1.     Mi trovi su: Homepage #1818246
    Succede... Succede che nel groviglio di titoli che ogni anno tappezza le librerie di ogni console, esca il remake di un titolo che ci è caro, una perla ludica inestimabile, per noi come per molti altri, ma non necessariamente.

    Succede che l'attesa dell'evento sia sempre costellata da sentimenti avversi: il piacere di risentire quel nome, il ricordo che torna ai fasti delle partite dedicateci anni e anni addietro, l'interlocutorio dubbio sulla riuscita dell'operazione, il presentimento - sempre nefasto - che non sarà mai come la prima volta, l'ameno conteggio dei giorni che accompagna la release pensando a quanto, tutto sommato, sia ridicola in se stessa come in riferimento a qualcosa che si è già provato... La certezza, scaramantica, che l'avranno in ogni caso, peggiorato.

    Correva l'anno 1995, l'anno di Chrono Trigger, l'anno di Tactics Ogre, la piattaforma, non serve dirlo, il Super Famicom.

    Correva il mese di Dicembre, uscivano in quasi contemporanea Dragon Quest VI, Far East of Eden Zero, Donkey Kong 2, Goemon IV, il nuovo Parodius e altro ancora... Ma il 9 Dicembre, il 9 Dicembre 1995, faceva freddo, o almeno così mi piace ricordare, magari nevicava pure, il 9 Dicembre, si diceva, discese sulla terra il RE.

    Chunsoft distribuì Fushigi no Dungeon 2 Fuurai no Shiren.

    Famitsu disse 38/40, secondo miglior titolo di sempre per la macchina Nintendo (Famitsu era allora una rivista coi contro-maroni), The Super Famicom disse 9-9-8, impareggiabile, io dissi, non dissi più niente, giocai, mi incazzai come mai mi ero incazzato (e mai più mi incazzai) davanti ad un televisore, senza F.A.Q., senza conoscere il Jap (fu allora che mi decisi a studiarlo senza mai riuscirci sufficientemente del resto), contro uno dei vidogame più difficili mai creati da mente umana, innamorandomi di una delle strutture ludiche più complesse, articolate, ma fantasticamente realizzate che ho avuto modo di provare.

    Un concentrato strategico dove a crescere non era il personaggio in-game, ma il videogiocatore che partita dopo partita, ricominciando sempre dall'inizio, a livello 1, accumulava esperienza e oggetti. Esperienza per capire cosa fare, oggetti per allestire armamenti sempre più complessi in vista della partita definitiva, quella giusta quella sufficiente a completare i piani del mega dungeon, quello che sembrava l'unico, ma che in realtà non era che il preludio ad una sfida atroce... Gli atroci 100 piani finali... Ma questa è storia, questa è pura vita ludica.

    Oggi, apro il pacco ed eccolo qui, Fuurai no Shiren DS.

    Manca quasi la voglia di aprirlo, cosa ci sarà dentro, cosa sarà cambiato, ma soprattutto avrò ancora voglia di cimentarmi nella sfida?

    La cover è cambiata, molto più cool ora, Shiren di suo già era un bel tipo, oscuro, figo, insomma... Ora è rielaborato alla maniera manga-Shonen Jump e anche lo sprite in-game sembra diverso... Ma le immagini distraggono.

    Qualcuno dice che sia più semplice... Un tonfo al cuore: Fuurai no Shiren non può essere semplice, non di un millimetro rispetto all'originale, non può, non deve, era la difficoltà il suo pregio, il perfetto incastro fra trappole e soluzioni, fra nemici e armi, fra mostri e alleati, il suo apice, la sua essenza.

    L'armonia ludica era Fuurai no Shiren.

    Qualcuno dice: "Forse non ne valeva la pena, ma almeno, magari, c'è una possibilità che arrivi in America ora" ... Altri rispondono "Sì, così da esser demolito da IGN e GAMESPOT... C'è una faida fra i due siti e Chunsoft" ... Leggende, mezze verità, chissà... Il fatto è che sua maestà è qui, tornato in vita per calcare i lidi di una macchina che sempre più sta solcando la strada del GBA per diventare quel Super Famicom 2.0 di cui, forse, si sente il bisogno.

    Forse sarebbe stato meglio portare il seguito su DS, quel Fuurai no Shiren 2 apparso su N64 spopolando come ha continuato a spopolare cu GBC e DC... Ma chissà, forse è dall'inizio che bisogna ripartire e allora, ancora una volta, riparte la caccia dell'avventuriero Shiren... Il Condor d'oro aspetta.
  2. assassin's creed 2  
        Mi trovi su: Homepage #1818248
    Dopo aver letto tutto il resoconto, mi sono discretamente interessato a questo gioco che, a dirla tutta, mi ha sempre attirato, fin da quando vidi la scatola in un negozio di Akihabara nel lontano '99 (o 2000, non ricordo). In ogni caso, la variante Pokémon l'ho provata (la rece su next è mia) e non mi ha entusiasmato troppo proprio per via della scarsità di opzioni. Mi consiglieresti di prendere questo Shiren DS?

    Il mio timore è che i giochi difficili non mi fanno impazzire e non vorrei finire per giocarci una volta e mezza e cedere dopo due o tre reprise totali (che se ho capito bene capitano spesso). In particolare trovo particolarmente indigesto "sprecare" ore di gioco, ovvero giocare X tempo, morire e alla fine ritrovarmi al punto di partenza senza vantaggi in termini di gioco (exp, oggetti o altro). Shiren è un gioco così o qualcosa rimane sempre "in tasca"?
  3. Bandito  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #1818249
    chrono:
    Succede... Succede che nel groviglio di titoli che ogni anno tappezza le librerie di ogni console, esca il remake di un titolo che ci è caro, una perla ludica inestimabile, per noi come per molti altri, ma non necessariamente.

    Succede che l'attesa dell'evento sia sempre costellata da sentimenti avversi: il piacere di risentire quel nome, il ricordo che torna ai fasti delle partite dedicateci anni e anni addietro, l'interlocutorio dubbio sulla riuscita dell'operazione, il presentimento - sempre nefasto - che non sarà mai come la prima volta, l'ameno conteggio dei giorni che accompagna la release pensando a quanto, tutto sommato, sia ridicola in se stessa come in riferimento a qualcosa che si è già provato... La certezza, scaramantica, che l'avranno in ogni caso, peggiorato.

    Correva l'anno 1995, l'anno di Chrono Trigger, l'anno di Tactics Ogre, la piattaforma, non serve dirlo, il Super Famicom.

    Correva il mese di Dicembre, uscivano in quasi contemporanea Dragon Quest VI, Far East of Eden Zero, Donkey Kong 2, Goemon IV, il nuovo Parodius e altro ancora... Ma il 9 Dicembre, il 9 Dicembre 1995, faceva freddo, o almeno così mi piace ricordare, magari nevicava pure, il 9 Dicembre, si diceva, discese sulla terra il RE.

    Chunsoft distribuì Fushigi no Dungeon 2 Fuurai no Shiren.

    Famitsu disse 38/40, secondo miglior titolo di sempre per la macchina Nintendo (Famitsu era allora una rivista coi contro-maroni), The Super Famicom disse 9-9-8, impareggiabile, io dissi, non dissi più niente, giocai, mi incazzai come mai mi ero incazzato (e mai più mi incazzai) davanti ad un televisore, senza F.A.Q., senza conoscere il Jap (fu allora che mi decisi a studiarlo senza mai riuscirci sufficientemente del resto), contro uno dei vidogame più difficili mai creati da mente umana, innamorandomi di una delle strutture ludiche più complesse, articolate, ma fantasticamente realizzate che ho avuto modo di provare.

    Un concentrato strategico dove a crescere non era il personaggio in-game, ma il videogiocatore che partita dopo partita, ricominciando sempre dall'inizio, a livello 1, accumulava esperienza e oggetti. Esperienza per capire cosa fare, oggetti per allestire armamenti sempre più complessi in vista della partita definitiva, quella giusta quella sufficiente a completare i piani del mega dungeon, quello che sembrava l'unico, ma che in realtà non era che il preludio ad una sfida atroce... Gli atroci 100 piani finali... Ma questa è storia, questa è pura vita ludica.

    Oggi, apro il pacco ed eccolo qui, Fuurai no Shiren DS.

    Manca quasi la voglia di aprirlo, cosa ci sarà dentro, cosa sarà cambiato, ma soprattutto avrò ancora voglia di cimentarmi nella sfida?

    La cover è cambiata, molto più cool ora, Shiren di suo già era un bel tipo, oscuro, figo, insomma... Ora è rielaborato alla maniera manga-Shonen Jump e anche lo sprite in-game sembra diverso... Ma le immagini distraggono.

    Qualcuno dice che sia più semplice... Un tonfo al cuore: Fuurai no Shiren non può essere semplice, non di un millimetro rispetto all'originale, non può, non deve, era la difficoltà il suo pregio, il perfetto incastro fra trappole e soluzioni, fra nemici e armi, fra mostri e alleati, il suo apice, la sua essenza.

    L'armonia ludica era Fuurai no Shiren.

    Qualcuno dice: "Forse non ne valeva la pena, ma almeno, magari, c'è una possibilità che arrivi in America ora" ... Altri rispondono "Sì, così da esser demolito da IGN e GAMESPOT... C'è una faida fra i due siti e Chunsoft" ... Leggende, mezze verità, chissà... Il fatto è che sua maestà è qui, tornato in vita per calcare i lidi di una macchina che sempre più sta solcando la strada del GBA per diventare quel Super Famicom 2.0 di cui, forse, si sente il bisogno.

    Forse sarebbe stato meglio portare il seguito su DS, quel Fuurai no Shiren 2 apparso su N64 spopolando come ha continuato a spopolare cu GBC e DC... Ma chissà, forse è dall'inizio che bisogna ripartire e allora, ancora una volta, riparte la caccia dell'avventuriero Shiren... Il Condor d'oro aspetta.

    Ok, tante elucubrazioni e sofferenze ma, alla fine della fiera, che tipo di gioco è? Jrpg? Action Rpg? Gnugnugnugnì?
    Oh so fuckin' free

    Italian Soul Calibur Community!!![/big]
  4. Giovane cattolico  
        Mi trovi su: Homepage #1818252
    Ok, ragazzi, è uscito.

    Su gaf i primi hands on - nessuno parla di cambiamenti fatti tra versione USA e Jap, che era una cosa che un po' mi preoccupava.

    Grande notizia: il tabellone dei ranking rimosso dalla versione SNES ritorna... online!!

    Potremo quindi misurare la nostra abilità con i Wanderers americani ed europei (mi sembra che avessero confermato che le due versioni sono compatibili).

    Se lo prendo USA mi arriva tra un mese, e la PAL esce a fine mese...

    in entrambi i casi niente Shiren fino ad aprile.. uffa!!!!!!!!!
    http://www.myspace.com/giovanecattolico

    Il nuovo progetto musicale.
  5. Giovane cattolico  
        Mi trovi su: Homepage #1818253
    Corre l'anno 2001, e sull'ormai morente Game Boy Color esce il secondo capitolo portatile della saga di Shiren: Fuurai no Shiren GB2 - Sabaku no Majou (il castello del deserto o qualcosa del genere).



    Shiren GB2 si presenta con un approccio simile ma allo stesso tempo diverso dal gioco per Super Famicom, ma soprattutto totalmente diverso dal precedente GB1.

    Molte novità, che vanno a rendere GB2 un po' meno "import friendly" rispetto al precedente capitolo portatile.

    Vediamo quali sono le prime novità che ho rilevato.

    Intanto, due paroline sul packaging, come da tradizione: scatola molto carina, manuale colorato ed esplicativo (molto utili le figure, ovviamente) e in aggiunta una bella immagine formato "scheda" dei protagonisti.

    Gli artworks del gioco presentano uno Shiren adulto, incazzato, ma nonostante questo lontano ANNI luce dalla rumenta creata da Sega per la cover occidentale di Shiren DS. Davvero, se volevano uno Shiren duro bastava guardare qui: stupendo.

    Comincia il gioco, e ci accoglie la consueta musichetta tipica della saga: ci accorgeremo presto che il 90% delle tracce sono prese di peso da GB1



    Le opzioni iniziali sono comincia gioco, guarda rankings (purtroppo non cancellabili, per quanto mi è dato capire) e una terza opzione che ricorda i fei problems subito selezionabili in GB1. In realtà si tratta di "filmati" in cui viene mostrato come uscire da situazioni nere con abilità, e non sono giocabili.

    Cominciamo, diamo il nome a Shiren (niente caratteri occidentali, purtroppo) e parte un pregevole filmatino 2d realizzato davvero bene, come da tradizione di questa splendida console (vedi le bellissime intro degli Oracles e di molti altri giochi).



    Shiren vaga in un deserto (un deserto in Giappone :-| ?), quando stremato dalla tempesta di sabbia crolla a terra.

    Viene trovato e raccolto da alcune guardie, e trascinato in un classico castello tenebroso (quello del titolo, presumo). Viene messo in prigione, ma liberato subito da Ateka, una giovane ragazza figlia di Lord, il malvagio signore del castello (che fantasia coi nomi :toghy:)

    Già queste prime battute fanno capire la prima differenza: GB2 è molto più "story based" rispetto ai precedenti. Ci sono più dialoghi e cutscenes. Liberati, Shiren e Koppa affrontano un semplice tutorial dove fanno la conoscenza di quello che sarà, probabilmente, il "vero cattivo", tale mago Zagan.

    Finito il tutorial, ci troviamo in un grosso villaggio che sarà la nostra base.

    Del villaggio e delle sue opzioni parlerò a breve.

    Per quanto riguarda i dungeon, rimane fissa la struttura "ripartire sempre da livello 1", mentre viene abbandonata la struttura di GB1, per cui bisognava raggiungere un certo piano e poi tornare indietro.

    La nostra prima missione è raggiungere l'ottavo piano di un dungeon, dove secondo Pekeji è nascosto un tesoro. Ovviamente il tesoro, una volta mosso, fa scoppiare un casotto e viene rubato, durante la fuga, da Zagan che lo porta a Lord che con il suo potere conquisterà blah blah blah è notevole come non capendo mezza parola di giapponese sia comunque in grado di capire quello che succede :DD

    Ma la forza di Shiren non è certo nella trama, e lo sappiamo tutti.
    Finito questo dungeon si passa a un secondo sotterraneo, il castello di Lord.

    E qui la mia partita si è interrotta, per cui non ho idea di come il gioco continui ad essere strutturato. A pelle mi verrebbe da pensare che si tratti di dungeon multipli (alla Torneko 3) ma non è detto e magari quello precedente era solo un riscaldamento.

    In ogni caso, e diversamente da Torneko 3, se si muore si perde tutto, livelli compresi, e si ritorna al villaggio.
    Come in GB1, è presenta una pergamena salvavita che ci riporta con tutti gli oggetti indietro. Diversamente da Gb1, stavolta sono proprio tutti, non solo quelli equipaggiati.

    Tuttavia, diversamente da altri Shiren, nel villaggio possiamo fare molte più cose di quante mi aspettassi.

    Per prima cosa,il magazzino è abbandonato in favore di un personaggio (nella casa più a sinistra) che può tenere fino a 20 oggetti per noi, con un inventario "proprio" identico al nostro. Questi oggetti rimangono sempre nel villaggio, anche se si muore. Ci sono tre opzioni, affida, ritira e una terza che non ho idea cosa sia ma mi ha cancellato tutti gli oggetti nell'inventario :-|
    Il compare del magazziniere non ho idea a che serva.

    Poi abbiamo il ristorante, dove ci svegliamo.

    Poi abbiamo i negozi. Ebbene sì, in GB2 c'è un negozio sempre accessibile che vende tantissimi oggetti. E direttamente da Dragon Quest accanto a lui c'è la banca, a cui affidare i nostri soldi in modo da non perderli con la morte. C'è anche un terzo tizio che sembra importante, ma smanettando a caso non ho capito cosa faccia.

    Altre sale contengono NPC per varie sub quest (tra cui il costruire un robot che ci aiuti in battaglia!) mentre una in particolare contiene il centro salvataggi.

    Proprio così: è con GB2 che è nata la feature del salvataggio in Shiren!

    Niente online ovviamente :)) ma password o cavo Game Link! quando si muore si può premere Select per lanciare la richiesta SOS. Ovviamente per me è inutile, almeno al momento :))

    Queste le prime aggiunte che ho scoperto.

    Per il resto la struttura è la solita di sempre: dungeon a generazione casuale, mostri (ritornano quelli di GB1, più delle new entry) a difficoltà progressiva, trappole, oggetti non identificati e identificati, maledetti ecc.

    Qualche aggiunta simpatica:
    La benedizione. Alcuni oggetti possono essere benedetti, già trovati così o resi tali con un apposito pot. Gli oggetti benedetti sono caratterizzati da un campanellino a fianco che dà loro poteri speciali che cambiano da oggetto a oggetto. Ad esempio, l'erbetta della felicità benedetta non fa aumentare di 1 il livello bensì di 2.

    Altra aggiunta carina è la "risonanza": quando si equipaggiano due oggetti compatibili, essi entrano in risonanza, con tanto di animazione, e si potenziano! Mi è capitato con una mazza di legno e uno scudo di legno: equipaggiati entrambi, si sono illuminati alzandomi molto più del normale difesa e attacco. Carino!

    torna la sintesi come da tradizione, con un'aggiunta davvero simpatica: il MOSTRO SINTETIZZANTE! questo mostro, molto comune, ha una particolarità: mangia le armi che gli tiri addosso, potenziandosi. Quando muore, lascia cadere le armi che hai lanciato, sintetizzate!

    praticamente un vaso di sintesi vivente :DD e molto rischioso, dato che si potenzia quando lo usi, e rischi di non riuscire ad abbatterlo.

    Ovviamente Shiren non è solo nell'avventura: lo accompagnano Pekeji, Oryu (niente Kechi) e due novità: un armadio semovente :-| che può tenere oggetti oltre ai 20 standard e il già citato robot. Non ho idea come si sblocchino.

    Queste le prime impressioni di gioco.

    Graficamente il gioco è praticamente identico a Gb1 ma con l'aggiunta del colore.
    si vede che è uscito a GBA già sul mercato (compare anche nel manuale), dato che è il primo gioco GBC che gioco su GBA a non essere incredibilmente scuro da vedere.

    Anche i controlli sono presi per lo più di peso dalla versione GB1, anche se non trovo la combinazione per mostrare la mappa, che mi sembrava ci fosse nell'1.

    [Modificato da Zakimos - 29/3/2008 0:09]
    http://www.myspace.com/giovanecattolico

    Il nuovo progetto musicale.
  6. Giovane cattolico  
        Mi trovi su: Homepage #1818254
    SHIREN SHIREN SHIREN SHIREN SHIREN RITOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOORNA!!!!!!!!!!!!

    http://www.jeux-france.com/news27388_shiren-the-wanderer-2-annonce.html

    Come anticipato da Reriel, Jeux-france, un sito che di solito ci azzecca, parla di un generico "Shiren the Wanderer 2", remake di un gioco "Gameboy" (non è specificato se è l'1 o il 2).
    http://www.myspace.com/giovanecattolico

    Il nuovo progetto musicale.
  7. Giovane cattolico  
        Mi trovi su: Homepage #1818255
    Famitsu giudica Shiren 3, e gli dà 9/9/8/9 (35/40).

    Shiren sembra apprezzatissimo in patria come sempre. Sarebbe bello poter leggere la recensione specie di quello che gli ha dato 8, per vedere eventuali lamentele.

    Girano voci che il gioco sia strutturato su due piani diversi: uno story mode fatto a Rpg, dove mantieni il livello, da cui si dipanano tantissimi dungeon alla Asuka Gaiden dove riparti rigorosamente dal livello 1.
    http://www.myspace.com/giovanecattolico

    Il nuovo progetto musicale.
  8. la vita è tutto ciò che succede mentre noi siamo affaccendati altrove  
        Mi trovi su: Homepage #1818257
    mi chiedevo dove fossi finito con questo gioco :D

    ma allora è proprio un remake dall'originale su snes?
    cma lessi che è rimasto un gioco da hardcore gamer...a te la parola sul come e sul cosa ^^
    La formicuzza dal grande dolore, prese uno spillo e se lo ficcò nel core...
    La Compagnia del Saturn...cari vecchi ricordi di Next.
  9.     Mi trovi su: Homepage #1818258
    sona:
    mi chiedevo dove fossi finito con questo gioco :D

    ma allora è proprio un remake dall'originale su snes?
    cma lessi che è rimasto un gioco da hardcore gamer...a te la parola sul come e sul cosa ^^

    Mah son due giorni che miro e rimiro la scatola e non ce la faccio proprio ad aprirlo: blocco fisico-mentale (ma è anche vero che sono assorbito in Phoenix Wright 2 :P ).

    Appena parto posto un pò di impressioni della serie hands-on all alone ;P
  10. assassin's creed 2  
        Mi trovi su: Homepage #1818259
    chrono:
    Mah son due giorni che miro e rimiro la scatola e non ce la faccio proprio ad aprirlo: blocco fisico-mentale (ma è anche vero che sono assorbito in Phoenix Wright 2 :P ).

    Appena parto posto un pò di impressioni della serie hands-on all alone ;P

    Noooooooooooooooooooo :DD

    E io che ti vedevo già immerso nei dungeon fino al collo!

    [Modificato da Woodblade - 28/12/2006 19:30]
  11. Utente non attivo.  
        Mi trovi su: Homepage #1818260
    chrono:
    Mah son due giorni che miro e rimiro la scatola e non ce la faccio proprio ad aprirlo: blocco fisico-mentale (ma è anche vero che sono assorbito in Phoenix Wright 2 :P ).

    Appena parto posto un pò di impressioni della serie hands-on all alone ;P


    In un topic su Shiren non potevo di certo mancare - azzeccatissimo il titolo del topic, chrono ^_- -

    Aspetto con trepidazione il tuo - immagino - personalissimo Hands-On pieno di sospiri, respiri e, chissà, un pizzico di nostalgia.



    ^_^

  [Chunsoft] Il mondo dei Fushigi no Dungeon | [Wii] Fuurai no Shiren 3 Hands on (da pag.41)

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina