Genere
Sportivo
Lingua
Italiano
PEGI
3+
Prezzo
€ 7,99
Data di uscita
20/12/2010

FIFA 11

FIFA 11 Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
EA Sports
Sviluppatore
EA Sports
Genere
Sportivo
PEGI
3+
Distributore Italiano
App Store
Data di uscita
20/12/2010
Lingua
Italiano
Prezzo
€ 7,99

Lati Positivi

  • Grafica eccellente
  • Squadre, stadi e giocatori a volontà
  • Intelligenza avversaria migliorata
  • Controlli più abbordabili rispetto a FIFA 10

Lati Negativi

  • Mancano le modalità Professionista e Allenatore
  • Azioni di gioco ancora un po’ macchinose
  • Niente multiplayer
  • Prezzo fin troppo elevato rispetto alla versione per iPhone

Hardware

FIFA 11 in versione iPad è disponibile su App Store al prezzo di 7,99 Euro e richiede circa 900 MB di spazio libero in memoria per l’installazione.

Multiplayer

Al momento non sono presenti modalità di gioco in multiplayer.

Link

Recensione

Calcio ad alta risoluzione

FIFA 11 in versione HD per il tablet di Apple.

di Francesco Destri, pubblicato il

Pubblicato quasi tre mesi fa nelle versioni per iPhone e iPod Touch, FIFA 11 non ha trovato subito una grande accoglienza da parte della critica, anche se con l’aggiornamento di fine novembre (versione 1.1.4) il titolo di EA Sports è maturato in modo considerevole a livello di reattività e fluidità di gioco.
Grazie a questi miglioramenti FIFA 11 è oggi considerato da molti il miglior titolo calcistico per i device di Apple (in buona compagnia con Real Football 11), tanto che non stupisce ritrovarlo ora anche in versione HD per iPad con un prezzo maggiorato (7,99 Euro contro i 2,39 Euro della versione precedente) e quasi 900 MB da scaricare.

quando la grafica fa la differenza

Va subito detto che le differenze tra questa nuova versione e quella di ottobre per iPhone sono da ricercare unicamente nella maggior risoluzione grafica, mentre chi sperava nell’introduzione del multiplayer (anche solo in locale) dovrà attendere un futuro aggiornamento ancora senza una data precisa. In effetti il passaggio ai 1024x768 pixel di iPad ha portato indubbi benefici anche rispetto al retina display di iPhone 4; i giocatori appaiono molto dettagliati anche a livello facciale (almeno per i “nomi” più famosi del calcio mondiale) e gli stadi, l’illuminazione, le cut-scene di intermezzo e le animazioni sono quanto di meglio ci si possa spettare oggi da un device portatile. Il tutto è presentato con un’ottima fluidità e su questo versante EA Sports ha davvero fatto un lavoro encomiabile, anche se quei 5 Euro in più rispetto alla versione per iPhone solo per un’ottimizzazione grafica ci paiono francamente troppi.

numeri importanti...ma basteranno?

FIFA 11, come anche il suo predecessore dello scorso anno, non porta sui device di Apple tutte le opzioni e le modalità di gioco delle controparti per PC e console HD; mancano ad esempio la modalità Carriera e la possibilità di gestire il proprio team a 360 gradi anche vendendo e acquistando i calciatori, ma EA Sports ha comunque inserito i Campionati e le Coppe di tutto il mondo, oltre a una partita amichevole e una sezione di allenamento-tutorial piuttosto completa.
Nel complesso si tratta però di un notevole passo indietro rispetto a FIFA 10, che sul versante della completezza e della longevità ha dato molte più soddisfazioni compreso il multiplayer locale. Non è detto che EA Sports reintroduca le modalità Professionista e Allenatore in un prossimo aggiornamento, ma per ora ci si deve accontentare di partite e competizioni certamente ricche di varianti e con numeri impressionanti (500 squadre, trenta campionati, 15.000 giocatori, una quarantina di stadi), ma che non assicurano quella profondità (anche tattica) offerta da FIFA 10.

passare, tirare, scivolare...

Una volta scesi in campo, siamo rimasti comunque soddisfatti nel trovare un sistema di controllo più abbordabile e meno confusionario rispetto a quello dello scorso anno. Lo stick analogico a sinistra offre una discreta dinamica (più si muove il dito “esternamente”, più il giocatore accelera la corsa), ma capita spesso di non riuscire a trovare la velocità desiderata, trovandosi ad esempio a correre quando vorremmo mantenere un passo lento e viceversa. Le icone a destra cambiano funzione a seconda se siamo in attacco o in difesa, con uno schema ormai collaudato in quasi tutti i giochi di calcio touch.
Passaggio, passaggio filtrante, tiro, cambio giocatore, scivolata e contrasto sono le sei azioni principali che possiamo eseguire durante un match, ma per i completisti è anche possibile curvare l’effetto della palla, far eseguire al giocatore vere e proprie prodezze con la palla al piede o indicargli la direzione voluta durante un contropiede.

aspettando il multiplayer

Naturalmente ricorrendo a queste azioni secondarie il livello di difficoltà si alza in modo considerevole e ciò, considerando che già normalmente FIFA 11 non è proprio facilissimo, può richiedere anche diverse ore di allenamento per amministrare al meglio anche questi controlli. Tra l’altro l’intelligenza avversaria non è affatto male e su questo versante i miglioramenti rispetto ai FIFA 10 ci sono parsi incoraggianti, soprattutto nella gestione dei contropiedi e nell’assenza di clamorose papere in difesa.
Purtroppo rimane quella stessa macchinosità nelle azioni e nel movimento dei giocatori (soprattutto in quello a 360 gradi) già riscontrata nella versione per iPhone, che pur senza rovinare l’esperienza di gioco ne limita certamente l’efficacia in molte situazioni. EA Sports dovrà lavorare ancora molto su questo aspetto per il prossimo FIFA 12, anche se a nostro avviso le cose più urgenti da inserire sono il multiplayer (possibilmente online) e almeno la modalità Allenatore. Saremo accontenti?

Voto 3 stelle su 5
Voto dei lettori
Il primo episodio di FIFA realizzato per iPad è un piccolo gioiellino grafico che trova proprio nella cura visiva il suo vero punto di forza, nonchè l'unico motivo per preferire questa versione a quella per iPhone già disponibile da oltre tre mesi. EA Sports ha però tralasciato molti aspetti positivi di FIFA 10, non inserendo (almeno per ora) alcuna concessione al multiplayer e dimenticandosi anche la modalità Allenatore, che aveva dato non poco spessore al gioco dello scorso anno. Se non altro i controlli sono un po' meno frustranti e l'intelligenza avversaria è migliorata, ma anche a causa di un prezzo un po' troppo elevato (oltre 5 Euro in più rispetto alla versione per iPhone) FIFA 11 HD non troverà il favore di tutti.

Commenti

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!