Genere
Gioco di Ruolo
Lingua
Sottotitoli in Italiano
PEGI
ND
Prezzo
59, 90 Euro
Data di uscita
23/2/2007

Final Fantasy XII

Final Fantasy XII Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Square Enix
Sviluppatore
Square Enix
Genere
Gioco di Ruolo
Distributore Italiano
Halifax
Data di uscita
23/2/2007
Lingua
Sottotitoli in Italiano
Giocatori
1
Prezzo
59, 90 Euro

Lati Positivi

  • Ottimo cast di personaggi
  • Buon sistema di combattimento e sviluppo dei personaggi
  • Completamente in italiano

Lati Negativi

  • Caricamenti un po' troppo lunghi
  • Musiche poco incisive
  • Telecamera da perfezionare

Hardware

Per giocare a Final Fantasy XII occorre, oltre a una confezione originale del gioco, una console PlayStation 2 dotata di joypad e di Memory Card. Inoltre il gioco supporta il formato 16:9 e il Dolby Pro Logic II.

Multiplayer

Final Fantasy XII è sprovvisto di modalità multigiocatore.

Link

Recensione

Decisamente un bel Final Fantasy

Sfidare un Impero per cambiare il destino del mondo…

di Tatiana Saggioro, pubblicato il

A occuparsi dello sviluppo di Final Fantasy XII c'è un team di tutto rispetto capeggiato (seppur in maniera travagliata) da Matsuno, con Yoshida a curare il design di personaggi e scenari: un'accoppiata collaudata che qui riconferma il talento dimostrato in titoli quali Final Fantasy Tactics, e Tactics Advance nonché Vagrant Story.

UN PO' FINAL FANTASY... UN PO' GUERRE STELLARI

Due grandi Imperi si contendono il dominio di Ivalice: a ovest vi è il Regno di Rozaria mentre a est quello di Archadia. Con l'invasione del regno di Nabradia, Il Regno di Archadia inizia la sua inesorabile marcia verso occidente travolgendo il piccolo Regno di Dalmasca. Schiacciata dalla superiorità numerica a Dalmasca non resta che arrendersi.
Gli eventi del gioco sono collocati due anni dopo la caduta di Dalmasca quando Lord Vayne, figlio dell'Imperatore di Archadia, s'insedia in Rabanastre, la capitale del Regno di Damasca e vedono i nostri eroi impegnati a fermare la brama di potere di Lord Vayne per scoprire il mistero che si cela dietro l'invasione da parte di Archadia e riportare la pace in Ivalice.
Uno scenario complesso quello in cui si muovono i nostri protagonisti, fatto di guerre e complotti, regicidi e tradimenti, con una trama che assume decisamente tratti più "politici" rispetto ai precedenti capitoli di Final Fantasy ed è più corale nel trattamento dei personaggi.
Gli eroi di questa avventura sono ben caratterizzati e durante il gioco avremo anche modo di approfondire il loro background. Lo stile dei personaggi e del gioco è decisamente meno "pop" rispetto al capitolo decimo e la sua ambientazione è una fra le migliori viste negli ultimi anni, con uno stile che miscela tratti europei e mediorientali. Ogni città è un crogiolo di colori e razze: a quelle già incontrate nel tattico per GBA, si aggiungo anche i Seeq dalle fattezze suine e i Garif, antico popolo guerriero dalle fattezze di aquile.
Ivalice è inoltre un mondo vasto e vivace, che strizza l'occhio a Guerre Stellari, a tal punto che lo splendido filmato iniziale ricalca la regia di Lucas in ogni suo spettacolare momento, non solo nelle inquadrature e montaggio, ma anche nelle scelte di suono e musica. Anche i nostri protagonisti ammiccano a Guerre Stellari: con il Pirata Balthier la cui sprezzante ironia ricorda Han Solo accompagnato da un Chewbecca che qui assume le splendide fattezze di una coniglietta della razza delle Viera, Ash, principessa che guida la ribellione; il protagonista invece vuole diventare un aviopirata tanto quanto Luke desiderava diventare pilota spaziale. Un cast decisamente spumeggiante e in quanto fan sia di Final Fantasy sia di Guerre Stellari non possiamo che apprezzare questo connubio nonché l'omaggio all'epopea di Lucas.

IN CONCLUSIONE...

Tecnicamente il gioco è di ottima qualità, con splendide sequenze in computer grafica che sottolineano i momenti fondamentali della trama, ma che non sono mai eccessivamente invadenti; l'unica nota dolente riguarda le musiche composte da Sakimoto che risultano poco incisive. Siamo poi felicissimi di avere finalmente una telecamere da giostrare liberamente per gustarci questo mondo completamente in 3D, ma la sua gestione è ancora da perfezionare.
Abbandonata l'estrema linearità del decimo capitolo, Final Fantasy XII torna a essere un gioco di ampio respiro, più impegnativo rispetto al predecessore e grazie poi all'assenza degli scontri casuali il mondo si fa più consistente e diventa più facile immergersi completamente in esso.
Tutti questi elementi, uniti al nuovo sistema di combattimento, non ci fanno rimpiangere il passato, facendo del dodicesimo capitolo un titolo godibile e pregevole in ogni suo aspetto, certo non privo di difetti, ma comunque appassionante. Gli amanti dei giochi di ruolo giapponesi più classici avranno di che storcere il naso, ma questa sferzata di aria nuova è per noi più che ben venuta. Come appassionati della serie, in cuor nostro speriamo sempre che ogni Final Fantasy si riveli il miglior Final Fantasy di sempre: il capitolo XII probabilmente non soppianterà nel cuore dei fan capitoli come il VII, ma ha tutte le carte in regola per venir considerato il miglior capitolo di questa generazione. Un gioco che sicuramente farà discutere, ma che non solo è in grado di mantenere le aspettative dei fan, ma anche di attirarne di nuovi grazie appunto allo svecchiamento di certi meccanismi. Nonostante i cambiamenti, Final Fantasy XII riesce a riportare la serie ai fasti di un tempo, un titolo che gli appassionati del genere non possono lasciarsi sfuggire.

Voto None stelle su 5
Voto dei lettori
Ogni Final Fantasy porta con sé polemiche e plausi. Inoltre il dodicesimo capitolo mette mano in modo radicale a certe meccaniche di gioco e questo non può che portare i fan legati ai capitoli più classici a un certo scetticismo. Ma sarebbe delittuoso non affermare che il dodicesimo capitolo di questa fantasia finale non sia un ottimo titolo, con qualche pecca che non ne mina la godibilità. I timori dei cambiamenti sono svaniti di fronte alla sua estrema giocabilità e alla beltà di personaggi e scenari. Un Final Fantasy in tutto per tutto, capace di catapultare il giocatore in una nuova splendida avventura.