1.     Mi trovi su: Homepage #1791304
    Premetto che sono molto deluso dal non aver ancora visto un topic dedicato a questo duo di fenomeni.
    Ormai, passate le speranza di vederne aperto uno, ecco che decido di porre rimedio a questa incresciosa situazione=)

    www.theknife.net
    http://profile.myspace.com/theknife
    Ascolti:
    - discografia quasi completa e rmx: http://www.juno.co.uk/artists/Knife/
    - Silent Shout http://www.juno.co.uk/products/211496-02.htm

    Probabilmente questa primavera avrete ascoltato il singolo omonimo del loro terzo album, Silent Shout appunto. EdeEccovelo descritto a grandi linee (ed andate a leggervela tutta, la recensione linkata):

    Basta l'attacco della title track per cogliere la geniale follia: cassa portante che è timpano dell'inferno, gelida monofonia di sintetizzatore stile "Tour De France Etape 2", ma più incazzato, e poi le loro voci all'unisono, basse e demoniache, fantasmi della tundra ("Yes in a dream all my teeth fell out/ A cracked smile and a silent shout").
    ondarock.it


    C'è già da sbavare a leggere, vero? Figurarsi ad ascoltare.
    Ed a vedere: gente, di gruppi elettronici che han gusto nei video ce ne sono molti, ma i loro trasudano arte tanto quanto le loro canzoni.

    Innamoratevi anche del video di Silent Shout: http://www.youtube.com/watch?v=c7EYiFzNohU
    Ed è probabile che quest'estate vi siano passati video e rotazione di di We Share Our Mothers' Health. Eccovi serviti:
    http://www.youtube.com/watch?v=RRh4Y1m6jiE


    Imperdonabile sarebbe non citare la melodica Marble House, pop (fatto senza rinnegare, anzi ribadendo il loro stile) come Dio comanda: http://www.youtube.com/watch?v=mQMLg0XP3eU. O l'ultimo singolo, Like a Pen: http://www.youtube.com/watch?v=hqNSd-x1yEs . Ed per il terzo album ho concluso con le dritte, perché dovrei sciovinarvi tutta la tracklist, visto che non c'è una-che-sia-una canzone debole.. è tutto un brivido cupo ed assefuante. Alienazione che ti culla in un dolce sonno.

    Ma i due fratellini svedesi di capolavori ne han già due sul curriculum. Cito sempre dalla rece di ondarock.it:
    Nel rituale gioco dei riferimenti, Karin, dopo aver pagato il debito a Bjork nel primo, omonimo, disco, a Cindy Lauper in "Deep Cuts", stavolta lo paga a Kate Bush, ma è una Kate Bush replicante, cibernetica, filtrata. Karin ha quella voce tesa e stupenda che ha fatto il successo di "What Else Is There?" di Royksopp, ma in "Silent Shout" la si sente spesso deformata, plagiata (quando non grottescamente distorta come la controparte maschile: sentiremo mai la vera voce di Olof Drejer?), strozzata come un vero "grido silenzioso": <b>l'effetto è il panico afono di munchiana memoria, che si esprime rara violenza psichica</b><b> in "The Captain".


    Essì, ancora non avevo svelato che la cantante Karin è la stupenda interprete di What Else is There? dei Royksopp.. Ah, meravigliosa penisola scandinava!

    E per finire, parlo di Heartbeats, tra le più amate (e probabilmente la mia preferita) che in Italia è conosciuta solo la cover acustica di un tal Gonzales, soundtrack dello spot dei Sony Bravia con le palline colorate che invadono la città.
    Beh, vedetene il video sempre su youtube od ascoltatela da juno: http://mp3.juno.co.uk/MP3/SF232731-02-01-01.mp3
    Beh, buon colpo di fulmine! ;)

    Penultimo capitoletto del post. Trentemoller, Booka Shade, Rex the Dog, Radioslave, Schumacher, Dhalback: sono i nomi dei remixer che han messo le loro divine mani nei vari singoli. I gotha dei producer/remixer insomma, nomi che sinceramente fanno impressione leggere tutti assieme accostati ad un singolo gruppo.

    I testi meravigliosi ed un pelo shockanti ve li godrete da soli - "They say we had a communist in the family - I had to wear a mask" sibilla tra i synth trance di Forest Families, la quasi-incestuosa Pass This On dove la dolce Karin è sostituita da un trans che fa strage di cuori in una esibizione da piano bar e di nuovo Heartbeats, che è la canzone d'amore che tutti vorrebbero condividere con la propria ragazza, che sia fissata anch'essa per l'elettronica o meno. Quest'anno hanno fatto una ventina live in giro per il mondo, toccado anche Milano due mesi fa. Mi correggo, non "live", ma "An Audio Visual Experience": loro immersi tra due layer di immagini e proiezioni, davanti e dietro loro. Ma di una qualità e genio poetico - con mille rimandi culturali attuali e non - che gli son valsi tanto incenso dai critici. L'effetto? Han dato quel senso all'uso dei visual, a volte usati ed abusati con scarsi risultati. Sin dall'inizio non si è trattato di una Audio Visual Experience ma una, unica travolgente Experience, senza scomodare aggetttivi alcuno per declinarla.

    Lui coi pad digitali e bacchette, e lei con la sua voce divina, in maschere e coreografie annebbiate dai fiocchi di neve cadenti, cariollin mossi da pupazzi che si rivelavano essere scheletri. Han reso alla mia presenza il 10 ottobre ai Magazzini Generali passata tra lacrime ed occhi lucidi. Ed è stato un gran piacere vedere i Magazzini quasi pieni, con un pubblico che mai mi sarei aspettato così preparato (quasi tutti cantavano e si muovevano perfettamente). Una gioia collettiva condivisa con delle fan mica male:P :D
    Qualche spezzone da farvi vedere ancora su youtube dei live c'è, ma la qualità è amatoriale: http://www.youtube.com/results?search_query=the+knife+live&amp;search=Search od un demo dal dvd live da http://www.inthemix.com.au/broadband/tv/28586/The_Knife_We_Share_Our_Mothers_Health_Live

    Concludendo davvero, se vi piace l'elettronica, anche "easy" alla Royksopp od alla Tiga avrete un nuovo duo al quale sacrificare mesi della vostra esistenza, se non la disdegnate vi innamorerete dei singoli ma in ogni caso, se comprerete il dvd del live (con tutti i video ed i precedenti bonus degli scorsi dvd: riflesso del welfare svedese? Comunque sia 22 euro ss incluse dal loro sito ed in 3/4gg è casa vostra) od un loro cd non ve ne pentirete davvero.

    Anzi, scommettiamo che mi farete gli auguri per Natale per allevviare quel senso di profondissima riconoscenza che avrete iniziato a provare per me;P?!

    Buon ascolto davvero, ragazzi.

    [Modificato da Imbruglia - 10/12/2006 21:45]</b>
    www.karfree.it - il kart finalmente libero!
    www.vroom.it
  2. brink  
        Mi trovi su: Homepage #1791305
    Non so se nella sezione house e derivati se ne sia parlato, ma il singolo LIKE A PEN mi è piaciuto da morire così come PASS THIS ON (che remixato da M.A.N.D.Y. è una goduria assoluta credimi).
    Non esiste silenzio senza rumore, non esiste distanza senza averla percorsa
    Semplicemente sono l'anima più nera ed ottimista del forum.
    /|\ il DISCOTECALLARO di Nextgame /|\
  3.     Mi trovi su: Homepage #1791306
    blackfluid:
    Non so se nella sezione house e derivati se ne sia parlato, ma il singolo LIKE A PEN mi è piaciuto da morire così come PASS THIS ON (che remixato da M.A.N.D.Y. è una goduria assoluta credimi).


    Eh, ero certo che ne avrei scordato qualcuno. E tant'è piacesse poco anche a me..
    Dovresti rimediare, o su youtube o dal dvd la versione di Pass This On fatta con le sonorità alla Silent Shout, è proprio l'intro del concerto.
    Sephirottt col quale ho condiviso il live può testimoniare la mia pelle d'oca.. che mi torna ogni volta che inserisco in macchina il cd audio rippato.

    E per l'ormai usuale shopping "viniloso" di fine anno, ho pronto l'acquisto delle versioni in doppio LP degli album. E magari i 12'' di qualche singolo.
    Poi speriamo si prendano un minimo di pausa, che tra concerti e cd mi stanno svenanndo :toghy: 8-)

    [Modificato da Imbruglia - 11/12/2006 21:14]
    www.karfree.it - il kart finalmente libero!
    www.vroom.it

  The Knife - Silent Shout

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina