1. Da cosa partirà?  
        Mi trovi su: Homepage #304395
    I want to believe
    3 amici in un bosco di notte girano armati e stanno inseguendo qualcuno o qualcosa. Il film parte subito in quarta senza perdersi in inutili e dispendiose spiegazione  logiche (massì ma che ce frega a noi pubblico pagante...).
    I 3 zoticoni (nel senso che sembrano proprio 3 zotici americani con barba incolta e capelli lungo ed unto d'ordinanza) riescono a catturare viva la loro preda e dato che non sanno che farsene di un alieno ferito e in catene sul furgone (si la preda si rivela in realtà un alieno verdastro stile anni '50 con testone, artigli e tutto il resto) , decidono di coinvolgere anche un altro loro amico che sembra saperne molto sull'argomento...ben presto si scopre che la caccia all'alieno nei boschi di notte in realtà si tratta di un fatto personale, perché molti anni prima i 3 amiconi erano stati rapiti, studiati (immaginate come) e riportati sulla terra dall'alieno col testone e i suoi colleghi, e ora cercano vendetta, dato che in tutti questi anni gli abitanti del loro paesino li hanno sempre presi per scemi o pazzi o visionari e zotici, no quello lo erano di già.
    Forte eh?

    Blair witch chi?

    Ricordate il simpatico regista Eduardo Sanchez? Io sì, è stato uno dei due registi e mente creativa, poco meno di una decina di anni fa, del fenomeno mediatico chiamato Blair Wicth Project.
    Un filmetto senza troppe pretese ed assolutamente amatoriale, girato in pochissime settimane e con poco più di 50 mila dollari, è diventato una specie di cult-movie gettonatissimo arrivando ad incassare più di 100 milioni di dollari in tutto il mondo, tutto questo per l'idea vincente e quasi-geniale che stava alla base: far credere al pubblico "ingenuo" che quello a cui stavano assistendo era tutto rigorosamente vero, ruffiano sito internet alla mano.
    Il film, dal canto suo, era girato come una specie di documentario sulla sorte di 3 ragazzi sperduti nei boschi alla ricerca della leggenda della strega di Blair, e per avvalorare questo senso di finta realtà venivano inserite ogni tanto interviste (vere) di persone (reali) che dicevano la loro sulla leggenda (esistente) della strega di Blair...l'effetto mediatico, alimentato anche dal furioso passaparola degli spettatori, fu incredibile, molto più del film stesso, in realtà raramente spaventoso e assolutamente "povero" di idee e mezzi...ma perché vi racconto tutto questo? E soprattutto chi diavolo è Eduardo Sanchez di cui vi parlo poche righe più su? E' il regista di Altered, il film preso in esame, quello con l'alieno dal testone verde, ricordate?

    Sanchez back in action!
    Dopo aver evidentemente sperperato in donne e caviale tutti i soldi guadagnati con la botta di fortuna di Blair Witch Project, il prode  Eduardo Sanchez si è sentito in dovere di tornare dietro la macchina da presa, partorendo questo Altered.
    Evidentemente il film sulla strega di Blair era nato da una felice e fortunata, quanto isolata, intuizione, e il talento l'abilità registica centravano davvero poco, perché questo insulso e probabilmente inutile filmetto intitolato Altered è di una qualità che definire scadente sarebbe un eufemismo davvero troppo audace e coraggioso.
    Mantenendo lo stesso impianto narrativo di base della Strega di Blair, (3 amici, bosco di notte, minaccia mortale in agguato) Sanchez è riuscito questa volta a sbagliare ogni cosa:
    Non c'è praticamente nulla o quasi che si salvi, a partire dall' aspetto ridicolo, improponibile e pupazzoso dell'alieno antagonista, che forse nelle intenzioni dell'autore vorrebbe citare le fattezze dei marziani dei film "in bianco e nero" ma ottiene solo l'effetto di sminuire e ridicolizzare ulteriormente un'opera priva di qualsiasi senso o anche solo di una trama vagamente logica.
    Trama che spesso e del tutto gratuitamente si abbandona ad eccessi splatter talmente esagerati e fuori luogo da risultare grotteschi.
    Completano il tutto altri pregi come i deliziosi personaggi senza spessore, le tristissime location, i brillanti dialoghi imbarazzanti, la geniale sceneggiatura improvvisata: un film povero di mezzi e di idee, l'inutilità fatta cinema, uno spreco di soldi, risorse e tempo per chi l'ha girato e uno di vita e vista per chi l'ha guardato (me tapino..) un film che dura meno di 90 minuti ma che sembra passare le 3 ore...da evitare ad ogni costo, non vale nemmeno il prezzo di un noleggio.

    [Modificato da meno d zero - 23/7/2007 18:28]

    [Modificato da meno d zero - 23/7/2007 18:31]
    /!\Il Multipiatta Sanguinario di Next-game/!\
    "Onestamente Meno, mi sei molto simpatico, e ti leggo spesso con piacere, ma qui stai facendo un pò una figura da cioccolataio "
    "la tua crescita è costante, la ps3 ti ha reso un giocatore migliore Meno, ma credo anche un uomo migliore, più sereno."

  Altered....

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina