1.     Mi trovi su: Homepage Homepage #3387150
    Speravo in un regalo di Natale:ringrazio pubblicamente chi ha reso realtà i miei sogni di bambino 24enne,chi è riuscito a esplicitare,concretizzandolo attraverso i pixel,ciò che non avrei osato chiedere ma che in fondo mi aspettavo...
    Panzer:uno dei motivi per cui amo Sega,IL motivo per cui ho comprato xbox.
    Mi astengo da commenti ulteriori sull'ultimo parto della Mamma:dirò semplicemente che i due livelli finora affrontati sono stati partoriti da chi,come me,ama i videogiochi.Lo si finirà in 2 ore o poco più( vedi Ign),ma il livello Normal mi sta regalando la gioia di sentirmi incapace dinanzi ad un livello di difficoltà,per me,calibrato a perfezione:difficile,cazzo,è un gioco difficile...
    La Mamma è riuscita nell'impresa di perfezionare un titolo che si colloca in una categoria che si presta ad esigui margini di miglioramento:è riuscita,cioè,a migliorare il migliorabile.Scacco matto in tre mosse:velocità,berserk ed evoluzioni immediatamente disponibili,dannatamente diverse tra loro:ecco che un drago è più agile,con una facilità di sparo rapido notevole ma incapace di lockare più nemici contemporaneamente;un altro emerge per potenza distruttiva ma non può modificare la velocità del suo volo;un terzo si colloca a metà strada tra i due...
    Musiche ispiratissime fanno da contorno ad effetti magistralmente realizzati,che sembrano rimbombare in ambiente chiusi per poi esplodere in tutta la loro brillantezza nei meravigliosi esterni:il secondo stage mette a dura prova la nostra capacità cognitiva...possibile che una console di questa generazione gestisca con disarmante disinvoltura tutto ciò che si agita davanti ai nostri occhi inebetiti?Lo scorcio di una vallata distorta dalla presenza di una cascata,che ne filtra la bellezza per restituircela intatta pochi istanti dopo,quando,scomparendo,ne esalta nuovamente le grazie (chi ha visto la quarta sezione del secondo livello sa di cosa parlo),la resa dell'acqua su cui si stagliano riflessi "credibilmente irreali",la violenza dell'impatto di alcune texture sulle nostre povere retine,impreparate a tanto:il boss del secondo stage meriterebbe una citazione nell'enciclopedia delle texture.Gli effetti di illuminazione del primo stage,così come la trasposizione digitale di una tempesta furiosa,la cura riposta nella modellazione dei draghi,quella che benedice i background ed i nemici tutti...
    Se i restanti otto livelli saranno dello stesso tenore,canteremo insieme la rinascita di Sega.
    oreha,sonowarudokappuwoyuushoushite,hontonisekaiichininaritainda
  2.     Mi trovi su: Homepage #3387153
    genzo ha scritto:
    Speravo in un regalo di Natale:ringrazio pubblicamente chi ha reso realtà i miei sogni di bambino 24enne,chi è riuscito a esplicitare,concretizzandolo attraverso i pixel,ciò che non avrei osato chiedere ma che in fondo mi aspettavo...
    Panzer:uno dei motivi per cui amo Sega,IL motivo per cui ho comprato xbox.
    Mi astengo da commenti ulteriori sull'ultimo parto della Mamma:dirò semplicemente che i due livelli finora affrontati sono stati partoriti da chi,come me,ama i videogiochi.Lo si finirà in 2 ore o poco più( vedi Ign),ma il livello Normal mi sta regalando la gioia di sentirmi incapace dinanzi ad un livello di difficoltà,per me,calibrato a perfezione:difficile,cazzo,è un gioco difficile...
    La Mamma è riuscita nell'impresa di perfezionare un titolo che si colloca in una categoria che si presta ad esigui margini di miglioramento:è riuscita,cioè,a migliorare il migliorabile.Scacco matto in tre mosse:velocità,berserk ed evoluzioni immediatamente disponibili,dannatamente diverse tra loro:ecco che un drago è più agile,con una facilità di sparo rapido notevole ma incapace di lockare più nemici contemporaneamente;un altro emerge per potenza distruttiva ma non può modificare la velocità del suo volo;un terzo si colloca a metà strada tra i due...
    Musiche ispiratissime fanno da contorno ad effetti magistralmente realizzati,che sembrano rimbombare in ambiente chiusi per poi esplodere in tutta la loro brillantezza nei meravigliosi esterni:il secondo stage mette a dura prova la nostra capacità cognitiva...possibile che una console di questa generazione gestisca con disarmante disinvoltura tutto ciò che si agita davanti ai nostri occhi inebetiti?Lo scorcio di una vallata distorta dalla presenza di una cascata,che ne filtra la bellezza per restituircela intatta pochi istanti dopo,quando,scomparendo,ne esalta nuovamente le grazie (chi ha visto la quarta sezione del secondo livello sa di cosa parlo),la resa dell'acqua su cui si stagliano riflessi "credibilmente irreali",la violenza dell'impatto di alcune texture sulle nostre povere retine,impreparate a tanto:il boss del secondo stage meriterebbe una citazione nell'enciclopedia delle texture.Gli effetti di illuminazione del primo stage,così come la trasposizione digitale di una tempesta furiosa,la cura riposta nella modellazione dei draghi,quella che benedice i background ed i nemici tutti...
    Se i restanti otto livelli saranno dello stesso tenore,canteremo insieme la rinascita di Sega.
    Complimenti, post magnifico;)



    saluti
    headhunter
    PLAY MORE
    LIFE'S A GAME
    Non sei qualificato per andare a tracciare proiezioni
    ortogonali sui coglioni degli altri Cit by FogMan
    Resistance is Futile You Will be Assimileted Cit by AL
  3.     Mi trovi su: Homepage Homepage #3387154
    genzo ha scritto:
    Speravo in un regalo di Natale:ringrazio pubblicamente chi ha reso realtà i miei sogni di bambino 24enne,chi è riuscito a esplicitare,concretizzandolo attraverso i pixel,ciò che non avrei osato chiedere ma che in fondo mi aspettavo...
    Panzer:uno dei motivi per cui amo Sega,IL motivo per cui ho comprato xbox.
    Mi astengo da commenti ulteriori sull'ultimo parto della Mamma:dirò semplicemente che i due livelli finora affrontati sono stati partoriti da chi,come me,ama i videogiochi.Lo si finirà in 2 ore o poco più( vedi Ign),ma il livello Normal mi sta regalando la gioia di sentirmi incapace dinanzi ad un livello di difficoltà,per me,calibrato a perfezione:difficile,cazzo,è un gioco difficile...
    La Mamma è riuscita nell'impresa di perfezionare un titolo che si colloca in una categoria che si presta ad esigui margini di miglioramento:è riuscita,cioè,a migliorare il migliorabile.Scacco matto in tre mosse:velocità,berserk ed evoluzioni immediatamente disponibili,dannatamente diverse tra loro:ecco che un drago è più agile,con una facilità di sparo rapido notevole ma incapace di lockare più nemici contemporaneamente;un altro emerge per potenza distruttiva ma non può modificare la velocità del suo volo;un terzo si colloca a metà strada tra i due...
    Musiche ispiratissime fanno da contorno ad effetti magistralmente realizzati,che sembrano rimbombare in ambiente chiusi per poi esplodere in tutta la loro brillantezza nei meravigliosi esterni:il secondo stage mette a dura prova la nostra capacità cognitiva...possibile che una console di questa generazione gestisca con disarmante disinvoltura tutto ciò che si agita davanti ai nostri occhi inebetiti?Lo scorcio di una vallata distorta dalla presenza di una cascata,che ne filtra la bellezza per restituircela intatta pochi istanti dopo,quando,scomparendo,ne esalta nuovamente le grazie (chi ha visto la quarta sezione del secondo livello sa di cosa parlo),la resa dell'acqua su cui si stagliano riflessi "credibilmente irreali",la violenza dell'impatto di alcune texture sulle nostre povere retine,impreparate a tanto:il boss del secondo stage meriterebbe una citazione nell'enciclopedia delle texture.Gli effetti di illuminazione del primo stage,così come la trasposizione digitale di una tempesta furiosa,la cura riposta nella modellazione dei draghi,quella che benedice i background ed i nemici tutti...
    Se i restanti otto livelli saranno dello stesso tenore,canteremo insieme la rinascita di Sega.
    E' il gioco più bello che NON abbia mai giocato! :)
  4.     Mi trovi su: Homepage #3387155
    genzo ha scritto:
    Speravo in un regalo di Natale:ringrazio pubblicamente chi ha reso realtà i miei sogni di bambino 24enne,chi è riuscito a esplicitare,concretizzandolo attraverso i pixel,ciò che non avrei osato chiedere ma che in fondo mi aspettavo...
    Panzer:uno dei motivi per cui amo Sega,IL motivo per cui ho comprato xbox.
    Mi astengo da commenti ulteriori sull'ultimo parto della Mamma:dirò semplicemente che i due livelli finora affrontati sono stati partoriti da chi,come me,ama i videogiochi.Lo si finirà in 2 ore o poco più( vedi Ign),ma il livello Normal mi sta regalando la gioia di sentirmi incapace dinanzi ad un livello di difficoltà,per me,calibrato a perfezione:difficile,cazzo,è un gioco difficile...
    La Mamma è riuscita nell'impresa di perfezionare un titolo che si colloca in una categoria che si presta ad esigui margini di miglioramento:è riuscita,cioè,a migliorare il migliorabile.Scacco matto in tre mosse:velocità,berserk ed evoluzioni immediatamente disponibili,dannatamente diverse tra loro:ecco che un drago è più agile,con una facilità di sparo rapido notevole ma incapace di lockare più nemici contemporaneamente;un altro emerge per potenza distruttiva ma non può modificare la velocità del suo volo;un terzo si colloca a metà strada tra i due...
    Musiche ispiratissime fanno da contorno ad effetti magistralmente realizzati,che sembrano rimbombare in ambiente chiusi per poi esplodere in tutta la loro brillantezza nei meravigliosi esterni:il secondo stage mette a dura prova la nostra capacità cognitiva...possibile che una console di questa generazione gestisca con disarmante disinvoltura tutto ciò che si agita davanti ai nostri occhi inebetiti?Lo scorcio di una vallata distorta dalla presenza di una cascata,che ne filtra la bellezza per restituircela intatta pochi istanti dopo,quando,scomparendo,ne esalta nuovamente le grazie (chi ha visto la quarta sezione del secondo livello sa di cosa parlo),la resa dell'acqua su cui si stagliano riflessi "credibilmente irreali",la violenza dell'impatto di alcune texture sulle nostre povere retine,impreparate a tanto:il boss del secondo stage meriterebbe una citazione nell'enciclopedia delle texture.Gli effetti di illuminazione del primo stage,così come la trasposizione digitale di una tempesta furiosa,la cura riposta nella modellazione dei draghi,quella che benedice i background ed i nemici tutti...
    Se i restanti otto livelli saranno dello stesso tenore,canteremo insieme la rinascita di Sega.
    ma ortaè un gioco? se si di che genere è? e su che console si trova? grazie
  5.     Mi trovi su: Homepage Homepage #3387157
    kivoli ha scritto:
    E' il gioco più bello che NON abbia mai giocato! :)
    Il mio primo commento è figlio delle emozioni suscitatemi dall'impatto di quei due livelli.Nel prossimo mi sforzerò di essere meno ottusamente romantico.
    oreha,sonowarudokappuwoyuushoushite,hontonisekaiichininaritainda
  6.     Mi trovi su: Homepage Homepage #3387163
    Lylot72 ha scritto:
    genzo che fine hai fatto ? :)
    Mi ero perso nei meandri dell'impero...
    Sto affrontando lo scoglio finale,ma non sembra volerne sapere di lasciarci le penne.
    Il gioco è un'escalation di emozioni.I primi livelli mi sono rimasti nel cuore,il quinto e l'ottavo entrano di diritto a far parte del manuale della perfetta programmazione.Musiche raffinatissime,meno immediatamente godibili rispetto ai precedenti episodi,a mio avviso,ma di assoluto spessore:quella che accompagna l'esplorazione delle lande desolate del terzo livello è,nella sua pacatezza e discrezione,un inno alla gioia.Sulla grafica è difficile esprimersi senza ricorrere ai superlativi assoluti.Ho visto cose che voi umani...
    Ciò che stupisce,facendoti arrossire,è la capacità di Smilebit di rendere un pattern di gioco assai prevedibile,sostanzialmente immobile,qualcosa di incredibilmente appagante e,nei limiti concessi al genere degli shoot'em up,vario.Quando un gioco mi tiene incollato allo schermo facendomi perdere la cognizione del tempo,allora so di aver investito bene i miei risparmi: Panzer va oltre il semplice "corretto investimento",giacchè riesce a far riaffiorare il mio amore per i pixel,figlio di un percorso di maturazione che vide proprio nel primo episodio della saga una tappa fondamentale.
    Vale la pena dedicargli la propria passione.Vale la pena riscoprirsi bambini a 24 anni,nel mio caso.Vale la pena tornare a gridare la propria ammirazione per il marchio con le cui meravigliose intuizioni sono cresciuto.
    Spero di avere la possibilità di offrire,a chi avrà la pazienza di leggerla,una sorta di recensione di questo capolavoro,una volta portato a termine.Nella speranza di maturare,nel frattempo,il necessario distacco emotivo per non sacrificare del tutto anche la più minuta capacità di oggettiva,fredda analisi...

    [Modificato da genzo il 28/12/2002 1:56]
    oreha,sonowarudokappuwoyuushoushite,hontonisekaiichininaritainda
  7.     Mi trovi su: Homepage #3387164
    genzo ha scritto:
    Mi ero perso nei meandri dell'impero...
    Sto affrontando lo scoglio finale,ma non sembra volerne sapere di lasciarci le penne.
    Il gioco è un'escalation di emozioni.I primi livelli mi sono rimasti nel cuore,il quinto e l'ottavo entrano di diritto a far parte del manuale della perfetta programmazione.Musiche raffinatissime,meno immediatamente godibili rispetto ai precedenti episodi,a mio avviso,ma di assoluto spessore:quella che accompagna l'esplorazione delle lande desolate del terzo livello è,nella sua pacatezza e discrezione,un inno alla gioia.Sulla grafica è difficile esprimersi senza ricorrere ai superlativi assoluti.Ho visto cose che voi umani...
    Ciò che stupisce,facendoti arrossire,è la capacità di Smilebit di rendere un pattern di gioco assai prevedibile,sostanzialmente immobile,qualcosa di incredibilmente appagante e,nei limiti concessi al genere degli shoot'em up,vario.Quando un gioco mi tiene incollato allo schermo facendomi perdere la cognizione del tempo,allora so di aver investito bene i miei risparmi: Panzer va oltre il semplice "corretto investimento",giacchè riesce a far riaffiorare il mio amore per i pixel,figlio di un percorso di maturazione che vide proprio nel primo episodio della saga una tappa fondamentale.
    Vale la pena dedicargli la propria passione.Vale la pena riscoprirsi bambini a 24 anni,nel mio caso.Vale la pena tornare a gridare la propria ammirazione per il marchio con le cui meravigliose intuizioni sono cresciuto.
    Spero di avere la possibilità di offrire,a chi avrà la pazienza di leggerla,una sorta di recensione di questo capolavoro,una volta portato a termine.Nella speranza di maturare,nel frattempo,il necessario distacco emotivo per non sacrificare del tutto anche la più minuta capacità di oggettiva,fredda analisi...

    [Modificato da genzo il 28/12/2002 1:56]
    L'ho acquistato ieri,
    ho acquistato l'xbox per la Sega,
    ho acquistato l'xbox per questo gioco.
    Ho giocato per un breve lasso di tempo,
    tanto poco è stato quanto è bastato
    per farmi rendere conscio di due cose:
    Orta innegabilmente il gioco più magico,
    meno "freddo", carico di quel "calore" ludico
    che tempi orsono facevanno breccia nei cuori
    e nei cerebri di noi "giocatori".
    Sarcastica nostagia si insinua tra le righe di questo testo,
    Speranza si intravede all'orizzonte per questa metà del cielo
    videoludico scevro d'anima.
    Prima era un'idea priva di convizione, ora con Orta questo pensiero
    si è scolpito in me....Xbox, fredda e mastodontica console, come l'essere
    gobbo e sgraziato di Notre dame, cela in fondo a se....un "sogno"...



    Scusate il trasporto...

    Ciaoooo!!!

  Orta

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina