1.     Mi trovi su: Homepage #1776952
    Ogni tanto riesco ad accendere la Tv senza essere preso da conati di vomito e mi capita di guardare qualche TG.

    Bè, siamo messi male, anzi malissimo.... in italia non esiste un telegiornale che fornisca notizie imparziali e complete, su ciò che accade nel mondo senza infarcirle di opinioni personali, influenzate da tendenze politiche o interessi economici.

    Ho visto accadere cose agghiaccianti senza che al Tg venissero citate, o perchè "scomode", o per dare spazio ai culi delle nuove veline. Quando hanno chiuso il programma dela guzzanti la scusa era: "la satira non deve far informazione".

    E' brutto dirlo, ma se l'informazione non la fanno comici in italia chi la fa? Non c'è giornale o televisione che negli ultimi anni non abbia insabbiato, falsificato e rigirato le notizie come più faceva comodo.

    Il  solo e unico modo di informarsi in Italia è usare internet e andarsi a cercare le notizie. Il che significa alzare le chiappe, mettersi davanti ad un pc e spenderci del tempo...cosa evidentemente troppo faticosa. Meglio un bel birrozzo e butarsi sul divano a farsi le pippe guardando studio aperto (a cui i produttori di film porno dovrebbero fare causa)

    Ma nel paese più vecchio del mondo dove il monopolio telecom impedisce di fatto l' ampliarsi della banda larga, cosa si pretende? Come fa uno a farsi un' idea di quello che è oggi  l'italia se non si informa su internet? Come può non crearsi un' idea distorta? E poi è chiaro che uno diventa imbecille!

    Si deve spingere sulla diffusione di internet su tutto il territorio nazionale, sul controllo dei prezzi degli abbonamenti, sulla competitività... ma cosa si può pretendere se i nostri parlamentari usano il pc solo per giocare a campo minato! E' uno schifo incredibile..abbiamo in mano l' "arma definitiva" che ci può permettere di mettere in crisi i grossi monopoli (es: uso skype e telecom affonda) e siamo troppo ignoranti e menefreghisti per usarla. 


    Che paese di merda che siamo diventati...anzi no, che popolo di merda, l' italia in sè, poverina,è un bellissimo posto.

    [Modificato da metallox - 2/12/2006 1:48]
    Insensibile ai razzi e alle granate che scoppiavano, sordo alle esplosioni, alle urla e alle grida di rabbia, di avvertimento e di dolore, consapevole soltanto del suo ascendere, l’ultimo rimasuglio di Lee Scoreby passò attraverso le nuvole grevi e uscì sotto le stelle splendenti, dove gli atomi del suo daimon, la sua amata Hester, lo stavano aspettando.
  2. Bandito  
        Mi trovi su: Homepage #1776953
    l'italia ormai a livello gestionale - politico è marcia. Se non accadra un fatto devastante come per esempio può essere una rivoluzione siamo in procinto di accasciarsi su noi stessi. X(
    Posessore di: 386,nes,pentium 100,n64,gbc,neo geo, pentium 733,playstation,dreamcast,gamecube,ps2,athlon3000+,xbox,Nintendo DS,core2duo.
    Mi giro nella stanza e vedo: Tastiera midi.collezione di rat-man.un pc aperto.una birra finita.una pianta molto
  3. Il miglior Halo resta ancora Reach. Halo 4 segue la politica del gambero  
        Mi trovi su: Homepage #1776954
    metallox:

    Che paese di merda che siamo diventati...anzi no, che popolo di merda, l' italia in sè, poverina,è un bellissimo posto.

    [Modificato da metallox - 2/12/2006 1:48]

    Magari se la prossima volta parli per te ed eviti di coinvolgere TUTTI in certi banali quanto improbabili appellativi, il paese tutto potrebbe giovarne. :)


    Jeff_Spicoli:
     quella e' l'informazione che circola , e che la "massa" conosce e giudica quale fonte di verita'.

    Ecco, il problema sono le fonti "di parte" o le persone che cercano "la verità" in TV, su un giornale, su internet o su Topolino? Certo è comodo pretendere che venga detta sempre la "verità", non dovremmo faticare per ragionare ed avremmo sempre la certezza di essere nel giusto, ma non funzionano così le cose.

    [Modificato da atlas - 2/12/2006 13:51]
  4.     Mi trovi su: Homepage #1776956
    Il problema principale in Italia a mio avviso è totalmente il contrario da quello rilevato: l'informazione perlopiù NON dà alcuna opinione, perché se fosse capace di dare un'opinione chiara ed esplicita sarebbe anche capace di creare un gran numero di contro-opinioni e dunque stimolare il pensiero generale.
    La maggior parte dei quotidiani sono disinteressati a colpire la gente con quello che pensano i suoi giornalisti, poiché le opinioni in esso espresso sono spesso controllate tenacemente e in modo non esplicito da qualche fazione politica - a cui l'imprenditore-direttore poco serio, interessato più a far soldi che a dare un importantissimo servizio alla gente, si piega molto volentieri pur di poter vendere. Tanto sanno che la gente ormai compra i giornali solo per coprire il pavimento di casa durante l'imbiancatura o per andare a fare il sudoku in ultima pagina. Metro e Leggo sono ormai diventati il modello di informazione perfetta: non ti dice assolutamente niente, ma vuoi mettere con la pagina dell'oroscopo?

    p.s. robroy, basta che schiatti l'intera classe dirigente attuale; poi si vedrà se sarà l'ora di qualche politico decente.

    [Modificato da EmptyWords - 2/12/2006 10:26]
    Il n'y a pas de vie dans ce monde. On est tous des fantômes.
  5. kinect  
        Mi trovi su: Homepage #1776957
    Uhm non per fare polemica e neppure per criticare chi partecipa a questi argomenti...
    Ma quando si parla di informazione distorta o disinformazione, guarda caso si citano sempre i soliti nomi, appartenenti quasi sempre alla stessa area politica, come se la disinformazione venisse solo da li.
    Quante volte, anche su queste pagine, si loda il TG3 e un pò tutta la rete come l'unica che informa davvero? O quante volte si mettono link ai famosi siti che ti aprono gli occhi, fonte di chissà quale verità?

    Ma sopratutto, credete davvero che esista un fonte totalmente pura e scevra da ogni influenza o interesse?
    Mi dispiace, ma io penso che quelli che più ferocemente criticano la disinformazione ne siano le prime vittime.

    Il buon senso imporrebbe non di scegliere un tg o un giornale al posto di un altro, ma di leggerne e guardarne il più possibile per farsi un'idea proprio, non necessariamente conforme a quella dei custodi della verità.

    Internet non fa eccezione, eh... è strapiena di fonti molto più di parte che in tv.
    Steam Profile
    Now playing: Call of Duty Modern Warfare 3
  6. Il miglior Halo resta ancora Reach. Halo 4 segue la politica del gambero  
        Mi trovi su: Homepage #1776958
    Mesana:
    Se uno è intelligente, i telegiornali li guarda per farsi due risate e si fida un pò più del proprio cervello :)

    Se uno è intelligente i TG li conosce prima di guardarli, sa le loro posizioni e "decodifica" opportunamente le notizie "purificandole" di aggiunte personali del giornalista di turno.
  7. Final fantasy xii  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #1776959
    Mesana:
    Se uno è intelligente, i telegiornali li guarda per farsi due risate e si fida un pò più del proprio cervello :)

    beh, ma le info come te el procuri (quotidiani e internet non sono esenti da parzialità).
    http://community.videogame.it/forum/t/246425
    Workin' ON
    -Phenom X6 1055T -- 8 GB RAM DDR3 1600 MHz -- 2x Seagate SATA 2 RAID 0 -- 1 TB Samsung Green -- ASUS HD 5770 CUCORE 1GB DDR5 -- ASUS CROSSHAIR IV FORMULA -- CASE ANTEC THREE HUNDRED -- Windows 7 64 bit (ubuntu a 64 bit purtroppo da problemi).
  8.     Mi trovi su: Homepage Homepage #1776960
    EmptyWords:
    p.s. robroy, basta che schiatti l'intera classe dirigente attuale; poi si vedrà se sarà l'ora di qualche politico decente.

    Purtroppo non e' cosi'. All'interno dei partiti attuali fa carriera solo chi fa proprie le linee guida ed i programmi della vecchia classe dirigente ed i vecchi compromessi. Potrei farti esempi piu' precisi, ma ho il timore di entrare in un territorio al limite per le regole di next.
    <- Fumito, torna! Sta casa aspetta a tte!
  9.     Mi trovi su: Homepage #1776961
    Legion:
    Il buon senso imporrebbe non di scegliere un tg o un giornale al posto di un altro, ma di leggerne e guardarne il più possibile per farsi un'idea proprio, non necessariamente conforme a quella dei custodi della verità.

    Oppure di frequentare fonti dichiaratamente di parte. Anche se non condividi le idee di quella fazione, perlomeno ti danno già loro il modo in cui interpretare le loro notizie e non fanno pensare alla gente che possa esistere una fonte super-partes.
    Il n'y a pas de vie dans ce monde. On est tous des fantômes.
  10.     Mi trovi su: Homepage #1776962
    Legion:
    Uhm non per fare polemica e neppure per criticare chi partecipa a questi argomenti...
    Ma quando si parla di informazione distorta o disinformazione, guarda caso si citano sempre i soliti nomi, appartenenti quasi sempre alla stessa area politica, come se la disinformazione venisse solo da li.
    Quante volte, anche su queste pagine, si loda il TG3 e un pò tutta la rete come l'unica che informa davvero? O quante volte si mettono link ai famosi siti che ti aprono gli occhi, fonte di chissà quale verità?

    Ma sopratutto, credete davvero che esista un fonte totalmente pura e scevra da ogni influenza o interesse?
    Mi dispiace, ma io penso che quelli che più ferocemente criticano la disinformazione ne siano le prime vittime.

    Il buon senso imporrebbe non di scegliere un tg o un giornale al posto di un altro, ma di leggerne e guardarne il più possibile per farsi un'idea proprio, non necessariamente conforme a quella dei custodi della verità.

    Internet non fa eccezione, eh... è strapiena di fonti molto più di parte che in tv.
    Hai detto tutto tu :)

    poi una cosa che mi da proprio fastidio sono i piagnistei tipo "noi italiani siamo delle merde" "noi italiani siamo nella merda" ecc. ecc...
    non credo onestamente che noi italiani in quanto a informazione siamo messi tanto male,anche perchè se uno vuole informarsi veramente,diciamocelo,lo fa per conto suo,in Italia come in Svezia ;)
    hey tu si tu baby you and me
    dai applausi for me applausi for you
    pupa yo pupa yo
  11.     Mi trovi su: Homepage #1776963
    Legion:
    Uhm non per fare polemica e neppure per criticare chi partecipa a questi argomenti...
    Ma quando si parla di informazione distorta o disinformazione, guarda caso si citano sempre i soliti nomi, appartenenti quasi sempre alla stessa area politica, come se la disinformazione venisse solo da li.
    Quante volte, anche su queste pagine, si loda il TG3 e un pò tutta la rete come l'unica che informa davvero? O quante volte si mettono link ai famosi siti che ti aprono gli occhi, fonte di chissà quale verità?

    Ma sopratutto, credete davvero che esista un fonte totalmente pura e scevra da ogni influenza o interesse?
    Mi dispiace, ma io penso che quelli che più ferocemente criticano la disinformazione ne siano le prime vittime.

    Il buon senso imporrebbe non di scegliere un tg o un giornale al posto di un altro, ma di leggerne e guardarne il più possibile per farsi un'idea proprio, non necessariamente conforme a quella dei custodi della verità.

    Internet non fa eccezione, eh... è strapiena di fonti molto più di parte che in tv.

    C'è un erroe di fondo nel tuo ragionamento. Internet non è UNA fonta di informazione, internet è MOLTEPLICI fonti di informazione. Con pochi clic posso leggermi la stessa informazione vista da centinaia di punti diversi, sia in italia che all'estero. Solo così ho i davvero i mezzi per farmi un' idea sensata e non limitarmi a seguir la massa.

    La cogli la differernza tra il subire l' informazione e l' andarsela a cercare dove si vuole?

    P.S: la mia non era una critica ai "soliti nomi". Mi risulta che il governo sia cambiato e nessuno stia facendo ancora una beta fava. Quindi il degenero è da entrambe le parti.

    EmptyWords:
    Il problema principale in Italia a mio avviso è totalmente il contrario da quello rilevato: l'informazione perlopiù NON dà alcuna opinione, perché se fosse capace di dare un'opinione chiara ed esplicita sarebbe anche capace di creare un gran numero di contro-opinioni e dunque stimolare il pensiero generale.
    La maggior parte dei quotidiani sono disinteressati a colpire la gente con quello che pensano i suoi giornalisti, poiché le opinioni in esso espresso sono spesso controllate tenacemente e in modo non esplicito da qualche fazione politica - a cui l'imprenditore-direttore poco serio, interessato più a far soldi che a dare un importantissimo servizio alla gente, si piega molto volentieri pur di poter vendere. Tanto sanno che la gente ormai compra i giornali solo per coprire il pavimento di casa durante l'imbiancatura o per andare a fare il sudoku in ultima pagina. Metro e Leggo sono ormai diventati il modello di informazione perfetta: non ti dice assolutamente niente, ma vuoi mettere con la pagina dell'oroscopo?

    p.s. robroy, basta che schiatti l'intera classe dirigente attuale; poi si vedrà se sarà l'ora di qualche politico decente.

    [Modificato da EmptyWords - 2/12/2006 10:26]

     In realtà io sono sempre stato dell' idea che un giornalista debba fare un analisi concreta di tutto quello che riguarda un determintaot evento, senza metterci opinioni personali o ideologie politiche. Non è possibile che quando viene varata una nuova legge al tg5 si analizzano solo i contro e al TG3 solo i pro.
    Il problema che i giornalisti, quelli veri, non ci sono più.. come i politici e i manager. Abbiamo persone incompetenti che mandano in fallimento interi settori (tronchetti provera o l'ex dirigente delle FS), e prendono stipendi miliardari!


    drunkard_8:
    Hai detto tutto tu :)

    poi una cosa che mi da proprio fastidio sono i piagnistei tipo "noi italiani siamo delle merde" "noi italiani siamo nella merda" ecc. ecc...
    non credo onestamente che noi italiani in quanto a informazione siamo messi tanto male,anche perchè se uno vuole informarsi veramente,diciamocelo,lo fa per conto suo,in Italia come in Svezia ;)
    No senti, qualsiasi paragone Italia - Svezia evitalo, perchè c'è la stessa differenza che passa trala merda e la cioccolata. Il sistema svedese è ad oggi il migliore in assoluto e noi non lo vediamo neanche con il binocolo.

    Certo uno le notizie se le va a cercare....dove?
    Insensibile ai razzi e alle granate che scoppiavano, sordo alle esplosioni, alle urla e alle grida di rabbia, di avvertimento e di dolore, consapevole soltanto del suo ascendere, l’ultimo rimasuglio di Lee Scoreby passò attraverso le nuvole grevi e uscì sotto le stelle splendenti, dove gli atomi del suo daimon, la sua amata Hester, lo stavano aspettando.
  12. Il miglior Halo resta ancora Reach. Halo 4 segue la politica del gambero  
        Mi trovi su: Homepage #1776964
    Legion:

    Il buon senso imporrebbe non di scegliere un tg o un giornale al posto di un altro, ma di leggerne e guardarne il più possibile per farsi un'idea proprio, non necessariamente conforme a quella dei custodi della verità.

    Internet non fa eccezione, eh... è strapiena di fonti molto più di parte che in tv.

    :*
  13.     Mi trovi su: Homepage #1776965
    drunkard_8:
    Hai detto tutto tu :)

    poi una cosa che mi da proprio fastidio sono i piagnistei tipo "noi italiani siamo delle merde" "noi italiani siamo nella merda" ecc. ecc...
    non credo onestamente che noi italiani in quanto a informazione siamo messi tanto male,anche perchè se uno vuole informarsi veramente,diciamocelo,lo fa per conto suo,in Italia come in Svezia ;)

    bè, la missione di chi informa dovrebbe essere quella di portare le informazioni a tutti. In italia potrebbe succedere qualunque cosa (QUALUNQUE, ed è già successa), e pochi potrebbero venirne a conoscenza, nonostante le informazioni incontrovertibili siano lì alla portata di tutti.

    Quanto al discorso dell'informazione distorta... Un buon giornalista dovrebbe dire tutti i fatti, e poi dare la propria analisi. Io, sapendo qual'è la formazione culturale del giornalista e del giornale, vedo se la loro analisi mi convince. Qui invece si presentano solo notizie di comodo e si fa propaganda spacciandola per imparzialità. A volte addirittura dei giornalisti sono pagati dai servizi segreti (sezione disinformazione :-|).  Purtroppo noi non possiamo fare molto, a parte smettere di seguire certe fonti.
  14.     Mi trovi su: Homepage #1776966
    drunkard_8:
    Hai detto tutto tu :)

    poi una cosa che mi da proprio fastidio sono i piagnistei tipo "noi italiani siamo delle merde" "noi italiani siamo nella merda" ecc. ecc...
    non credo onestamente che noi italiani in quanto a informazione siamo messi tanto male,

    no? quando un capo di governo propone di sospendere a tempo indeterminato il conteggio delle schede, si chiama colpo di stato (tentativo di colpo di stato, diciamo). In italia è successo. Lo sapevi tu? Forse. Ma lo sa la vecchietta al mercato? Certo che no...

    [Modificato da Vito - 2/12/2006 11:12]

  L' Informazione distorta

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina