1.     Mi trovi su: Homepage #1812934
    Eccovi la recensione, che scrissi tempo fa quando ebbi modo di vedere il film... Ke ne pensate? (parlo del film ovviamente, e se concordate con ciò che ho scritto)
    A voi.....
    ps- se qualcuno a notizie sull'uscita Dvd del film in questione, prego di fornirmele.. Ve ne sarei molto grado.
    Grazie




    LE COLLINE HANNO GLI OCCHI- ODIO E VENDETTA
    di: Joe80
    Quest'Estate sono rimasto davvero soddisfatto, dell'ondata horror, che è prevalsa nei cinema, spiazzando da horror ricco di effetti come SILENT HILL, al più orientale SHUTTER, ma quello che veramente mi ha colpito più di tutti, è stato senza dubbio LE COLLINE HANNO GLI OCCHI, di Alexander Aja.

    Già con il suo esordio, nel 2003, con ALTA TENSIONE, Aja, si è subito imposto come un regista amante dell'horror, e sopratutto, amante del gore.
    Grazie a lui, lo slasher-movie, è tornato a rivivere di vita propria, lasciando perdere le produzioni anglo-giapponesi che tanto vanno di moda, oggi.
    Il suo ALTA TENSIONE, è un film violento, disturbante e brutale, in ogni sequenza; è puro slasher-movie, è horror! Violento e crudo, come non se ne vedevano da tempo.
    Purtroppo da noi, il film arrivò solo nell'Estate 2004, ma ha subito avuto un ottimo consenso di critica, e un buon riscontro del pubblico.
    Reduce quindi, dal successo in patria, per essere riuscito a creare una storia dura e spietata, con il suo ALTA TENSIONE, ad Aja, giunge un inaspettata chiamata, niente di meno che dal maestro Wes Craven, il regista di opere dell'orrore indimenticabili come NIGHTMARE e L'ULTIMA CASA A SINISTRA, che lo vuole per il suo prossimo progetto; ovvero alla regia del rifacimento di un suo altro classico (parecchio sopravvalutato) degli anni passati: LE COLLINE HANNO GLI OCCHI.
    Sotto l'ala protettiva di Wes Craven, che compare in vesti di produttore, Aja assieme a Gregory Lavasseur, fido collaboratore, decide di riscrivere il tema della famiglia Carter, e del loro tragico destino, adattandolo ai giorni nostri.

    Il risultato?

    Davvero incredibile! Il remake, riesce anche a superare l'originale di Craven, che ha detta di molti recensori, era lento e noioso.

    La famiglia Carter, in viaggio per una vacanza spensierata, viene astutamente dirottata verso una scorciatoia tra le colline; inspiegabilmente il loro mezzo finisce a terra, gomme bucate!Quello che sembra essere stato, un banale ma anche inspiegabile incidente, diventerà ben presto una verità orrenda.
    Loro sono spiati, dalle colline, dai loro abitanti, freaks estranei alla società, che il governo ha risputato nella solitudine; i risultati di tremende mutazioni genetiche, sono loro li abitanti delle colline, persone ormai che non conoscono più amore e tolleranza, ma solo odio e rabbia, verso coloro i quali provvengono da una società, che li ha respinti, li ha rinnegati.
    I Carter, sono le loro prede, e se ne accorgeranno presto, quando il sangue comincerà a scorrere, e il massacro avrà inizio.

    LE COLLINE HANNO GLI OCCHI, versione 2006, è un meraviglioso prodotto, di quel genere da sempre considerato di serie b.

    Rabbioso e violento, duro e vendicativo, questi è il capolavoro del giovane regista Alexander Aja; un film dove non esiste speranza, dove anche alla fine, quando tutto sembra finito, diventa chiaro, che c'è ancora qualcuno su quelle colline, ancora qualcuno che osserva, che cerca d'imparare il linguaggio civile, di quel mondo che ormai non gli appartiene più.
    Come accadde nell'originale di Craven, anche qui nel remake, c'è il tema della vendetta, che perdura per tutto il secondo tempo; la trasformazione del protagonista, è veloce e spietata, e da semplice e pacifico cittadino, egli si trasforma in un rabbioso vendicatore, deciso a fare giustizia su coloro che gli hanno distrutto la famiglia, ma sopratutto deciso a riprendersi la neonata figlia, ultima luce della sua vita, caduta nelle mani di quei mostri, cannibali che fanno del delitto il loro passatempo preferito.

    LE COLLINE HANNO GLI OCCHI, s'impone al cinema stesso, rabbioso e pieno d'odio, ci sbatte in faccia scene di orrenda violenza carnale, sangue e arti mozzati, il tutto girato con maestria e professionalità, lanciando una sfida al cinema d'alto livello, gridando "ci siamo anche noi!"

    L'horror rivive, in un film violento, mostruoso, circondato da un'alone di odio e sadicità.
    Il capolavoro dell'Estate. Indubbiamente il miglior rifacimento di un film dell'orrore, superiore anche al malato NON APRITE QUELLA PORTA di Nispel, versione 2003.

    Aja, la nuova promessa dell'horror, s'impone subito, ai suoi colleghi, Eli Roth e Rob Zombie, con professionalità e talento.E' lui, il nuovo maestro della violenza sullo schermo, lui la speranza per il genere di "serie b", è lui che impone l'horror, come un genere che vale, come un genere che se realizzato bene, può davvero far paura.

    E così come accadeva tempi addietro, anche le COLLINE HANNO GLI OCCHI, riesce a sconvolgere, ma non per il mistero o particolari personaggi, no. Ma per la sua inaudita violenza, per il suo odio, e per la sua maestria nel mostrarci i mostri, che noi stessi abbiamo creato, che ci creiamo ogni giorno, e, come accadde alla fine, mai veramente riusciremmo a liberarcene.

    Un capolavoro.

    Aiutato da un trucco all'avanguardia; Gregory Nicotero ed il suo staff, si superano creando dei freaks, e delle sequenze splatter davvero impressionanti.

    E anche la musica, sebbene, sembra che passi in sottotono, riesce a creare la giusta dose di ansia e terrore, per non parlare delle interpretazioni, splendide ed efficaci, ognuno è perfettamente calato nel suo ruolo.

    E poi va considerata, la splendida fotografia assolata che ricopre tutto il film, e poi l'ottima sceneggiatura curata stesso da Aja.

    E infine la regia; tesa ed efficace, minuziosa e mai di troppo, lasciando spazio anche all'elogio degli altri settori, come i già citati trucco e interpretazioni.

    Aja si supera anche del suo bellissimo esordio, donandoci una perla, che non potrà mai lasciare le nostre menti.

    Sconvolgente.

    [Modificato da Joe80 - 23/12/2006 10:47]
  2.     Mi trovi su: Homepage #1812935
    Oddio non condivido minimamente guarda :berto: imho il film è tropo banale, prevedibile e americanizzato... specialmente la parte finale è davvero da filmaccio americano dove c'è l'eroe che non muore mai... salverei solo la sequenza nella casa.. Silent hill gli sta proprio sopra... tutto imho ovviamente
    Wii Console 6150 - 5738 - 7202 - 9216
    Mario Kart Wii 0516 - 7443 - 4216
    Super Smash Bros Brawl 3093 - 8617 - 1120
    No Cav Day: Marco Travaglio http://it.youtube.com/watch?v=Uq_qm_CW4-M

  LE COLLINE HANNO GLI OCCHI- RECENSIONE

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina