Genere
Gioco di Ruolo
Lingua
Sottotitoli in Italiano
PEGI
ND
Prezzo
59, 90 Euro
Data di uscita
23/2/2007

Final Fantasy XII

Final Fantasy XII Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Square Enix
Sviluppatore
Square Enix
Genere
Gioco di Ruolo
Distributore Italiano
Halifax
Data di uscita
23/2/2007
Lingua
Sottotitoli in Italiano
Giocatori
1
Prezzo
59, 90 Euro

Hardware

Final Fantasy XII, verrà pubblicato in Giappone il 16 marzo del 2006 per PlayStation 2 e stando alle ultime notizie, ma non ancora confermate ufficialmente, il gioco potrebbe essere contenuto in un doppio DVD. L'uscita europea è prevista nel corso del 2006.

Multiplayer

Il dodicesimo capitolo, a differenza del precedente, ritorna a essere un Gioco di Ruolo tradizionale unicamente per console, completamente off-line e in single-player. Non sono infatti previste né funzioni in multiplayer né tanto meno online.

Link

Anteprima

Final Fantasy XII

Durante l'ultimo fine settimana di luglio, al Nippon Convention Center di Chiba (distretto poco lontano da Tokio), nel corso del Party 2005 organizzato da Square Enix per mostrare al pubblico e alla stampa le sue prossime produzioni, è avvenuta la tanto attesa presentazione ufficiale del dodicesimo capitolo di Final Fantasy, fortunata saga di GdR di matrice nipponica...

di Tatiana Saggioro, pubblicato il

Un capitolo questo dalla produzione alquanto travagliata, fu infatti presentato in forma giocabile durante l'edizione dell'E3 del 2004 e previsto in uscita per i primi mesi del 2005, ma alla fine del 2004, Final Fantasy XII si eclissò elegantemente dalla scena, dando sporadiche notizie di sé per poi rispuntare un anno dopo, solo sotto forma di trailer, nella recente edizione dell'E3 2005 tenutasi in quel di Los Angeles. Proprio in quell'occasione Youichi Wada, Presidente di Square Enix, aveva rassicurato i tanti fan: “Di Final Fantasy XII riparleremo quando farà più caldo” e adesso fa decisamente caldo. Certo è che il relativo silenzio su questa tanto attesa produzione, unito alla defezioni di alcuni membri chiave del Team di sviluppo che hanno lasciato Square Enix per MystWalker, la società fondata da Hironobu Sakaguchi, il creatore di Final Fantasy, hanno alimentano i “rumor” più stravaganti. E' normale che i fan si scatenino quando si tratta di un franchise così importante e così atteso, sul quale oltretutto pesa il lungo intervallo intercorso fra l'uscita del decimo capitolo con relativo spin-off e la prospettiva di mettere le mani sul nuovo capitolo della serie. E' vero che nel frattempo è anche stato pubblicato Final Fantasy XI, ma in Europa è uscito solo per PC e si tratta comunque di un Massive Multiplayer Online-Rpg, un genere che si discosta dalla serie regolare ormai diventata appuntamento fisso per i possessori di una console Sony.

SARA' UN FINAL FANTASY "RIVOLUZIONARIO"?

Cosa rende però tanto speciale questo dodicesimo capitolo? A parte la smania dei fan, sicuramente la promessa di “rivoluzionare” una saga che è prossima a compiere vent'anni ed è rimasta per lo più immutata nel tempo: basta scontri random, basta con l'anacronistico sistema di combattimento che vedeva il party schierato di fronte al nemico su una linea immaginaria, dove a turno ognuno tirava la propria zampata. Questa volta, promettono gli sviluppatori, forti anche dell'esperienza accumulata proprio con Final Fantasy XI, l'intervento sul gameplay sarà radicale. Mettere mano profondamente a una serie dalla formula ormai collaudata è sicuramente un rischio, ma forse dopo tanti anni era anche necessario “svecchiare” certi meccanismi.
Di sicuro ci vuole una certa dose di coraggio nel cambiare una formula quando funziona, ma se a ridefinire la serie è un team di tutto rispetto come quello capeggiato da Yasumi Matsuno (Ogre Battle, Tactics Ogre, Final Fantasy Tactics, Vagrant Story e Final Fantasy Tactics Advance), affiancato nella direzione creativa da Hideo Minaba (Final Fantasy VI e IX, Final Fantasy Tactics) nonché da Hiroyuki Ito, Hiroshi Minagawa e con Akihiko Yoshida (Final Fantasy Tactics, Vagrant Story, Ogre Battle, Tactis Ogre) a curare il design dei personaggi, c'è un certo margine di sicurezza per sperare in un ottimo lavoro, nonostante alcuni intoppi come i problemi di salute di Matsuno stesso. Infatti, proprio in questi giorni, attraverso le pagine del sito ufficiale del gioco, forse proprio per placare le voci di un suo allontanamento dal progetto, ha rassicurato i fan che il suo allontanamento è causato da problemi di salute che però non stanno intaccando il lavoro del team. A tal proposito Akitoshi Kawazu (Unlimited Saga, Saga Frontier 1 & 2, The Bouncer) è stato nominato Produttore Esecutivo del progetto, mentre Matsuno resta formalmente in carica come sceneggiatore e consulente.
Visto che gran parte del team è quello che ha sempre seguito Matsuno, non stupisce che la scelta del compositore della colonna sonora sia caduta proprio su Hitoshi Sakimoto, già compositore delle musiche di Vagrant Story, Final Fantasy Tactics e Tactics Advanced. Un duro colpo per i numerosi fan di Nobuo Uematsu, lo storico compositore di Square il cui nome è sempre stato fortemente legato a questa saga. Per questo dodicesimo capitolo Uematsu verrà impiegato solo per il tema principale, ultimo suo impegno come membro interno di Square Enix, in quanto il noto compositore nel novembre del 2004 ha definitivamente lasciato la casa del Chocobo per fondare la società “Smile Please”. Proprio nel corso del Party 2005 avvenuto l'ultimo fine settimana di luglio, lo stesso Uematsu ha presentato Angela Aki, artista di padre giapponese e madre italo-americana la quale interpreterà il tema principale del gioco: "Kiss Me Goodbye", che la giovane artista ha eseguito live di fronte al folto pubblico dell'evento.

NUOVAMENTE AD IVALICE

Final Fanatsy XII sarà ambientato nel mondo di Ivalice, il mondo parallelo in cui venivano catapultati i protagonisti di Final Fantasy Tactics Advance. Non era mai accaduto prima nella serie che due titoli avessero in comune la medesima ambientazione, ma dalle parole di Matsuno traspare chiaramente che, a parte l'ambientazione, non vi saranno altri collegamenti fra i due giochi.
Infatti, dell'Ivalice vista nel titolo per GBA troveremo in Final Fantasy XII solo alcune razze e i Giudici, che però ricopriranno un ruolo completamente differente rispetto al titolo tattico uscito la console portatile Nintendo.
Oltre agli immancabili umani, ritroveremo così le sinuose conigliette della razza Viera, qui più sexy che mai, i Bangaa simili a grossi lucertoloni e i teneri Moguri. Non sappiamo ancora se ci saranno i Nu Mou, ma in ogni caso a popolare questo mondo ci sarà anche la razza dei Seep, tozzi esseri dalla faccia suina e tirapiedi dei Giudici. Fin dalle prima battute il gioco pare offrire un plot potenzialmente drammatico, infatti l'Ivalice di Final Fantasy XII è un mondo tormentato dalla guerra causata dalle mire espansionistiche dell'Impero di Arcadia che domina il continente di Valentia, contrastato dal Regno di Rosalia del continente di Ordalia.
Uno dopo l'altro i regni cadono soggiogati dal dominio dell'Impero e anche il destino del piccolo Regno di Dalmasca è segnato. Dalmasca infatti verrà invasa, il suo re assassinato e l'esercito di Arcadia stabilirà il suo comando a Rabanastre, capitale del Regno. L'avventura prenderà l'avvio due anni dopo la cruenta invasione e vedrà come protagonista il diciassettenne Vaan, un ladruncolo che vive di espedienti, rubando ai ricchi anche se le vittime privilegiate dei suoi saccheggi sono soprattutto gli odiati invasori.
Vaan coltiva però l'ambizioso sogno di diventare un giorno un famoso pirata e solcare i cieli con la sua nave volante. Sua compagna di sventura è Penelo, la quale condivide con Vaan il destino di orfana. Penelo è una ragazza descritta come un animo gentile, un'artista di strada che desidera la pace.