1.     Mi trovi su: Homepage #2251522
    Con molto rammarico noto un certo appiattimento ommeglio una mediocrizzazione dei videogames.

    Il fenomeno dei marchi non è mai stato sfruttato come in questo momento e molti titoli sono stati stravolti e talvolta ogni nuovo tentativo di evolvere (ommeglio spacciato come evoluzione ) si è tradotto in una regressione per rendere il gioco più semplice per avvicinarlo a tutti.
    Casi eclatanti sono rappresentati da Castlevania su ps2 ma anche dagli episodi apparsi su GBA che nulla hanno a che fare con l'ultimo capitolo apparso su ps1, dall'ultimo capitolo di Soul Reaver, da Sipon Filter OS e oggi anche da Silent Hill 4 dove sono stati eliminati enigmi degni di nota e dove ogni combattimento e totalmente privo di tattica ( per non mancare dell'assenza del senso di angoscia).

    La vecchia utenza Nintendo aggiungerebbe in questa categoria di titoli Mediocrizzati anche l'ultimo Mario su GC, Zelda e Mario Kart. Non mi pronuncio su questo poichè non ho provato i vecchi episodi di questi giochi su N64.

    Per fortuna aggiungo ci sono ancora programmatori che oltre a far giochi per guadagnare, li fanno ancora con la passione e con la voglia di meravigliarci.

    Cito Metroid, Viewtiful Joe, Ikaruga, Halo, Ninja gaiden in quelli che più mi hanno colpito in questa generazione.


    Ciao !
    Possessore di : C64 - WII - X-botolo 360
    Il migliore Zelda di sempre ? ALUNDRA !!!!!
  2.     Mi trovi su: Homepage #2251523
    Mailus:
    Con molto rammarico noto un certo appiattimento ommeglio una mediocrizzazione dei videogames.

    Il fenomeno dei marchi non è mai stato sfruttato come in questo momento e molti titoli sono stati stravolti e talvolta ogni nuovo tentativo di evolvere (ommeglio spacciato come evoluzione ) si è tradotto in una regressione per rendere il gioco più semplice per avvicinarlo a tutti.
    Casi eclatanti sono rappresentati da Castlevania su ps2 ma anche dagli episodi apparsi su GBA che nulla hanno a che fare con l'ultimo capitolo apparso su ps1, dall'ultimo capitolo di Soul Reaver, da Sipon Filter OS e oggi anche da Silent Hill 4 dove sono stati eliminati enigmi degni di nota e dove ogni combattimento e totalmente privo di tattica ( per non mancare dell'assenza del senso di angoscia).

    La vecchia utenza Nintendo aggiungerebbe in questa categoria di titoli Mediocrizzati anche l'ultimo Mario su GC, Zelda e Mario Kart. Non mi pronuncio su questo poichè non ho provato i vecchi episodi di questi giochi su N64.

    Per fortuna aggiungo ci sono ancora programmatori che oltre a far giochi per guadagnare, li fanno ancora con la passione e con la voglia di meravigliarci.

    Cito Metroid, Viewtiful Joe, Ikaruga, Halo, Ninja gaiden in quelli che più mi hanno colpito in questa generazione.


    Ciao !

    verissimo... e se consideri che alcuni giochi hanno una rigiocabilità inesistente,i titoli che meritano davvero sono pochi (almeno per ps2)...
    /!\ir pisano di nextgame/!\
  3. Bandito  
        Mi trovi su: Homepage #2251524
    Io penso che in generale i VG siano diventati meno immediati ma, di contro, più facili.

    Mi spiego: un tempo era semplice iniziare a giocare da subito, il videogioco era qualcosa di estremamente immediato. Titoli come PAC MAN o SUPER MARIO BROS. si padroneggiavano in pochi secondi, anche per chi non aveva mai visto un pad/stick in vita sua.. Però la sfida e la longevità c'erano: era difficilissimo superare i livelli avanzati e si arrivava a farlo solo dopo molte ore di pratica.
    Oggi è l'opposto, si spreca tempo inutile nei tutorial a imparare 20-30 comandi per ogni gioco (tra azioni semplici, mosse particolari e combo varie) in nome di una fantomatica maggiore profondità. Ma alla prova dei fatti il proseguire risulta generalmente facile, con un'avanzamento costante e con pochissimi -se non nulli- ostacoli sulla strada dell'end sequence, che porta ad archiviare in fretta il tutto ed a cacciare altri soldi per il sequel..

    E' la tendenza generale, non possiamo farci nulla. La cosa migliore è scegliere bene cosa prendere e premiare con l'acquisto solo i giochi che meritano davvero, e che magari non trattano noi utenti come spettatori privi di cervello.





    [Modificato da MaxxLegend il 11/9/2004 21:52]
  4.     Mi trovi su: Homepage Homepage #2251526
    Mailus:
    Con molto rammarico noto un certo appiattimento ommeglio una mediocrizzazione dei videogames.

    Il fenomeno dei marchi non è mai stato sfruttato come in questo momento e molti titoli sono stati stravolti e talvolta ogni nuovo tentativo di evolvere (ommeglio spacciato come evoluzione ) si è tradotto in una regressione per rendere il gioco più semplice per avvicinarlo a tutti.
    Casi eclatanti sono rappresentati da Castlevania su ps2 ma anche dagli episodi apparsi su GBA che nulla hanno a che fare con l'ultimo capitolo apparso su ps1, dall'ultimo capitolo di Soul Reaver, da Sipon Filter OS e oggi anche da Silent Hill 4 dove sono stati eliminati enigmi degni di nota e dove ogni combattimento e totalmente privo di tattica ( per non mancare dell'assenza del senso di angoscia).

    La vecchia utenza Nintendo aggiungerebbe in questa categoria di titoli Mediocrizzati anche l'ultimo Mario su GC, Zelda e Mario Kart. Non mi pronuncio su questo poichè non ho provato i vecchi episodi di questi giochi su N64.

    Per fortuna aggiungo ci sono ancora programmatori che oltre a far giochi per guadagnare, li fanno ancora con la passione e con la voglia di meravigliarci.

    Cito Metroid, Viewtiful Joe, Ikaruga, Halo, Ninja gaiden in quelli che più mi hanno colpito in questa generazione.


    Ciao !

    Appiattimento...
    Forse una parola un po esagerata...
    La parola migliore forse è:semplificazione....

    Questo spiegherebbe la scomparsa di titolo come Monkey Island, videogioco per antonomasia, il costante declino dei giochi come Syberia, della saga di Myst, Della serie Schizm...

    Insomma, i generi più impegnativi stanno piano piano sparendo, proprio perchè l'utenza chiede immediatezza e semplicità.
    Come per i titoli in generale si sta cercando di renderli più appetibili anche per le fasce di giocatori più piccole o inesperte, penalizzando particolarmente il videogiocatore più navigato...

    [Modificato da Colony il 14/9/2004 11:53]
    ......E ora via, tutti a scannarsi sui forum!
    L'Osservatore annoiato del Foro
    ...Steam, io ti odio....
  5. sulla Home  
        Mi trovi su: Homepage #2251527
    Mailus:
    La vecchia utenza Nintendo aggiungerebbe in questa categoria di titoli Mediocrizzati anche l'ultimo Mario su GC, Zelda e Mario Kart. Non mi pronuncio su questo poichè non ho provato i vecchi episodi di questi giochi su N64.

    Diciamo che l'ultimo Mario non si avvicina troppo al pubblico in generale come diminuzione della difficoltà di gioco, anzi, credo sia l'esatto opposto. Ne portano il doloroso testimone le missive arrivate a Nintendo che chiedevano l'abbassamento della tecnicità richiesta per superare certi passaggi.

    Io personalmente l'ho trovato più semplice del 64, ma solo perchè ai tempi esso fu il mio primo videogioco 3d ed ero molto meno navigato di oggi nelle evoluzioni "plataformiane", pad alla mano.

    Per Zelda e Mario Kart quoto con disgusto. Una vera impennata verso il basso. Quoto anche le tue osservazioni, anche se bisogna vedere in che termini si parla di difficoltà. Cioè gli enigmi, le combinazioni di tasti o l'intelligenza artificiale dei nemici.
    Di sicuro i primi sono molto diminuiti a livello generale, sono ripetitivi e talvolta così tanto assimilati da risultare futili. Però dall'altra parte le combinazioni di tasti e l'intelligenza artificiale rendono i giochi più difficili. Questo a livello generale. Poi ci possono essere benissimo i giochi o i marchi che proseguendo con nuovi capitoli decadono come hai descritto.

    [Modificato da Loue il 18/9/2004 0:24]
    /!\L'uccello del malaugurio di NextGame/!\

    http://next.videogame.it/forum/viewtopic.php?id=1411917#1413227
  6.     Mi trovi su: Homepage #2251528
    ci sono alcune GRANDI eccezioni: ti parlo ad esempio di progetti ambiziosi&maestosi come San Andreas o anche GT4 online.

    inoltre nuovi episodi di alcune saghe che sono meglio dei prequel (mi viene in mente ad esempio Onimusha3 che secondo me è il miglior episodio della serie)

    oppure giochi storici (tipo WE/PES) che si migliorano ad ogni nuovo episodio.

    in più ci sono delle sicure promesse (MGS3) e delle felici novità (prendi ad esempio la serie JAk&Dexter oppure Ratchet&clank)

    insomma, c'è mediocrità ma anche tante cose belle e buone se sai scegliere.
  7. Pessimo e fastidioso  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #2251530
    MaxxLegend:
    Io penso che in generale i VG siano diventati meno immediati ma, di contro, più facili.

    Mi spiego: un tempo era semplice iniziare a giocare da subito, il videogioco era qualcosa di [...]

    [Modificato da MaxxLegend il 11/9/2004 21:52]

    Doom 3
    Inizi subito
    Non c'e' niente da capire.
    Non c'e' praticamente nient'altro da fare che sparare, illuminare, sparare ancora and so on.

    >N
  8.     Mi trovi su: Homepage #2251531
    MaxxLegend:
    Io penso che in generale i VG siano diventati meno immediati ma, di contro, più facili.

    Mi spiego: un tempo era semplice iniziare a giocare da subito, il videogioco era qualcosa di estremamente immediato. Titoli come PAC MAN o SUPER MARIO BROS. si padroneggiavano in pochi secondi, anche per chi non aveva mai visto un pad/stick in vita sua.. Però la sfida e la longevità c'erano: era difficilissimo superare i livelli avanzati e si arrivava a farlo solo dopo molte ore di pratica.
    Oggi è l'opposto, si spreca tempo inutile nei tutorial a imparare 20-30 comandi per ogni gioco (tra azioni semplici, mosse particolari e combo varie) in nome di una fantomatica maggiore profondità. Ma alla prova dei fatti il proseguire risulta generalmente facile, con un'avanzamento costante e con pochissimi -se non nulli- ostacoli sulla strada dell'end sequence, che porta ad archiviare in fretta il tutto ed a cacciare altri soldi per il sequel..

    E' la tendenza generale, non possiamo farci nulla. La cosa migliore è scegliere bene cosa prendere e premiare con l'acquisto solo i giochi che meritano davvero, e che magari non trattano noi utenti come spettatori privi di cervello.





    [Modificato da MaxxLegend il 11/9/2004 21:52]

    Sono pienamente daccordo.

    Per me il videogioco è rappresentato ancora esclusivamente da Ikaruga e Viewtiful Joe.
    Possessore di : C64 - WII - X-botolo 360
    Il migliore Zelda di sempre ? ALUNDRA !!!!!
  9. Bandito  
        Mi trovi su: Homepage #2251532
    Ok ma sto parlando di videogiochi veri, non di simulatori di "bu bu settete", eh. :DD

    Scherzi a parte, forse i FPS sono uno dei pochi generi che in larga parte sono ancora immuni da questo problema; cmq se prendi un niubbo e lo fai sedere davanti ad un FPS moderno ti diventa scemo tra tutti i tasti da usare (use, reload, crouch, strafe, tilt, weapon, inventory, flashlight, walk, alt fire) ma soprattutto non capisce nulla del sistema mouselook+strafe. Sarebbe un vero suicidio, altro che immediatezza.. ;)

    [Modificato da MaxxLegend il 12/9/2004 16:17]
  10. The Bot
    The Bot  
        Mi trovi su: Homepage #2251533
    MaxxLegend ha scritto:
    Ok ma sto parlando di videogiochi veri, non di simulatori di "bu bu settete", eh. :DD

    Scherzi a parte, forse i FPS sono uno dei pochi generi che in larga parte sono ancora immuni da questo problema; cmq se prendi un niubbo e lo fai sedere davanti ad un FPS moderno ti diventa scemo tra tutti i tasti da usare (use, reload, crouch, strafe, tilt, weapon, inventory, flashlight, walk, alt fire) ma soprattutto non capisce nulla del sistema mouselook+strafe. Sarebbe un vero suicidio, altro che immediatezza.. ;)

    [Modificato da MaxxLegend il 12/9/2004 16:17]

    Quotissimo e verissimo tutto quello che hai detto sia nel post di prima che in questo.
    Da un sondaggio che hanno fatto, è emerso che i videogame sono troppo difficili rispetto alla generazione fa(N64, ps1,saturn). La difficoltà del gioco è una dei parametri piu importanti, perché deve essere calibrato alla perfezione, come Metroid, Halo ecc... Non devono essere troppo difficili, altrimenti ci si stanca troppo il cervello;ma neanche troppo facili, altrimenti si perde la sensazione di sfida che si aveva quando si giocava ai giochi 2D.
    Secondo me, a parte alcuni giochi d'eccezzione, il livello di difficoltà non ci dovrebbe neanche essere, come in Super Mario 64, o Metroid, GTA o altri, in cui il livello è perfettamente equilibrato. Ecco perché in giochi come Metroid o GTA stai ore ed ore senza mai stancarti.
  11.     Mi trovi su: Homepage #2251534
    infernus:
    ma, il tuo dicorso secondo me è sbagliato, perchè le schifezze ci sono e ci sono sempre state, come i capolavori.

    byez.

    Non mi sembra di aver detto questo. Ma lo sfruttamento dei marchi famosi sfruttati in questo modo non c'è mai stato o almeno non ricordo.
    Possessore di : C64 - WII - X-botolo 360
    Il migliore Zelda di sempre ? ALUNDRA !!!!!
  12. Bandito  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #2251535
    Colony:
    Appiattimento...
    Forse una parola un po esagerata...
    La parola migliore forse è:semplificazione....

    Questo spiegherebbe la scomparsa di titolo come Monkey Island, videogioco per antonomasia, il costante declino dei giochi come Syberia, della saga di Myst, Della serie Schizm...

    Insomma, i generi più impegnativi stanno piano piano sparendo, proprio perchè l'utenza chiede immediatezza e semplicità.
    Come per i titoli in generale si sta cercando di renderli più appetibili anche per le fasce di giocatori più piccole o inesperte, penalizzando particolarmente il videogiocatore più navigato...

    [Modificato da Colony il 14/9/2004 11:53]

    Non sono daccordo.

    Il videogiocatore medio non cerca l'immediatezza ma la superficialità la piattezza delle azioni.

    Ci sono giochi immediati e semplici come quelli della Nintendo che non si può dire non abbiano profondità.
  13.     Mi trovi su: Homepage #2251536
    Loue:
    Diciamo che l'ultimo Mario non si avvicina troppo al pubblico in generale come diminuzione della difficoltà di gioco, anzi, credo sia l'esatto opposto. Ne portano il doloroso testimone le missive arrivate a Nintendo che chiedevano l'abbassamento della tecnicità richiesta per superare certi passaggi.

    Io personalmente l'ho trovato più semplice del 64, ma solo perchè ai tempi esso fu il mio primo videogioco 3d ed ero molto meno navigato di oggi nelle evoluzioni "plataformiane", pad alla mano.

    Per Zelda e Mario Kart quoto con disgusto. Una vera impennata verso il basso. Quoto anche le tue osservazioni, anche se bisogna vedere in che termini si parla di difficoltà. Cioè gli enigmi, le combinazioni di tasti o l'intelligenza artificiale dei nemici.
    Di sicuro i primi sono molto diminuiti a livello generale, sono ripetitivi e talvolta così tanto assimilati da risultare futili. Però dall'altra parte le combinazioni di tasti e l'intelligenza artificiale rendono i giochi più difficili. Questo a livello generale. Poi ci possono essere benissimo i giochi o i marchi che proseguendo con nuovi capitoli decadono come hai descritto.

    [Modificato da Loue il 18/9/2004 0:24]

    Sono completamente daccordo !
    Possessore di : C64 - WII - X-botolo 360
    Il migliore Zelda di sempre ? ALUNDRA !!!!!

  L'appiattimento dei videogiochi

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina