1.     Mi trovi su: Homepage Homepage #1855238
    Da poco Shin Vision ha annunciato la pubblicazione in Italia della recente
    serie TV di Last Exile, realizzata dallo studio Gonzo nel decennale della sua
    fondazione. La notizia è estremamente positiva per gli appassionati italiani di
    animazione giapponese, dato che è sicuramente fra i migliori prodotti sfornati
    negli ultimi anni, sia dal lato audiovisivo che di contenuti.

    Sia la storia che l'ambientazione di Last Exile tradiscono evidentissime fonti
    di ispirazione: il Miyazaki di "Nausicaa" e "Laputa" e Leiji Matsumoto.
    Ha infatti un setting retro-futuristico e steampunk, in un mondo morente dal
    punto di vista ambientale (l'acqua potabile è il bene più prezioso); in cui due
    nazioni si fronteggiano scontrandosi in battaglie aeree per mezzo di giganteschi
    vascelli volanti secondo un codice cavalleresco regolato da una misteriosa società
    supertecnologica apparentemente neutrale, retta da una donna, Delphine, che in
    realtà esercita il vero dominio nel mondo.
    I due protagonisti di Last Exile sono Claus e Lavie.
    Sono piloti di Vanship (sorta di velivoli a metà strada fra i Gunship di Nausicaa
    e le macchine da corsa degli anni '50), rispettivamente pilota e navigatrice, e
    svolgono il lavoro di corrieri volanti come i loro genitori, morti in una missione
    disperata nel tentativo di superare il grande uragano che separa le due nazioni
    contrapposte. La loro vita subirà una svolta con l'incontro della piccola Alvis e
    di Alex Row (ispirato- anche graficamente- all'Harlock di Matsumoto), tenebroso
    comandante della Silvana, nave corsara che si muove con uno scopo di vendetta che
    scopriremo in seguito.
    Ma a prescindere da qualsiasi descrizione della trama, in Last Exile è difficile
    non farsi catturare dall'ambientazione, dall'appassionante sceneggiatura e dalle
    continue sorprese narrative, così come dalla perfetta caratterizzazione dei
    personaggi (di cui scopriremo il passato nel corso degli episodi), fino a giungere
    allo spettacolare finale. Naturalmente la serie non è incentrata sul solo lato
    drammatico e avventuroso ma anche su quello dei sentimenti dei protagonisti, i
    momenti più leggeri o da commedia sono invece molto limitati.

    Dicevo dell'estrema qualità audiovisiva: il video è addirittura widescreen,
    in 1,78:1 anamorfico (mi riferisco ai dvd americani, la cui qualità spero sia
    replicata da quelli nostrani), cosa che lo rende assai vicino al sembrare una
    produzione cinematografica, stante anche il livello delle animazioni.
    Sotto questo aspetto, il pur bello "Full Metal Panic" trasmesso ora da MTV sembra
    quasi una produzione minore. Naturalmente, come da tradizione Gonzo, la quantità di
    Computer Graphic usata è massiccia, ma mai come in questo caso è stata giustificata:
    lo stacco con l'animazione tradizionale non è affatto un problema, inoltre le epiche
    battaglie e le emozionanti sequenze aeree difficilmente sarebbero state realizzabili
    con un simile impatto visivo senza ampio uso di CG. Belli pure gli eye-catch!
    L'aspetto audio è anch'esso eccellente, ottima la OST realizzata dai Dolce Triade e
    veramente belle le sigle (anche visivamente), sia l'iniziale "Cloud Age Simphony",
    che, soprattutto, l'evocativo ending theme "Over the Sky".

    In definitiva uno splendido anime, a mio avviso nettamente la migliore serie TV che
    giunge in Italia dai tempi di Cowboy Bebop, e scusate se è poco. :)

    [Modificato da spaced jazz il 13/1/2004 1:15]
    " I'm a dreamin' man
    Yes, that's my problem "

  Last Exile [Suino special! ^_^ ]

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina