1.     Mi trovi su: Homepage #2227952
    La perdita della memoria viene definita in termine medico come amnesia e costituisce un tema che è stato sviscerato in lungo e in largo sia dal cinema sia dalla letteratura: non c'è quindi da meravigliarsi se il protagonista di questo nuovo titolo Namco, al secolo tale Derrick Cole, soffra di una perdita di tale facoltà cognitiva. Il passato, però, prima o poi riemerge...
  2.     Mi trovi su: Homepage #2227953
    Bella bella Rece..:D

    Sono daccordo con Lo smarrimento iniziale del giocatore. ma in complesso l'ho trovato un buon gioco.

    In effetti la storia Puo' Ricordare The Butterfly Effect









    [small][small][small]Peccato che il gioco l'abbia già finito :P[/small][/small][/small]
    http://www.myspace.com/blood4response

    http://www.myspace.com/hellsoundsystem
  3. Utente non attivo.  
        Mi trovi su: Homepage #2227962
    Io mi trovo d'accrodo con la rece, il gioco ha ottimi spunti ma sono stati implementati proprio male e non parlo solo della grafica ma del sistema di combattimento troppo legnoso, per raccogliere un oggetto poi ci si mette un'ora, e l'IA dei nemici nulla. LA storia mi è piaciuta ma certo non basta per farne un grande gioco. Imho namco ha perso l'occasione per sfornare un must.
  4. Carroziere disperato  
        Mi trovi su: Homepage #2227964
    mah, che dire, non sono affatto concorde con la recensione.
    Sul lato tecnico è vero che ci sono dei grossi problemi ma, con un minimo di impegnio si superano senza troppo sforzo.
    L'autopuntamento si puo swicciare e pure disattivare..
    La trama e l'atmosfera invece sono proprio i punti di forza del gioco.
    Definirlo un pesce piccolo in un mare di squali mi sembra sinceramente troppo mortificante per un titolo come Breackdown.
    Boh !!
  5.     Mi trovi su: Homepage #2227966
    grant ha scritto:
    mah, che dire, non sono affatto concorde con la recensione.

    Andiamo con ordine allora

    Sul lato tecnico è vero che ci sono dei grossi problemi ma, con un minimo di impegnio si superano senza troppo sforzo.

    Dalla console che fa girare Riddick credo sia lecito aspettarsi molto di più rispetto al mediocre aspetto grafico del prodotto Namco.
    Ci si può abituare a tutto, ma se posso mangiare il caviale non vedo perchè debba essere costretto a mangiare la rumenta [è un concetto estremizzato, ma è quello che penso]

    L'autopuntamento si puo swicciare e pure disattivare..

    Verissimo.
    Ciò non toglie che tale aspetto sia programmato in modo atroce.

    La trama e l'atmosfera invece sono proprio i punti di forza del gioco.

    Vero, nonostante non sia il massimo dell'originalità, la trama è interessante.

    Definirlo un pesce piccolo in un mare di squali mi sembra sinceramente troppo mortificante per un titolo come Breackdown.

    Nossignore.
    Con Riddick e i titoloni in arrivo nel prossimo futuro [nemmeno troppo distanti], Breakdown è e rimane un pesce piccolo, una seconda scelta.
    Poi che siano opinioni è chiaro, ma al momento fra Riddick e il prodotto Namco è chiaro che consiglierei il primo senza alcuna minima riserva. Il futuro ha poi titoli come Call Of Duty, Halo 2, Far Cry, insomma mica noccioline.

  [XBOX] Recensione Breakdown

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina