoxaro Sparapaciocco DOC.

Si capisce che sono uno che se ne frega di nascondere i cavi? - Father & Son
Si capisce che sono uno che se ne frega di nascondere i cavi?

CHE ACCADRA’?

A cosa porterà questa evoluzione? Beh, il passo successivo per il quale non sono (FORSE) ancora pronto è un livello di SPLURCH e fifa superiore (fifa nel senso originario del termine, NO acronimo sportivo), alla Dead Space. Oppure un’ambientazione diversa dalla fantascienza, alla Call of Duty. Dopo però aver esaurito i fantascientifici in prima o terza persona non troppo paurosi e splatterosi. Sul forum ci sono tante splendide persone che mi consigliano, che ne sanno a pacchi e che hanno la mia riconoscenza (i miei coach). Staremo a vedere. Ad ogni età si possono imparare ad apprezzare cose nuove. Non è vero che uno i gusti non li cambia più, c’è sempre la possibilità di scoprire nuovi veicoli di divertimento, nuovi interessi: basta provare, ma provare a fondo. Fermarsi alla superficialità della prima impressione porta frequentemente a giudizi, se non sbagliati, comunque incompleti. Mi rendo conto che non è che non mi piacessero gli sparatutto, semplicemente non mi attiravano perchè ero immerso in altro, che istintivamente mi attraeva maggiormente. Nel momento in cui le mie console “di nascita” hanno avuto una pausa nella produzione di giochi per me “irrinunciabili”, mi son guardato intorno e ho scoperto mondi bellissimi che mi seguiranno nel mio cammino videoludico.
E, ragazzi, temo, dico temo, che la mia grande N per un pezzo non mi adulerà, vista la sua politica. Tanto è vero che il 3DS sta sullo scaffale alla grandissima, e i 500 euro che abbiamo da parte il Mini ed io, se continua così, andranno dritti dritti nella nuova PSP, una a testa. Poi, è ovvio, ci piglieremo anche il nostro ammmore nintendoso, ma adesso, ora, now, NAH. Adesso, dopo Crysis 2, Bulletstorm e gli Uncharted finiti, Half-Life 1 e 2 e poi gli altri, attendo con ansia Resistance 3, Mass Effect 3, Gears of War 3, Halo 4, Killzone 4, e tutto il resto. E se mi annunciano un seguito per Singularity e Timeshift, al prossimo Lucca faccio il Cosplay di Samus in zero suit. Vi piacerebbe, eh... Ciao, belli!!!

P.S.
Ho iniziato Ded Space... Non so se ce la faccio...


Commenti

  1. efus

     
    #1
    Commovente!
  2. Dna

     
    #2
    ma cosa sono tutti quei cavi che volano????
    cmq sempre bello leggerei i tuoi articoli
  3. DoctorGeo

     
    #3
    Dnama cosa sono tutti quei cavi che volano????
    cmq sempre bello leggerei i tuoi articoli

    Grazie. I cavi sono tutti i collegamenti elettrici per permettermi di accendere e spegnere le console da stare a letto, così quando crollo spengo e dormo senza alzarmi, poi i cavi scart e le prolunghe dei pad per le vecchie console, quindi i cavi usb per i collegamenti e le ricariche dei pad nuovi, ed ancora i cavi di rete.
  4. DoctorGeo

     
    #4
    efusCommovente!

    Grazie, è tutto tra l'altro assolutamente molto vissuto, sentito.
  5. Vito

     
    #5
    Grazie della citazione, sono commosso :D
  6. utente_deiscritto_30839

     
    #6
    famiglia Geo ci regalate sempre delle bellissime letture!!! grazie!!
  7. Bluemoon

     
    #7
    dopo il pochi kbyte e il 1 mega e quattro, i dischetti si erano assestati per un bel po' sui 2.0 mb.
    non farmici pensare, i vari doom, le avventure lucas, i simulatori di volo vecchi e altra roba che probabilmente sarò smagnetizzata anche a me, senza contare i primi cd-rom, ho paura a provarli :D
  8. king hero

     
    #8
    aspettavo con ansia la tua versione doc.
    più divertente e più (secondo me) vera della versione del mini
  9. CUCCITELL

     
    #9
    bellissimo articolo
    a quando l'uscita del libro "father and son " ?
    mi prenoto la copia
    :D
  10. DoctorGeo

     
    #10
    CUCCITELLbellissimo articolo
    a quando l'uscita del libro "father and son " ?
    mi prenoto la copia
    :D

    Grazie oh Vecchio Utente.Appena mi metto d'accordo con il National Geographic che ha i diritti sulla mia evoluzione.
    La copia te la invio gratis, autografata.
Continua sul forum (23)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!