1.     Mi trovi su: Homepage Homepage #2297240
    Non ci sono spoiler veri e propri ma qualche giusto qualche citazione (non essenziali), quindi valuate voi se leggere o meno).
    Il film è fatto benissimo, Sorrentino è un mago con la telecamera, consiglio a tutti di vederlo :)



    Forse, sedermi su questo sgabello, è una delle cose più pericolose che abbia mai fatto.
    E così è stato.
    Progetti per il futuro: non sottovalutare le conseguenze dell'amore.
    Titta di Girolamo ne pagherà le conseguenze a sue spese.
    Paolo Sorrentino porta sugli schermi (e al festival di Cannes) un film, come hanno già detto in molti, di rara perfezione.
    Nessuno si sarebbe mai aspettato un film del genere da un italiano ormai. E invece Sorrentino ci ha stupiti tutti.
    Qui mostra tutta la sua bravura con la telecamera e la sua incredibile passione per i personaggi, curatissimi fin nei minimi dettagli. Ogni inquadratura ha un significato, uno scopo e un'equilibrio mai lasciato al caso, così pure ogni gesto degli attori, dall'accendersi una sigaretta quando ce n'è un'altra già accesa, al corrugare la fronte, all'accenno di un piccolo sorriso.
    Ogni movimento è comunicazione.
    Menzione particolare anche al protagonista Toni Servillo, perfetto in ogni sua espressione, una vera rivelazione.
    La prima parte del film, dove ci viene presentato il personaggio dell'ineccepibile Toni Servillo, è meravigliosa.
    Momenti riflessivi seguiti senza preavviso da momenti di velocità delle azioni che spiazzano lo spettatore, per poi ritornare alla calma e alla piattezza dalla routine.
    Il tutto senza mai annoiare o far presagire qualcosa sul finale della storia.
    Il film narra di come un piccolo sentimento, un momento di emozione, possa far indugiare e stravolgere letterlmente il corso di una vita ormai data per segnata.
    Perchè Titta non è un uomo cattivo (come gli dice verso la fine la moglie degli ex-proprietario dell'albergo) è solo un uomo che, privato della propria vita, è stato privato anche della propria anima. E così, dopo otto anni di non-vita, in un non-luogo(una stanza di albergo), quando riscopre per un attimo la bellezza dei sentimenti, Titta perde la freddezza che lo ha sempre caratterizzato e non accetta più di fare "quella vita".
    Il messaggio è chiaro.
    Progetti per il futuro: ricordarsi di non sottovalutare le conseguenze dell'amore. L'amore non è gratuito, comporta sempre un prezzo, un sacrificio, un impegno, una riflessione e quindi nel momento in cui lo si scopre e lo si accoglie, si devono accogliere anche le sue conseguenze (che non vanno sottovalutate).



    Potrei scrivere altro, ma credo che il film parli più di qualsiasi recensione.

    [Modificato da *kiky* il 9/10/2004 16:49]

    [Modificato da *kiky* il 9/10/2004 16:49]
    VFphotography
    [i]"Fotografare è mettere sulla stessa linea di mira la testa, l'occhio e il cuore. [..] È un grido, una liberazione. Non si tratta di affermare la propria originalità; è un modo di vivere".
  2.     Mi trovi su: Homepage #2297241
    *kiky*:
    Non ci sono spoiler veri e propri ma qualche giusto qualche citazione (non essenziali), quindi valuate voi se leggere o meno).
    Il film è fatto benissimo, Sorrentino è un mago con la telecamera, consiglio a tutti di vederlo :)



    Forse, sedermi su questo sgabello, è una delle cose più pericolose che abbia mai fatto.
    E così è stato.
    Progetti per il futuro: non sottovalutare le conseguenze dell'amore.
    Titta di Girolamo ne pagherà le conseguenze a sue spese.
    Paolo Sorrentino porta sugli schermi (e al festival di Cannes) un film, come hanno già detto in molti, di rara perfezione.
    Nessuno si sarebbe mai aspettato un film del genere da un italiano ormai. E invece Sorrentino ci ha stupiti tutti.
    Qui mostra tutta la sua bravura con la telecamera e la sua incredibile passione per i personaggi, curatissimi fin nei minimi dettagli. Ogni inquadratura ha un significato, uno scopo e un'equilibrio mai lasciato al caso, così pure ogni gesto degli attori, dall'accendersi una sigaretta quando ce n'è un'altra già accesa, al corrugare la fronte, all'accenno di un piccolo sorriso.
    Ogni movimento è comunicazione.
    Menzione particolare anche al protagonista Toni Servillo, perfetto in ogni sua espressione, una vera rivelazione.
    La prima parte del film, dove ci viene presentato il personaggio dell'ineccepibile Toni Servillo, è meravigliosa.
    Momenti riflessivi seguiti senza preavviso da momenti di velocità delle azioni che spiazzano lo spettatore, per poi ritornare alla calma e alla piattezza dalla routine.
    Il tutto senza mai annoiare o far presagire qualcosa sul finale della storia.
    Il film narra di come un piccolo sentimento, un momento di emozione, possa far indugiare e stravolgere letterlmente il corso di una vita ormai data per segnata.
    Perchè Titta non è un uomo cattivo (come gli dice verso la fine la moglie degli ex-proprietario dell'albergo) è solo un uomo che, privato della propria vita, è stato privato anche della propria anima. E così, dopo otto anni di non-vita, in un non-luogo(una stanza di albergo), quando riscopre per un attimo la bellezza dei sentimenti, Titta perde la freddezza che lo ha sempre caratterizzato e non accetta più di fare "quella vita".
    Il messaggio è chiaro.
    Progetti per il futuro: ricordarsi di non sottovalutare le conseguenze dell'amore. L'amore non è gratuito, comporta sempre un prezzo, un sacrificio, un impegno, una riflessione e quindi nel momento in cui lo si scopre e lo si accoglie, si devono accogliere anche le sue conseguenze (che non vanno sottovalutate).



    Potrei scrivere altro, ma credo che il film parli più di qualsiasi recensione.

    [Modificato da *kiky* il 9/10/2004 16:49]

    [Modificato da *kiky* il 9/10/2004 16:49]

    Sai che e' uno dei pochi film italiani che mi era venuto volgia di andare a vedere? finalmente una fotografia "personale" movimenti di camera non telefilmici come nel piu' trito cinema italiano e regia ispirata, spero che sto' film svegli un po' i nostri registi dormienti insieme (e speriamo bene) ad OCCHI DI CRISTALLO, nuovo horror italiano con atmosfere alla SEVEN e SILENZIO DEGLI INNOCENTI, e complimenti per la recensione.
    Stand Alone
    www.myspace.com/fialecorp
  3. Da cosa partirà?  
        Mi trovi su: Homepage #2297242
    *kiky*:
    Non ci sono spoiler veri e propri ma qualche giusto qualche citazione (non essenziali), quindi valuate voi se leggere o meno).
    Il film è fatto benissimo, Sorrentino è un mago con la telecamera, consiglio a tutti di vederlo :)



    Forse, sedermi su questo sgabello, è una delle cose più pericolose che abbia mai fatto.
    E così è stato.
    Progetti per il futuro: non sottovalutare le conseguenze dell'amore.
    Titta di Girolamo ne pagherà le conseguenze a sue spese.
    Paolo Sorrentino porta sugli schermi (e al festival di Cannes) un film, come hanno già detto in molti, di rara perfezione.
    Nessuno si sarebbe mai aspettato un film del genere da un italiano ormai. E invece Sorrentino ci ha stupiti tutti.
    Qui mostra tutta la sua bravura con la telecamera e la sua incredibile passione per i personaggi, curatissimi fin nei minimi dettagli. Ogni inquadratura ha un significato, uno scopo e un'equilibrio mai lasciato al caso, così pure ogni gesto degli attori, dall'accendersi una sigaretta quando ce n'è un'altra già accesa, al corrugare la fronte, all'accenno di un piccolo sorriso.
    Ogni movimento è comunicazione.
    Menzione particolare anche al protagonista Toni Servillo, perfetto in ogni sua espressione, una vera rivelazione.
    La prima parte del film, dove ci viene presentato il personaggio dell'ineccepibile Toni Servillo, è meravigliosa.
    Momenti riflessivi seguiti senza preavviso da momenti di velocità delle azioni che spiazzano lo spettatore, per poi ritornare alla calma e alla piattezza dalla routine.
    Il tutto senza mai annoiare o far presagire qualcosa sul finale della storia.
    Il film narra di come un piccolo sentimento, un momento di emozione, possa far indugiare e stravolgere letterlmente il corso di una vita ormai data per segnata.
    Perchè Titta non è un uomo cattivo (come gli dice verso la fine la moglie degli ex-proprietario dell'albergo) è solo un uomo che, privato della propria vita, è stato privato anche della propria anima. E così, dopo otto anni di non-vita, in un non-luogo(una stanza di albergo), quando riscopre per un attimo la bellezza dei sentimenti, Titta perde la freddezza che lo ha sempre caratterizzato e non accetta più di fare "quella vita".
    Il messaggio è chiaro.
    Progetti per il futuro: ricordarsi di non sottovalutare le conseguenze dell'amore. L'amore non è gratuito, comporta sempre un prezzo, un sacrificio, un impegno, una riflessione e quindi nel momento in cui lo si scopre e lo si accoglie, si devono accogliere anche le sue conseguenze (che non vanno sottovalutate).



    Potrei scrivere altro, ma credo che il film parli più di qualsiasi recensione.

    [Modificato da *kiky* il 9/10/2004 16:49]

    [Modificato da *kiky* il 9/10/2004 16:49]

    che brava :*!
    /!\Il Multipiatta Sanguinario di Next-game/!\
    "Onestamente Meno, mi sei molto simpatico, e ti leggo spesso con piacere, ma qui stai facendo un pò una figura da cioccolataio "
    "la tua crescita è costante, la ps3 ti ha reso un giocatore migliore Meno, ma credo anche un uomo migliore, più sereno."
  4.     Mi trovi su: Homepage Homepage #2297243
    overdoze:
    Sai che e' uno dei pochi film italiani che mi era venuto volgia di andare a vedere? finalmente una fotografia "personale" movimenti di camera non telefilmici come nel piu' trito cinema italiano e regia ispirata, spero che sto' film svegli un po' i nostri registi dormienti insieme (e speriamo bene) ad OCCHI DI CRISTALLO, nuovo horror italiano con atmosfere alla SEVEN e SILENZIO DEGLI INNOCENTI, e complimenti per la recensione.

    grazie ^_^
    già una regia fantastica, speriamo che pian pianino il cinema italinao si risvegli dal coma degli ultimi anni :)
    VFphotography
    [i]"Fotografare è mettere sulla stessa linea di mira la testa, l'occhio e il cuore. [..] È un grido, una liberazione. Non si tratta di affermare la propria originalità; è un modo di vivere".
  5.     Mi trovi su: Homepage Homepage #2297245
    DarkDREAMAN:
    sei orgoglioso eh ? :P

    mi accodo complimenti

    anche se sul cinema italiano io ho perso le speranze da anni..tranne qualche raro caso

    se vuoi un po' di speranza, vallo a vedere, sembra quasi francese come regia :P
    VFphotography
    [i]"Fotografare è mettere sulla stessa linea di mira la testa, l'occhio e il cuore. [..] È un grido, una liberazione. Non si tratta di affermare la propria originalità; è un modo di vivere".
  6. Videospiel macht frei  
        Mi trovi su: Homepage #2297247
    Che filmone. Visto quasi per caso, diventerà probabilmente il "film dell'anno". Magistralmente scritto, grandiosamente diretto, perfettamente interpretato. Un po' De Palma, un po' Kitano. Chi l'avrebbe mai detto. Finalmente un grande film italiano.
    Tra Half-Life e Haunting Ground, mi tengo Haunting Ground senza pensarci un secondo / Chi pensa di sapere tutto, o anche solo qualcosa, su Silent Hill clicchi qui / Io li boicotto, voi fate un po' come volete / NEXT EVIL Guida per i nuovi utenti / Zeru dignità / Xbox Live: MyauTheReal Playstation Network: MyauTheReal
  7. 痺れるだろう?  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #2297248
    uppo ^^

    visto oggi al cinema, pensavo che neanche ci fosse un thread sul film... ( eravamo in sedici in sala) ma chi cerca trova ed ecchilo. beh, c'è poco da aggiungere a quello che hanno già scritto.

    ( il regista è napoletano... campanilismo inside ^^ )
    /!\quello che vive in Cina di Nextgame/!\
    ogni tanto fate una capatina nel mio blog! (sempre che la Cina sblocchi Blogspot... (sic))
    你令一切平凡的事变得新奇 令琐事变成美好的回忆...
  8.     Mi trovi su: Homepage Homepage #2297249
    Jiraiya:
    uppo ^^

    visto oggi al cinema, pensavo che neanche ci fosse un thread sul film... ( eravamo in sedici in sala) ma chi cerca trova ed ecchilo. beh, c'è poco da aggiungere a quello che hanno già scritto.

    ( il regista è napoletano... campanilismo inside ^^ )

    e io pensavo che mai nessuno l'avrebbe più uppato :DD

    [Modificato da *kiky* il 19/11/2004 0:21]
    VFphotography
    [i]"Fotografare è mettere sulla stessa linea di mira la testa, l'occhio e il cuore. [..] È un grido, una liberazione. Non si tratta di affermare la propria originalità; è un modo di vivere".
  9. 痺れるだろう?  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #2297250
    e già che ci sono rilancio...

    una colonna sonora molto bella, ha accompagnato egregiamente tutto il film.

    segnalo Scary world theory dei Lali puna, particolare, ammaliante.
    /!\quello che vive in Cina di Nextgame/!\
    ogni tanto fate una capatina nel mio blog! (sempre che la Cina sblocchi Blogspot... (sic))
    你令一切平凡的事变得新奇 令琐事变成美好的回忆...

  Le conseguenze dell'amore

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina