1.     Mi trovi su: Homepage #3403696
    La censura e'l'unica cosa che odio in un videogioco.certe volte la trovo assurda,a volte trovo differenze di giudizi(i primi tre resident sono vietati ai minori di 18,l'ultimo ,non so perche',ai min.di 15),vedo poi giochi vietati ai minori che vengono giocati da bambini di 10 anni...insomma , chiunque se ne frega della censura.a mio parere ognuno deve essere consapevole delle propie scielte,e quelli della censura piu'che un "vietato ai minori di..." dovrebbe scrivere,ad esempio"questo gioco contiene scene violente e sanguinose"dietro alla confezione cosi' che uno sappia che tipo di gioco e' e se"adatto" a lui.fatemi sapere le vostre opinioni in proposito.ciao!
  2.     Mi trovi su: Homepage #3403697
    lutirel ha scritto:
    La censura e'l'unica cosa che odio in un videogioco.certe volte la trovo assurda,a volte trovo differenze di giudizi(i primi tre resident sono vietati ai minori di 18,l'ultimo ,non so perche',ai min.di 15),vedo poi giochi vietati ai minori che vengono giocati da bambini di 10 anni...insomma , chiunque se ne frega della censura.a mio parere ognuno deve essere consapevole delle propie scielte,e quelli della censura piu'che un "vietato ai minori di..." dovrebbe scrivere,ad esempio"questo gioco contiene scene violente e sanguinose"dietro alla confezione cosi' che uno sappia che tipo di gioco e' e se"adatto" a lui.fatemi sapere le vostre opinioni in proposito.ciao!
    a parte re quali altri giochi sono stati censurati??
    e comunque "solo" xche ritenuti troppo violenti o per altri motivi??
    attendo delucidazioni....
  3.     Mi trovi su: Homepage #3403698
    Be', e' da parecchio che giochi splatter o che presentano situazioni di violenza esplicita recano sul retro (e in alcuni casi anche in una schermata prima del gioco, vedi ad esempio Codename Veronica)un'indicazione precisa riguardo al contenuto. Il problema e' che molte persone non si accontentano di questo o di divieti o censure, ma vorrebbero l'eliminazione di tutto cio' che non mostra quanto il mondo e' bello e puffettoso. :)
    Cmq per quel che mi riguarda sono favorevolissimo al rating per i videogiochi, se non altro i genitori vedendolo magari non comprano l'ultimo Resident Evil al figliletto di 10 anni. Del resto dubito che a quell'eta' si abbiano gia' i soldi in tasca per acquistare videogiochi senza che i parenti scuciano il denaro, quindi non sarebbe affatto male se tutti capissero che il divertimento elettronico e la televisione non sono baby sitter automatiche davanti alle quali posteggiare i figli, ma che occorre attenzione ovviamente stando attenti ad evitare di essere soffocanti e inopportuni.
  4.     Mi trovi su: Homepage #3403699
    Alessandro Casini ha scritto:
    Be', e' da parecchio che giochi splatter o che presentano situazioni di violenza esplicita recano sul retro (e in alcuni casi anche in una schermata prima del gioco, vedi ad esempio Codename Veronica)un'indicazione precisa riguardo al contenuto. Il problema e' che molte persone non si accontentano di questo o di divieti o censure, ma vorrebbero l'eliminazione di tutto cio' che non mostra quanto il mondo e' bello e puffettoso. :)
    Cmq per quel che mi riguarda sono favorevolissimo al rating per i videogiochi, se non altro i genitori vedendolo magari non comprano l'ultimo Resident Evil al figliletto di 10 anni. Del resto dubito che a quell'eta' si abbiano gia' i soldi in tasca per acquistare videogiochi senza che i parenti scuciano il denaro, quindi non sarebbe affatto male se tutti capissero che il divertimento elettronico e la televisione non sono baby sitter automatiche davanti alle quali posteggiare i figli, ma che occorre attenzione ovviamente stando attenti ad evitare di essere soffocanti e inopportuni.
    ...credo che questa cosa sia un po fatta in america ...i giochi ntsc di solito riportano un simboletto per capire a che e adatto, ma pure quelli europei lo fanno e contengono pure la dicitor "gore & bloob" sul case e nella prima schermata del gioco (re, silent hill)
    direi che il problema di fondo non e il gioco, e chi lo compera il gioco. il genitore non compra re al bambino di 10 anni perche non si accorge che gioco è, lo compera x altri motivi di cui ne sono all'oscuro.
    fattosta che il problema e sempre quello : non sono i giochi o i film, e la societa e l'educazione il vero problema!!
  5.     Mi trovi su: Homepage #3403700
    Alessandro Casini ha scritto:
    Be', e' da parecchio che giochi splatter o che presentano situazioni di violenza esplicita recano sul retro (e in alcuni casi anche in una schermata prima del gioco, vedi ad esempio Codename Veronica)un'indicazione precisa riguardo al contenuto. Il problema e' che molte persone non si accontentano di questo o di divieti o censure, ma vorrebbero l'eliminazione di tutto cio' che non mostra quanto il mondo e' bello e puffettoso. :)
    Cmq per quel che mi riguarda sono favorevolissimo al rating per i videogiochi, se non altro i genitori vedendolo magari non comprano l'ultimo Resident Evil al figliletto di 10 anni. Del resto dubito che a quell'eta' si abbiano gia' i soldi in tasca per acquistare videogiochi senza che i parenti scuciano il denaro, quindi non sarebbe affatto male se tutti capissero che il divertimento elettronico e la televisione non sono baby sitter automatiche davanti alle quali posteggiare i figli, ma che occorre attenzione ovviamente stando attenti ad evitare di essere soffocanti e inopportuni.
    sono d'accordo con cio' che hai detto,amemetto di aver esagerato riguardo ai bambini di 10 anni.

  GIOCO CENSURATO

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina