Genere
Gioco di Ruolo
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
3/2/2012

Final Fantasy XIII-2

Final Fantasy XIII-2 Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Square Enix
Genere
Gioco di Ruolo
Data di uscita
3/2/2012
Data di uscita americana
31/1/2012
Data di uscita giapponese
15/12/2011

Link

Intervista

Kitase, uno sviluppatore giapponese

Prospettive passate, presenti, future e laterali.

di Stefano F. Brocchieri, pubblicato il

Videogame.it: Square Enix è un colosso dell’industria giapponese, un’industria che negli ultimi anni è stata definita in crisi e che ha sicuramente meno considerazione rispetto a qualche tempo fa nel panorama internazionale. Qual è il vostro punto di vista al riguardo?

Yoshinori Kitase: C’è una cosa che alla gente non sembra entrare in testa ed è che nel mercato interno giapponese abbiamo visto sorgere e affermarsi il gioco mobile e quello via social network, una cosa successa un po’ in tutto il mondo, ma che da noi è davvero esplosa. Ora, Final Fantasy ha già provato e proverà di nuovo a battere in quella direzione, ma è e rimarrà una serie che vuole comunque proseguire per la sua strada maestra, mantenere la sua identità, raccontando delle storie forti, epiche, con una struttura di gioco enorme e determinati standard produttivi. In una scena come quella attuale, è facile parlare di crisi, di declino di questo tipo di giochi, perché sembrano avere un impatto inferiore sul mercato, ma non si considera che è il disegno generale ad essere cambiato, che c’è moltissimo gioco mobile e via social network.

Videogame.it: Il poco che si è visto del vostro nuovo motore, il Luminous Engine, sembra fantastico. È destinato unicamente a produzioni di nuova generazione o c’è qualche speranza di vederlo in qualche modo all’opera sulle macchine attuali?

Yoshinori Kitase: Non posso parlare per conto del Luminous Team, naturalmente, quello che ho sentito è che stanno puntando alle console di nuova generazione. Tuttavia, ci sono delle parti di questo grande progetto che sono già complete e verranno impiegate, probabilmente (aggiunge subito dopo, come ad essersi accorto di aver rivelato troppo, NdR), in giochi destinati alle piattaforme correnti.

Dalle parole di Kitase non sembra emergere un quadro così preoccupante per l'industria giapponese - Final Fantasy XIII-2
Dalle parole di Kitase non sembra emergere un quadro così preoccupante per l'industria giapponese

Videogame.it: Vi state buttando su questa nuova, portentosa tecnologia come il Luminous Engine, e poi voi stessi dite che vi piace continuare a fare giochi grossi, con queste storie, questa montagna di contenuti, insomma dei colossal. Però tutto questo deve avere il suo costo e richiede necessariamente tempo. Quanto sono ancora sostenibili i rischi di un modello economico che vi vuole impegnati per anni al lavoro con produzioni del genere? Non pensate che sia folle?

Yoshinori Kitase: Guardando a Final Fantasy XIII, che è stato il primo gioco che abbiamo sviluppato per PlayStation 3, ma a questo punto possiamo dire sulle console attuali in generale, dobbiamo ammettere che non ci siamo evoluti troppo come realizzatori di giochi rispetto alla generazione precedente. Abbiamo progettato a lungo e puntavamo alla quantità, a mettere in piedi questo gioco davvero, davvero enorme. Poi realizzavamo tutta questa massa di contenuti pezzettino per pezzettino, nei minimi dettagli, provando, riprovando e controllando, spesso finendo per scartarne qualche bella fetta. E tutto questo aveva dei costi spaventosi. Con Final Fantasy XIII-2 abbiamo tenuto un altro approccio: la struttura non andava costruita da zero, potevamo riciclare cose, e ciò incide molto positivamente sui costi. Poi hai menzionato il Luminous. Finora siamo stati abituati a prendere i soldi, farci qualcosa e poi buttarlo. Ed è uno grandissimo spreco di tempo e danaro. Grazie a questo nuovo motore potremo invece costruire nuovi contenuti in modo molto, molto più efficiente e concretizzare le nostre aspirazioni creative in maniera economicamente più saggia. Siamo comunque sempre più sensibili all’esigenza di contenere i costi.

Videogame.it: Ultima domanda: a proposito di Final Fantasy XIII, quali sono state le critiche dei giocatori che avete ritenuto ragionevoli e quelle che invece vi sono sembrate più ingiuste o semplicemente stupide?

Yoshinori Kitase: Una cosa di cui abbiamo ovviamente tenuto conto è che un sacco di giocatori l’ha trovato eccessivamente lineare. A dire il vero c’era la storia di questi personaggi che cercavano di scappare via dalla gente, per cui aveva perfettamente senso secondo noi un certo tipo di struttura. Era una “linearità voluta”, se ci passate il termine, per offrire più drammaticità e tensione agli avvenimenti. Ma un sacco di gente l’ha trovato veramente troppo lineare e abbiamo capito il loro punto di vista. È il motivo per cui in XIII-2 abbiamo inserito molti più elementi di esplorazione, uniti da questa storia che li attraversa e dà al giocatore più scelte, attraverso cui costruirsi il proprio mondo. Questa è la nostra risposta a un certo tipo di lamentele.
Per quanto riguarda le critiche dell’altro genere, non pensiamo necessariamente che fosse un punto di vista ingiusto, ma siamo dell’idea che Final Fantasy XIII sia stato considerato più per certe cose, come la storia, e non per quello che era per davvero, ovvero un gioco completo e complesso. Questo però è anche un po’ un nostro fallimento: ci siamo dedicati anima e corpo alla realizzazione di tutti i suoi elementi, ma evidentemente non siamo riusciti a bilanciarli per bene o a comunicare il valore di ciascuno di loro in maniera più efficace al nostro pubblico. È sicuramente il nostro rimpianto più grosso circa il tredicesimo capitolo.

È sempre bello sentir qualcuno fare autocritica, ed è bello due volte quando si tratta di una figura così importante del settore - Final Fantasy XIII-2
È sempre bello sentir qualcuno fare autocritica, ed è bello due volte quando si tratta di una figura così importante del settore


Commenti

  1. wzer0

     
    #1
    vi siete dimenticati una domanda: a quando un final fintasy decente?
  2. stepkanevra

     
    #2
    wzer0vi siete dimenticati una domanda: a quando un final fintasy decente?

    :asd:
    Per farlo ci vuole il trio delle meraviglie:
    Sakaguchi, Amano, Uematsu.
  3. Nick_Storm

     
    #3
    wzer0vi siete dimenticati una domanda: a quando un final fintasy decente?


    lol, c'è sempre skyrim se si schifa la roba jappo, ne.
  4. Solidino

     
    #4
    cmq i personaggi emo o giu di li FF li ha sempre avuti












    Immaginateveli nella versione poligonale. LOL
  5. stepkanevra

     
    #5
    Solidì tu ce l'hai con Nomura ma l'ultimo problema di FFXIII è il chara design.
    I VERI problemi sono i "corridoi" e un sistema di potenziamento dell'equipaggiamento incomprensibile ed inutile.
    Da lì bisogna partire.
  6. Gidus

     
    #6
    No no uno dei grandi problemi di FF è proprio il chara (e la storyline in generale). Il bs con una ritocattina funziona alla grande e i corridoi si potrebbero sopportare visto che il gioco è molto "tramacentrico".

    Ma quei cosi non si possono vedere : /
  7. Godot

     
    #7
    Nick_Stormlol, c'è sempre skyrim se si schifa la roba jappo, ne.

    E' proprio perché ci piace la roba jappo che si fa quella domanda.
  8. Avrel

     
    #8
    bella l'intervista :)
  9. sona

     
    #9
    stepkanevra :asd:
    Per farlo ci vuole il trio delle meraviglie:
    Sakaguchi, Amano, Uematsu.
    sakaguchi chi? quello che appena è uscito dalla protezione di squaresoft è non ha saputo fare più nulla di rilevante, nonostante avesse uno studio tutto suo?
    :|3
  10. Nick_Storm

     
    #10
    GodotE' proprio perché ci piace la roba jappo che si fa quella domanda.


    fatti vostri, a me va bene così, quindi non mi pongo il problema. :D
Continua sul forum (64)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!