1.     Mi trovi su: Homepage #3403457
    Siamo arrivati al 2001 e la delusione più cocente dello scorso anno è stata?

    Jet Set Radio

    Ovviamente non il gioco, ma il pubblico di tutto il mondo che lo ha bellamente snobbato. Qualcuno mi spiega cos'aveva il gioco che non andava anche dal punto di vista commerciale?
    Non me lo spiego...
  2. The Bot
    The Bot  
        Mi trovi su: Homepage #3403458
    Per il sottoscritto si è invece rivelata...

    Il Giappone

    E' chiaro che ovviamente parlo del settore videoludico nello specifico.
    Più che una delusione è stata una disillusione: c'è stato un periodo della mia vita in cui vedevo il paese del Sol Levante come qualcosa di assolutamente utopistico. Società moderna, discriminazione assente, culla di tecnologia, vedute aperte.
    Nel corso degli anni, maturando, tutte le convinzioni sono cadute come carte al vento.
    Le uniche certezze che mi rimanevano erano ancora legate al mondo videoludico, pensando da sempre i giapponesi come veri intenditori di videogiochi e creatori di mode.
    Quest'anno ha spazzato via anche questo: direi che è esattamente il contrario.

    Lo scambio di culture fra oriente e occidente è stato forse troppo "radicale"? O è la disarmante realtà prima celata dagli occhi dell'ingenuità e della mitizzazione?

    In cosa abbiamo sbagliato?
  3. I love Chiara  
        Mi trovi su: Homepage #3403463
    1) La spiegazione di Magicodani sull' insuccesso commerciale di JetSetRadio è interessante ma non penso rispecchi la realtà!! Insomma, sarebbe bello se i giochi venissero acquistati in relazione alla loro qualità!!

    Personalmente posso dire per quale motivo non ho comprato (ancora) JetSetRadio!! Dipende dal fatto che ho un budget di denaro limitato e ho altre priorità (rimanendo in ambito videoludico)!! Forse il problema principale di JSR è quello di non essere un titolo ben definito in un genere!! Nella maggior parte delle recensioni (di tutto il mondo), JSR viene definito come un incrocio fra CrazyTaxi e TonyHawk!! Un videogiocatore medio pensa: a 'sto punto mi compro CT o TH (a seconda dei miei gusti)!! Insomma, penso che il genere di JSR non sia stato inquadrato nè dalle varie recensioni, nè dalle pubblicità (evidentemente inadatte) e per questo non è stato comprato (in larga misura) nè dagli appassionati (o hardcore gamers) nè dall' utente occasionale!!

    2) Il discorso di Fogman (ma non eri partito?!) sul Giappone è condivisibile!! Ma non è una delusione di quest' anno, purtroppo!! Il Giappone è un paese diviso fra tradizione e innovazione, fra lentezza e freneticità, fra ragionamento e fenomeni di costume!! Può sembrare una banalità... ma è così!!
    Già con CapitanHarlock venivano messe in evidenza dal genio Leiji Matsumoto tutte le contraddizioni del Giappone (è un fatto vecchio, insomma)!! Il Giappone che piace a me è quello degli "autori" di videogiochi (che sono autori proprio perchè escono dai luoghi comuni della massa), degli autori di manga e anime, di tecnologia, di teorie economiche!! Forse è proprio per l' appiattimento celebrale dei giapponesi che il mondo intellettuale nipponico è in fermento (ed è iperproduttivo)!!

    3) Io non è che sia stato deluso da qualcosa in particolare in questo 2000 appena trascorso!! Anzi, pensandoci bene, la cosa che mi ha deluso maggiormente è proprio il 2000 stesso!! Chissà che mi aspettavo...!! E invece è durato quanto gli altri anni ed è già passato (fra gli annunci e le uscite dei vari videogiochi)!! :)
  4. I love Chiara  
        Mi trovi su: Homepage #3403466
    La massa non ama i cambiamenti radicali... ma ogni tanto qualche software house riesce nella difficile impresa di coniugare l' innovazione al "vendibile": è il caso di Metal Gear Solid!!

    Non ho letto "Al tempo di papà", perchè purtroppo già spendo un patrimonio in fumetti e arrivo sempre con i soldi risicati alla fine del mese!! Però, mi è giunta la fama di Jiro Taniguchi, e penso che prima o poi leggerò qualcosa di quest' autore!!
    Io intanto mi permetto di consigliarti un film di animazione giapponese veramente stupendo (ma bisogna capirlo): si tratta di "Una tomba per le lucciole"!! E' un vero capolavoro, fidati!!

    Sia in Galaxy Express che in Capitan Harlock venivano trattati tematiche (di condanna sociale) di una certa profondità!! (bisognerebbe dirlo a tutti quelli che pensano che Manga sia sinonimo di "pedofilia" e Anime di Pokèmon)!!
    In Capitan Harlock, gli umanoidi rappresentavano i Mass Media, la gente comune la massa che si lasciava condizionare dai Mass Media e l' equipaggio dell' Arcadia rappresentava le persone che ragionano con la propria testa (entro i chiari limiti culturali) e che combattono per difendere le proprie idee (anche se in minoranza)!! Proprio come nella realtà, sono quelli che usano la propria testa ad essere vittime di diffidenza ed isolamento da parte degli altri!! Così Capitan Harlock era considerato un pirata, un fuorilegge e il suo solo nome faceva paura alla gente!!
    In Galaxy Express, il concetto si evolve ulteriormente!! Tutte le persone del mondo aspirano a possedere un corpo meccanico, metafora del seguire le mode, del dover essere preconfezionati (vestiti in un certo modo, pettinati in un certo modo)!! Lo stesso Masai, il bambino protagonista, aspira a possedere un corpo meccanico (motivo per cui intraprende il viaggio sul Galaxy Express)!! Nel corso del viaggio, che in realtà rappresenta il viaggio che ogni persona intraprende nella propria adolescenza per crescere e maturare, Masai si rende conto dell' inutilità di dover essere belli e perfetti a tutti i costi; e capisce che spesso dentro un bellissimo contenitore non ci sono contenuti!! Gli uomini meccanici mostravano tutti un vuoto interiore (tipico di chi appartiene alla massa)!!
    Memorabile la puntata, intitolata "Il castello del Tempo", dove Masai incontra Capitan Harlock!! Qui il Capitano è diventato malvagio e sfrutta la gente debole!! Alla fine si scoprirà che quel Capitan Harlock altri non è che una copia meccanica del vero Capitano!! Il messaggio è importante, perchè nonostante la rassicurazione finale sul fatto che Capitan Harlock è ancora "buono", per tutta la puntata viene messo in discussione il ruolo di un personaggio che era diventato una vera leggenda!! Sembra quasi che Matsumoto voglia ribadire con più forza possibile che non è il "nome" o il "corpo" di una persona a definirne il valore, ma le sue azioni!!

    Penso che Matsumoto sia un autore come ce ne siano stati pochi: completo, adatto a tutti e di una profondità sconvolgente!! Un vero maestro!!
    Una curiosità: hai/avete notato che gli eroi di Leiji Matsumoto hanno tutti delle cicatrici sul corpo?! Capitan Harlock ed Emeralda in faccia, Masai sulla schiena, etc.!! Per Matsumoto, un vero uomo "deve avere almeno una cicatrice sul proprio corpo"!! Anche in questo caso si tratta di una metafora!! La cicatrice di cui parla è una cicatrice morale; quella sofferenza che rimane segnata nella propria memoria a vita e che ci indica la differenza fra una persona matura e una che non lo è!!

    Scusatemi tutti per la lunga "lezione" su Matsumoto... ma credo un autore come lui stia bene anche in un Forum di videogiochi!! :)
  5.     Mi trovi su: Homepage #3403467
    Mah.. io personalmente penso che la più grossa delusione videoludica del 2000 sia stato il pessimo Monkey Island 4.Cavolo prima ci avevano rifilato dopo 6 anni un abominio chiamato monkey island3 e poi ora ci rifilano un'ennesima schifezza..
    Vorrei proprio sapere chi ha pensato a quel MONEKY COMBAT! :(
    vabbe'... fa niente.. pazienza

    azog
  6.     Mi trovi su: Homepage Homepage #3403468
    Zave ha scritto:
    Siamo arrivati al 2001 e la delusione più cocente dello scorso anno è stata?

    Jet Set Radio

    Ovviamente non il gioco, ma il pubblico di tutto il mondo che lo ha bellamente snobbato. Qualcuno mi spiega cos'aveva il gioco che non andava anche dal punto di vista commerciale?
    Non me lo spiego...
    Guarda ti posso dare il giudizio(che rimane soggettivo,tengo a precisare)sul gioco cosi' magari ti puo' essere utile capire un perche' del non successo(almeno personale) di jet set radio.
    posso dirti che appena iniziato a giocare l'ho trovato molto bello,grafica stile cartoni eccezzzzzionale, musiche a dir poco fantastiche!!!
    pero' piu'passava il tempo e meno il gioco mi entusiasmava!
    non so spiegare bene,ma hai presente quelle sensazioni che solo alcuni giochi riescono a dare e che riescono a tenerti incollato davanti allo schermo ore e ore?
    bene,jet set radio non ha quel "qualcosa" in piu',tant'e' che dopo due giorni l'ho regalato ad un mio amico.
    ciaooooooo
    Salta i pericoli, vola tra gli alberi,
    corri insieme a noi,
    Oltre gli ostacoli, per tutti gli uomini liberi.
  7.     Mi trovi su: Homepage #3403470
    Zave ha scritto:
    Siamo arrivati al 2001 e la delusione più cocente dello scorso anno è stata?

    Jet Set Radio

    Ovviamente non il gioco, ma il pubblico di tutto il mondo che lo ha bellamente snobbato. Qualcuno mi spiega cos'aveva il gioco che non andava anche dal punto di vista commerciale?
    Non me lo spiego...
    La delusione piu' cocente fu FF8, pero' avendolo comprato NTSC/USA in realtà come delusione inizio' nel 1999. La seconda delusione fu Overblood2, il primo ai tempi mi piacque molto, speravo in una nuova avventura horror, invece fra un bug e l'altro c'era un gioco brutto e noioso. Direi che in generale ci furono conferme di sensazioni. Avevo la netta sensazione che Parasite Eve2 non sarebe stato all'altezza del capitolo uno e così fu. Resident Evil 3 non avrebbe dato nulla di nuovo. Per fortuna altri giochi si son dimostrati o felici sorprese o ottime conferme

    Per quanto riguarda Jet Set Radio... che dire, un capolavoro per grafica e musica. Un bel gioco, nuovo, fresco, ottima idea di base... bello poter personalizzare i tag. Ma ho avuto la netta sensazione che sia un po' ripetitivo alla lunga e che il controllo col pad, specie nei salti, non sia il massimo. Temo che lo stile sia così peculiare che non incontri i gusti di tutti. Cmq continuare a parlarne e soprattutto parlarne bene non puo' che giovare al gioco.
  8.     Mi trovi su: Homepage #3403471
    magicodani ha scritto:
    Zave ha scritto:
    Siamo arrivati al 2001 e la delusione più cocente dello scorso anno è stata?

    Jet Set Radio

    Ovviamente non il gioco, ma il pubblico di tutto il mondo che lo ha bellamente snobbato. Qualcuno mi spiega cos'aveva il gioco che non andava anche dal punto di vista commerciale?
    Non me lo spiego...
    Guarda ti posso dare il giudizio(che rimane soggettivo,tengo a precisare)sul gioco cosi' magari ti puo' essere utile capire un perche' del non successo(almeno personale) di jet set radio.
    posso dirti che appena iniziato a giocare l'ho trovato molto bello,grafica stile cartoni eccezzzzzionale, musiche a dir poco fantastiche!!!
    pero' piu'passava il tempo e meno il gioco mi entusiasmava!
    non so spiegare bene,ma hai presente quelle sensazioni che solo alcuni giochi riescono a dare e che riescono a tenerti incollato davanti allo schermo ore e ore?
    bene,jet set radio non ha quel "qualcosa" in piu',tant'e' che dopo due giorni l'ho regalato ad un mio amico.
    ciaooooooo
    Mi spiace che non ti abbia fatto scattare quella leggendaria "scintilla". Per il sottoscritto d'altronde rimane un chiodo fisso da giugno. Per dirti, quando finisco di recensire qualcosa e ho un attimo di tempo libero torno su JSR. Quando non ho tempo per prenderlo e giocarci mi rammarico a dismisura e attapiro alquanto...
    Ritengo che, situazioni a parte, sia universalmente riconosciuto come un titolo fresco, innovativo, divertentissimo, strambo e assolutamente "stiloso".
    Eppoi, con tutti quei giochi "che non fanno scattare la scintilla" che vendono un botto :(((

  La delusione del 2000

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina