1. Da cosa partirà?  
        Mi trovi su: Homepage #308660
    Animal Factory

    Gli animal-movie, ovvero tutte quelle pellicole con bestie più o meno grosse e letali per l'uomo, hanno da sempre fatto furore al cinema, basti pensare al capostipite di questo genere: il seminale "Gli uccelli" di un certo Alfred Hitchcock in cui senza alcuna ragione apparente un gruppo di volatili iniziava ad attaccare l'uomo in quanto specie, o, pensando a tempi e paure più moderne, come non citare il capolavoro del genere "Lo squalo"? Il primo e unico made in Spilberg o tutti i suoi spudorati seguiti e cloni...insomma la settima arte ha sempre dimostrato di avere una certa confidenza con gli animali assassini, di tutti tipi e dimensione, dalle piovre giganti alle formiche killer, dagli orsi grizzly alle api nervose, dai serpenti kilometrici ai ragni giganti...il bestiario è vario ed eterogeneo, e soprattutto in questi ultimi 10 anni, con l'utilizzo massiccio e lo sdogamanto della relativamente economica e portentosa computer graphic nel cinema per la realizzazione di animali più o meno credibili, ci si è davvero sbizzarriti nel portare animali sul grande e piccolo schermo.

    Poteva quindi mancare all'appello un mostro "facile e cattivo per natura" come il coccodrillo gigante?

    Ma manco per sogno.


    Piacere, mi chiamo Gustavo!

    L'ultimo film dove era presente un coccodrillo grande come un autobus è di qualche anno fa, un certo Lake placid, di Steve miner, lì più che far paura si tentava di far sorridere con situazioni improbabili (mi ricordo una mucca che aveva una parte importante in quel film...), anche se la creatura era realizzata discretamente e incuteva un certo timore.

    Oggi a 8 anni di distanza esce questo Primeval - Paura primordiale tentando una strada differente, più audace: in uno dei luoghi più sperduti della terra, nell'africa nera, si aggira indisturbato il serial killer più letale della storia dell'umanità, ha già collezionato più di 300 vittime e pare non averne abbastanza, si tratta di un coccodrillo enorme (quasi 9 metri dicono nel film...) che viene affettuosamente chiamato dagli indigeni del luogo Gustave...(il film si dice tratto da una storia vera, noi incrociamo le dita).

    Un produttore americano sull'orlo del fallimento (che ha il volto del bravo Dominci Purcell, faccia nota per chi segue Prison Break) assieme alla sua troupe vengono spediti sul posto per filmare e confezionare un reportage sulla sua incredibile cattura...sempre che ce ne sia una...ma forse i nostri eroi non è solo del mostruoso rettile gigante che devono preoccuparsi...


    Uomo mangia Uomo

    Il film infatti, a differenza della maggior parte dei suoi colleghi di fauna, tenta una strada diversa da quella di mostrarci solo il mostro in azione che ingoia personaggi a caso: quella (pericolosa) del politico-sociale: ci mostra l'aspetto più brutale e feroce dell'Africa, decisamente quello non da cartolina, dove le persone vengono ammazzate o giustiziate a colpi di machete per strada, dove i ragazzini armati di mitra e fatti di droga uccidono per divertimento...e dove l'occidente conosce ed ignora tutto questo...

    Le intenzioni sono lodevoli  i risultati un po' meno, data la natura intrinseca del film (stiamo pur sempre parlando di un "rozzo" Animal movie) i momenti migliori rimangono quelli in cui compare il mostro, non si scappa.

    Nel complesso il film è tecnicamente ben fatto (la sequenza inziale è da urlo), ben confezionato, ragala ottime ed abbondanti secchiate di sangue in platea e soprattutto è avvincente quanto basta per tenere desta l'attenzione: si tende ad accantonare senza remore la debole parte "sociale" in favore dei feroci attacchi del coccodrillo, al solito realizzato con un'ottima ed impressionante computer grafica.

    Siamo dell'opinione che se il film avesse puntato tutto sulla presenza scenica del suo mostruoso protagonista senza farsi retoriche domande sulla condizione sociale africana sarebbe stato meglio, per lo spettacolo e l'intrattenimento s'intende.
    /!\Il Multipiatta Sanguinario di Next-game/!\
    "Onestamente Meno, mi sei molto simpatico, e ti leggo spesso con piacere, ma qui stai facendo un pò una figura da cioccolataio "
    "la tua crescita è costante, la ps3 ti ha reso un giocatore migliore Meno, ma credo anche un uomo migliore, più sereno."

  Primeval - Paura Primordiale

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina