1. Da cosa partirà?  
        Mi trovi su: Homepage #1807098
    Auron2002:
    Qui trovate il sito ufficiale:

    http://apocalypto.movies.go.com/

    Mi ispira tantissimo.
    A quando nei cinema italiani? :toghy:


    Stefano

    tra poco, penso fine del mese o primi di gennaio.
    a me nn interessa per nulla, cmqe due cose:

    1 dopo the passione, ancora una volta un film, che per essere più fedele alla realtà di quel tempo, girato in lingua incomprensibile e solo coi sottotitoli
    2 si preannuncia più splatteroso e violento di the passion, ce la farà?

    forza mel siamo tutti con te!
    /!\Il Multipiatta Sanguinario di Next-game/!\
    "Onestamente Meno, mi sei molto simpatico, e ti leggo spesso con piacere, ma qui stai facendo un pò una figura da cioccolataio "
    "la tua crescita è costante, la ps3 ti ha reso un giocatore migliore Meno, ma credo anche un uomo migliore, più sereno."
  2.     Mi trovi su: Homepage #1807099
    (ANSA) - ROMA, 21 DIC - Al contrario di America, Germania, Olanda, Irlanda, Inghilterra e Canada, 'Apocalypto', l'ultimo film di Mel Gibson, non avrà alcun divieto in Italia dove uscirà distribuito dalla Eagle il 5 gennaio in 300 copie. I fiumi di sangue che scorrono nel film dedicato al crollo della civiltà Maya e soprattutto la scena di sacrificio con tanto di rituale di estrazione del cuore di una vittima, sembrano non aver spaventato la commissione censura italiana che ha deciso che è un film per tutti. Il film, uscito negli States l'8 dicembre, ha ottenuto il divieto R (al di sotto dei 17 non accompagnati), mentre in Germania e Canada un bel divieto ai 18. Infine in Olanda il divieto e ai 16, mentre in Irlanda ai 15 anni. Di 'Apocalypto' - che racconta il disfacimento della civiltà Maya, avvenuto cinque secoli prima che i bianchi mettessero piede in America - ha detto Gibson: "Voglio dare una scossa al genere dei film d'azione che sta diventando sempre più statico con gran parte del compito ormai affidato agli effetti speciali dei computers. Le storie sono scontate, i personaggi sono superficiali. Noi volevamo ottenere risultati ben diversi
    THE BOYS ARE BACK IN TOWN!!! http://www.thefirstplace.it/
  3.     Mi trovi su: Homepage #1807100
    APOCALYPTO di Mel Gibson

    L’Apocalisse secondo Mel racconta l’inizio del declino della civiltà Maya, attraverso gli occhi di Zampa di Giaguaro, giovane uomo sopravvissuto alla distruzione del suo villaggio da parte di una tribù rivale decisamente più organizzata e progredita e scampato per miracolo ad un cerimoniale sacro che lo avrebbe visto soccombere in onore degli Dei: fuggitivo e braccato, una volta tornato nella foresta d’origine, Zampa di Giaguaro sfrutterà la conoscenza del territorio ed il proprio talento di cacciatore per vendicarsi…
    Dopo essersi avventurato con alterne fortune tra le Highlands scozzesi e la terre bruciate dal sole della Galilea, Mel Gibson riprova la carta del dramma storico puntando verso il centroamerica ed offrendo la sua personale visione della decadente civiltà Maya. Il risultato è un film imperfetto, a volte non troppo credibile, appesantito da numerosi cali di ritmo, violentissimo ma anche appassionante ed emozionante, e capace a suo modo di instillare curiosità e interesse verso quella cultura scomparsa da secoli.
    Apocalypto è diverso da come ci si potrebbe aspettare. Diviso in tre grandi sezioni, deputate a raccontare la vita nel villaggio di Zampa di Giaguaro, la sua deportazione e fuga dalla capitale Maya ed infine la feroce vendetta operata nei confronti dei suoi nemici una volta tornato nella foresta, il film mostra la dissoluzione interna che affligge il popolo Maya. A causa della sconsiderata espansione delle città e conseguente deforestazione, aumentano vertiginosamente siccità e malattie : per placare “l’ira degli Dei” i sacerdoti moltiplicano quindi i sacrifici umani con conseguenze disastrose. Agli spagnoli e alla dominazione che verrà, è riservata solo una parte piccola ma significativa. Al centro della storia non c’è un popolo ma il singolo che, come nel più classico dei romanzi di formazione, cresce, si fa maturo e coraggioso, diventando deus ex machina e salvatore dei propri cari.
    L’approccio di Mel Gibson è adeguato al contesto trattato. La sua regia è asciutta all’inizio del film (splendido l’incipit, è consigliabile non arrivare in ritardo al cinema), si fa autoreferenziale e pomposa durante la fase centrale ambientata nella città, con rallenty e campi lunghi spesso insostenibili, acquisisce dinamismo e sfiora l’eccellenza nel lungo finale, che trasforma Apocalypto in un action movie vero e proprio, con colpi di scena e trovate originali ed azzeccate. Peccato per alcune cadute di stile e buon gusto centellinate, ma fastidiosamente presenti, nell’arco dell’intera visione (la persistenza con la quale si inquadrano arterie zampillanti, la “gag sessuale” ripetuta ad oltranza nelle fasi iniziali, l’apparente indistruttibilità del protagonista).
    Quel che sembra difettare al film invece, è proprio un segno di appartenenza che ne permetta l’identificazione col suo creatore. Certo, la cifra stilistica di Gibson in questi ultimi anni è stata improntata all’utilizzo persistente e continuo della violenza, descritta con dovizia di particolari e a volte troppo compiaciuta,ma Apocalypto, efferatezze a parte, mixa elementi diversi e tratti da pellicole piuttosto eterogenee tra di loro: ci sono richiami al Gladiatore, a Balla coi lupi (pellicola con la quale condivide la fotografia, diretta sapientemente da Dean Semler ) a Mission, a Rambo (tutta la seconda parte del film ne è una copia pedissequa) e, in certi frangenti, al cinema di genere italiano degli anni 70’, che portò alla ribalta film piuttosto discutibili. A margine, c’è il grande lavoro svolto sui costumi, i tatuaggi (spettacolari) che ornano il corpo dei protagonisti, sulla meticolosa ricerca di dati ed informazioni relative alle cerimonie sacre ed in generale al contesto e allo scenario nel quale si muovono i protagonisti, tutti attori sconosciuti e tutti davvero bravi ed entusiasti: insomma un film valido e discutibile al tempo stesso ma ben lontano dal disastro assoluto paventato da molti (e realizzato per altri….).
    THE BOYS ARE BACK IN TOWN!!! http://www.thefirstplace.it/
  4.     Mi trovi su: Homepage Homepage #1807102
    meno d zero:
    dopo the passione, ancora una volta un film, che per essere più fedele alla realtà di quel tempo, girato in lingua incomprensibile e solo coi sottotitoli
    In un mondo in cui le uniche due lingue parlate sono l'inglese e il giapponese sottotitolato in inglese*... :sbav:



    * ogni riferimento a serie televisive inerenti individui dotati di abilità speciali è puramente causale :D
    All that I take with me is all you've left behind,
    We're sharing one eternity, living in two minds.
    Linked by an endless thread impossible to break.
  5. Smazzato  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #1807103
    meno d zero:
    1 dopo the passione, ancora una volta un film, che per essere più fedele alla realtà di quel tempo, girato in lingua incomprensibile e solo coi sottotitoli
    2 si preannuncia più splatteroso e violento di the passion, ce la farà?


    Una cosa tipo:

    - Gungha! (Ciao!)
    - Bwargha! (Ciao!)
    Coltellate in faccia, per saluto. Sangue a fiotti.
    - Gwargh Bunga? (come va?)
    - Babongo... ka! (Mah, così... mi fa male qui!) - indica la spalla, dove c'è piantata una lancia. Sangue a fiotti.
    - Aaah! (Aaah! Mi spiace!) - segue coltellata al petto per solidarietà. Sangue a fiotti.
    - Gakka Buka Suocera Sprangh Gnam! (Ora scappo, che a casa ci mangiamo mia suocera!)
    Segue flashback con macellazione della suocera tramite piccoli coltellini in ardesia. Sangue a fiotti. Altri coltellini. Sangue a fiotti. Suocera che dice "Oooh...")
    - Bargh! (beato te! Io ho un mal di pancia!) - detto indicando le budella, ovviamente sparse tutto attorno. Sangue a fiotti.
    --
    Stef
    Ex Redattore apodittico di Nextgame.it ed ex-ex-curatore di Deck & Board
    Rantolii, niuz e boiate videoludiche su Il Paradroide e Outcast.it.
  6.     Mi trovi su: Homepage #1807105
    fulgenzio:
    (ANSA) - ROMA, 21 DIC - Al contrario di America, Germania, Olanda, Irlanda, Inghilterra e Canada, 'Apocalypto', l'ultimo film di Mel Gibson, non avrà alcun divieto in Italia dove uscirà distribuito dalla Eagle il 5 gennaio in 300 copie. I fiumi di sangue che scorrono nel film dedicato al crollo della civiltà Maya e soprattutto la scena di sacrificio con tanto di rituale di estrazione del cuore di una vittima, sembrano non aver spaventato la commissione censura italiana che ha deciso che è un film per tutti. Il film, uscito negli States l'8 dicembre, ha ottenuto il divieto R (al di sotto dei 17 non accompagnati), mentre in Germania e Canada un bel divieto ai 18. Infine in Olanda il divieto e ai 16, mentre in Irlanda ai 15 anni. Di 'Apocalypto' - che racconta il disfacimento della civiltà Maya, avvenuto cinque secoli prima che i bianchi mettessero piede in America - ha detto Gibson: "Voglio dare una scossa al genere dei film d'azione che sta diventando sempre più statico con gran parte del compito ormai affidato agli effetti speciali dei computers. Le storie sono scontate, i personaggi sono superficiali. Noi volevamo ottenere risultati ben diversi

    Te quando hai modo di vederlo Fulge'?
    http://www.myspace.com/blood4response

    http://www.myspace.com/hellsoundsystem
  7. Il miglior Halo resta ancora Reach. Halo 4 segue la politica del gambero  
        Mi trovi su: Homepage #1807106
    fulgenzio:
    (ANSA) - ROMA, 21 DIC - Al contrario di America, Germania, Olanda, Irlanda, Inghilterra e Canada, 'Apocalypto', l'ultimo film di Mel Gibson, non avrà alcun divieto in Italia dove uscirà distribuito dalla Eagle il 5 gennaio in 300 copie. I fiumi di sangue che scorrono nel film dedicato al crollo della civiltà Maya e soprattutto la scena di sacrificio con tanto di rituale di estrazione del cuore di una vittima, sembrano non aver spaventato la commissione censura italiana che ha deciso che è un film per tutti. Il film, uscito negli States l'8 dicembre, ha ottenuto il divieto R (al di sotto dei 17 non accompagnati), mentre in Germania e Canada un bel divieto ai 18. Infine in Olanda il divieto e ai 16, mentre in Irlanda ai 15 anni. Di 'Apocalypto' - che racconta il disfacimento della civiltà Maya, avvenuto cinque secoli prima che i bianchi mettessero piede in America - ha detto Gibson: "Voglio dare una scossa al genere dei film d'azione che sta diventando sempre più statico con gran parte del compito ormai affidato agli effetti speciali dei computers. Le storie sono scontate, i personaggi sono superficiali. Noi volevamo ottenere risultati ben diversi

    Sulla stagnazione dei film d'azione sono daccordissimo con Gibson, anche se resta da vedere se la sua soluzione funzionerà.
  8.     Mi trovi su: Homepage #1807109
    Stefano Castelli:
    Una cosa tipo:

    - Gungha! (Ciao!)
    - Bwargha! (Ciao!)
    Coltellate in faccia, per saluto. Sangue a fiotti.
    - Gwargh Bunga? (come va?)
    - Babongo... ka! (Mah, così... mi fa male qui!) - indica la spalla, dove c'è piantata una lancia. Sangue a fiotti.
    - Aaah! (Aaah! Mi spiace!) - segue coltellata al petto per solidarietà. Sangue a fiotti.
    - Gakka Buka Suocera Sprangh Gnam! (Ora scappo, che a casa ci mangiamo mia suocera!)
    Segue flashback con macellazione della suocera tramite piccoli coltellini in ardesia. Sangue a fiotti. Altri coltellini. Sangue a fiotti. Suocera che dice "Oooh...")
    - Bargh! (beato te! Io ho un mal di pancia!) - detto indicando le budella, ovviamente sparse tutto attorno. Sangue a fiotti.

    Stò morendo :))


    Stefano
  9. Utente non attivo.  
        Mi trovi su: Homepage #1807110
    Stefano Castelli:
    Una cosa tipo:

    - Gungha! (Ciao!)
    - Bwargha! (Ciao!)
    Coltellate in faccia, per saluto. Sangue a fiotti.
    - Gwargh Bunga? (come va?)
    - Babongo... ka! (Mah, così... mi fa male qui!) - indica la spalla, dove c'è piantata una lancia. Sangue a fiotti.
    - Aaah! (Aaah! Mi spiace!) - segue coltellata al petto per solidarietà. Sangue a fiotti.
    - Gakka Buka Suocera Sprangh Gnam! (Ora scappo, che a casa ci mangiamo mia suocera!)
    Segue flashback con macellazione della suocera tramite piccoli coltellini in ardesia. Sangue a fiotti. Altri coltellini. Sangue a fiotti. Suocera che dice "Oooh...")
    - Bargh! (beato te! Io ho un mal di pancia!) - detto indicando le budella, ovviamente sparse tutto attorno. Sangue a fiotti.

    Aiuto :DD :DD :DD
  10. eccomi  
        Mi trovi su: Homepage #1807111
    Stefano Castelli:
    Una cosa tipo:

    - Gungha! (Ciao!)
    - Bwargha! (Ciao!)
    Coltellate in faccia, per saluto. Sangue a fiotti.
    - Gwargh Bunga? (come va?)
    - Babongo... ka! (Mah, così... mi fa male qui!) - indica la spalla, dove c'è piantata una lancia. Sangue a fiotti.
    - Aaah! (Aaah! Mi spiace!) - segue coltellata al petto per solidarietà. Sangue a fiotti.
    - Gakka Buka Suocera Sprangh Gnam! (Ora scappo, che a casa ci mangiamo mia suocera!)
    Segue flashback con macellazione della suocera tramite piccoli coltellini in ardesia. Sangue a fiotti. Altri coltellini. Sangue a fiotti. Suocera che dice "Oooh...")
    - Bargh! (beato te! Io ho un mal di pancia!) - detto indicando le budella, ovviamente sparse tutto attorno. Sangue a fiotti.

    ahahaha ti dirò a me l'aramaico ovviamente incomprensibile mi è piaciuto parecchio in the passion
    chissa che ci si ripeta ocnq uesto apocalitpo che andrò a vedere perchè amo mel sia ocme attore e sopratutto come regista

  Apocalypto ...

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina