Genere
Gioco di Ruolo
Lingua
Sottotitoli in italiano
PEGI
16+
Prezzo
€ 69,90
Data di uscita
9/3/2010

Final Fantasy XIII

Final Fantasy XIII Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Square Enix
Sviluppatore
Square Enix
Genere
Gioco di Ruolo
PEGI
16+
Distributore Italiano
Halifax
Data di uscita
9/3/2010
Data di uscita americana
9/3/2010
Data di uscita giapponese
17/12/2009
Lingua
Sottotitoli in italiano
Giocatori
1
Prezzo
€ 69,90
Formato Video
HDTV
Formato Audio
Surround 5.1

Hardware

Final Fantasy XIII è previsto su PlayStation 3 e Xbox 360. Per realizzare questo articolo abbiamo provato entrambe le versioni, senza notare differenze sostanziali.

Multiplayer

Non sono previste opzioni per il multiplayer.

Link

Hands On

Fantasia italiana

L'epopea Square Enix sta per tornare fra noi.

di Andrea Maderna, pubblicato il

Manca appena un mese all'uscita italiana di Final Fantasy XIII, ennesimo episodio dell'ormai ventennale saga che - contro tutto e tutti - continua imperterrita a mietere successi sventolando alta la bandiera della tradizione e della fedeltà agli stilemi classici del gioco di ruolo in stile giapponese. Le polemiche in questo senso si sono sprecate fin dall'uscita in Giappone, avvenuta a fine 2009, e adesso attendiamo al varco quella che, volenti o nolenti, rappresenta comunque una mega-produzione con cui fare i conti.

vecchio o nuovo?

In un periodo in cui un genere che ha fatto la storia di PlayStation 2 sta facendo fatica a tornare sulla cresta dell'onda, Square Enix continua a mostrare solidità e sicurezza, vendendo gozziliardi di copie - perlomeno in patria - grazie ai marchi storici Dragon Quest e Final Fantasy. Se il primo dei due è sempre stato il baluardo dei conservatori più estremi, legato a una concezione del GdR dal sapore antico, Final Fantasy ha al contrario provato a svecchiarsi almeno un po', prima con la svolta online di Final Fantasy XI (che sarà ripresa dal quattordicesimo episodio), poi con la mezza rivoluzione di Final Fantasy XII.
In questo senso, Final Fantasy XIII sembra forse rappresentare un passo indietro, un tentativo di limitarsi a giocare sul sicuro, puntando tutto sull'eccellenza nella realizzazione.
E non sarebbe comunque poco, vista la scarsità di JRPG realmente ai massimi livelli dal punto di vista produttivo che sta caratterizzando l'era delle console HD.
Proprio per questa sua natura, Final Fantasy XIII, a un primo approccio, ci ha regalato impressioni contrastanti. Da un lato ci sono la realizzazione tecnica, molto buona, e la solita meravigliosa cura stilistica. Però, di fronte a un certo tipo di stereotipi e caratterizzazioni, l'appassionato occidentale che vive a pane e Dungeons & Dragons può storcere il naso. Ma il design di mostri e creature, per quel poco che abbiamo visto, ci è parso davvero ispirato, seppur magari non originalissimo. Dall'altro lato c'è una struttura di gioco che appare molto lineare, pur riprendendo almeno in parte quanto di buono visto nel precedente episodio, quindi con nemici visibili a schermo e un sistema di combattimento molto incentrato sulla pianificazione tattica.

strategia di livello

Le meccaniche di Final Fantasy XIII sembrano basarsi quasi interamente sulla pianificazione. Gli scontri, infatti, vengono gestiti tramite gli Optimum, che sono dei set di "atteggiamenti" che è possibile assegnare a ciascun personaggio e che non possono essere modificati durante la lotta. All'interno di un Optimum, si può indicare a ognuno dei tre personaggi che costituiscono il party un differente stile: per esempio Terapeuta (difensivo), Sentinella (attira gli attacchi dei mostri per distrarli), Sinergista (lavora sul potenziamento dei compagni), Attaccante, Occultista... ce n'è per tutti i gusti, con la possibilità di miscelare tecniche e tattiche in maniera molto versatile.
Lo stile selezionato determina il tipo di azioni che il personaggio può compiere, limitandolo quindi alla difesa, piuttosto che alla cura dei compagni o all'attacco indiscriminato.
Durante la lotta si può passare in qualsiasi momento da un Optimum all'altro, variando quindi costantemente l'assetto della squadra a seconda di come si evolve il combattimento.
Nel prendere in considerazione questo tipo di opzioni, poi, non va dimenticato che il giocatore può controllare in prima persona solo il capitano della squadra. Durante la lotta, quindi, potremo decidere cosa far fare al personaggio selezionato - ma sempre all'interno delle azioni permesse dall'Optimum attivo - e dovremo affidarci all'intelligenza artificiale per quanto riguarda il comportamento dei compagni, influenzabile solo tramite la selezione dell'Optimum. Pad alla mano, le meccaniche funzionano molto bene e ci hanno convinti per profondità e versatilità della pianificazione tattica. Certo, va messo alla prova sulla distanza, ma il potenziale per un sistema di combattimento in grado di regalare grandi soddisfazioni c'è.

l'attesa è quasi finita

Come si diceva, le prime impressioni sono contrastanti: che si sia lavorato molto e bene sul sistema di combattimento è innegabile, ma l'apparente forte linearità e i già annunciati cambiamenti di "filosofia" (per esempio la scarsità di NPC e città da visitare) potrebbero far storcere il naso a molti. In particolare colpisce la scelta di una progressione estremamente lineare, davvero anacronistica in un'epoca dominata dal free roaming (che, per altro, i due precedenti episodi della serie avevano abbracciato con decisione).
La qualità generale della produzione è difficile da mettere in dubbio, ma è lecito sollevare qualche dubbio, in attesa di comprendere quanto saprà essere appassionante la storia e quanto reggerà sulla distanza il sistema di gioco. Fra un mese avremo tutte le risposte.


Commenti

  1. kelsior

     
    #1
    siete stati fin troppo buoni. Eurogamer ha stroncato pure il gameplay: troppo semplice.
    Edit: specifico che l'anteprima è fatta bene, sennò qualcuno pensa male. ;)

    [Modificato da kelsior il 08/02/2010 09:55]

  2. giopep

     
    #2
    kelsior ha scritto:
    siete stati fin troppo buoni. Eurogamer ha stroncato pure il gameplay: troppo semplice.
    Edit: specifico che l'anteprima è fatta bene, sennò qualcuno pensa male. ;)


    Ma figurati, in fondo sono opinioni, e comunque opinioni frutto di una prova tutto sommato breve. Io il sistema di combattimento l'ho trovato valido, anche se forse è l'unico aspetto ad avermi davvero colpito in positivo.
  3. martinaotaku

     
    #3
    "l'appassionato occidentale che vive a pane e Dungeons & Dragons"
    l'appassionato di Dungeons & Dragons giocasse a Dragon Age e avrà di che divertirsi..sebra che non abbiate mai giocato a un rpg stampo jappo...la linearità era presente anche nel decimo capitolo,l'unica vera note dolente sono le città forse ma per il resto non differisce molto dai precedenti capitoli,questo è un prodotto per i fan del j-rpg,se volete un free-roming comprate fable e compagni
  4. giopep

     
    #4
    Hahahaha, insomma, decidetevi: siamo stati troppo buoni o ne abbiamo parlato male?
    Comunque, Martinaotaku, dopo il decimo capitolo ce ne sono stati altri due, che hanno un attimo allargato i confini, in termini di libertà di movimento. È vietato essere scontenti per il dietrofront? Mica s'è scritto che sarà un brutto gioco per questo motivo, no?
    Al di là di questo, FFXIII sembra, e sottolineo *sembra* molto più lineare di qualsiasi precedente episodio della serie. Non è che i JRPG siano sempre stati una lunga serie di corridoi: mi chiedi se abbiamo giocato il decimo capitolo? Io ti chiedo: l'hai giocato il primo? :)
  5. Solidino

     
    #5
    alla faccia della realizzazione tecnica...
    http://next.videogame.it/final-fantasy-xiii/84560/image/295072/
    bella l'erba schiacciata, rulez. :D 

    [Modificato da giopep il 08/02/2010 11:09]

  6. giopep

     
    #6
    Solidino ha scritto:
    alla faccia della realizzazione tecnica...
    http://next.videogame.it/final-fantasy-xiii/84560/image/295072/
    bella l'erba schiacciata, rulez. :D



    AAAAAAAAAAHHHHHH, odio avere i poteri di moderatore, clicco sempre nei posti sbagliati. Scusa, ti ho modificato il messaggio invece di risponderti. :D

    Comunque, la risposta era questa:
    Difetti ce n'è quanti ne vuoi, del resto non s'è mica parlato di eccellenza, ma i personaggi e i mostri sono molto buoni.

    Ma dimmi te se devo difendere Final Fantasy XIII, il mondo alla rovescia. :D
  7. Drizzt

     
    #7
    Solidino ha scritto:
    alla faccia della realizzazione tecnica...
    http://next.videogame.it/final-fantasy-xiii/84560/image/295072/
    bella l'erba schiacciata, rulez. :D
      Visto l'andazzo già è tanto che non hanno levato pure quella. :toghy:
  8. krona3

     
    #8
    Solidino ha scritto:
    alla faccia della realizzazione tecnica...
    http://next.videogame.it/final-fantasy-xiii/84560/image/295072/
    bella l'erba schiacciata, rulez. :D
      Dio mio che schifo:-O
  9. uomopinza

     
    #9
    Alcuni giochi PS2 avevano un'erba migliore ....
    Non so, ma certi paesaggi di Final Fantasy X me li ricordo più belli e dettagliati ....
    Forse la memoria mi gioca dei brutti scherzi.
  10. Mdk7

     
    #10
    No ragazzi, occhio: la realizzazione tecnica (che non è perfetta o paragonabile ad Unchy 2, ma in termini di impatto fa comunque più della sua porca figura!) è forse l'unica cosa veramente interessante eh... se distruggete pure quella davvero non rimane NULLA.
Continua sul forum (115)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!