1.     Mi trovi su: Homepage Homepage #2229058
    Tante volte, leggendo anteprime, riviste, commenti sulle confezioni dei videogiochi, mi è sorta questa domanda:
    è mai successo o succede spesso che le ditte videoludiche paghino i recensori in generale per farsi dare un bel voto o mettere una buona parola sui propri prodotti?
    Ho letto su una e-zine straniera una intervista al capo sviluppatore di Drakengard nel quale piovevano complimenti e dati strabilianti (peraltro falsi!) sul gioco in un modo inverosimile...
    Leggendo tale articolo un utente ne rimarrebbe senz'altro influenzato, e sarebbe spinto così un titolo "tanto fumo niente arrosto".
    Pensandoci bene le e-zine hanno una influenza grandissima sulle vendite di un gioco: confidando nella vostra sincerità, vi chiedo se avete mai ricevuto simili richieste o se siete al corrente che al di fuori il fenomeno esiste!
    You could be from Venus, I could be from Mars, We would be together, Lovers forever and care for each other...
    My Deviantart
    My Flickr
  2. Smazzato  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #2229059
    Law:
    Tante volte, leggendo anteprime, riviste, commenti sulle confezioni dei videogiochi, mi è sorta questa domanda:
    è mai successo o succede spesso che le ditte videoludiche paghino i recensori in generale per farsi dare un bel voto o mettere una buona parola sui propri prodotti?
    Ho letto su una e-zine straniera una intervista al capo sviluppatore di Drakengard nel quale piovevano complimenti e dati strabilianti (peraltro falsi!) sul gioco in un modo inverosimile...
    Leggendo tale articolo un utente ne rimarrebbe senz'altro influenzato, e sarebbe spinto così un titolo "tanto fumo niente arrosto".
    Pensandoci bene le e-zine hanno una influenza grandissima sulle vendite di un gioco: confidando nella vostra sincerità, vi chiedo se avete mai ricevuto simili richieste o se siete al corrente che al di fuori il fenomeno esiste!

    Io posso solo fornirti la mia esperienza personale: in oltre 4 anni di collaborazione con Nextgame e GamesIdea non ho MAI ricevuto nemmeno la minima "spintarella", neppure velata.

    Il che, credimi, è molto gratificante.
    --
    Stef
    Ex Redattore apodittico di Nextgame.it ed ex-ex-curatore di Deck & Board
    Rantolii, niuz e boiate videoludiche su Il Paradroide e Outcast.it.
  3.     Mi trovi su: Homepage Homepage #2229062
    Stefano Castelli:
    Io posso solo fornirti la mia esperienza personale: in oltre 4 anni di collaborazione con Nextgame e GamesIdea non ho MAI ricevuto nemmeno la minima "spintarella", neppure velata.

    Il che, credimi, è molto gratificante.

    Quindi voi di Nextgame non avete nessun rapporto economico con le case videoludiche? Mi ha colpito molto una intervista al già citato capo produttore di Drakengard presente in una ezine straniera, molto autorevole: l'intervistatore faceva domande proprio per avere delle risposte "sensazionali"... Ad esempio si parlava del grandissimo successo che aveva avuto in Giappone, delle influenze nei combattimenti stile Il Signore degli Anelli, che lo facevano sembrare un capolavore assoluto.
    Non so, la cosa mi puzza... percaso non sai, anche per "sentito dire", se almeno il fenomeno esiste?
    You could be from Venus, I could be from Mars, We would be together, Lovers forever and care for each other...
    My Deviantart
    My Flickr
  4.     Mi trovi su: Homepage Homepage #2229063
    Law ha scritto:
    Quindi voi di Nextgame non avete nessun rapporto economico con le case videoludiche? Mi ha colpito molto una intervista al già citato capo produttore di Drakengard presente in una ezine straniera, molto autorevole: l'intervistatore faceva domande proprio per avere delle risposte "sensazionali"... Ad esempio si parlava del grandissimo successo che aveva avuto in Giappone, delle influenze nei combattimenti stile Il Signore degli Anelli, che lo facevano sembrare un capolavore assoluto.
    Non so, la cosa mi puzza... percaso non sai, anche per "sentito dire", se almeno il fenomeno esiste?

    Noi abbiamo un rapporto economico ben evidente con uno dei distributori di videogiochi in Italia. Nostro editore è infatti Leader, che affida a GamesIdea (la società di Matteo Camisasca, nostro Caporedattore) la gestione e la produzione di contenuti di Nextgame.it.
    E' una cosa che non abbiamo mai nascosto, e non ne avremmo avuto motivo: pensa che molti dei nostri collaboratori hanno saputo di questa cosa mesi o anni dopo aver cominciato a scrivere per noi. Questo per farti capire come, nel nostro caso specifico, non esistano pressioni e ingerenze pur essendo evidente un rapporto commerciale tra Leader e la società che gestisce il sito. Se così non fosse, e qui il discorso può farsi più generale, il sito, la rivista, la fanzine, il quel che vuoi non avrebbe vita lunga. Perché è vero che ogni rivista, sito, fanzine viene periodicamente tacciata di essere "venduta" da chi non condivide i giudizi espressi (noialtri siamo stati accusati nel tempo di essere pro Xbox, Sonari, Nintendari per poi ricominciare daccapo), ma è anche un fatto che se fosse vero... nessuno la leggerebbe più.

    Il fenomeno, a mio modo di vedere, non esiste, non in termini strettamente monetari (leggi: nessuno imho ha mai pagato una recensione). Poi, possono esserci pressioni, i PR fanno il loro lavoro e cercano di spingere i loro prodotti, alcuni press-tour organizzati sono fatti evidentemente per predisporre il giornalista a vedere i lati positivi di certi prodotti, e qui sta la differenza tra un'informazione affidabile e una non affidabile.

    Alla fine, se una fonte è affidabile lo devi decidere tu, leggendo i testi. Non esiste miglior metro di giudizio.
    http://www.facebook.com/VITSole

  ► Recensori "venduti"

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina