Genere
Gioco di Ruolo
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
ND
Prezzo
69,99 Euro
Data di uscita
29/5/2002

Final Fantasy X

Final Fantasy X Aggiungi alla collezione

Datasheet

Genere
Gioco di Ruolo
Distributore Italiano
Sony Computer Entertainment Italia
Data di uscita
29/5/2002
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
1
Prezzo
69,99 Euro

Link

Speciale

Final Fantasy X presentato in Italia

Manca quasi un mese alla pubblicazione di Final Fantasy X e per l'occasione Sony e Square hanno organizzato un press-tour. L'11 aprile, presso Sony, sono arrivati dal Giappone alcuni membri del team di sviluppo: il Producer Shinji Hashimoto, il regista Yashinori Kitase, lo Scenario Writer Kazushige Nojima e il celebre compositore Nobuo Uematsu. Cronaca di questo memorabile incontro!

di Tatiana Saggioro, pubblicato il

Domanda: Non temete che occidentalizzando troppo la serie si perda l'identità del gusto tipicamente giapponese che è molto apprezzata anche in occidente attraverso i manga o i film di Miyazaki?

Kazushige Nojima: Il gusto degli utenti giapponesi si è molto americanizzato, quindi abbiamo deciso di avvicinarci a questo gusto più occidentale, anche se, in effetti, questo è quasi un allontanarsi dallo stile prettamente giapponese. Comunque è interessante quanto detto, cercheremo di tenerlo presente in futuro.

Domanda: Quante copie contate di vendere in Europa?

Shinji Hashimoto: Auspichiamo di vendere circa un milione e mezzo di copie.

Domanda: In futuro vedremo titoli della serie Final Fantasy anche su altre console?

Shinji Hashimoto: Al momento non c'è nulla di definito. Ora, tramite mister Akitoshio Kawazu (creatore della serie Romancing SaGa) abbiamo costituito una nuova società con la partecipazione al 51% dello stesso Kawazu e al 49% di proprietà di Square. La nuova società, che si chiama Game Designers Studio, si occuperà dello sviluppo di videogiochi per Game Boy Advance e punterà soprattutto sulla realizzazione di remake.

Domanda: L'utenza dei videogiochi è soprattutto maschile, è così anche in Giappone?

Shinji Hashimoto: Nei nostri videogiochi cerchiamo sempre di coinvolgere una o più protagoniste femminili, spesso si tratta di una figura forte e importante per lo svolgimento della trama del gioco. Questo avviene perché cerchiamo di creare un maggior coinvolgimento possibile anche dell'utenza femminile.

Domanda: Perché la serie di Enix - Dragon Quest - è più popolare e vende di più in Giappone rispetto a Final Fantasy?

Shinji Hashimoto: La serie Dragon Quest ha un'ambientazione ed è indirizzata più a un pubblico squisitamente giapponese, mentre Final Fantasy ha un gusto più internazionale.

Yoshinori Kitase: Dragon Quest è molto di gusto giapponese ed è riconosciuto ed apprezzato in Giappone soprattutto per la storia più lunga e complessa.

Fin qui alcuni degli interventi che hanno animato la confernza stampa. Inoltre, abbiamo selezionato per voi dal press-kit di Final Fantasy X alcune domande che ci sono sembrate particolarmente interessanti.

Domanda: Qual è il momento di Final Fantasy X che preferisce?

Kazushige Nojima: La scena finale Fra Yuna e Tidus. La prima volta che la vidi, mi commosse.

Domanda: Che impatto ha avuto sullo sviluppo del gioco l'inserimento dell'elemento vocale?

Kazushige Nojima: Abbiamo speso molto tempo per trovare la giusta interpretazione degli attori. Dopo ogni sessione di registrazione, abbiamo avuto modo di conoscere meglio la personalità dei diversi attori e abbiamo così cambiato anche alcune espressioni dei personaggi, in modo da creare la giusta simbiosi fra doppiatore e personaggio.

Domanda: Quanti sotto-giochi ci sono in Final Fantasy X e quale raccomanda di provare?

Kazushige Nojima: Ce ne sono alcuni molto buoni che sono stati scelti comunque da un'ampia rosa di candidati, incluso naturalmente anche il Blitzball.

Domanda: C'è qualche cosa di particolare, un film, un libro o dei brani musicali che l'hanno influenzata durante lo sviluppo di Final Fantasy X?

Nobuo Uematsu: Non sono sicuro se mi abbia influenzato o meno, ma rimasi molto impressionato dal film "Le regole della Casa del Sidro".

Domanda: Qual è stata la parte più piacevole dello sviluppo?

Nobuo Uematsu: Registrare il brano "Otherworld"

Domanda: Quante tracce musicali ha realizzato per Final Fantasy X?

Nobuo Uematsu: Ottanta o novanta pezzi

Domanda: Qual è il suo brano preferito?

Nobuo Uematsu: Zanarkand.

Domanda: Ci può raccontare come si è evoluta la serie di Final Fantasy?

Yoshinori Kitase: La serie di Final Fantasy è come la spirale che forma il DNA. Probabilmente è corretto dire che non ci sono elementi in comune fra i diversi titoli della serie. Però, se prendiamo in considerazioni alcuni titoli, possiamo riscontrare dei collegamenti. Per esempio, se guardiamo a Final Fantasy IV, V e VI, possiamo trovare che in comune fra loro c'è la grafica creata da Tetsuya Takahashi, oppure se prendiamo il VII, l'VIII e il X, il fatto che Tetsuya Nomura ne abbia creato i vari personaggi e Nojima gli scenari, può costituite un elemento di comunione. Ma se guardiamo il capitolo I e il capitolo X, possiamo ben vedere che sono titoli completamente differenti fra loro. In poche parole, ogni titolo ha un gusto simile al titolo precedente o successivo, ma tutto considerato si tratta di una spirale in continua evoluzione. I cambiamenti avvengono di continuo, non è detto che siano pianificati, ma dipendono soprattutto dai membri dello staff di sviluppo o dall'umore in cui si trovano in quel particolare momento.

Chiudiamo questo articolo dandovi ancora appuntamento all'imminente intervista "a quattr'occhi" con i membri di Square presenti a questo evento. Restate con noi!