1.     Mi trovi su: Homepage #2289822
    Come ampiamente preannunciato fin dalle prime immagini, si tratta di un titolo mediocre.
    Congratulazioni agli sviluppatori, testardi a realizzare avventure grafiche, che poi non sono neanche tali, in 3D. Mettetevelo in testa, se volete fare un'avventura grafica o la fate in 2D, o non se ne fa niente. I giochi di questo genere sono nati per le due dimensioni, in 3D si perderà sempre qualcosa.
  2. rivogliamo teoKrazia  
        Mi trovi su: Homepage #2289823
    Darth Mike:
    Come ampiamente preannunciato fin dalle prime immagini, si tratta di un titolo mediocre.
    Congratulazioni agli sviluppatori, testardi a realizzare avventure grafiche, che poi non sono neanche tali, in 3D. Mettetevelo in testa, se volete fare un'avventura grafica o la fate in 2D, o non se ne fa niente. I giochi di questo genere sono nati per le due dimensioni, in 3D si perderà sempre qualcosa.

    Aspetta. [Se ti piacciono le avventure grafiche, Myst IV Reveltion è un episodio fantastico, che può avvicinare alla serie anche chi prima non digeriva tanto l'impostazione "francese" imho!]

    Io ho fiducia in Fahrenheit (di Quantic Dream, i tizi di The Nomad Soul). Dovrebbe, nelle intenzioni, rimodernare il genere infilando (da quanto ho visto-capito) un goccio d'action, il full 3d grafico, l'isometrico dinamico e delle istant-action.

    Per il recuperare le origini del genere avventura e stare al passo col tempo (non andando solo cioè di nostalgia), altrimenti credo che la strada battuta da Myst (una produzione di ALTISSIMO livello) sia l'unica via.

    smack!:*
  3.     Mi trovi su: Homepage #2289824
    Darth Mike:
    Come ampiamente preannunciato fin dalle prime immagini, si tratta di un titolo mediocre.
    Congratulazioni agli sviluppatori, testardi a realizzare avventure grafiche, che poi non sono neanche tali, in 3D. Mettetevelo in testa, se volete fare un'avventura grafica o la fate in 2D, o non se ne fa niente. I giochi di questo genere sono nati per le due dimensioni, in 3D si perderà sempre qualcosa.

    Sarebbe bello vedere finalmente una qualche AG che basa i suoi puzzle davvero sul 3d: sfruttando un motore fisico, la possibilità di esplorare a piacere, soluzioni multiple, enigmi basati sull'audio posizionale o la percezione spaziale, free roaming, ecc. Credo che paradossalmente ci sia più "spirito di nuova AG" in un survival horror come Siren, che in molte sterili produzioni pro nostalgici (mi viene in mente l'inutile Runaway).
    Qualcosa di puramente nuovo s'iniziava a vedere in Uru:ages beyond myst, però in fase embrionale.

    akA<-
  4.     Mi trovi su: Homepage Homepage #2289826
    Larry è morto prima di Love For Sail, l'episodio più trash che abbia mai giocato. Non è colpa del 3D, è colpa degli sviluppatori, che non hanno sale in zucca :(

    Guardate Grim Fandango. E' stupendo, e non è tutto in 3D, ma solo i personaggi. Guardate Gabriel Knight 3. E' stupendo pure lui, ed è tutto in 3D. Guardate The Watchmaker....beh, non è proprio stupendo, ma è nella media odierna. Guardate Broken Sword 3, che, a parte il NON essere un'avventura grafica, ha uno stile molto piacevole. Anche Monkey Island 4 non è male, ma visto che sono l'unico a pensarlo, non lo porto ad esempio :D
    > "Esiste qualcosa di più importante di te stesso o dei tuoi sogni"
    < Bring me to the dark side.
    > "Always two, there are. No more, no less. A master and an apprentice"
    < [u
  5.     Mi trovi su: Homepage Homepage #2289830
    Darth Mike:
    Monkey Island 4 è apprezzabile per l'alta dose di umorismo che permea l'intero gioco, ma a livello di trama e di interfaccia non è niente di speciale.

    L'interfaccia è la stessa medesima di Grim Fandango, con l'aggiunta della navigazione tra gli oggetti su schermo con PagUp e PagDn
    > "Esiste qualcosa di più importante di te stesso o dei tuoi sogni"
    < Bring me to the dark side.
    > "Always two, there are. No more, no less. A master and an apprentice"
    < [u
  6.     Mi trovi su: Homepage #2289831
    Darth Mike:
    Monkey Island 4 è apprezzabile per l'alta dose di umorismo che permea l'intero gioco, ma a livello di trama e di interfaccia non è niente di speciale.

    anche il resto, lo storia è merda: la svolta sul capitalismo ci sta come un pugno in un occhio.
    e gli enigmi? le barchette al bar kahlua (ARRRRRR), i 3000 riddle con le combinazioni generate a random (e la combo sotto il coperchio del tombino... ahahahaha ma li possino...), il MONKEY KOMBAT (GHHHHHHHHHHH)

    madonna che gioco di merda.

    Per LSL, dal video che ho visto è un'accozzaglia di mini-game, manco un'avventura, Al Lowe s'è detto delusissimo (e d'altronde...) e manco si usa Larry, ma suo nipote, mi pare.
    brrr
  7.     Mi trovi su: Homepage #2289832
    gismo:
    L'interfaccia è la stessa medesima di Grim Fandango, con l'aggiunta della navigazione tra gli oggetti su schermo con PagUp e PagDn

    se non altro in GF (argh!!! ^_^) non mettevano 3000 oggetti vicini che ti obbligassero a paginare su e giù per scegliere quello giusto. E' anche una questione di design, EfMI è proprio fallato, falloso, obbrobrioso. E poi TUTTO il resto, script, trama, enigmi... Non parlar più di GF e MI4 nella stessa frase, è una bestemmia :)
  8.     Mi trovi su: Homepage Homepage #2289833
    Monkey Soft:
    Fai bene. L'umorismo è l'unica cosa che si salva... ma l'interfaccia e la grafica lo rovinano.

    Da quale Monkey pensi che venga il mio nick? Amo così tanto la saga che il disgusto mi ha impedito di finirlo...

    Mah, pace. Io l'ho apprezzato. Il monkey Kombat non è nè più nè meno che una trovata originale dopo i duelli a insulti...
    > "Esiste qualcosa di più importante di te stesso o dei tuoi sogni"
    < Bring me to the dark side.
    > "Always two, there are. No more, no less. A master and an apprentice"
    < [u
  9.     Mi trovi su: Homepage #2289834
    gismo:
    Mah, pace. Io l'ho apprezzato. Il monkey Kombat non è nè più nè meno che una trovata originale dopo i duelli a insulti...

    gli enigmi in cui ti devi segnare quale combinazione batte cosa sono ORRIDI. Imo eh, cmq i duelli a insulti hanno un "senso logico", oltretutto, e nel 3 sono in rima :)
  10.     Mi trovi su: Homepage Homepage #2289835
    hob:
    gli enigmi in cui ti devi segnare quale combinazione batte cosa sono ORRIDI. Imo eh, cmq i duelli a insulti hanno un "senso logico", oltretutto, e nel 3 sono in rima :)

    Beh, la logica c'è anche nel MK, e ogni volta le combinazioni sono random come gli insulti di MI:3 . Non mi è dispiaciuto insomma. Poi vabbè, se mai vedremo MI5, non oso pensare cosa diventerà, conoscendo le softco di oggi e il loro rapporto con questo genere
    > "Esiste qualcosa di più importante di te stesso o dei tuoi sogni"
    < Bring me to the dark side.
    > "Always two, there are. No more, no less. A master and an apprentice"
    < [u
  11.     Mi trovi su: Homepage #2289836
    Consiglio di andare su questo sito, molto bello Videogamenostalgia

    Questa invece è di Al Lowe, lo storico creatore della serie di Larry e del grandioso Freddy Pharkas, che con la schifezza uscita di recente non ha nulla a che vedere.

    "Is Adventure Dead?" must be the most incendiary title of the many lectures, panel discussions, roundtables and presentations here at the 1999 Game Developers Conference. This was a roundtable discussion in several parts, ably hosted by Bill Volk.

    Dozens of attendees discussed the state of what was, for many, their favorite genre. We had difficulty right from the first: we couldn't even agree on the definition of an adventure! Eventually most agreed that to be considered an adventure game, a game must emphasize story, include a protagonist, puzzles, and inventory objects and have a definite beginning and end.

    Many theories were proposed for the declining sales of adventures:

    1. Declining technology. Once upon a time, adventure games were "bragware," the kind of game you buy to show off your new computer hardware to your friends. That hasn't been true for years.

    2. Myst. How could the best-selling game of all time kill the genre? Because of its huge success. When it broke a million copies, suddenly every publisher wanted a Myst-killer, which spawned a huge crop of "me-too" games that mostly sucked. Since they almost all lost money, management then decided not to green-light any more games and withdrew funding for the next round of development, which might have created some good adventure games.

    3. Lack of replayability. "Once you've finished an adventure, you know how the story ends. There's no motivation to play it again."

    4. Changing audience. I believe adventure games were the perfect game for the 80's. Think about it. Who owned PCs in the 80's? Only those who had the tenacity, time and perseverance to "solve the puzzles" of making a computer do something, anything. What better audience could puzzle games ask? But as the ranks of computer owners has grown to now 50% of American homes, there hasn't been a corresponding growth in the number of puzzle fans and problem solvers. They all owned computers back in the 80's.

    5. No multi-player mode. Look at the growing popularity of multi-player on-line games. I've been trying to solve this problem of how to create an interactive multi-player adventure for years-with no success. When there are many players, who gets to be the protagonist? Or is there none? If so, is it still an adventure? Who solves the puzzles? Does everyone get the same set of puzzles? Or can you have some players generate puzzles for others? I haven't seen a good set of answers to match these questions.

    6. It ain't easy. Writing well is hard and adventure games are the hardest games to write. Simplicity is difficult. Many games are too complex. A good design is complete not when you have everything in, but when you've taken out everything possible.

    To a certain extent, adventure games' key elements have been absorbed by the other game genres. Action games, shooters, and RPG's have all adopted many of the characteristics of adventures.

    But many at the roundtable held out hope for a comeback. Some cited the nearly exclusive popularity of arcade games in the early years of PCs which faded through the 80's to nearly nothing, only to return to popularity now in the guise of first-person shooters. Likewise, strategy and RPG games were nearly dead a few years ago, yet in 1998 they were the majority of titles in the Top 10 Best Selling Games. If we can just hang in there long enough,.maybe things will turn around and adventures will return to the top of charts.

    There is also a surprising amount of activity on the Internet, especially in the rec.arts.interactive.fiction group. There fans of text adventures are preserving the genre and producing some good games, which are then distributed to others on the 'Net. I also know of at least a dozen web sites devoted to the creation of adventure games in AGI, a language Sierra invented and then abandoned in the late 80's.

    But the biggest surprise of the roundtable was the news that this whole "death of adventures" may merely be a local U.S. problem. A representative of publisher Infogrames said that their recent adventure games had sold a half-million copies each! They translate their games into 27 languages and are currently building at least 9 titles for this year. But here's the ironic part: They are looking for a U.S. distributor because that half-million sales included zero copies in North America!

    In conclusion, I hope Europe can keep the flame alive until some brave American publisher figures out that games with a good story, interesting and challenging puzzles, intelligent characters and an immersive environment (but without constant blood and guts) may also have an audience.

    Do I believe it will happen? Unfortunately, after what happened to me three weeks ago when Sierra informed me they were "not currently interested in another Leisure Suit Larry adventure game" in spite of the fact that my latest adventure (like all of its predecessors) had sold over a quarter-million copies, I'm pessimistic.

    "Is Adventure Dead?" It is at my house...at least for now.

    Of course, as Dennis Miller says, "That's just my opinion; I could be wrong."

  Larry

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina